Loading

Kauai L'isola dei galli e della natura incontaminata

11 Marzo : Venezia -Francoforte-San Francisco-Honolulu

12 - 15 Marzo : Kauai

Day 1

Questa giornata verrà ricordata negli annali come " il giorno dell' esorcista", ma andiamo per ordine...

Ci abbiamo voluto provare. 21 giorni dall' altra parte del mondo solo con i bagagli a mano, in realtà solo con uno zaino a testa più l'oggetto personale che le compagnie garantiscono. I biglietti sono costati una ridicolaggine, ma la tariffa era senza bagagli da stiva, all' inizio abbiamo pensato di pagare il supplemento per un bagaglio da stiva... ma ci sarebbe costato più del biglietto del volo.Sinceramente di viaggiare con valigioni abbiamo un po' le palle piene da qualche anno; vai al check-in, spedisci i bagagli, fai l'immigrazione, ritira i bagagli (se non li hanno persi...in questo caso fai la denuncia) riconsegnali al fast drop, caricali sullo shuttle della Alamo, portali in camera, riportali in macchina...BASTAAAAAA!!!!

Senza calcolare che se non vai al check-in per lasciare i bagagli, non ti pesano il bagaglio a mano ( cosa che regolarmente mi fanno per lo zaino fotografico) quindi passi i controlli e ti imbarchi. il peso MAX sono 8 kg, ma avrei potuto averne 15, nessuno mi ha mai controllato le misure o il peso dello zaino (le misure sforavano e...forse pure il peso).

questo è quanto ci è servito per 3 settimane alle Hawaii.

Vi state chiedendo se ci è bastato quel poco che abbiamo portato ?

...ci è avanzato !!!

Viaggiare leggeri si può! (poi chiaramente dipende dalle destinazioni).

Ora il volo da Francoforte a San Francisco è stato il peggior incubo della nostra vita, colpa dell' aeromobile?? nooo, colpa del pilota?? noooo... colpa del cibo, il vomito, la nausea, il mal d'aria, il sedile scomodo??? NOOO. Colpa di quel figlio del demonio e di sua madre (non fare figli se non sai gestirli, e ne aveva 4 !!!!) che su 11 ore di volo, ha urlato, lanciato oggetti, bicchieri di plastica e altro, pianto, fatto i capricci per... 9 ore !

Atterrati a SFO ci alziamo e recuperiamo gli zaini, grazie ai vari ritardi siamo abbastanza stretti con i tempi, dunque senza perdere tempo ci fiondiamo all' immigrazione. Diciamo che gli Americani stanno imparando da noi Italiani a come si fa a non far funzionare le cose.

L' immigrazione ha le machinette automatiche, scanerizzi il passaporto, ti fai la foto e compili il modulo che una volta compilavi sul volo (si, niente fogliettino sul volo) dunque il tempo che prima risparmiavi comodamente seduto in aereo, ora lo perdi alle macchinette rallentando tutta la fila...GENI !

Fatto questo DEVI COMUNQUE PASSARE PER L'IMMIGRAZIONE (non ha senso) , ti metti in fila con altre 800 persone e su 40 sportelli sono aperti 2 ...DUE !!!!!!!! certo a che servono più sportelli se hanno messo 20 macchinette automatiche del tutto inutili ...GENI 2.0 !Finalmente arriva un altro addetto all' immigrazione si siede , accende il computer e tu dici .." dai 3 sportelli sono meglio di 2". Peccato che questo è solo il cambio..infatti uno se ne va e restano comunque 2 sportelli, e le file stanno aumentando.

riusciamo a prendere la coincidenza per Honolulu solo grazie al fatto che non dobbiamo ritirare bagagli e rilasciarli (il bello di viaggiare leggeri).

il nostro Hotel è il ...

ha un servizio navetta dall' aeroporto, basta chiamarli dall' apposito telefono nella zona arrivi. L' hotel dista 10 minuti a piedi e dopo esser stati in viaggio 26 ore, una sgranchita di gambe ci va. Camminiamo e arriviamo in hotel molto prima rispetto al chiamare la navetta gratuita e farci accompagnare. Buonasera abbiamo prenotato una camera, si certo signore, ma...come siate arrivati fino in hotel ? , a piedi ! l'aeroporto è li oltre la strada (e indico la direzione),.

a piediii ??!!?? complimenti, ma come avete fatto !

Quando vi dicono che gli americani fanno tutto in macchina e non concepiscono il significato di camminare....è tutto vero !

DAY 2

Giusto il tempo per dormire qualche oretta e siamo di nuovo con gli zaini in spalla pronti per prendere la coincidenza per KAUAI.

Alla reception una ragazza carinissima ci accoglie.

" il check out prego"

-ecco a lei signore, andate in aeroporto? -

" si"

- vi chiamo lo shuttle-

" no la ringrazio,non serve,andiamo a piedi"

- A PIEDIII ????????? -

( io con aria rassegnata) " si guardi,l'aeroporto sta li a 7 minuti di camminata " (indico sempre la stessa siepe di ieri sera)

-WOW siete supersportivi complimenti !!! -

(ahh beh se lo dice lei !!! )

Hawaiian ci porta senza intoppi a KAUAI . prima tappa ...ALAMO, tiro fuori il quaderno di viaggio con tutti gli appunti. Camminare oltre il parcheggio raggiunta la strada, gira a SX prima a DX , 100 metri sei arrivato. Eseguiamo senza nemmeno cercare lo shuttle della Alamo , d'altro canto se ho scritto cosi' un motivo ci sarà!

Tempo percorrenza 5 min !

Ritiriamo la nostra Jeep Wrangler, nuovissima con telecamera posteriore e tutti gli aggeggi di ultima generazione.

Siccome è mattina presto e il check in ce l' abbiamo appena alle 3 PM, seguiamo i nostri appunti di viaggio che dicono WAIMEA CANYON STATE PARK. Lascio il volante a Melissa che non vedeva l'ora di guidare la Jeep, mentre io mi occupo della cosa più importante...la stazione radio! Sull' isola ci saranno sì e no 3 stazioni, il resto rumore bianco.Seleziono l'unica delle 3 che trasmette Country, la stazione si chiama ROOSTER COUNTRY 😂

Fermata veloce al Walmart per comprare crema solare, un paio di bibite e un pacchetto di patatine(roba sana e salutare).Colleghiamo immediatamente perché la stazione radio si chiama così. Rooster ovunque, si ce ne saranno pure sulle altre isole, ma qui comandano loro, già il parcheggio del Walmart ne è pieno. In realtà qui non hanno predatori naturali, i cani non sono interessati e i gatti la maggior parte delle volte sono più piccoli dei Rooster.

lungo la strada fermate a...

Waimwea Canyon Lookout

KALALAU lookout

Pu’u O Kila Lookout

Il tempo non è dei migliori, durante la nostra permanenza a Kauai alla fine prenderemo 5 o 6 piogge, lo avevamo messo in conto, ma non è proprio il clima che uno si aspetti andando alle Hawaii, però se non lo sapete...

Arriviamo in cima da dove si gusta la vista sulla Napali Coast. Bella vero ?!?😂

Melissa si consola immediatamente con una vaschetta di ananas fresco

Tenta di imbonirmi con la frutta, ma sono troppo incazzato per colpa della nebbia...

aspettiamo un poco ma non c'è niente da fare, la nebbia non molla,sta piovendo, non si vede nulla ...ce ne andiamo! Ritenteremo un' altra salita tra 2 giorni con gli stessi medesimi risultai ( mavaff... meteo di KAUAI).

Ritorniamo verso Waimea e ci fermiamo a...

Pu’u Hinahina Lookout

Da qui parte il Canyon Trail che ero intenzionato a fare( se il meteo fosse stato clemente). Iniziamo la discesa e ogni tanto incrociamo altre persone che ritornano verso su...non in buone condizioni diciamo, polpacci e magliette sporche di fango si sprecano..

Arriviamo ad un certo punto dove si è formato un gruppetto di persone, bisogna passare un rigagnolo che con tutte le piogge è diventato un fiumiciattolo,qualcuno ha buttato un grosso ramo da parte a parte ,ma non è che sia proprio stabile, anzi.

Vediamo cosa combinano gli altri e poi decidiamo.

Inevitabilmente tutti scivolano e ci cadono dentro chi con 1 chi con entrambi i piedi. Siamo appena arrivati, le scarpe sono quelle" buone" del viaggio...non abbiamo voglia di pediluvi, se fossimo attrezzati diversamente ma cosi' non si può fare. Desistiamo.

Il morale è un po giù, mi sparo una Monster che noi non abbiamo in Italia, mentre Melissa pranza con un insalatina presa al Walmart. Io non tocco quella roba verde, il " verde" fa male, mi butto sulle più sane patatine.

Prossima destinazione Glass Beach.

Qui Kauai ci fa un regalo inaspettato e cosi' mi tranquillizzo un po' e mi tiro su di morale

in questa rara foto potete ammirare la quasi estinta FOCA ITALICA NULLAFACENTIS (che è la cosa che le riesce meglio)

La cosa particolare è che li c'è un cartello con scritto in maniera gentile " non rompete i coglioni alle foche", un paio di turiste tentano di avvicinarsi per farsi un selfie con le foche. Chiaramente ci pensano le foche a rimetterle in riga, s'incazzano di brutto appena le turiste oltrepassano il cartello facendole fuggire a gambe levate.

ogni tanto mi stupisco dal fatto che non ci siamo ancora estinti....ma va beh !

Dopo un po arrivano gli onnipresenti Rooster con famiglia al seguito

Già che siamo di strada facciamo un passaggio alla piantagione KOLOA RUM.

Il giro in trenino non ci interessa a dir il vero, e poi ha un prezzo vergognoso (come tutto d'altronde qui alle Hawaii), ma l'alcolista che mi porto appresso non rifiuta il RUM TASTING(gratuito), ci mettiamo in lista, perdiamo tempo 30 minuti e facciamo l'assaggio di vari rum aromatizzati e non. Devo dire che sono molto buoni, caffè, cocco, vaniglia...insomma una piacevole scoperta.

Si sta facendo tardi, andiamo a impossessarci della nostra camera ..

Che dire, le recensioni non sono un granché il prezzo invece è ottimo se paragonato ad altre strutture (per ottimo intendo UMANO dato che un ostello in camerata comune con bagno esterno costa $ 100 a notte).

Alla fine si è rivelato una scelta ottima, una di quella da consigliare. Allora si...le camere sono piccole, il bagno piccolissimo, ma la struttura è pulita e hanno anche la lavanderia con asciugatrice, lo staff è cordiale, il caffè è gratis e a disposizione nell' arco della mattinata e i letti erano super comodi.

Day 3

Per la giornata di oggi il piano è...recuperare le forze 😉

D'altronde sono solo 12 ore di fuso orario rispetto l'Italia, Abbiamo viaggiato per più di 22 ore , piccolo sonnellino a Honolulu, altro volo e immediatamente Waimea canyon S.P.

Ci alziamo alquanto rintronati, grazie anche al ras del quartiere (il gallo che vive con le sue pollastre davanti l'hotel) che ha la fantastica abitudine di svegliarsi alle 3,45 AM😑.

Eccolo...

Niente di meglio che vedere un paio di spiagge e stramazzare sotto il sole. L'idea è di fare il lato est dell isola, quindi dato che le abbiamo di strada ,ci fermiamo alla cascata Wailua. Giusto il tempo per scattare e mettere la spunta sulla lista delle cose fatte. Nulla di che se volete la mia opinione.

Ripartiamo, prossima fermata Anahola Beach.La nostra prima spiaggia alle Hawaii, siamo emozionati e ci sembra molto bella (poi ne arriveranno di molto più belle...ma per ora va benissimo così).In tutta la spiaggia che sarà lunga circa 1 km ci saranno si e no 10 persone. Camminiamo un pochino e poi scegliamo dove buttarci in acqua, ci fermiamo vicino ai piloni di quello che una volta doveva essere un molo, lì l'acqua e molto più trasparente che in altri punti. Via di corsa a tuffarci, si bello rinfrescante...solo che la corrente è veramente forte, io nuoto bene, Melissa un po meno (e già io facevo fatica a tornare a riva). Tempo 3 nanosecondi si materializza un bagnino sul suo quad, che mi fa segno di uscire.

Lo guardo sconsolato, sono appena entrato in acqua, sono in vacanza e già annuso odore di guai, vado da lui pronto a sentirmi una ramanzina (per non so quale motivo).

" che c'è"

- signore non deve fare bagno li, la corrente è molto forte, rischia di crepare come un topo ( questa l'ho aggiunta io...ma intendeva proprio questo)

" ahh la ringrazio, me ne ero accorto, ma allora non si può nuotare qui ?"

- certo che si può deve solo spostarsi-

" dove?"

-ahhh dove vuole anche 20 metri più in la...dove le piace di più ma non qui che questo è il punto dove si schiatta...

Ringrazio, ci spostiamo di 20 metri ed in effetti la corrente è molto più debole.

Cioè io arrivo alle Hawaii, scelgo un posto per nuotare...e scelgo il punto della morte, il metro di mare dove ci posso lasciare le penne???? Perfetto la vacanza inizia nel migliore dei modi, mancano ancora 20 giorni ,ce la faremo a portare a casa la pelle??

Anahola Beach

Riprendiamo la strada...prossima destinazione KILAUEA Lighthouse.

Ecco, lasciate stare!A parte il costo di $ 10 a persona per... non vedere nulla, tutto sto faro alla fine è una cagata pazzesca (dopo che hai visto fari nel Maine o in Spagna...ecco fatemi un favore, và!), con i 10 $ manco ti fanno entrare nel faro(è un biglietto a parte).Vedi una "riserva naturale" di uccelli che però sono lontanissimi su delle rocce prospicenti questo fazzoletto di terra per cui paghi l'ingresso.Hai dei binocoli a disposizione, ma comunque non si vede granchè.

Nene

Felicissimi di aver buttato via $ 20 riprendiamo la strada.destinazione Secret beach. Si percorre un piccolo sterrato a fondo cieco che porta a un mini-spiazzo dove ci si parcheggia. Secret...x modo di dire ovviamente, il parcheggio è già pieno di macchine . Riusciamo a trovare un buco e iniziamo il trail che porta alla spiaggia.

Nulla di difficile, un po' ripido il ritorno, il problema sta nel fango che non manca mai. Arriviamo in spiaggia e, al contrario di Anahola beach, qui la gente non manca (quando trovo più di 3 persone, compresi noi 2 , già mi girano... sì sono molto socievole e voglio bene al genere umano). Riesco a fare un paio di scatti alla metà rocciosa di Secret Beach, ma poi si mette a piovere col sole, metto via la reflex, spostiamo asciugamani e zaini sotto un albero...e ci buttiamo in acqua.

Secret Beach

Stiamo 1 oretta qui, poi decidiamo di spostarci in direzione Hanalei. Volevo arrivare fino al Kalalau trail (sapendo che è chiuso) e visitare la spiaggia lì in zona ma... sembra che sia successo un casino da queste parti. Una volta arrivati sul posto troviamo la strada sbarrata, per di più vicino alla spiaggia di Hanalei vediamo una casa accartocciata su se stessa, chiediamo informazioni a 2 ragazzi che sembrano essere del posto e veniamo a sapere che un' onda anomala (loro hanno detto Tsunami...ma mi pare esagerato) ha portato via qualche casa, rotto le tubature, l'asfalto...solite cose che succedono da queste parti. (annàmo bene).

Non ci resta che fermarci e fare un PRANZ-CENA ( tutte le 3 settimana abbiamo mangiato quando capitava,senza orari, pranzo alle 10 Am o cena alle 5 PM o colazione alle 2 PM😂). Melissa questa volta ha fatto un ottimo lavoro con la ricerca del cibo.

Questo food truck ve lo consigliamo senza riserve.

Gamberi all'aglio(moooolto aglio) con riso ed insalata di pasta e Limonata al dragonfruit ❤️

con 35 $ siamo più che sazi, i gamberoni sono taglia XXl e $35 per 2 porzioni di questa qualità non sono per nulla cari ...alle Hawaii.

Ci facciamo l'oretta di guida per ritornare in hotel, doccia obbligatoria per levarsi la sabbia dai posti più inauditi e ci guardiamo un film su Netflix prima di stramazzare (siamo andati a letto prestissimo in maniera da essere attivi al 100% il giorno seguente)

Day 4

3,45 AM puntuale il ras del quartiere ci sveglia !!!!

3,45 puntuale ogni sacrosanta mattina !

Io amo gli animali, ma a questo gli auguro che quelli di Kentucky Fried Chicken se lo portino via.

Mattina dedicata alla Polihale Beach , poi nel pomeriggio abbiamo il tour per la Napali Coast con Blue Ocean tour.

Faccio guidare a Melissa fino alla Polihale beach, ci vuole circa 1 oretta, però gli ultimo 20 -30 minuti di sterrato sono veramente infiniti. Lo sterrato non implica difficoltà di guida ,solo sembra di avere un martello pneumatico sotto al sedile, si va piano, si evita qualche buca. Incrociamo dei furboni in Mustang...bravi...infatti andavano talmente piano che probabilmente sono ancora li.

Per quanto ci riguarda è una delle più belle spiagge che abbiamo visitato, non solo per il mare ,ma anche per il contesto naturale in cui è situata ( nel pomeriggio la guida della blue ocean tour ci dirà che questa è la lingua di sabbia più lunga di tutte le Hawaii...sono 17 km).

Polihale Beach

Ci sono dei gruppi di persone, ma sono talmente lontani che non li sentiamo nemmeno.

Attenti a non venire qui di sabato...quel giorno lì diventa la sagra del cafone a mare.😂

Noi la viviamo in un contesto del tutto diverso e quindi diventa uno dei ricordi più belli che ci riporteremo a casa.

Essere sempre prudenti, con l'oceano non si scherza.

Le onde sono altine e la corrente non scherza.

Stiamo qui tutta la mattina, non vogliamo più andar via, ma ci attende la Napali Coast.

Raggiungiamo il piccolo porticciolo da dove parte il nostro Zodiac,check in, le 2 "capitane" ci danno tutte le indicazioni e regole di bordo, Melissa prende il travelgum e...si parte. I 150 cavalli fuoribordo sono uno spasso, si salta sulle onde che è un piacere, quasi subito una bella sorpresa, una delle "capitane" vede uno sbuffo d'acqua, lo indica all 'altra che sta guidando e subito ci dirigiamo sul posto.

Riusciamo a fare un paio di scatti prima che si immergano e spariscano.

Si prosegue verso la Napali dove faremo un po di snorkeling ( il tour dura 4 ore circa) il mare è abbastanza profondo e riusciamo a vedere 1 tartaruga sul fondo e una frotta di pesci intorno al gommone ( sanno che ai turisti cade sempre qualche briciola). Si riparte, intanto Melissa ha preso un colorito bluastro. Finché saltiamo sulle onde tutto Ok, ma appena ci fermiamo per le foto o altro lei inizia a star male ( NON dovevi mangiareeeee).

La particolarità di questo tour sta nel fatto che con il gommone riusciamo ad entrare in delle insenature e grotte lungo la costa, cosa che non si può fare con barche grandi e catamarani.

In questa grotta entriamo in retromarcia ed a ogni onda si danno i motori avanti tutta per non finire sugli scogli, pian piano entriamo...Ecco qui è il momento dove Melissa è piegata a 90°... e non è sexy credetemi. Lei della grotta non ricorda nulla !

A questo punto il tour è finito, ci danno da mangiare (tutti tranne uno...o meglio dire UNA😂) chips, ananas, bibite e muffin. Ci fermiamo un attimo al largo fuori dal porticciolo per gustare il tramonto e poi via...tutti a casa

Day 5

Ci svegliamo alle..... ecco bravi...3,45 ! sembra che l'unica certezza nella vita sia questa!

Andiamo a piedi a fare colazione poco lontano dall hotel, il locale è gestito da cinesi, però la colazione è buona e i prezzi leggermente più economici.Il Caffè fa veramente ribrezzo, non solo qui, ma il caffè a Kauai è orripilante(il loro caffè dell' isola) niente a che vedere con il KONA coffe(Big Island) che è buono.

(French toast ripieni al cream cheese)

Decidiamo di ritentare la vista dall' alto della Napali (ma sappiamo tutti come andrà a finire)e lungo la strada vediamo lo Spouting horn park (lasciate stare non c'è nulla da vedere, non metto neanche la foto, il Blowhole è molto ma molto più bello a Maui). Proseguiamo per Maha'ulepu ( Koloa), ci facciamo una veloce passeggiata e approfitto per fare un paio di scatti alla scogliera, la spiaggia invece vista dall 'alto era troppo piena di famigliole, abbiamo deciso di non scendere nemmeno.

Decidiamo di fermarci sulla spiaggia che il primo giorno passandoci vicino avevo definito " brutta". Melissa mi convince a fermarmi , "dài vediamola almeno, da qui non si capisce".

La spiaggia è quella di Kekaha ed è talmente brutta che ci abbiamo passato la mattinata.😁

Kekaha beach

potete notare l'affollamento in tutte le direzioni 😀

Io super attento con la crema solare 50 per non scottarmi (passo dal bianco latte al ricovero in ospedale per scottature di primo grado e poi ritorno....bianco)

Mi spalmo ogni 2 ore, mentre Melissa con un po' di crema solare ogni tanto ha già preso un bel colorito.

Facciamo davvero il pieno di spiaggia e mare, poi ce ne andiamo verso Pu’u O Kila Lookout ma senza successo (in compenso la pioggia...quella la prendiamo eccome).

Al ritorno ci fermiamo a Waimea al Food Truck PORKY's

Ovviamente ve lo consigliamo, ci facciamo tentare dall' intentabile, hotdog con BBq sauce e ...ANANAS. Posso dirvi che si sposa benissimo insieme (e io sono un rompiballe sul mangiare)

Ovviamente abbiamo diviso il pane con gli amici venuti a trovarci.

e questo per dimostrarvi che non odio i Rooster...ma se becco quello davanti l'hotel...

per finire in "leggerezza" un piccolo Shaved ice con pallina di gelato sotto.

Passiamo la serata in hotel a "riorganizzarci" dato che al momento del check in online per il volo di domani,scopriamo che il nostro volo non esiste più !!!! Ci hanno spostati al volo delle 4,10 PM ( facendoci praticamente perdere una giornata)

Riusciamo a spostare qualche visita, un taglio qui , un aggiunta li e...il travelbook è riorganizzato come si deve!

Domani se Hawaiian airlines ci concederà il lusso di far decollare l'aereo, saremo a...

Big Island

Seguici nella seconda parte del nostro viaggio...

Created By
Alexander Kruml
Appreciate

Credits:

All pictures are mine, don't use without permission.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.