Rocce sedeimentarie clastiche Ricerca

Le rocce di origine clastica presentano spesso una struttura stratificata. I frammenti,o clasti possono essere di diversa grandezza.

Se i clasti sono grossolani,come ciottoli o ghiaie,le rocce sono dette conglomerati e si distinguono in puddinghe e brecce.

I clasti, cioè i frammenti derivati dalla roccia preesistente (roccia madre), sono immersi in una sostanza cementante detta matrice

Per risalire all’ambiente di formazione si considera la dimensione dei clasti, che riflette l’energia dell’ambiente in cui si sono deposti: quanto più sono piccoli, tanto più «tranquillo» doveva essere il mezzo (in genere l’acqua) da cui si sono sedimentati.

La puddinga è una roccia sedimentaria costituita da frammenti tondeggianti cementati con leganti a base di calcare, silice o argilla.L'arrotondamento indica che i clasti hanno subito un lungo trasporto che ha reso la loro superficie più smussate levigate.

La breccia è una roccia sedimentaria caratterizzata da frammenti spigolosi.Gli spigoli vivi sono invece indice di un trasporto breve,con un arrotondamento appena accennato.

L'arenaria è una roccia sedimentaria clastica derivante dal consolidamento diagenetico delle sabbie; le arenarie sono, perciò, costituite per la maggior parte da granuli di dimensioni comprese tra 2,00 e 0,06 mm, derivanti dalla disgregazione, a opera di processi naturali, di rocce di vario tipo. I granuli che costituiscono le arenarie rappresentano il residuo dell'azione dei processi di alterazione chimica a carico della roccia di partenza. I granuli possono essere formati da un singolo minerale o da minuscoli frammenti di roccia.

La sabbia, detta anche rena, è una roccia sedimentaria clastica sciolta, proveniente dall'erosione di altre rocce tra le quali l'arenaria. La sabbia è formata da granuli di dimensioni comprese tra i 2 e gli 0,063 millimetri. La sabbia è il classico esempio di materiale granulare: ogni singola particella che la compone è chiamata "granello di sabbia".

Le siltiti sono il prodotto della cementazione diagenetica del silt, ovvero di un sedimento caratterizzato da una granulometria compresa tra 1/16 e 1/256 di mm. Esse sono costituite da una frazione detritica litica consistente spesso in frammenti di minerali tipo feldspati, miche e quarzo, derivanti dalla disgregazione di preesistenti rocce.

Le argilliti si originano dalla sedimentazione di fanghi, o più propriamente argille, le cui particelle hanno diametro ancora più basso, inferiore a 0,03mm

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.