Antonio Canaletto Venezia attraverso l'occhio della lente

Giovanni Antonio Cànal nasce a Venezia nel 1697 da una famiglia nella quale sia il padre sia, in seguito, il fratello lavorano come scenografi. Cresce circondato dal florido rococò italiano. Nel 1719 è a Roma dove, influenzato da Gaspar Van Vittel e dalla corrente vedutista fiamminga, si esercita nelle "vedute dal naturale". Inizia la sua carriera da vedutista specializzandosi in soggetti architettonici e paesaggistici veneziani. Importante per l'artista è la facoltosa committenza inglese tanto da trasferirsi dal 1746 al 1756 a Londra. Nominato membro d'onore dell'Accademia veneziana muore a Venezia nel 1768.

Vedute del Canal Grande (diverse prospettive)

Il vedutismo è una particolare corrente pittorica, sviluppatasi nel XVIII secolo, nella quale si rappresentano vedute prospettiche di paesaggi o città riprese dal vero. Grande impulso al vedutismo si deve all'illuminismo e alle innumerevoli evoluzioni tecnologiche: una tra tutti la camera ottica. La camera ottica è l'antenata della macchina fotografica in quanto tramite un sistema di lenti mobili proietta al proprio interno l'immagine capovolta del soggetto.

Utilizzo della camera ottica
Eton Collage

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.