Loading

Gli anni della distensione

Krusciov allenta la tensione con gli Stati Uniti

Il clima della guerra fredda iniziò a mutare quando Stalin morì nel 1953. Il suo successore, Nikita Krusciov avviò un piano di rinnovamento della politica sovietica. Krusciov criticò pubblicamente la politica di Stalin e denunciò i crimini di cui la sua dittatura fu responsabile; iniziò così un processo di destalinizzazione e vennero liberati dai gulag molti prigionieri politici. Con gli Stati Uniti si stabilì un nuovo modello di relazione basato sulla coesistenza pacifica, con l'obiettivo di evitare la guerra atomica.

La coesistenza pacifica prevale nella rivolta in Ungheria e nella crisi di Suez

A fronte di tale situazione, alcuni stati dell'Europa orientale tentarono quindi di sottrarsi al controllo dell'URSS. Nel 1956 in Ungheria ci fu una vera e propria rivolta che arrivò a far cadere il governo filosovietico e a chiedere di uscire dal Patto di Varsavia. Krusciov allora decise di reprimere la rivolta col sangue. Davanti a questa prova di forza dell'URSS però gli Stati Uniti non intervennero per non incrinare il delicato equilibrio internazionale. Tale situazione si ripresentò anche in un'altra crisi internazionale. Nel 1956 il nuovo presidente dell'Egitto, Gamal Nasser decise di NAZIONALIZZARE il canale di Suez, fino ad allora gestito da Inglesi e Francesi, per eliminare l'influenza straniera sul Paese, favorendo così lo sviluppo egiziano. Francia e Regno Unito reagirono occupando militarmente la zona del canale. La pressione congiunta di URSS e USA e ONU riuscirono a risolvere la crisi.

L'Europa perde il suo ruolo egemone e si avvia verso un processo di unificazione

I decenni in cui USA e URSS si fronteggiarono per il predominio mondiale, furono per l'Europa anni di ricostruzione e di trasformazione. Dopo le guerre mondiali e i loro effetti disastrosi, alcuni intellettuali compresero che era necessario cercare un'unità nell'Europa. Iniziò quindi un processo di unificazione europea, prima a livello economico poi anche politico. Vennero quindi istituite la CECA (1951), Comunità dell'Acciaio e del Carbone, voluta da Francia, Germania, Italia, Belgio Olanda e Lussemburgo. Il 25 marzo 1957 gli stessi paesi che avevano aderito alla CECA firmarono a Roma due trattati che istituivano due importanti organismi: 1) la COMUNITA' ECONOMICA EUROPEA (CEE) per un mercato unico europeo 2) la COMUNITA' europea dell'energia atomica (Euratom), che gestiva in maniera congiunta lo sviluppo dell'energia atomica.

Gli anni di Kennedy alla presidenza degli USA

J. F. Kennedy

I nuovi traguardi di Kennedy sono la PACE E LA DEMOCRAZIA

Nel 1960 venne eletto negli Stati Uniti un giovane presidente J. F. Kennedy in grado di trasmettere agli Americani affidabilità e ottimismo. Kennedy sosteneva che occorreva conquistare nuovi traguardi per la democrazia e la pace. Nella politica interna, uno dei principali obiettivi di Kennedy fu l'eliminazione delle discriminazioni razziali a danno della popolazione afroamericana. Negli Stati del Sud infatti, un tempo schiavisti, erano infatti ancora in vigore leggi e usanze che negavano ai neri alcuni diritti fondamentali e impedivano loro di frequentare scuole, ristoranti e alberghi riservati ai bianchi. Contro la discriminazione razziale si batteva nel frattempo il movimento per l'emancipazione degli Afroamericani, guidato dalla figura simbolo di Martin Luther-King. Ricorrendo a metodi non violenti, King cercò di ottenere il consenso dell'opinione pubblica e l'appoggio di politici autorevoli, quali Kennedy. Non tutti i bianchi però erano d'accordo con l'integrazione e nacquero associazioni segrete razziste, come il Ku Klux Klan che compirono diversi omicidi a danno degli Afroamericani. Lo stesso King venne assassinato nel 1968.

Berlino viene divisa da un muro

La politica di distensione promossa da Krusciov e Kennedy venne interrotta da due drammatici eventi. Uno avvenne a Berlino quando per evitare l'esodo di massa da Berlino Ovest e la Germania occidentale, i Sovietici nel 1961 fecero alzare un muro di separazione. Questa scelta fu motivo di tensione nei rapporti fra URSS e USA. Il muro rimase a dividere la città fino al 1989.

Conrad Schumann e il salto verso la libertà 15 agosto 1961

La rivoluzione socialista avvicina Cuba ai Sovietici

Castro e Guevara

Il secondo evento che mise in crisi i rapporti tra USA e URSS ebbe come teatro Cuba. L'isola caraibica era retta da una dittatura appoggiata dagli Stati Uniti. Contro questo governo nel 1958 la popolazione locale diede vita a una rivoluzione, sotto la guida di Ernesto Che Guevara e Fidel Castro il quale nel 1959 prese il potere dando vita a una repubblica socialista. Cuba intraprese quindi un avvicinamento all'area sovietica inizialmente per motivi economici, poi i rapporti divennero sempre più stretti, anche sul piano politico e militare. Gli usa tentarono quindi di ristabilire il controllo sull'isola con uno sbarco delle truppe americane alla baia dei Porci (1961), ma l'iniziativa fallì. Tale fallimento portò Kruscev ad approfittare della situazione dando inizio ai preparativi per stabilire a Cuba una base missilistica sovietica. Poi però l'URSS rinunciò al progetto e in cambio gli Americani rinunciarono a rovesciare il regime rivoluzionario cubano, mantenendo però un embargo (blocco) economico e commerciale.

Papa Giovanni XIII rinnova la Chiesa cattolica.

Il pontificato di papa Giovanni XIII diede un contributo importante alla risoluzione della crisi di Cuba, basando il proprio apostolato sulla salvaguardia delle pace e l'elevazione del tenore di vita delle popolazioni più povere e per questo riuscì a riscontrare molta popolarità anche tra le popolazioni non cattoliche. Convocò nel 1962 il Concilio Ecumenico Vaticano II per discutere dei problemi più scottanti del mondo moderno. La Chiesa, che fino a quel momento aveva rivolto la propria attenzione solo ai problemi dell'Europa, comincia ad aprirsi a questioni di ordine mondiale.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.