Il Cavaliere di Casa Marafioti Digitalizzazione del restauro

Nel progetto "Restituzioni Tesori d'Arte Restaurati". La bellezza ritrovata, curato e promosso da Intesa Sanpaolo.

Esposizione alle Gallerie d'Italia dal giorno 1 aprile 2016 al giorno 17 luglio 2016.

Il restauro del Cavaliere di Marafioti si è tenuto al MArRC (Museo Archeologico Nazionale) di Reggio Calabria.

L'Opera in terracotta pronta al restauro nella sede del MArRC
Il restauro è stato stato curato da Giuseppe Mantella e Sante Guido
I 186 frammenti che compongono oggi il Cavaliere di Marafioti, furono ritrovati dall'Archeologo Paolo Orsi nella campagna di scavi del 1910 a Locri. I frammenti ritrovati furono ricomposti a formare l'intera figura fittile ed esposti a Siracusa nel 1925.

Il Cavaliere di Casa Marafioti viene esposto permanentemente nel MArRC (Museo Archeologico Nazionale) di Reggio Calabria.

MArRC di Reggio Calabria
Grazie all'impegno di Intesa Sanpaolo

Il Cavaliere di Casa Marafioti è stato inserito nella lista delle oltre 140 opere che compongo il progetto "Restituzioni Tesori d'Arte Restaurati. La bellezza ritrovata" 2016 e sarà temporaneamente esposto alle Gallerie d'Italia a Piazza Scala di Milano dal giorno 1 Aprile al giorno 17 luglio.

La digi.Art Servizi digitali per l'Arte è sponsor tecnico per la digitalizzazione del restauro del Cavaliere di Casa Marafioti.

digi.Art Servizi digitali per l'Arte
Le operazioni di rilievo tridimensionale con scanner laser.
Rosanna Pesce durante le operazioni di rilievo tridimensionale
Sono state eseguite due campagne fotografiche finalizzate alla restituzione in alta definizione dello stato di conservazione prima del restauro e del risultato finale ottenuto dai restauratori Giuseppe Mantella e Sante Guido.
Tracce di pigmento nero sulla palpebra del Cavaliere prima del restauro
"Per la pulitura delle superfici dai residui di cemento lasciati dai precedenti restauri è stato usato il laser. Successivamente i restauratori hanno consolidato e stuccato le superfici dell'opera. Per la finitura, e quindi a conclusione del restauro, è stata utilizzata la tecnica del puntinato per l'integrazione pittorica al fine di evidenziare la presenza dei frammenti originali e andando ad accompagnare le superfici non originali, dando la possibilità allo spettatore di avere una lettura dell'opera omogenea e la riconoscibilità dell'intervento." Giuseppe Mantella.
Preparazione alla scansione tridimensionale con lo scanner laser.
I laser mentre rilevano la superficie e i volumi dell'opera
Il backstage del documentario sulla digitalizzazione del restauro

I dati ottenuti dalla digitalizzazione del restauro sono stati raccolti all'interno di un documentario che comprende riprese video in alta risoluzione e sequenze prodotte in computer grafica.

Il set del documentario allestito nel Laboratorio di Restauro del Cavaliere di Casa Marafioti. MArRC (Museo Archeologico Nazionale) di Reggio Calabria.
Il modello tridimensionale ancora non texturizzato.
La Sfinge, il Cavallo e il Cavaliere, le tre opere che formano il "Cavaliere di Casa Marafioti"
Texturizzazione manuale del modello tridimensionale con una tecnica mutuata dal Bump Mapping.
La digi.Art si è anche occupata della digitalizzazione delle gammagrafie. Le immagini gammagrafiche digitalizzate sono state riposizionate nello spazio con le medesime coordinate del modello tridimensionale del Cavaliere di Casa Marafioti.
Prima del restauro
Dopo il restauro
Dal modello tridimensionale grezzo al modello tridimensionale texturizzato in alta definizione.

Guarda il documentario "Digitalizzazione del Restauro del Cavaliere di Casa Marafioti", con le interviste a Giuseppe Mantella e Rosanna Pesce.

Restauro di Sante Guido e Giuseppe Mantella (Guido-Mantella restauratori associati) con la direzione di Simonetta Bonomi.

Created By
digi.Art di Rosanna Pesce www.digi-art.it
Appreciate

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.