Sarah Intervista alla moglie di Abramo

Il Tuo nome ha un significato?

Si, all'inizio mi chiamavo Sarai, che probabilmente significa 'litigiosa' poi a ottant'anni Dio mi ha cambiato il nome con quello di Sarah che vuol dire 'principessa, signora'.

Raccontaci qualcosa della tua infanzia

Sono nata nel 2028 a.C. mio padre si chiamava Tera ed era anche padre di mio marito Abramo, siamo infatti fratellastri poichè siamo figli dello stesso padre, ma non della stessa madre.

Ti conosciamo grazie alla figura importante di tuo marito Abramo, puoi raccontaci qualcosa di lui?

Allora ci siamo sposati nella cittadina di Ur, anche se abbiamo dieci anni di differenza io non ho mai sentito un grande distacco fra di noi soprattuto perchè essendo fratellastri siamo cresciuti insieme e al momento del matrimonio ci conoscevamo già molto bene. All'inizio lui era molto geloso e protettivo nei miei confronti infatti diceva a chiunque incontrassimo che io ero semplicemente sua sorella e non sua moglie.

Come ti sentivi quando succedeva questo?

Inizialmente mi arrabbiavo e non comprendevo il motivo di questo suo comportamento però poi ho capito che lo faceva solo per proteggermi e ho imparato ad apprezzarlo. Ci sono state comunque delle conseguenze a ciò, sia il Faraone che poi il re Abimelec hanno tentato di convincermi a sposarli e solo grazie all'intervento di Dio non è successo.

Sappiamo tutti che non hai avuto un figlio con Abramo prima dei novant'anni, come mai?

Io ero sterile e quando ho raggiunto i settantacinque anni, secondo le nostre consuetudini, sono stata obbligata a dare in moglie a mio marito la mia schiava Agar perchè lui potesse avere un erede. Così dalla loro unione è nato Ismaele: il primogenito di Abramo. Poi un giorno sono comparsi alla nostra tenda tre uomini che hanno preannunciato a me e a mio marito che avremmo avuto un figlio nonostante la nostra età avanzata.

Come hai reagito a questa affermazione?

Appena ho sentito la promessa fatta da queste persone che non avevo mai visto prima mi sono sentita presa in giro e mi sono messa a ridere per l'incredulità. Eppure è successo davvero: sono rimasta incinta poco tempo dopo di Isacco, il cui nome che significa 'risata' è legato a questa vicenda.

La tua fede in Dio si è rafforzata dopo questo avvenimento?

A dire la verità già prima di questo fatto ero molto fedele e pregavo molto Dio perchè mi donasse la possibilità di avere un figlio mio, ma ci sono stati comunque dei momenti di difficoltà e di sofferenza più forti, ad esempio quando Abramo ha avuto un figlio dalla schiava. Nonostante questo sono stata fedele e non mi sono rassegnata e forse è anche per questo che Dio mi ha ricompensata.

Credits:

Created with images by nike159 - "africa namibia sossusvlei" • frankh - "S" • makamuki0 - "letter a letter light bulbs" • TooFarNorth - "r-" • janetmck - ""A""

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.