Pensieri Blaise Pascal

L’uomo è dominato dall’immaginazione

Immaginazione

«È la parte dominante dell’uomo, è maestra di errori e falsità, furba abbastanza da non esserlo sempre, perché sarebbe regola infallibile di verità se fosse infallibile nel mentire. Ma essendo per lo più falsa, non dà alcun segno di questa qualità, dando lo stesso carattere al vero e al falso. Io non parlo dei matti, parlo delle persone più sagge, ed è attraverso loro che l’immagina- zione ha il grande diritto di persuadere gli uomini. La ragione ha un bel gridare, essa non può dare il prezzo alle cose.»

In Pascal, l'immaginazione è una delle fondamentali facoltà di conoscenza dell’uomo, che costruisce immagini della realtà che hanno o non hanno effettiva corrispondenza in essa. Che l’abbiano, o non l’abbiano, le immagini sono sempre costruite dalla mente, e sono quindi parallele al reale. Parlano, sempre e comunque, non della vera realtà, ma di una realtà parallela, ricostruita in noi. In questo senso Pascal dice subito dopo che l’immaginazione dà lo stesso carattere al vero e al falso.

«L’uomo non è che un soggetto pieno di errore naturale, che è ineliminabile senza la grazia. Niente mostra all’uomo la verità. Tutto lo inganna. Questi due principi di verità, la ragione e i sensi, oltre a mancare ciascuno di sincerità, si ingannano reciprocamente l’un l’altro; i sensi ingannano la ragione con le false apparenze, e questo stesso inganno che danno all’anima, lo ricevono a loro volta da lei, che si prende la sua rivincita. Le passioni dell’anima intorbidano i sensi e fanno sì che essi abbiano false impressioni. Fanno a gara nel mentirsi e nell’ingannarsi.»

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.