Firenze

Prima di entrare negli Uffizzi ci siamo trovati Nella loggia dell' Orcagna ci sono statue di tutti i tipi fatte di bronzo e marmo e tra esse cisono :Perseo e Medusa, David, Ercole e Caco, Ercole e il centauro ,Il ratto delle sabine ecc...
Una volta entrati agli uffizi le prime cose viste furono le maestà cioè: opere viste era Madonna Ruccellai in cui possiamo vedere la simmetria dell'opera come gli angeli che però si distinguono per i colori diversi degli abiti e si può notare anche la tridimensionalità del trono che sembra uscire fuori dalla maestà in cui è seduta Maria con in braccio Cristo.
La Madonna di Ogni santi è una maestà molto grande in stile gotico e si capisce grazie al trono a sesto acuto e si vede che Maria è dipinta molto più grande delle altre persone proprio perché è più importante e lo fa capire anche il fatto che tutte le altre persone guardano verso di lei ovvero verso il centro ed anche qui l'opera è simmetrica.
In questa annunciazione possiamo notare dei piccoli particolari come il mantello a quadretti dell'angelo e il pavimento in marmo si può notare lo sfondo dorato che ci riporta al bizantino e si nota anche come spicca la veste blu e rossa di Maria che ha l'aria spaventata per l'arrivo improvviso dell'angelo.
nell'incoronazione della vergine si può notare lo sfondo dorato dell'opera e ci riporta come in paradiso dove Maria viene incoronata e tutto poggia sugli archi del cielo stellato.
Nell'adorazione dei magi il quadro è arricchito d'oro e pietre preziose in cui si vedono i tre magi che si dice che rappresentano le tre età della vita cioè giovinezza, maturità e vecchiaia vediamo l'ultimo di questi che bacia il piede di Gesù e Cristo gli accarezza la testa con la mano.
Nel trittico portinari al cento vediamo la nascita di Gesù che prefigge già la sua morte e resurrezione a destra possiamo notare i particolari della natura morta e a sinistra è raffigurato Tommaso Portinari con i figli .
qui possiamo vedere Federico da Montefeltro e Battista Sforza e dietro ci sono i loro trionfi ovvero una vittoria in guerra per Federico e per battista sforza un trionfo di pace.
In questa opera vediamo Sant'Anna Matterza con sua figlia Maria e poi Gesù ,vediamo che Sant'Anna e Gesù formano una perfetta piramide ce ricade sulle ginocchia di Maria e gli angeli in sfondo sono simmetrici.
Questa è la guerra in cui possiamo vedere l'intreccio tra le lance i cavalli e i guerrieri mentre nello sfondo si vede che la guerra non arriva infatti sembra tutto calmo e pacifico.
Nella primavera possiamo riconoscere i personaggi che partendo fa sinistra sono: Mercurio che con il caduceo scaccia via le nuvole per far arrivare la buona stagione accanto a lui ci sono le tre grazie della bellezza ,al centro Venere con sopra alla testa un aureola creata dagli alberi d'alloro ed aranci e accanto Cloris che viene rapita da Eolo il dio del vento e poi si trasforma in Floris vestita con una veste di fiori .
Qui è rappresentata la nascita di Venere sopra ad una conchiglia a sinistra invece c'è Eolo abbracciato da Cloris mentre soffia e spinge Venere verso l'isola di Cipro dove si trova Cloris mutata in Floris che dona a Venere una veste .
Nella sacra famiglia di Michelangelo vediamo Maria con il libro sulle sue ginocchia e con il piccolo Gesù e Giuseppe e in sfondo il piccolo san Giovanni vestito con le pelli di animali e il tutto e circondato da un tondo dorato.
Nella visitazione invece vediamo il contrasto che fa il pittore tra l'architettura e la natura infatti si vede questo arco e in sfondo il cielo velato.
Nella Madonna del cardellino si vede Maria con Gesù e san Giovanni mentre giocano con il piccolo cardellino che secondo la leggenda si sporco la testa co il sangue di cristo e quindi la sua testa rimase rossa per sempre .
Agli Uffizzi si può avere anche una vista stupenda dal terrazzo degli Uffizzi da cui si possono vederE molte opere come la cupola del Brunelleschi .
In queta opera si vede questa donna con i figli e viene rappresentata come se fosse accanto ad una finestra.
Qui è rappresentata la moglie di Cosimo I in compagna del figlio che non si sa se è il figlio maggiore o minore Eleonora è rappresentata con l'abito con cui è stata sepolta e probabilmente con cui si è sposata.
Qui vediamo Venere da Urbino che è stata appena lasciata dal fidanzato e lo si capisce dalla rosa che le ha lasciato e anche le lenzuola stropicciate accanto a Venere vediamo un cagnolino che rappresenta la fedeltà all' amato e in più la donna accarezza la nudità per dire che il suo corpo appartiene solo all'amato.
Medusa è rappresentata con uno sguardo di sofferenza e il sangue che esce dalle vene tagliate e gli occhi che sembrano quasi ipnotizzare chi guarda il tutto è stato dipinto sopra ad uno scudo per un gala ed è stato finanziato dal Gran duca di Toscana .
In questo quadro del sacrificio di Isacco vediamo come il padre di Isacco fa questo gesto violento deciso a uccidere il figlio quando poi viene fermato dall'angelo ed esce dalle tenebre l'agnello .
Il Bacco ovvero il dio del vino è rappresentato ad un banchetto e ci sono particolari come le dita e le unghie sporche e il realismo della natura morta.
Dopo essere usciti dagli uffizzi ci siamo diretti verso la casa di Dante che in effetti è molto grande e infatti all'epoca Dante era abbastanza ricco.
Poi siamo andati in questa chiesa che sorge sull'antica chiesa di santa Reparata che si trova circa tre metri sotto , la chiesa fu impostata da Arnolfo di cambio che era la metà di quella attuale perché è stata allargata, dall'alto ha la forma di un fiore perché in antichità la citta di Firenze era l'antica florenzia romana. I colori sono il bianco del marmo di Carrara e il verde del serpentio di prato .La parte sud è fatta in bronzo e oro e per farla fu indetto un concorso tra diversi artisti che erano :Jacopo della quercia ,Brunelleschi ,Ghiberti ecc.. e vinse G hiberti però Brunelleschi si rifece quando ci fu il concorso della cupola.
All'interno nella cupola è dipinto il giudizio universale e il tutto sembra tridimensionale .
E prima di andare una cosa molto bella da vedere è questa fontana in cui le coppie venivano e chiudevano il lucchetto e poi buttavano le chiavi così il loro amore sarebbe stato eterno.

Credits:

Created with images by sunshinecity - "untitled image" • Averain - "Museo Casa di Dante"

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.