Loading

Robots & Sakura Japan 2016 ( seconda parte)

...verso sera finalmente smette di piovere,di corsa via via via, ci mettiamo le scarpe, recupero il materiale fotografico e ci dirigiamo verso ODAIBA .

La prima cosa che si vede e la FUJI Television, uno dei più bei palazzi ( a livello d'architettura) se non l'unico a Tokyo.

poi l'incontro con Lady Liberty

Tokyo skyline from Odaiba.

Ed infine il Gundam (ovviamente inizia a piovere).Finché io faccio i millemila scatti Mela balla sul posto per scaldarsi , fa veramente freddo

in scala 1:1 imponente, è veramente stupendo, ci sono diversi "spettacoli" ma non sono nulla di che, muove la testa e ci sono dei semplici giochi di luce...ma a me basta e avanza, un sogno che si avvera.E costruito talmente bene che se da un momento all' altro incominciasse a muoversi...sarebbe più che plausibile

Ceniamo al food court del DIVERCITY, il mall center che sta dietro al Gundam

devo essere sincero,non posso lamentarmi, il cibo era favoloso, ho capito che adoro il Yakisoba! Mela invece mangia una cosa simile (non ci ricordiamo il nome) con delle crepes salate sopra e del cipollotto tritato, molto buono pure quello.

Rientriamo in hotel bagnati e infreddoliti, ma possiamo dire..."MAMMA HO VISTO IL GUNDAM" e questo ci basta .

DAY 4

Non è che oggi il tempo sia migliorato...anzi fa ancora più freddo.

abbiamo spesso indossato la mascherina per scaldarci la faccia.Davvero.

Destinazione STAZIONE di SHINJUKU, nel tragitto troviamo un caffè "catena locale" non ricordo il nome, io mi prendo un caffè Vietnamita e Melissa un Cappuccino, nulla di che ma va bene per scaldarsi

Prima tappa l'occhio di Shinjuku, che è un installazione artistica situata dentro la Shinjuku station e di cui in rete si trovano ZERO info (Mela ha scoperto che sta vicino al Mc Donald's) e con questa preziosa informazione ci dirigiamo belli felici alla ricerca dell' occhio.

In una stazione con più di 200 uscite e con 4 sezioni (North wing,south wing,East wing,West wing)il tutto su diversi piani e corridoi interminabili (da un uscita all'altra possono esserci tranquillamente 800 metri )è impossibile non perdersi anche se ci si è organizzati bene, infatti ci perdiamo diverse volte

Diciamo che non tutte le indicazioni sono anche in inglese,dunque qualche difficoltà ci può essere.

percorriamo chilometri, ci informiamo con i bigliettai,donne della pulizia,controllori...scarichiamo la foto sul cell dell' occhio di Shinjuku e la mostriamo in giro

" ahh si forse di la..."

" mai visto"

" mi pare sia in un' altra stazione"

finché non arriviamo davanti ad un giornalaio e chiediamo informazioni a riguardo,loro guardano la foto con bocca aperta e pronunciano solo OOOOOHHHHHHHH !! immobili senza dare segno di vita , ringraziamo e li lasciamo li ...sempre immobili a fissare il vuoto.

Questo per farvi capire che nemmeno chi ci lavora dentro conosce tutta la stazione di Shinjuku.

Perdiamo circa 1 ora e mezza (sì avete letto bene) a cercarlo e finalmente un poliziotto di ronda ci da le info giuste e ci accompagna per un pezzettino (cordiali, gentili...nulla da dire sui Giappi)

L'occhio di Shinjuku

Se siete interessati a questa installazione artistica,vi do qualche indicazione perché trovarla non è facile.

Allora...in qualunque punto della stazione voi siate...USCITE , sperare di trovarlo stando dentro alla stazione è impossibile, vi perderete ripetute volte.Cercate la WEST WING (o WEST ENTRANCE), l'occhio sta al livello -1 ( vicino al Mac Donalds)...ma anche cosi' vi perderete.Il mio consiglio ,una volta usciti cercate il capolinea delle corriere, li vedrete che ci sono 2 strade che scendono al livello -1 (solo x le automobili), cercate le scale e scendete, l'occhio sta lì, con una minima ricerca lo trovate.(guardate la mappa postata sopra)

Mentre ce ne andiamo via Melissa prende un dolcetto dall' aspetto invitante in una pasticceria

Buono era buono,ma non era cioccolato e marzapane...

Peccato solo che quella marmellata in realtà è carne speziata e quella cosa zuccherosa è un uovo (i giapponesi hanno dei gusti strani...non potrò mai capire)

Ci dirigiamo a piedi percorrendo la zona a luci rosse verso uno stabile che (IO) volevo vedere.Nella zona qualche ubriaco della sera prima e qualche gruppo di giovinastri poco raccomandabili, arriviamo allo stabile che qui viene chiamato " la nave da guerra" , su google ho visto che si può salire in cima, entriamo ,con l'ascensore raggiungiamo l'ultimo piano e..le porte sono sbarrate( le migliori foto si fanno da li ovviamente).Non mi resta che fare qualche foto ricordo e poi proseguiamo

lungo la strada Melissa vede un Sushi Zanmai (catena abbastanza famosa) che io rinomino subito Sushi GIAMMAI!!! ma lei vuole assolutamente provarlo e cosi' l'accontento. Mi siedo ordino per non fare la figura da barbone e poi passo il tutto a lei quando il cuoco non vede ( non voglio offenderli).Giusto per dire l'ho fatto,assaggio il Sushi con tonno Otoro, quello che dovrebbe essere il più grasso,buono e caro, non va proprio giù e per di più hai l'effetto di mangiare dentro una pescheria (per l'odore)

Almeno Melissa è contenta !

Ci dirigiamo verso il Tokyo Metropolitan Goverment Building dove c'è la possibilità di vedere la città dall' alto gratuitamente.Lungo il cammino, altra catena di caffè " caffè veloce" non male.

Dopo 200 bustine di zucchero il Matcha latte non era male...quello a destra col gelato invece,buono da subito! ^^

Molto spesso si trovano agenti del traffico che ti fermano (scusandosi) fanno passare un mezzo pesante nel caso di cantieri e poi ti fanno continuare la tua strada (riscusandosi e ringraziando) L'educazione e la gentilezza dei giapponesi è qualcosa al limite dell' incredibile.

Alla fine saliamo per godere della vista, ma grazie al meteo indecente e diciamocelo...Tokyo non è che abbia un gran skyline,non restiamo impressionati.

Scendiamo e ci dirigiamo verso il Goyen national garden (consigliato per i Sakura) parco veramente bello... peccato il meteo.Il parco è affollatissimo e i giapponesi fanno foto, picnic (anche con questo tempo), ci sono famiglie intere, per loro l'hanami ("godere assieme della fioritura dei sakura") è un evento!

Goyen National Garden

Riprendiamo la metro e ci spostiamo a Ikebukuro, facciamo un paio di giri, ci perdiamo nei vari negozi e nelle sale giochi

Le sale all' interno sono assordanti, i giochi hanno un volume spropositato, tanto che non si riesce nemmeno a parlare.Ne vediamo di gente strana, alcuni ragazzi sono talmente veloci e frenetici nei giochi che potrebbero tranquillamente partecipare ad un campionato mondiale.

In serata per "riposare le orecchie" cambiamo ancora zona, si prende un treno per andare "in periferia" al RIKUGIEN garden che offre lo spettacolo notturno dei ciliegi illuminati,ma ci aspetta una brutta sorpresa...una fila lunghissima che per fortuna scorre" abbastanza" velocemente ma 20 minuti ce li facciamo

tutti i Giapponesi sono qui stasera???

RIKUGIEN garden

Assolutamente troppa gente, in certi punti quando bisognava superare un ponticello o il percorso si restringeva...sembrava di essere ad un concerto con la folla che ti porta per inerzia dove devi andare.

Adesso siamo veramente lessi, tanti chilometri a piedi e altrettanti tra metro e treni, siamo pronti per il letto.

DAY 5

Prendiamo la metro Oedo line che ci porta al YoYogi Park, ma entriamo da nord(l'ingresso più distante), per visitare dei santuari, e poi ci sposteremo verso sud.Sono circa le 8 am e ovviamente è tutto chiuso, recuperiamo un caffè e ci facciamo coraggio dato che pioviggina pure oggi!

l' incontro con questi monaci mi rallegra un po e per qualche minuto non penso alla pioggia ma solo a scattare.

il tempio in se stesso non è nulla di che, forse sarà il meteo ma a noi sembra uguale a tanti altri visti fin' ora, comunque sta in un contesto molto rilassante in mezzo al verde e magari con una giornata decente il nostro giudizio sarebbe stato diverso

Continuiamo a camminare per il parco e per fortuna la pioggia sembra aver smesso,ci facciamo la passeggiata attraverso il parco e usciamo da sud

Barili di sakè

Continuiamo il nostro giro per la via principale e troviamo un posto che vi consiglio, si chiama ORIENTAL BAZAAR e ha tante cose classiche giapponesi a prezzi umani, è pieno di turisti ma la merce non è made in China, ma tutta JPN , per di più vende Kimono sia nuovi che usati, facciamo qualche acquisto, una stampa da mettere in camera, qualche ricordino per gli amici etc. etc...

Finiti gli acquisti ritorniamo al Yoyogi, sentiamo musica provenire da dentro il parco e andiamo a controllare. C'è una specie di "sagra" con musica dal vivo e una follia di gente , ottimo per perdere qualche ora.

Gente strana ne abbiamo?

Melissa intanto continua ad assaggiare street food a caso

Pastella,pezzetti di polpo cotti,zenzero,cipollotto e salsa su cui viene spolverizzato pesce secco.Buonissime!Mel.

Provo ad assaggiare le polpettine di polipo,takoyaki, ovviamente IMMANGIABILI ! Mi salvo grazie ad uno stand Thailandese,prendo un Pad Thai e una Blue Moon ( almeno un po' di sapore USA)

Continuiamo a passeggiare per il parco, Sakura e gente strana come se piovesse.

Gambe non mancano...

Alla fine dopo che siamo passati diverse volte troviamo gli "Strangers", non si può dire che siano dei ballerini acrobatici, ma sicuramente sono un must per chi viene qui !

Io voglio una foto con il BOSS...l'ho visto in diversi documentari su Tokyo in TV, sono qui e VOGLIO la foto con lui,al massimo mi da una coltellata e via ! Ovviamente gentilissimo come tutti i giapponesi!

In serata andiamo a Shinjuku a vedere il Godzilla a cui hanno aggiunto una bibita in una zampa (in altre foto in rete non c'era)

Shinjuku

Per la felicità di Melissa ci spostiamo ancora perché vorrei fare un paio di foto in notturna, io scatto, lei si congela!

Notiamo con piacere che i ristoranti di DOMENICA chiudono alle 9PM! Mangeremo poi in camera con del cibo preso al combini (il pollo fritto più schifoso che abbia mai mangiato in vita mia)

Doccia,letto ...domani si va a NIKKO

Seguici nella terza parte del nostro viaggio in Giappone...

Created By
Alexander Kruml
Appreciate

Credits:

All pictures are shoot by me, don't use without permission. To contact me write at... wired_reflexes@alice.it

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.