Esercizi sulla domanda

1. Definisci i seguenti concetti:

-UTILITÀ TOTALE: L’utilità totale è il grado di soddisfazione complessiva che deriva dal consumo di un certo bene.

-UTILITÀ MARGINALE: Per utilità marginale, invece, si intende la variazione dell’utilità totale derivante dal consumo di una dose aggiuntiva di un certo bene.

2. Risolvere il seguente problema:

? CALCOLA L'UTILITÀ MARGINALE PONDERATA.

L'utilità marginale ponderata è data dalla divisione tra l'utilità marginale e il prezzo di un determinato bene. In questo caso l'utilità marginale è 100 e il prezzo del bene è 5€ quindi l'utilità marginale ponderata è 100/5= 20.

3. Considerati i seguenti dati:

? TROVA I PUNTI IN CUI LA RETTA DI BILANCIO INTERSECA GLI ASSI

Domanda numero 4

- Curva di domanda dei beni inferiori:

I beni inferiori sono beni economici la cui domanda si riduce all'aumentare del reddito del consumatore. Un bene inferiore è generalmente caratterizzato da un prezzo molto basso e da una qualità molto inferiore rispetto ad altri beni sostituiti. Al crescere del reddito il consumo dei beni inferiori si riduce in quanto l'effetto di reddito positivo consente al consumatore di modificare le proprie scelte.

- Curva di domanda dei beni normali:

I beni normali sono beni la cui domanda si riduce all'aumentare del reddito del consumatore. Un bene normale è generalmente caratterizzato da un prezzo non molto alto e da una discreta qualità rispetto ai beni di lusso. Al crescere del reddito il consumo dei beni normali si riduce in quanto essi hanno soddisfatto il consumatore che ha perso interesse nell'acquistare quel tipo di bene.

5. Risolvi il seguente problema:

? Calcola il coefficiente di elasticità rispetto al prezzo

Variazione della domanda= 25%

Variazione del prezzo= 50%

Il coefficiente elasticità della domanda rispetto al prezzo è di 25/50= 0,5 ciò significa che la domanda di questo bene è rigida. In questo caso il consumatore è poco influenzato dal variare del prezzo del bene in questione.

? Calcola il coefficiente di elasticità rispetto al prezzo

Variazione della domanda= 50%

Variazione del prezzo=25%

Coefficiente elasticità della domanda rispetto al prezzo è di 50/25= 2 ciò significa che la domanda è elastica. In questo caso la domanda è molto sensibile alla variazione del prezzo infatti piccoli aumento del prezzo possono provocare forti cali della domanda e viceversa.

6.

Domanda elastica

Domanda perfettamente elastica

Domanda perfettamente rigida

7. Definisci l'elasticità incrociata:

Elasticità minore di 0:

beni complementari. Il coefficiente di elasticità è negativo poichè l'aumento del prezzo di un bene complementare determina una riduzione della domanda del bene principale. La relazione tra prezzo e domanda è inversa.

Elasticità maggiore di 0:

beni succedanei. Si ha quando all'aumento del prezzo di un bene anche la domanda dell'altro bene considerato aumenta. La relazione tra prezzo e domanda è diretta.

Elasticità uguale a 0:

beni indipendenti. Si ha quando all'aumento del prezzo di un bene non influenza in alcun modo la quantità domandata dell'altro bene. La relazione tra prezzo e domanda non esiste.

Credits:

Created with images by stevepb - "coins currency investment"

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.