Una Milano che non si riconosce Sofia piscetta 1bi

Una storia di passione e coraggio

Lorenzo Franzetti è un giornalista, nato ad Angera. Nel 2000 inizia a lavorare per un giornale sportivo a Milano. Dopo 13 anni di lavoro come giornalista decide di cambiare la sua vita portando avanti la bottega ciclistica del nonno.

Durante gli anni di lavoro come giornalista comincia a scrivere un blog raccontando i fatti che accadono nella vita di tutti i giorni. Durante i suoi viaggi in treno, da pendolare, legge e osserva le persone che viaggiano con lui e pensa ai suoi articoli e alle storie che potrebbe scrivere nel suo blog. Le storie pian piano diventano tante ed interessanti così decide di racchiuderle in unico libro.

Il giornale si trova nella periferia di Milano dove si vive un'altra Milano diversa dal centro, diversa dalla Milano dei negozi e delle strade piene di gente, diversa dagli affari, dal turismo, dalla moda. In questo quartiere c'e un'altra vita con mentalità e abitudini diverse.

Il libro

Il primo libro scritto è stato "Dove finisce Milano" composto con le storie del suo blog. Un libro che racconta di una Milano che non si conosce e non si vede, delle azioni quotidiane ma soprattutto delle persone che vivono in questi quartieri. Pendolari come lui, ma anche abitanti della zona nord di Milano, dove si è creato un confine entro cui vivono, passano, si muovono.

"Dove finisce Milano" è una raccolta di racconti i cui protagonisti sono persone vere della periferia di Milano, uomini e donne che non sono protagonisti nella grande città, ma che “sopravvivono” nella loro quotidianità, senza tristezza e con gioie e speranze. È in questa zona che esiste una popolazione reale che cerca di vivere al meglio nel quotidiano e trovare in questo un legame umano.

Questo libro non è stato pensato per essere letto tutto d'un fiato ma è stato scritto pensando proprio a chi come lui, durante i giornalieri percorsi in treno, tram o metro, ha qualche minuto da dedicare alla lettura.

Nuova vita

Nel 2013 Lorenzo Franzetti decide di abbandonare la carriera da giornalista, perché ritenuta inconciliabile con la famiglia, e di iniziare a lavorare presso il negozio di biciclette del nonno tramandato di padre in figlio. Grazie a questo lavoro la sua passione per le biciclette è aumentata sempre di più. Il negozio si trova a Ispra e si chiama "La bottega del Romeo". Dopo aver scritto "Dove finisce Milano" scrive altri libri, non più per lavoro ma per hobby e per passione.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.