Loading

LIB(E)RI per EVADERE Percorso laboratoriale sulle tecniche di rilegatura - Storitelling delle attività

Per le manifestazioni di Matera, capitale europea della cultura, ci è stato chiesto di organizzare un evento per promuovere la partecipazione degli studenti ristretti alla vita culturale della comunità. Ci siamo posti il problema di cosa preparare e di che taglio dare. Semplice: la cultura … i libri con lo sguardo di dentro…

Gli incontri del SALOTTO CULTURALE ci hanno già fatto incontrare le diverse figure, che ruotano intorno al mondo della cultura, del libro e della loro promozione: lo scrittore, il poeta, il traduttore, l'editore … Mancava soltanto chi i libri, li realizza concretamente.
Il prof. Pasquale Cacchio, autore locale di pubblicazioni in proprio, si è prestato a guidarci in questa sfida: produrre concretamente e artigianalmente un libro.
Diverse le forze che sono scese in campo per il raggiungimento dell'obiettivo. Il prof. Alfonso Rainone ha messo a disposizione il contenuto, la traduzione di un documento medievale sulla traslazione dei santi martiri di Troia, un corsista ristretto ha realizzato l'immagine di copertina, il CPIA 1 Foggia e l'amministrazione di Lucera hanno dato i fogli e provveduto alla stampa del lavoro. L'esperto ho portato l'attrezzatura adatta: il teloio, gli aghi, il filo di cotone, la colla, le morse, il martello di legno.

Da qui è iniziato il work-shop di legatoria. Dalla stampa dei fogli, eseguita una parte presso la segreteria del Cpia 1 Foggia e l'altra presso la tipografia dell'Istituto penitenziario di Sant'Angelo dei Lombardi, si è passati poi negli spazi della sezione carceraria di Lucera alla loro piegatura. I fogli A4 stampati sono stati piegati a metà, ottenendo così le segnature, che nel nostro caso, siccome contengono otto facciate, hanno costituito il formato in-ottavo.

Tra le diverse tecniche di legatura abbiamo scelto quella della brossura a filo refe ( o a “filo di refe”), consistente nel cucire al centro i fascicoli con un filo di cotone. Dopo aver raggruppato tutte le segnature con l'uso anche di un telaio, le abbiamo incollate sul dorso per poi passare a “incassare” la copertina.
Una volta eseguita la brossura e la battitura dei fascicoli per compattarli, il passaggio successivo è stato quello dell'incollaggio della copertina e della pressatura con le morse degli opuscoli realizzati.

Per raccontare quanto appreso ed esperito è stato preparato a cura degli studenti stessi anche l'evento della presentazione del libro, prevedendo per l'occasione la figura del moderatore e la presenza di alcuni dei protagonisti di questa avventura apprenditiva.

Quali gli obiettivi? Ovviamente l'acquisizione di competenze tecniche, conoscitive e procedurali, ma anche e soprattutto di competenze di cittadinanza attiva, quali la collaborazione, la flessibilità, la pianificazione e l'organizzazione, il problem solving, il team work … e non ultimo la partecipazione alla vita culturale del Paese … traguardi questi pienamente raggiunti con successo.

Allora, liberi o libri per evadere? Noi siamo convinti che nell'uno e nell'altro caso l'esperienza del laboratorio abbia fornito ai partecipanti un'occasione particolare di evasione. Il libro stesso è libertà. Erri De Luca dice: Una persona in prigione, quando si mette un libro davanti agli occhi, cancella le sbarre, tutta la cella intorno, riesce a far superare gli ostacoli, a far " evadere", una parola impronunciabile in prigione perché a senso unico e senza virgolette.

Hanno lavorato a questo progetto i ristretti della C. C. di Lucera, corsisti del CPIA 1 FOGGIA

il docente, prof. A. Rainone

con la consulenza esperta del prof. P. Cacchio

Si ringraziano quanti a vario titolo hanno contribuito alla buona riuscita di questo laboratorio

il dirigente scolastico del CPIA 1 FOGGIA, prof.ssa A. Cavallone

il direttore della C.C. di Lucera, dott.ssa V. Meo Evoli

il funzionario pedagogico-giudiziario, dott.ssa C. Conte

l'assistente capo coordinatore, Sig. R. Prencipe

il fotografo, rag. R. Pellegrino

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.