Ricetta di Primavera Per chi ha voglia di coccolarsi

È arrivata la primavera e con lei la voglia di uscire di casa, di regalarsi un weekend rilassante e lasciarsi ricaricare dai colori ed i sapori della Toscana. A chi ancora non può rubarsi un paio di giorni dal lavoro proponiamo qualche ricetta che rispecchia la tradizionale cucina locale e che non richiede una preparazione troppo complicata, adatta alle serate ancora un pochino fresche tipiche dell'inizio della primavera.

Signore e Signori, vi presentiamo:

LA RICETTA DELLA RIBOLLITA

LA RIBOLLITA è una zuppa tradizionale a base di cavolo nero, pane toscano raffermo, fagioli cannellini ed olio "quello bono" extravergine di oliva: tutti elementi fondamentali della cucina Toscana

Ribollita

È un piatto di recupero, come molti piatti della cucina povera della campagna toscana, dove "non si buttava via niente". Il minestrone di verdure avanzato veniva "ribollito" nei giorni successivi ed irrobustito con l'aggiunta di pane, fagioli, cipolla e cavolo nero.

Questa è una delle tante versioni della zuppa: ognuno la fa alla sua maniera. Anche le quantità e la varietà degli ingredienti sono approssimativi ed a discrezione (e gusto) di chi prepara il piatto.

Gli ingredienti:

Cavolo nero
  • pane toscano raffermo (tipo casalingo, cotto a legna)
  • fagioli cannellini lessati
  • cavolo nero riccio di Toscana
  • bietola
  • patate
  • carote
  • sedano
  • zucchine
  • porro
  • cipolla
  • poca passata di pomodoro
  • olio extravergine di oliva
  • pepe nero
  • sale
  • brodo vegetale

Prima di tutto occorre passare metà dei cannellini lessati al passaverdure, diluendo la purea con la loro acqua di cottura. Preparare poi un soffritto con cipolla e porro in abbondante olio (utilizzare una pentola capiente a bordi alti) e, quando le verdure si saranno imbiondite, coprirle con poca passata di pomodoro; lasciare insaporire per qualche minuto e aggiungere quindi cavolo nero, patate, sedano, carote, zucchine, il tutto tagliato grossolanamente e lasciare stufare dolcemente, con un po' di brodo.

Coprire e far sobbollire per almeno un'ora. Versare i fagioli cotti, sia quelli interi che quelli passati: questo facilita l'addensarsi della zuppa.

Prima del termine aggiungere il pepe nero, il sale e due o tre cucchiai di passata di pomodoro. Portare a fine cottura. Per completare il piatto, disporre delle fette di pane in una zuppiera alternandole con mestoli di zuppa, fino ad assorbire bene tutto il pane. Per poterla gustare, togliere dal tegame la quantità desiderata e metterla nuovamente a riscaldare, o meglio a 'ribollire', come abbiamo visto sopra. Aggiungete un filo d'olio e pepe.......

Buon appetito!

Anche gli alberi a primavera scrivono poesie. E gli stolti pensano che siano dei fiori. (Donato Di Poce)

Siete pronti per il vostro weekend primaverile?

Approfittate dei prezzi della bassa stagione fino al 18 aprile!

Si avvicinano i ponti del 25 Aprile e del 1 Maggio! Due fantastici ponti per chi decide di assaporare la Toscana ed il Metina in occasione di queste date.

Più giorni trascorrete al Metina e meno vi costa il soggiorno. Sconto del 15% sulla tariffa per soggiorni di 4 o più notti

Cosa aspettate a organizzare i vostri momenti di relax di primavera?

Chiamateci! Scriveteci!

Monica & Alberto
Created By
Monica & Alberto Metina
Appreciate

Credits:

By: noi....

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.