Loading

O'ahu Città ,spiagge e trail

26 -30 Marzo

Day 16- Day 20

Partenza la mattina presto da Maui e arrivo a O'ahu verso le 9AM, solito problema delle camere disponibili dopo le 3PM, decidiamo immediatamente di andare a Pearl Harbor. Usciamo dal parcheggio della Alamo con la nostra Jeep e mi immetto subito nell 'autostrada, seguo il GPS ma qualcosa va storto e mi ritrovo ad un check point con tanto di militari armati.

Alla richiesta del pass gli rispondo che voglio solo andare a Pearl Harbor, che ho sbagliato strada e che non mi sparino per favore 😄, il militare fa una battuta (che non capiamo) e ci fa strada per una bella inversione a U. Il GPS ricalcola e questa volta finalmente arriviamo a destinazione.Pearl Harbor che dire.....sono io che ne ho visti troppi di siti e musei militari, ma questo non mi colpisce particolarmente, piccolo, troppo piccolo, i 2 mini musei dove raccontano la storia dell 'attacco si visitano in poche decine di minuti, entro e d esco...so già quasi tutto e non trovo niente di nuovo, nè come cimeli nè come informazioni.

Passeggiata nel parco...

Bowfin

Per la felicità di Melissa, salto a piè pari la visita al sommergibile Bowfin (diciamocelo, mi interessano solo gli U-Boot, tutto il resto non conta), Aviation Museum, dopo il padiglione della Boeing a New Orleans, non ce n'è per nessuno, la corazzata Missouri, anche qui dopo che ne hai visto 5 o 6 sono tutte molto simili, come navi ho solo 2 desideri "irrealizzabili":voglio vedere la Bismarck e la Yamato.

Mi ero studiato tutte le esposizioni su internet, e alla fine non c'erano pezzi che non avrei potuto perdermi o che non avevo già visto.Dunque mi resta solo il giro in battello per vedere da fuori il USS Arizona memorial (era l'unica cosa che mi interessava veramente... ovviamente chiusa per ristrutturazione).Melissa rinuncia al giro in battello, le sono bastati i giri in gommone delle altre isole, non credo voglia salire su una barca nei prossimi 15 anni.

Solo soletto salgo sulla barca che ci fa fare il giro.

USS Missouri
USS Arizona Memorial

Finite le visite andiamo ad un Walmart per comprare la solita crema solare protezione totale😁 e altri generi di conforto.Qui nel parcheggio facciamo conoscenza con i nuovi Lot-Cop per evitare furti nelle macchine finchè si è dentro a fare acquisti, e mi sembra una grande idea!

Pranziamo qualcosa di veloce lungo la strada e poi andiamo a prendere possesso della camera nel nostro Hotel La Croix (Waikiki).

Faccio un giro lungo la ALA WAI blvd e trovo posto al primo colpo, riuscirò poi a parcheggiare qui per tutti i giorni che staremo a Waikiki,risparmiando quasi € 150 di parcheggio dell' Hotel ($29+tax al giorno)basta stare attenti alle 2 giornate in cui puliscono la strada e non si può sostare dalle 8 alle 10, ma noi in quelle 2 giornate abbiamo organizzato i trail con sveglia all 'alba, dunque non ci sono stati problemi.Un consiglio che mi sento di dare...noi abbiamo preso una Jeep 2 porte dunque più corta rispetto la 4 porte, e grazie a questa cosa abbiamo sempre trovato posto, se avessimo avuto una macchina più lunga un paio di sere avremmo dovuto mettere la macchina in hotel.

Al check-in un' altra gradita sorpresa, siccome la piscina è in ristrutturazione (ma siamo alle Hawaii...chi cazzo va in piscina ditemelo ???) ci omaggiano con la colazione gratuita per tutto il soggiorno, per scusarsi del disagio.Alla fine sono $ 100 risparmiati e la colazione in Hotel era veramente super.

Ala Wai Blvd una delle poche strade ( forse l'unica) dove parcheggiare gratis a Waikiki !

La Croix Hotel

La Croix

Vi possiamo solo che consigliare questo hotel, pulito con uno staff sempre pronto a risolvere qualsiasi problema o dubbio e la colazione veramente buona, chiediamo al desk dei teli mare (vi ricordo che viaggiamo con gli zaini) e ce ne forniscono ogni mattina di nuovi e puliti.

Ci prendiamo la giornata comoda per esplorare Waikiki e per rilassarci.

Personalmente dopo tanta natura e isole selvagge FINALMENTE un po' di civiltà, con Starbucks ad ogni angolo e autostrade a 8 corsie...Melissa non la pensa come me, ma io già adoro Waikiki.

Andiamo a vedere la famosa Waikiki Beach

e restiamo inorriditi ......

Ma perchè stanno tutti qui quando a 20 minuti di macchina ci sono spiagge non solo deserte ma anche 100 volte più belle! 😵

Infatti non faremo nemmeno un bagno qui...sembra di stare a RIMINI

In giro per città vediamo una mostra di fotografie della National Geographic, ovviamente entriamo subito (sono talmente belle le foto che nei prossimi giorni ci ritorneremo) .

...e Cena al ormai immancabile Hard Rock Cafè, con la sua onda fatta di chitarre .

Rientrati in camera ci rilassiamo ulteriormente mangiando un barattolino di gelato (comprato al ABC store nel nostro albergo) della Häagen-Dazs (scopro ora sia gelato americano) strepitoso.Pure la vista non è male ...

Giornata seguente dedicata alla scoperta delle spiagge, che sono una dietro l'altra, una più bella dell' altra e praticamente ti fermi ogni 500 metri...ci vorrebbe 1 mese per vederle tutte.

Primo stop dovrebbe essere Hanauma Bay ma quando arriviamo noi (e arriviamo abbastanza presto) è già al completo e dobbiamo proseguire, veloce stop alla Halona Blowhole Lookout (ecco lasciate stare e tirate dritto) nè un panorama mozzafiato nè il blowhole minimamente paragonabile a quello di Maui...infatti non tiro fuori nemmeno la reflex.

next stop Sandy Beach

Sandy Beach

Ci rilassiamo un oretta nella quale dobbiamo anche intrattenerci con 2 simpatici Texani che vengono qui ogni anno e ci stanno 3 mesi...(beati loro)

prossima fermata Makapuʻu Beach che nomino la "MIA" spiaggia 😁 alla fine è quella che ho preferito in assoluto , ci siamo tornati un paio di volte, qui la corrente è veramente forte e le onde alte , ci si diverte un sacco !

forse così rende l'idea del risucchio generato dalle onde

Makapuʻu Beach

Entro subito in acqua, la prima onda mi fa capire immediatamente chi è che comanda qui.Mi arriva un ceffone stile Bud Spencer che mi gira la testa e immediatamente vengo trascinato a riva dalle onde, mentre sono sotto, e sto bevendo l'oceano intero in cerca di un pò di ossigeno, vedo la mia vita passarmi davanti.Quando il mare si ritira lascia una specie di mollusco (il mollusco sono io) a raschiare la sabbia col mento, uno spettacolo poco dignitoso.Non può finire così, mi riprendo mi scasso il pannolino di sabbia che ho nel costume da bagno, e mi rituffo.Una volta preso il tempo e tuffandosi "sotto" l'onda in arrivo ci si diverte, ma prima o poi per forza di cose si sbaglia il tempo dell' immersione e si ritorna a fare i conti con Bud Spencer.

2 ore qui sono state più utili di 6 mesi in palestra.😂

Proseguiamo più avanti e ci fermiamo alla Waimanalo Beach (la spiaggia di Melissa), sono solo 5 minuti di macchina ma il mare è completamente diverso, zero onde, pace indescrivibile,relax puro. Anche qui ritorneremo nelle giornate seguenti(prima andiamo a farci prendere a sberle e poi veniamo qui a leccarci le ferite)

tra una nuotata e l'altra riesco a salvare un paio di api che stavano annegando, le lascio ad asciugare sul nostro asciugamano e appena si riprendono volano via...successo!

Ovviamente serata a Waikiki

Un consiglio per cenare ad un prezzo economico (una delle scoperte di Melissa con le sue ricerche)

Marukame Udon Waikiki

Cibo ottimo, principalmente ciotoloni di udon ma anche varia tempura, prezzo irrisorio, l'unico accorgimento che dovete avere è andare a cena non dopo le 5 PM (meglio 4,30 😄) perchè si crea una fila sul marciapiede e le attese possono essere lunghe e snervanti, ma a noi non da nessun problema cenare a quell 'ora(dopo la giornata di mare praticamente senza pranzo abbiamo una fame che sarebbe stato difficile arrivare alle 7 PM).Stesso accorgimento per i pranzi,meglio esseri li per le 11AM.

e per finire Mai Thai (incredibile ma devo dire molto buono) e tramonto

Waikiki Beach

Come vi dicevo prima, abbiamo lasciato le 2 giornate nelle quali bisogna spostare la macchina alle escursioni cosi' da non incorrere in multe.Come primo trail tocca al Diamond Head, che sta a 10 minuti di macchina da Waikiki, dunque ci svegliamo relativamente con calma ...5AM.Ci diamo una sciacquata, camminiamo fino alla macchina (10 minuti a piedi...però è gratis!) e alle 5,45 siamo davanti al parcheggio del Diamond head ...CHIUSO!!! Apre alle 6 AM e NON siamo i primi, ci mettiamo in fila, intanto chi arriva col bus o in generale a piedi, può già entrare e iniziare la salita.Alla fine parcheggiamo e facciamo la salita, è un trail per tutti, nessuna difficoltà tranne in un paio di punti scomodi ma non difficili. Da subito capisco che qui c'è troppa gente, addirittura famiglie con carrozzine (ma dove vaiii, stai a casa !!!) che ovviamente bloccano tutto nei passaggi più stretti.

  • i pezzi scomodi sono questi:
scala a chiocciola(e tutte le mamme a lasciare le carrozzine alla base)
e la casamatta

bisogna strisciare fuori, dunque come vi dicevo nessuna difficoltà ma...tornate a casa sporchi zozzi. (il passamano in ferro con l'umidità della mattina lascia strisce marroni sui vestiti, braccia, mani...prima o poi per forza ci dovete strusciare contro).

Quando arriviamo in cima siamo messi come sardine, c'è il mondo, bastoni da selfie ovunque e anche treppiedi e fotografi ( sì rompiamo le palle pure noi, indubbiamente).

l'alba è sempre d'effetto

ma io preferisco i grattacieli di Waikiki che si illuminano al sorgere del sole

Diamond Head Trail

Dài il Trail si fa perchè...bisogna farlo, ma non è nulla di imperdibile, torniamo a Waikiki e parcheggiamo vicino all' hotel (1h di parchimetro per 3 $ circa, da pagare con carta di credito)giusto per andare a fare colazione e cambiarci.

Siamo nuovamente in marcia, per un' altra giornata di relax tra la "mia" spiaggia e la "sua" spiaggia.

Makapuʻu Beach

Nell' arco della mattinata recuperiamo plastiche quà e là (probabilmente tutta roba che arriva dalle navi da crociera). No, il mare è pulitissimo e limpido...ma se ci fai caso e NON te ne freghi altamente (come per le api) puoi recuperare un po di immondizia, e se tutti recuperassero un po' di immondizia...avremmo tanti problemi in meno, ma dagli esseri umani non ci si può aspettare troppo .

Facciamo scivolare via la giornata oziando e alla fine facciamo tardi per andare a cena...sono le 7 PM e al Marukame Udon la fila è questa.

Cambiamo i programmi, e andiamo a prenderci un bel panino da Subway che ci gusteremo sempre sul nostro terrazzo, insieme al barattolone di gelato. Intanto per la felicità di Melissa, altri scatti multipli 😜

Giornata nuova, subito dopo colazione ci dirigiamo a Lanikai beach votata come spiaggia più bella di O'Ahu....lo sarà veramente?

Arriviamo e ci mettiamo un po' a trovare parcheggio ( si gira finchè qualcuno non si leva dalle scatole...non è che ci siano tanti posti) La spiaggia è indubbiamente bella ...ma... secondo noi a O'ahu c'è di molto meglio😉

i punti deboli di Laniaki sono

  • formazioni rocciose ottime per lo snorkeling ma non tanto per la classica nuotata ( li vedete in foto )
  • invasa da famiglie e seggiolini, bambini urlanti e tende improvvisate con gli asciugamani (nella foto ci siamo spostati più lontano possibile)
Lanikai Beach

E' arrivato il momento dell Pillbox Hike che sta a 10 minuti a piedi dalla spiaggia.

Questo trail è moderatamente difficile, per carità quasi tutti possono farlo,ma ci sono diversi passaggi molto ripidi dove si può scivolare e farsi male, in certi punti qualcuno ha messo delle corde per "tirarsi su" sulle pareti lisce e ovviamente il caldo non perdona. Ma alla fine la vista ripaga, e la Lanikai beach è molto più bella da quassù.

Pillbox Hike

Sulla strada per Waikiki andiamo a visitare il Byodo -in- temple, un tempio Buddista costruito per commemorare i 100 anni di immigrazione giapponese alle Hawaii, il tempio è una replica di un tempio situato nella prefettura di Kyoto in Giappone.

La mattina seguente, (la seconda della settimana nella quale bisogna spostare la macchina) è dedicata come prima cosa al Koko Trail.

Sveglia alle 4 AM, calcoliamo il tempo per essere su in cima prima dell 'alba, e mentre ci stiamo avvicinano con la macchina vediamo delle lucine che sono già arrivate quasi in cima.

Sbagliando si impara, dovevamo essere qui molto prima.

L'alba la vediamo perfettamente in orario...ma l'umidità e il caldo delle 5Am sono tosti! meglio scalare di notte.

si...sono in un lago di sudore
... e di mani infangate.

Sprono la donna con un " NO QUITTERS ADMITTED ! "

e infatti (non ci credeva neppure lei) eccola in cima.

Ancora una piccola salita per sbucare dall' altra parte e godere dell' alba.
forse è quella che ho preferito perchè per vederla ce l'abbiamo messa tutta, come dicevo prima "no quitters admitted" 👍

si ritorna giù

Koko Crater Railway Trailhead

Adesso ci dirigiamo a nord dell' isola verso Waimea Bay. Il tempo peggiora man mano che ci dirigiamo verso nord.

qui non entriamo in mare, onde veramente troppo alte, esclusive per i surfisti.

Proseguiamo ancora un pochino e ci fermiamo a Sunset beach, bellissima per carità, ma il mare sempre troppo pericoloso, e dopo un poco inizia anche a piovere

Sunset beach

Siamo belli sdraiati sulla spiaggia ( in alto lontanissimi dal mare) quando arriva un' onda anomala e ci investe in pieno (noi, asciugamani, cellulari, TUTTO), quando dico "CI INVESTE" intendo solo a me e Melissa, mentre le persone a 3 metri da noi sono belli salvi e asciutti, e tentano di non scoppiare a ridere.

qualcuno ce l'ha con noi ?!?

al ritorno verso Waikiki ci fermiamo alla Dole Plantation per comprare qualche ricordino (saponette all 'ananas) e mangiare il loro gelatone...ovviamente all' ananas pure questo! Abbiamo provato anche l'hot dog con il chili e l'ananas, purtroppo un epic fail perchè ce l'hanno consegnato che l'avevano già pronto da un pò, ed era super moscio/inzuppato, praticamente da mangiare col cucchiaio da minestra... pessimissimo.

Ultimi giri per Waikiki, io non mi faccio mancare il museo delle forze armate.

La signora alla biglietteria molto gentile

  • "da dove arrivate"

noi - ITALY

  • lei "SWEDEN?"

NOI -" no ITALY, " ripronunciamo "IDALY" ( con la T morbida all' americana)

  • Lei " Ahhh ok "

e ci consegna il depliant con le spiegazioni in ...

GIAPPONESE !!!!!!!!!!!

ma cazzo ti sembriamo GIAPPONESI !

non ho la forza di spiegarle per l'ennesima volta che veniamo dall 'IDALY e che andrebbe bene anche quello in inglese, ringraziamo e proseguiamo .

Ultima cena al Maui Brewery decisamente prezzi standard HAWAII STYLE (cioè non accessibili x noi) ma è l'ultima sera e facciamo fuori i dollari rimasti

  • 1 bistecca ( con 3 spicchi di patate)
  • 1 fish & chips (e quanto può costare pesce fritto)
  • 1 birra
  • 1 pina colada

TOT $ 100 😵😂

la bistecca non era manco enorme, e poi dài buttale 3 patate in più che almeno riempiono un pò il piatto...
ma chi se ne frega siamo alle Hawaii, ci godiamo l'ultimo tramonto
Sunset on Waikiki

La giornata seguente sarà un avventura di 26 ore di viaggio e alla fine belli freschi ( perchè siamo GGGiovani)...rientriamo in IDALY !

che bella cosa la gioventù 🤣

Created By
Alexander Kruml
Appreciate

Credits:

All pictures are mine ,don't use without permission

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.