Cisti fornaio Giornata VI,novella II

Tema della giornata

Motti di spirito: la capacità di una persona di uscirà da una situazione anomala in modo elegante)

Riassunto della novella

La novella viene raccontata da Pampinea dove racconta della vita di un umile e nobile fornaio fiorentino chiamato Cisti fornaio ma con un corpo volgare, e di Geri Spina, cavaliere del Papa Bonifacio dalla classe molto agiata ma avido e meschino mandato da lui a Firenze insieme a dei ambasciatori.

Tali persone passavano ogni mattina davanti alla chiesa Santa Maria degli Ughi, dove Cisti praticava la sua attività di fornaio, grazie alla quale aveva guadagnato molti soldi, che spendeva in vini pregiati.

Cisti vedendoli passare ogni mattina davanti alla sua bottega volle cercare di offrire un bicchiere di vino a questi signori, ma non gli pareva opportuno invitare queste persone data la diversa classe sociale, quindi cerca di far in modo che questi si interessassero di lui, aspettando che questi passassero difronte al suo negozio e cercando di presentare nel miglior modo possibile il suo negozio, dopo tre giorni il signor Geri incuriosito, chiese a Cisti se quel fino fosse buono e lui rispose che non era descrivibile ma bisognava assaggiarlo, e messer Geri lo assaggiò.

Geri volendo organizzare un banchetto invio un suo schiavo da Cisti il fornaio a prendere il vino, ma lo schiavo si presentò con un grande fiasco e Cisti il fornaio si insospettì rimandando indietro lo schiavo senza il vino, dato che il Fornaio si accorse che lo schiavo voleva un po' di vino in più per se e quel vino non era per i servi.

Quando Geri se ne accorse rimandò a prendere la giusta quantità di vino, che però Cisti il fornaio gli offri in cambio di un amicizia con un rango sociale superiore ed ottenendo un valido amico

Personaggi principali

CISTI FORNAIO: personaggio dall'animo umile e nobile nel corpo di un volgare 1 " Al quale quantunque la fortuna arte assai umile data avesse,tanto in quella gli era stata benigna,che egli era ricchissimo divenuto,e senza volerla mai per alcuna altra abbandonare,splendidissimamente viveva,avendo tra le altre sue buone cose sempre i migliori vini", 2" E avendo un farsetto bianchissimo in dosso e un grembiule di bucato innanzi,sempre,li quali più tosto mugnaio che fornaio li dimostravano".

GERI SPINA: personaggio dall'alta classe sociale ma con animo nobile " Dico adunque che,avendo Bonifazio papa,appo il quale messer Geri Spina fu in grandissimo stato,mandati in Firenze certi suoi NOBILI ambasciatori per certe sue gran bisogne."

SERVO DI GERI SPINA: cerca di imbrogliare Cisti fornaio," Il famigliare forse sdegnato perché niuna volta bere aveva potuto del vino,tolse un gran fiasco ,il quale come Cisti vide,disse< figliuolo,messer Geri non ti manda a me >".

Sviluppi significativi

Primo incontro fra Cisti fornaio e Geri Spina "La quale cosa avendo Messner Geri una e due mattina veduta,disse la terza< chente è,cisti?È buono?. Cist,levato prestamenente in pie rispose:< Messer si,ma quanto non vi potré io dare ad intendere se voi non assaggiaste >.

Quando Cisti offre il vino per il banchetto dopo che lo schiavo è tornato in segno d'amicizia."Ora,per ciò che io non intendo d'esservene più guardiano,tutto ve l'ho fatto venire, per innanzi come vi piace, Messner Geri ebbe il don di cisti carissimo,e quelle grazie gli rende che a ciò credette si convissero,è sempre poi per da molto l'ebbe e per amico"

Sviluppi significativi

Il desiderio di farsi notare dai ceti sociali più alti da parte di Cisti "all' uscio suo,passar Messer Geri e gli ambasciatori del papa,ed essendo il caldo grande,s'avviso che gran cortesia sarebbe il dar loro bere del suo buon vin bianco,ma avendo riguardo alla sua condizione e a quella di messer Geri,non gli pareva onesta cosa il presumere d'invitarlo,ma pensossi di tener modo il quale inducesse messer Geri medesimo ad invitarsi.

Tematiche fondamentali

Le doti umane nascono nella fortuna o dalla natura "Belle donne,io non sono da me medesima vedere che più in questo si pecchi,o la natura apparecchiando a una nobile anima un vip corpo,o la fortuna apparecchiando a un corpo dotato d'anima nobile vil mestiero,si come in Cisti nostro cittadino,e in molti ancora abbiam potuto vedere avvenir,il qual Cisti d'altissimo animo fornito,la fortuna fece fornaio.

Amicizia nata fra Cisti fornaio e Geri Spina "Ora,per ciò che io non intendo d'esservene più guardiano,tutto ve l'ho fatto venire, per innanzi come vi piace, Messner Geri ebbe il don di cisti carissimo,e quelle grazie gli rende che a ciò credette si convissero,è sempre poi per da molto l'ebbe e per amico"

Insegnamento morale

Amicizia: può nascere nonostante l'appartenenza a due ceti sociali molto diversi tra loro andando a creare un rapporto di fiducia e di rispetto "Messner Geri ebbe il don di cisti carissimo,e quelle grazie gli rende che a ciò credette si convissero,è sempre poi per da molto l'ebbe e per amico"

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.