Il mais

  • STORIA
  • Le prime coltivazioni di mais iniziarono a diffondersi intorno al 2.500 a.C in mesoamerica (regione del continente americano che comprende la metà meridionale del Messico, i territori di Guatemala, El Salvador e Belize, la parte occidentale dell'Honduras, il Nicaragua e la Costa Rica).
  • I popoli che utilizzavano la coltura del mais (Olmechi e Maya) erano già in grado di lavorare il cereale in modo da migliorarne il contenuto nutrizionale; in particolare, attraverso il processo di nixtamalizzazione (cottura del mais con calce - idrossido di calcio), gli indigeni compensavano la carenza di niacina biodisponibile (vit. PP o B3), scongiurando l'insorgenza della famosa pellagra (malattia da carenza nutrizionale della stessa). Nel seme naturale del mais, infatti, la niacina è presente in forma NON utilizzabile dall'organismo umano.
  • In seguito ai primi contatti con i popoli europei (XV-XVI secolo d.C.), il mais raggiunse il Vecchio Continente e successivamente anche l'Africa e l'Asia.
  • La prima grossa differenziazione tra le varie tipologie di mais è quella tra i semi destinati all'alimentazione umana e quelli per l'alimentazione animale o per le lavorazioni chimiche. In America il mais è la coltura più diffusa; la produttività annua è di 332.000.000 di tonnellate, delle quali il 40% del totale è destinato alla produzione di bio-gas (etanolo). Il mais è anche una delle piante maggiormente sottoposte a modifiche di natura genetica.
  • PROPRIETÀ E BENEFICI DEL MAIS
  • è privo di glutine può entrare dunque nella dieta di chi soffre di celiachia.
  • È una fonte di acido folico e vitamina B1; è dunque indicato per l’alimentazione in gravidanza e per i bambini, a partire dalla prima infanzia: la crema di mais è uno dei primi alimenti ad essere introdotti nella dieta durante lo svezzamento.
  • Il mais, inoltre, presenta una buona quota di ferro e di altri minerali; è dunque utile in caso di anemia. È particolarmente digeribile ed è ricco di fibra alimentare, per questo motivo è un alleato prezioso per stomaco e intestino.
  • Le fibre contenute nel mais, infine, rallentano l’assorbimento degli zuccheri, contribuendo, così, a mantenere bassi i livelli di glicemia nel sangue. Grazie alle sue proprietà contribuisce, inoltre, a tenere bassi i valori di colesterolo LDL; quello cosiddetto “cattivo”.
  • Il mais è dunque un ottimo alimento; viene, però, usato anche in erboristeria, per ottenere prodotti utili a contrastare diabete, ipotensione, ipokaliemia, sovrappeso, ritenzione idrica e spasmi del colon.
  • CURIOSITA' SUL MAIS
  • Gli indiani del Perù utilizzano il mais come stupefacente. Pare, infatti, che abbia la capacità di provocare eccitazione psichica; questa proprietà viene attribuita alla presenza di alcaloidi, sostanze a cui vengono riconosciute capacità simili a quelle delle droghe.
  • LA PIANTA
  • è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Poaceae, tribù delle Maydeae. È uno dei più importanti cereali, largamente coltivato sia nelle regioni tropicali sia in quelle temperate, in quest'ultimo caso a ciclo primavera-estate.
  • ORIGINE
  • Il mais è originario del continente americano dove le prime coltivazioni sembrano risalire addirittura all'era preistorica.
  • VALORI ENERGETICI
  • Da carboidrati 282 Kcal (79,89%)
  • Da grassi 34,20 Kcal (9,69%)
  • Da proteine 36,80 Kcal (10,42%)
  • MUFFIN MAIS E PROVOLA
  • Ingredienti per 10 muffin:
  • 80 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di mais
  • 100 ml di latte
  • 1 uovo
  • 100 gr di mais
  • 100 gr di provola
  • 25 gr di parmigiano
  • 25 ml di olio di semi
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 bustina di lievito istantaneo
  • 100 gr di philadelphia

PROCEDIMENTO

  1. In una ciotola mescolate le farine, il parmigiano, il lievito, sale e pepe
  2. A parte mescolate l'uovo con il latte e l'olio
  3. Sgocciolate il mais e tagliate la provola a cubetti
  4. Unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi e mescolate
  5. Poi aggiungete all'impasto il mais e la provola e mescolate per far amnalgamare bene il tutto
  6. Versate il composto negli stampini per muffin riempiendoli per 2/3 della loro altezza
  7. Cuocete in forno già caldo a 180° per 20 minuti.
  8. Ancora caldi copriteli con uno strato di formaggio spalmabile tipo philadelphia
  9. Poi ricoprite con i chicchi di mais e servite i vostri muffin mimosa

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.