Angelo alato Elia Buzzi, Duomo di Milano guglia nord, transetto

Questa statua rappresenta un piccolo angelo con una mano al cuore e una protesa al cielo. Elia Buzzi, nella prima metà del Settecento,lo ha scolpito con un ramo di giglio tra le dita, simbolo di purezza legato alla figura della Madonna, oggi non più visibile ma ricordato tra le parole scritte negli Annali come segno della sua presenza. Le sue ali spiegate ricordano la sua natura di puro spirito: capaci di innalzarsi a Dio, gli angeli sono i suoi servitori e messaggeri, dotati di intelligenza e volontà. Sono creature immortali e in perfezione superano tutte le creature visibili. Nella Bibbia gli angeli sono stati inviati da Dio per manifestare la sua concreta presenza nel mondo e il suo intervento nella storia umana. Anche il Duomo ha i suoi angeli scolpiti al proprio fianco, che lo guidano e lo proteggono.
Created By
Emily Nalin
Appreciate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.