Loading

PONTI NON MURI I. C. VEROLANUOVA A.S. 2020 - 2021

RUMORE D’ACQUA

BALZA DENTRO UNA RANA

VISCIDO PONTE

Sotto un arco

scorre l’acqua scrosciando,

il sole scalda.

FESSURE AUMENTANO

E SI VEDE LA

SOLA BELLEZZA

FORME DI VITA

ANIMANO IL PONTE

SONO RICORDI

Guerra cruenta

con tristezza divide,

cerco la pace

Sospesi

su quel ponte alto

senza fiato.

In equilibrio

sul ponte della vita,

l’amore salva.

Fogli ingialliti,

li tocchi e si rompono:

noi libri nuovi.

Fin dall’antichità i MURI sono stati costruiti per stabilire un SEPARAZIONE invalicabile tra un territorio e l’altro (la Grande muraglia cinese, i valli di Adriano e di Traiano). La caduta del muro più celebre della storia, quello di Berlino, avrebbe dovuto inaugurare un mondo nuovo, aperto e libero. Non è stato così e dal 1989 il numero di barriere artificiali per separare i popoli è cresciuto: oggi nel mondo ci sono circa 70 muri.

Abbiamo riflettuto sul SIGNIFICATO profondo di questi elementi architettonici per accorgerci che anche il nostro LINGUAGGIO si serve di PAROLE PONTE, che avvicinano, aprono spiragli, chiariscono, risolvono conflitti o di PAROLE MURO che allontanano, separano, escludono, provocano rotture.

Attraverso PAROLE e FRASI PONTE abbiamo creato una breccia nei MURI della Storia imprimendo graficamente il nostro messaggio di speranza che è diventato poesia capace di innalzarsi oltre e al disopra di ogni barriera fisica o mentale.

L’ODIO E’SIMILE

A UNA DIGA, NON PASSA

IL DOLCE FIUME

Pur se distanti,

staremo fianco a fianco:

dita intrecciate.

LAVORO A CURA DEI COSTRUTTORI DI PONTI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO DI VEROLANUOVA.