Loading

Entri o resti fuori? l'importanza di una buona vetrofania - parte 1

Una vetrofania che crea scena e ben pensata, riesce a caratterizzare uno stile e dare un impatto di forte rilievo alla vetrina di un negozio. Migliorandone la visibilità, comunica con i passanti e può invogliarli ad entrare.

Le tipologie di vetrofanie sono molteplici, perché variano a seconda del tipo di destinazione d’uso e di ciò che si vuole comunicare, sia questo un servizio o una decorazione, oppure un’indicazione o un’insegna istituzionale.

Sostanzialmente le vetrofanie si dividono in classica (viene solitamente utilizzata per decorazione e copertura parziale o totale) e bi-facciale (permette di leggere l’immagine, sia all’esterno che all’interno del locale). Il materiale utilizzato per la stampa delle vetrofanie è in genere il PVC, cioè il cloruro di polivinile o polivinilcloruro, molto versatile e modellabile. Si può scegliere bianco, trasparente o di colore specifico, a seconda delle esigenze.

Esistono pellicole che uniscono l’estetica alla funzionalità:

- pellicole anti-calore: permettono di respingere fino all’80% dell’energia solare che ricevono salvaguardando la vivibilità dell’interno e preservandone il fresco anche in estate.

- pellicole sabbiate: trasformano il normale vetro in vetro smerigliato, consentendo la privacy pur mantenendo la luminosità interna dei locali.

- pellicole a specchio: sono riflettenti e donano privacy impendendo la visibilità dall’esterno ma mantenendo la visibilità totale dall’interno. Creano un vero e proprio effetto specchio all’esterno e mitigano il calore dell’energia solare.

- pellicole anti-scolorimento: proteggono l’ambiente interno dall’azione dei raggi ultravioletti mantenendo i colori inalterati nel tempo.

- pellicole di protezione: rendono il vetro più resistente a urti, rotture e atti vandalici e operano il contenimento delle schegge di vetro.

(non perdere la seconda parte...)

Created By
Cristina Vezzù
Appreciate