Loading

Abbiamo ascoltato la sua voce Pellegrinaggio a Medugorje 2019

Un pellegrinaggio è un momento particolare, nella vita di fede di ciascuno di noi. È uno spazio sacro, infatti, in cui si lasciano da parte le proprie comodità, la propria quotidianità per mettersi in cammino, con un gruppo di altri fratelli e sorelle. Per quale motivo? Perché ciascuno di noi ha ascoltato una voce. Quella di Dio che ci chiama attraverso sua Madre. Per questo motivo, dal 18 al 22 agosto 2019, ci siamo messi in viaggio, per ascoltare le parole che questa voce voleva dirci. Ecco il resoconto di questi giorni di grazia.

Tante persone di diverse nazionalità che vengono a Mediugorje per pregare e condividere la fede con gioia e nel raccoglimento... proprio in questa spianata dinanzi all'altare esterno della parrocchia di Medugorje. Qui si svolgono le celebrazioni della messa e le adorazioni eucaristiche.

Statua della Madonna fuori dalla Chiesa parrocchiale

La salita alla collina delle apparizioni

Salire sulla collina delle apparizioni è sempre un momento molto particolare. È l'occasione per fare i conti con la forza delle parole di Gesù e di sua Madre, che sono forti come le pietre che i nostri piedi hanno calcato durante la salita.

Ma è anche un momento di profonda preghiera, perché lungo quelle rocce si impara una regola fondamentale della vita cristiana: per camminare davvero bisogna avere due condizioni. Si deve fare assieme, e deve essere sempre in salita.

Alcuni momenti di preghiera e meditazione lungo la Collina delle apparizioni.

In ginocchio davanti a lei, per pregare, per ricordare i nostri cari e le situazioni che ci sono state affidate nella preghiera.

Nella comunità "Regina Pacis"

Suor Ivanka, nella comunità Regina Pacis, è ormai una gradita visita annuale. Con lei possiamo conoscere i fatti, gli eventi dei primi giorni delle apparizioni, visti con gli occhi di una bambina. Ivanka, infatti, è una delle testimoni dei primi giorni delle apparizioni, quando nonostante la presenza della polizia comunista, fu una delle prime persone che potè partecipare alle apparizioni sulla collina.

La Regina della pace con il bambino tra le mani, proprio come il primo giorno delle apparizioni, tanti anni fa.

Momenti di catechesi

con P. Luigi Senesi, OFMcap

P. Luigi, legato da molti anni alla FFB, ha accompagnato un gruppo dalla Toscana, e assieme al nostro gruppo ha tenuto una catechesi sul ruolo di Maria SS.ma nella storia della salvezza: lei, che è Immacolata Concezione ed Assunta al cielo.

La pineta di fronte alla Chiesa parrocchiale, luogo di preghiera e di catechesi.

I pellegrini, attenti all'ascolto delle parole di p. Luigi.

La salita al monte della Croce

Salire il monte della croce facendo la via crucis è un momento fondamentale del pellegrinaggio a Medugorje: ci si rende conto delle croci che si portano addosso, ma soprattutto del fatto che la nostra Madre celeste vuole prenderle tutte per trasformarle in grazia. Allora, da cammino impervio e faticoso, la via crucis diventa un'ascesa al monte di Dio, dove possiamo contemplare il suo volto.

Alcuni momenti della Via Crucis sul monte Križevac

L'incontro con Jelena Vasilj

Come si può ascoltare la voce della Madonna che parla nel cuore? Ce lo ha spiegato Jelena Vasilj, che dal 1982 ha ascoltato la voce della Madre di Dio e attraverso di lei ha guidato un gruppo di preghiera.

Tutti possiamo ascoltare la voce del Signore - ha detto Jelena - soprattutto quando ci parla attraverso la Scrittura e nel segreto del cuore, con la coscienza.

L'incontro con Jelena è sempre un momento importante, perché ci fa comprendere che lo straordinario si lascia incontrare nella vita di tutti i giorni. Basta saperne ascoltare la voce, proprio come fece una bambina qualunque, tanti anni fa.

Casa... il vero pellegrinaggio

Alla fine, l'esperienza di Medugorje insegna una grande verità. Il pellegrinaggio non finisce quando si parte; piuttosto, quello è proprio il momento in cui comincia. Si torna a casa e si trovano gli stessi problemi che abbiamo lasciato... però dentro abbiamo una luce e una forza nuova, che ci permette di vedere la presenza di Maria proprio lì, in mezzo alle contraddizioni quotidiane. Allora si scopre senza dubbio che quella voce che abbiamo iniziato ad ascoltare e che ci ha invitati a partecipare al pellegrinaggio a Medugorje è la stessa che parla nelle nostre giornate e nella nostra quotidianità.

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questo pellegrinaggio, e grazie a tutti coloro che, pur non essendo presenti fisicamente, hanno lavorato nel silenzio e nel nascondimento perché tutto andasse per il meglio... ognuno di noi ha un Angelo in cielo, ma noi ne abbiamo uno anche sulla terra! ;)

Credits:

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno fornito le foto dell'evento!

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.