perché un tour virtuale 7 ragioni per averlo

Nell'articolo precedente (per chi non l'ha ancora fatto lo può leggere al link articolo 1 ) ho esposto brevemente cos'è un tour virtuale e ho volutamente tralasciato quali possono essere i vantaggi per chi già lo ha nel proprio arsenale di immagini a disposizione.

In questo nuovo articolo mi voglio spingere più in là e offrire sette ragioni per cui oggi è sicuramente il momento più adatto per usare questo strumento non nuovissimo ma che sta avendo maggior gradimento tra il pubblico di navigatori virtuali sempre più alla ricerca di input diversi e alternativi.

Si tratta infatti di uno strumento che se ben utilizzato può tornare vantaggioso a tutti coloro che già hanno un'attività commerciale, aprendo virtualmente le porte ad un bacino di utenza più ampio, con particolare attenzione a quello dei social networks.

Apro una parentesi senza entrare troppo nel dettaglio perché altrimenti rischio di uscire fuori dal tema preposto, non è una novità ma diversi studi confermano che molta della pubblicità una volta distribuita diversamente tra web radio e altri mezzi, da diverso tempo si è spostata da quei mezzi più classici concentrandosi sempre di più sulle reti sociali, Facebook in testa. Che non sia solo una moda lo confermano i vari investimenti che i diversi colossi di informazione e le diverse corporations hanno fatto o stanno facendo in tal senso.

Perché la visita virtuale è diversa dalla classica fotografia o da un video, cosa la contraddistingue? Semplicemente perché il tour virtuale come già esposto nel precedente articolo sta in mezzo tra una foto di tipo classico, statica e senza possibilità di interagire e un video, più dinamico e magari più adatto ad una narrazione di tipo diretto ma pur sempre non interattivo, caratteristica, l'interattività, che invece è presente in un tour. Ed è proprio l'interattività che spinge il pubblico a scoprire cosa si cela dietro all'immagine a 360 gradi stimolando la sua curiosità, aiutandolo a spostarsi virtualmente dentro ai luoghi rappresentati attraverso una serie di punti che ne segnano il percorso e che potenzialmente possono essere utilizzati per fornire maggiori informazioni sulle offerte, sui prezzi oppure su nuovi prodotti disponibili, il tutto contenuto in un piccolo pacchetto, quale è il tour virtuale, facilmente incorporabile sul proprio sito web, magari condivisibile su Facebook e, in una versione più semplificata, su Google Maps.

...è come essere lì

Dunque video e foto classiche da buttare nel cestino? Non proprio. Infatti, gli usi, sebbene spesso sovrapponibili, non sono sempre gli stessi, ma per un approfondimento ne parlerò magari più in là in un altro articolo.

Veniamo dunque alle ragioni per cui conviene sempre avere a disposizione foto dinamiche.

Al primo posto sicuramente va la caratteristica più evidente, e cioè che con la visita virtuale davvero si aprono a tutti le porte per accedere alle sale del proprio ristorante o pub, le camere dell'hotel, gli interni del negozio o di uno spazio espositivo qualsiasi ecc.

Questa è la funzione madre della visita virtuale, mostrare a chi fisicamente non può esserci gli ambienti permettendogli, prima ancora di visitarli, di spostarsi virtualmente attraverso di essi e di girarsi intorno e "dare un'occhiata".

E senza limite di orario o date, feste incluse. Pensate alle potenzialità. Non c'è bisogno di avere una persona che mostri gli spazi dopo le 23.30, o a ferragosto (quanti tra di voi hanno sperimentato questo tipo di richieste un po' particolari?) perché sono sempre visibili.

...prego si accomodi

Già solo per questi motivi il tour può aiutare parecchi gestori a risolvere un po' di problemi, sicuramente quelli legati alla disponibilità di tempo o personale che possa aiutare a farsi un'idea delle stanze di un albergo prima della prenotazione, della sala di un ristorante per festeggiare magari una cresima, degli spazi a disposizione per ospitare un seminario in una sala congressi e via dicendo.

Non solo, può essere utilizzato come brochure virtuale per assicurarsi l'attenzione di nuovi potenziali clienti, purché sapientemente confezionato, al costo di una frazione di un servizio fotografico classico. E' dunque sicuramente un potente strumento di marketing, perché insieme agli spazi si possono aggiungere informazioni dinamiche solo in alcuni ambienti, facendo spostare il futuro cliente dove vogliamo portarlo, il quale nel frattempo gode della vista di una finestra proiettata su luoghi magari anche parecchio distanti stando seduti al lavoro, a casa o sul treno.

E' insomma un piccolo coltello svizzero, che, disponibile in una varietà di formulazioni (questo sarà argomento di una delle prossime schede flash), può essere facilmente incorporato nelle pagine del sito web già a disposizione, condiviso su tutti i social networks come immagine a 360 gradi o come filmato, trasformato in un video da pubblicare su Youtube, fruibile da computer classico, portatile, tablet, smartphone e tutti i dispositivi "smart" presenti e futuri.

...al lavoro, da casa, sul treno...

E c'è di più. Dotato di una struttura elastica, o meglio a modulo, può essere facilmente espanso e modificato su richiesta. Questo è molto utile quando ad esempio ancora non si sa quali e quanti siano gli ambienti che si vuole aprire al pubblico, per esempio nel caso di un albergo, se in un primo momento si pensava che bastasse mostrare solo alcune camere, poi si vuole aggiungere la sala colazione e ristorante, poi dopo il restauro la nuova piscina e così via si possono facilmente implementare tutti questi cambiamenti in tempi successivi senza pesare troppo sul portafoglio.

Quindi per riepilogare, quali sono le sette buone ragioni per avere un tour virtuale a disposizione?

  1. Porte aperte per il vostro negozio, hotel, ristorante, locale
  2. Facile da incorporare nelle proprie pagine del sito web, di Google Maps e dei social networks
  3. Disponibile 24/7 ... 365 giorni all'anno
  4. Potrebbe essere il migliore e forse più efficace prodotto di marketing con rapporto costo/prezzo
  5. Permette ai potenziali clienti di visitare virtualmente la vostra azienda prima ancora che visitino il luogo fisicamente
  6. E' compatibile con tutti i dispositivi vecchi, nuovi e futuri e abbraccia la tecnologia emergente
  7. Ha una struttura a modulo, che consente di aggiungere più luoghi espandendolo quando e come si vuole

Alla prossima.

Se ti piacciono questi contenuti, e vuoi avere in anteprima la notifica, vai qui , metti mi piace e verrai avvisato quando pubblico nuovi contenuti come questo.

Created By
andrea mario de paolis
Appreciate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.