M4M Il progetto Via Massena 4

Il ponte sullo stretto: Milano - Reggio Calabria

Via Massena 4 nasce dall’idea progettuale di Attendiamoci ONLUS “Il ponte sullo stretto: Milano - Reggio Calabria". Il progetto mira ad intervenire efficacemente sui bisogni dei giovani italiani attraverso una serie di azioni utili a creare un centro di studio, di sperimentazione, di ricerca, e di attività sociali che coinvolga particolarmente gli studenti universitari provenienti da zone ad alta densità mafiosa. Il progetto, che si va realizzando nel bene confiscato a Milano, prevede diverse attività, tutte pensate per creare un ponte tra Reggio Calabria, porta per il Mediterraneo, e Milano, porta per l’Europa.

Per gli studenti universitari, tutti giovani volontari, gestire quotidianamente il bene confiscato è la prima attività formativa che Attendiamoci ha ideato. Concretamente, il team operativo è coinvolto nella gestione della struttura a 360°: apertura/chiusura, realizzazione attività, pulizie, gestione amministrative e burocratica, interior design degli ambienti.
Azione volta a far maturare un’alternativa culturale alla sottocultura della mafia, attraverso percorsi di incontri, studio e ricerca che svilupperanno in ogni ciclo il tema della vita virtuosa. In ogni modulo, i partecipanti affronteranno una virtù (prudenza, giustizia, temperanza, fortezza e sapienza, ecc.) con l’obiettivo di capirne il significato, comprendere come si viva nella quotidianità, anche ascoltando l’esperienza di uomini e donne che vivono in modo virtuoso.
I giovani provenienti dal Sud Italia possono incontrare le migliori realtà imprenditoriali lombarde, per conoscere aziende, comprenderne le dinamiche e i processi, approfondire le aree funzionali e accrescere le competenze trasversali. Si articola in business game, che prevedono lo studio di un caso aziendale reale (attraverso la partnership con realtà imprenditoriali locali), analizzato da diverse prospettive funzionali. I partecipanti potranno così sviluppare la loro abilità di analisi, sintesi e comunicazione, e potranno cimentarsi nella applicazione dei concetti teorici appresi nei diversi corsi universitari.
Tra i corsi oggetto di progettazione e realizzazione ci sono i seguenti: A. Corso di metodologie dell’apprendimento: per inserire lo studio nel proprio percorso formativo esistenziale, prevenire i disagi dell’inserimento nel contesto universitario e l’abbandono universitario. | B. Corsi di cucina amatoriale: rivolto a chi desidera avvicinarsi al mondo della cucina in modo piacevole e costruttivo. | C. Corso di gestione domestica: per fornire le competenze per la conduzione degli aspetti pratici della vita di uno studente fuori sede come la gestione del proprio budget mensile, della spesa alimentare e della gestione del tempo ed alla definizione dello scadenziario.
Percorsi di accoglienza di giovani studenti al fine di far conoscere la città, visitare i musei, fiere, eventi, e le università. I percorsi di accoglienza vogliono essere un sinergico scambio culturale nord-sud, per mostrare il territorio milanese quale luogo colmo di occasioni di crescita e formazione, allontanandosi così dalla percezione di una Milano corrotta ed indifferente alla persona umana in tutte le sue dimensioni.
Finalizzata a fornire conoscenze e incrementare competenze atte ad effettuare scelte di vita consapevoli ed efficaci. La strategia è quella di offrire un panorama del mondo universitario milanese e favorire il processo di autodeterminazione e di consapevolezza della scelta universitaria. Inoltre, si vuole prevenire il possibile disagio nel contesto accademico e sociale promuovendo le diverse attività durante il percorso universitario.
Il torneo di calcio a 5 uMI LEAGUE vuole essere un’occasione d’incontro e coinvolgimento dei giovani studenti presenti nel territorio. Il torneo rappresenta, quindi, la possibilità di uno scambio culturale tra i partecipanti provenienti da diverse parti dell’Italia e del mondo, e di condivisione di valori positivi associati al mondo sportivo e al gioco di squadra.
La struttura è un centro di ricerca per studenti universitari e docenti interessati allo studio dell’influenza dei territori ad alta densità mafiosa (con particolare riferimento alla ‘ndrangheta) sullo stile di vita, sull’inserimento nel contesto universitario e nel più generale contesto relazionale dei giovani.
Consulenza e supporto per la definizione di strategie utili alla elaborazione di percorsi di studio internazionali per giovani particolarmente meritevoli che, attraverso l’inserimento nei contesti accademici, permettano la rivincita su stereotipi del tipo: Sud/Italia = mafia e la prevenzione della criminalità anche nella sua diffusione transnazionale.
Via Massena 4 è parte del più ampio progetto “Fratelli di Italia” che mette in rete beni confiscati diffusi sul territorio nazionale in gestione anche futura alla Associazione Attendiamoci ONLUS, per dare occasione ai giovani di gestire gli stessi e di accogliere piccoli gruppi di coetanei per dar loro la possibilità di risiedere per breve tempo nelle diverse città cogliendone lo specifico.
Visite guidate in Calabria e Sicilia, con permanenza nel Villaggio dei Giovani, bene confiscato alla criminalità organizzata gestito da Attendiamoci ONLUS, per dare ai giovani milanesi e frequentanti le università di Milano, la consapevolezza che queste Regioni non sono solo malavita.
Insieme di iniziative utili a intercettare le personalità eccellenti provenienti dal Sud Italia che si sono distinti nel contesto milanese e lombardo, per creare reti e contatti con i giovani provenienti dai territori malavitosi.
Created By
Attendiamoci ONLUS
Appreciate

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.