IL CALORE

il calore è un'energia che si trasmette da un corpo ad un altro a causa della differenza di temperatura. L'unità di misura è il Joule ( J ) e lo strumento con la quale si misura è il calorimetro. Vista l'unità di misura si ritenne opportuno usare come unità di calore la caloria (cal). Una caloria è la qualità di calore che si deve fornire ad un grammo di acqua distillata per aumentare la temperatura di un grado centigrado.

Joule capì che per alzare la temperatura dell'acqua vi era bisogno di 4,186 unità di joule, quindi 1 cal = 4,186 j. Joule, dopo tutte le prove effettuate concluse che l'equivalenza tra il lavoro e il calore è indipendente dal modo in cui il lavoro viene fatto; quindi, calore e lavoro sono due modi equivalenti per scambiare energia da un sistema ad un altro.

il calore specifico indica quanti joule di calore o di lavoro servono per aumentare di un kelvin la temperatura di un kilogrammo di sostanza. Se un corpo di massa m è fatto tutto della stessa sostanza, di calore specifico c, si chiama capacità termica del corpo il prodotto: C=cm.

Quando due corpi a diversa temperatura sono messi a contatto il corpo più caldo cede calore e quello più freddo lo assume. Se, ad esempio, i due corpi costituiscono un sistema isolato, cioè che non può scambiare calore con l'esterno, per il principio di condensazione, il calore ceduto dal primo è uguale al calore assunto dal secondo. Quindi, il calore assorbito in totale dal sistema è nullo

Il calore si propaga sia da un corpo all'altro sia nello stesso corpo per effetto di una differenza di temperatura. Attraverso i solidi la propagazione avviene per condizione che non comporta spostamento di materia.
nei fluidi invece la propagazione avviene per convenzione e comporta spostamento di materia.
infine il calore può essere trasmesso per irraggiamento ossia sotto forma di onde elettromagnetiche anche attraverso il vuoto. Un corpo che assorbe onde elettromagnetiche accresce la propria energia e si riscalda. Uno che le emette perde energia e si raffredda.
Al variare della temperatura e della pressione varia anche lo stato della sostanza che passa da uno stato di aggregazione ad un altro. il passaggio da liquido a solido è detto fusione mentre quello inverso è detto solidificazione. la vaporizzazione è il passaggio dallo stato liquido a quello di capire che avviene: •per evaporazione cioè che interessa solo la parte superiore del liquido. •per ebollizione cioè che interessa tutto il volume del liquido. il passaggio contrario è detto condensazione. A un certo punto si stabilisce una forma di equilibrio dinamico detta saturazione dove la pressione del vapore è detta tensione di vapore saturo. Quindi, a una determinata condizione il liquido bolle a una ben definita temperatura detta temperatura di ebollizione e durante l'evoluzione la temperatura de liquido rimane la stessa. Alcuni solidi cristallini passano direttamente dallo stato solido a quello di vapore. Questa trasformazione è detta sublimazione e il passaggio opposto è detto brinamento.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.