Loading

Attività didattiche Scuola secondaria di primo grado "G.B. Tiepolo" - Pagnacco

Educhange

Prof.ssa Biancamaria Gonano

È stata stipulata una convenzione fra il nostro Istituto e Aiesec Trieste, un'associazione universitaria che promuove la comprensione multiculturale attraverso lo scambio internazionale tra studenti, in particolare stage di volontariato e tirocini professionali. La scuola secondaria ha così partecipato al Progetto Educhange.

Due edizioni, quattro amici dal mondo: ventenni, Amilindu e Gabriela provenienti dallo Sri Lanka e dal Perù per primi, poi Yeudiel e Jing, dal Messico e dalla Cina, si sono candidati in autunno inviando CV e sono stati scelti dall’associazione sulla base delle richieste del nostro istituto. Si sono affiancati ai docenti, hanno presentato agli alunni il loro Paese e la loro cultura attraverso il veicolo della lingua inglese e talvolte spagnola; hanno preparato dei Power Point o dei video ricchi di immagini e curiosità su cultura, istruzione, cibo, religione, politica, storia e geografia dei loro Paesi di provenienza. Hanno partecipato attivamente alla didattica attraverso training e workshop mirati a sensibilizzare gli studenti riguardo gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e le tematiche ad essi correlate.

Non erano esperti di insegnamento, ma hanno dimostrato di volersi mettere in gioco, superando timidezze e paure tipiche della loro giovane età, curiosi di conoscere nuove realtà e orgogliosi di parlare delle proprie esperienze. Sono state realizzate anche attività più strutturate, artistiche o ludiche su tematiche di attualità attraverso il gioco e la conversazione.

Sono state coinvolte varie famiglie ospitanti, una per ogni volontario, che avevano proposto la loro candidatura durante l’estate e che hanno offerto la loro ospitalità, il loro tempo, il loro spazio e la loro cura, accompagnandoli anche a visitare nel fine settimana i luoghi più interessanti della nostra regione. Sono diventate le loro famiglie italiane per sei settimane.

Amilindu e Gabriela (prima edizione), Yeudiel e Jing (seconda edizione)

Corsi d'inglese in preparazione al Ket

Prof. ssa Mariella Cagliuso

Da parecchi anni il nostro istituto organizza, per gli alunni delle classi terze, un corso di potenziamento avente come obiettivo la preparazione alla certificazione di lingua inglese KET (Key English Test). Il Cambridge Key English Test (KET) costituisce il primo livello degli esami Cambridge in English for Speakers of Other Languages (ESOL). Inserito a livello A2 dal Quadro Comune Europeo del Consiglio d'Europa, il KET è un esame che valuta la capacità di comunicazione quotidiana nella lingua scritta e parlata ad un livello di base.

Considerato il primo passo ideale per conseguire ulteriori e maggiori qualificazioni nella lingua inglese, rappresenta un livello di conoscenza della lingua utile e sufficiente per viaggiare nei paesi anglofoni. Ai candidati che superano l'esame viene rilasciato un certificato riconosciuto da ESOL Examination dell'Università di Cambridge e consegnato un rapporto sugli esiti di tutte e tre le prove (lettura e scrittura, ascolto, lingua parlata) utile per la preparazione degli esami successivi, come il Preliminary English Test.

Il KET fa parte dei principali esami Cambridge English, strettamente collegati al Council of Europe's Common European Framework for modern languages (CEF) e accreditati da QCA - l'organismo governativo britannico di vigilanza sugli esami.

Il corso è rivolto ad alunni interessati e motivati che abbiano una valutazione più che buona in lingua inglese. L’insegnante curricolare provvederà a consigliare agli alunni la frequenza al corso sulla base della conoscenza della classe e della preparazione linguistica.

Partecipazione al progetto EDUKA 2 azione WP 3.1.5 Letteratura delle comunità minoritarie e dell’area transfrontaliera

Prof. ssa Biancamaria Gonano

L’Università di Nova Gorica ha realizzato una serie di materiali didattici transfrontalieri condivisi sulle letterature delle comunità minoritarie e dell’area di confine in lingua slovena, italiana e friulana destinati agli insegnanti e agli allievi. Il nostro Istituto è stato inserito, tramite una convenzione del 20 dicembre 2017, nella rete funzionale EDUKA2 di cooperazione transfrontaliera tra le scuole, università, centri di ricerca ed enti di riferimento delle minoranze nazionali e linguistiche (slovena e friulana in Italia, italiana in Slovenia). Quest’attività ha portato alla realizzazione di un’Antologia della letteratura regionale. Sono stati realizzati capitoli tematici (Terra, Identità, Fiumi, Vita contadina, Migrazione, Terremoto, Gorizia nel tempo, Confine) che mettono insieme autori friulani, sloveni e italiani che si affiancano e convivono seppur di varie epoche a partire dal novecento fino ai nostri giorni e che, con lingue diverse, parlano di emozioni e sentimenti che sono gli stessi; descrivono luoghi natii e aspetti del paesaggio, abitudini e realtà della nostra terra di confine così diversi eppure così uguali. Queste azioni di ricerca, in congruità con il PTOF d’Istituto, sono ricadute anche nell’attività didattica nelle nostre classi della scuola secondaria nelle due azioni di “Progetto Furlan” curricolare e “legge 486” regionale partendo dai capitoli dedicati a MIGRAZIONE e IDENTITA’. Gli alunni hanno riflettuto sugli aspetti storici dell’emigrazione friulana del Secondo dopoguerra a partire dalla lettura di documenti autentici e dalla poesia di Leonardo Zanier "Las valîs di un emigrant" e hanno prodotto dei testi personali che sono stati pubblicati nel giornalino di Collinrete (maggio 2018).

La scuola secondaria ha anche ospitato questo importante convegno:

Locandina

In questa presentazione si è riflettuto sull’importanza dell’educazione plurilingue, con contaminazioni fra MARILENGHE e MOTHER TONGUE, richiamando anche il progetto Educhange.

“Pagnà al à viert i braçs par abraçâ i doi zovins e al someave il centri dal mont. Lis fameis a àn tacat a contindisi i doi zovins par fa lôr cognossi il nestri Friûl, dal cuâl o sin braurôs e cu presentin doprant cualchi volte la lenghe mari, che mother tongue che je dentri di nô, radicalmentri, in maniere profonde, come la Marilenghe, insome. Parcè che ancje intal progjet EduChange dut il mont al è paîs e si cjatisi a fevelà la lenghe dal acet par inglês, spagnûl, todesc, talian, furlan. Ancje cence peraulis, cualchi volte” (trad. Prof. ssa Bosero)

Attività sportive

Prof. ssa Tiziana De Angelis

L’attività sportiva è organizzata al fine di coinvolgere gli alunni e stimolarli sotto il profilo educativo, formativo e dell’inclusione scolastica. Diversi sono gli approcci metodologici utilizzati per favorire il miglior sviluppo delle attitudini individuali anche attraverso la partecipazione a:

  • campionati studenteschi: Corsa Campestre, Duathlon, Rugby, Tennis Tavolo ecc...;
  • tornei d’istituto tra classi parallele: Pallavolo, Pallacanestro, Rugby, Tennis Tavolo;
  • staffetta Telethon;
  • soggiorno azzurro a Grado per le classi prime: attività di vela e canoa con il supporto della Lega Navale, della Società Sportiva Canottieri “Ausonia” e dell’Università di Udine- facoltà di Biologia- per la visita alla valle da pesca e lo studio della flora e della fauna della laguna;
  • soggiorno bianco per le classi seconde in uno dei poli sciistici della Regione con il supporto della Scuola Maestri di Sci e del Soccorso Alpino. Soggiorno della durata di 5 giorni, full immersion, con 16 ore di sci e/o snowboard, ciaspolata, uscita naturalistica e museale;
  • attivazione del Centro Sportivo Scolastico: nella giornata del mercoledì pomeriggio ore 12.55/15.30 gli iscritti consumano il pranzo al sacco con la docente di Scienze Motorie e Sportive prima di svolgere l’attività scelta.
Duathlon fase nazionale Campionati studenteschi Porto S. Elpidio; Duathlon Campionati studenteschi: fase regionale; Campionati Studenteschi: Corsa Campestre fase provinciale; Soggiorno Azzurro Grado

Visite d'Istruzione

Prof. ssa Francesca Vetrugno

Perché si deve studiare?

“Per conoscere il mondo e per farlo diventare più bello e più buono. Attenta, però: non si studia soltanto sui libri. Mi ricordo di un Topo che viveva in biblioteca e amava tanto l’istruzione che si mangiava due libri al giorno. Una volta trovò in un libro l’immagine del Gatto e subito dopo la divorò. Mentre digeriva tranquillamente, convinto di aver distrutto il suo nemico, il Gatto in carne e ossa gli saltò addosso e ne fece due bocconi. Tra un boccone e l’altro, però, si fermò per dire – Topolino mio, bisognava studiare anche dal vero”. (Gianni Rodari, Libro dei perché, 1980)

Solitamente per la “Gita di terza”, sono gli stessi alunni che l’anno precedente, quando sono in seconda, organizzano l’itinerario, i tempi, i luoghi che andranno a visitare. Si chiede loro un “compito di realtà” favorendo lo sviluppo di queste competenze:

  • senso di iniziativa e di imprenditorialità;
  • effettuare valutazioni rispetto alle informazioni, ai compiti, al proprio lavoro, al contesto;
  • valutare alternative, prendere decisioni;
  • assumere e portare a termine compiti e iniziative;
  • pianificare e organizzare il proprio lavoro;
  • realizzare semplici progetti.
  • trovare soluzioni nuove a problemi di esperienza;
  • adottare strategie di problem solving.

Queste competenze richiedono la capacità di:

  • progettare itinerari per ogni singolo giorno
  • individuare: data di andata; data di ritorno; mezzo di trasporto scelto; albergo di soggiorno (tariffa mezza pensione con prima colazione e cena).

Nel pianificare l’itinerario, specificare:

  • costo spostamenti durante il soggiorno;
  • luoghi da visitare;
  • durata delle varie visite (n.° ore circa);
  • costo guida turistica (eventuale);
  • costo ingressi musei, monumenti,palazzi, feste, tradizioni, ecc.;
  • cibi da assaggiare durante i pranzi nei ristoranti (specificare i costi).

Scambi culturali con l’estero

Prof. ssa Patrizia Baraldi

Da diversi anni al gruppo di tedesco delle classi terze viene proposto il progetto “Partnerschaft Europa”, in collaborazione con il Bundesgymnasium Tanzenberg, a nord di Klagenfurt.

I ragazzi, accompagnati dalla docente di tedesco, Frau Baraldi e dalla prof.ssa Coletti, trascorrono due giornate ed una notte nel periodo dell’avvento presso le famiglie ospitanti, immersi in un ambiente multilinguistico. Escono dal contesto scolastico e verificano ”sul campo” le loro competenze per rispondere a veri bisogni comunicativi. Riteniamo molto importante sfruttare la contiguità territoriale in ambito transfrontaliero per riscoprire affinità culturali e offrire ai nostri ragazzi, a costo quasi pari allo zero, un’opportunità di contatto internazionale con scuole di altre regioni linguistiche.

Nelle due giornate i nostri ragazzi sono impegnati in diverse attività coinvolgenti e assolutamente non competitive. Si tolgono le scarpe, infilano calzetti antiscivolo o pantofole per camminare sui pavimenti di legno… e via! Si cimentano in laboratori di scienze e chimica con piccoli esperimenti con l’uso di azoto liquido ed elio. Con le docenti di musica inventano coreografie natalizie; in palestra fanno giochi a squadre. Le famiglie ospitanti li portano a Klagenfurt per i mercatini natalizi, li coinvolgono a casa in giochi da tavola o nella preparazione di biscotti.

In giugno noi ricambiamo l’ospitalità, accogliendo gli austriaci a scuola e aprendo loro le porte delle nostre case. Le docenti Faccio, Bertoni e De Angelis si avvicendano solitamente in un’intensa “due-giorni” all’insegna di collaborazione e creatività. Si spazia dalla decriptazione di messaggi, alla realizzazione di coloratissime cartografie creative, dall’esecuzione di cup- songs ai tornei sportivi.

Anni fa sono stati coinvolti “in verticale” anche gli alunni della scuola primaria di Pagnacco, che, con l’aiuto del maestro Marco Bertoldi e delle loro insegnanti, hanno organizzato per i coetanei austriaci una caccia al tesoro multimediale per le vie del centro di Udine.

A Udine

Crediamo che questo progetto sia un’importante occasione per mettere alla prova ed implementare le competenze comunicative dei nostri alunni in più lingue (tedesco, italiano, inglese), per vincere le nostre paure e titubanze, e per renderci più autonomi all’interno una comunità, come quella europea, che vorremmo sempre più capace di progetti condivisi e per la cui sopravvivenza saremo chiamati ad impegnarci tutti.

Musica d'insieme

Prof. ssa Antonietta Bertoni

La musica d’insieme permette agli alunni di partecipare attivamente all’esperienza musicale mediante un’attività di tipo corale ed orchestrale, consolidando le competenze acquisite durante le lezioni.

Il saggio rappresenta il momento più gratificante ed emozionante: dopo tanto impegno dedicato allo studio di repertori a più voci di generi e stili diversi , i brani vengono finalmente eseguiti davanti ad un pubblico attento, anche collaborando con gli altri progetti o ordini di scuola / plessi dell’Istituto.

Serate di lettura plurilingue

Prof. ssa Patrizia Baraldi

Da qualche anno un gruppo di ragazzi delle classi seconde e terze, coordinati dall’insegnante di Lingua Tedesca, realizza una serata annuale di letture plurilingui (italiano-tedesco e a volte anche friulano), accompagnate da movimenti di danza e interventi musicali, strumentali e corali. Queste rappresentazioni vengono presentate non solo alle famiglie dei ragazzi, ma sono aperte alla comunità del territorio. Si tratta soprattutto di percorsi “dentro le emozioni”, che, partendo da temi di carattere storico, si aprono alla lettura del presente con le sue problematiche e alla fiducia nel futuro.

Le serate sono state sempre organizzate dall’Istituto Comprensivo in collaborazione con i Comuni di Pagnacco e Martignacco, che hanno ospitato i nostri ragazzi nei loro rispettivi auditorium. Dal punto di vista “tecnico” Frau Baraldi è stata supportata sempre da genitori volontari o dal collaboratore della dirigente, Marco Bertoldi. Le locandine sono state realizzate ogni anno dai ragazzi di terza coordinati dalla prof.ssa Monica Faccio.

Il laboratorio aiuta anche i ragazzi più timidi ed introversi a migliorare le proprie relazioni, ne innalza l’autostima, accresce la competenza comunicativa in lingua straniera e soprattutto contribuisce in tutti a mantenere viva la capacità di…emozionarsi!

Locandina

Educazione alla salute ed alla legalità

Prof. ssa Giuseppina Canzoniere

Già da diversi anni gli alunni della Secondaria partecipano ad incontri con Associazioni o Aziende del territorio per attività inserite nell’area di Educazione alla Salute. Alcune di queste attività hanno la finalità di informare i ragazzi sulle possibili conseguenze di comportamenti a rischio che possono nuocere gravemente alla loro salute altre verso la condivisione e il dono.

Le classi terze per esempio incontrano l’Associazione Laringectomizzati “S. Grandis” di Udine. L’incontro ha la finalità di informare i ragazzi sulle possibili conseguenze del consumo di alcol e fumo in giovane età. Sono sempre presenti tutte le alte cariche dell’Associazione, i maestri educatori della voce, delle persone laringectomizzate che raccontano la loro esperienza.

Le testimonianze vengono ascoltate con la massima attenzione, i consigli visti con lo sguardo dello stupore da parte di tutti i ragazzi di una nuova consapevolezza sulle conseguenze che può avere l’uso del fumo e dell’alcol in giovane età.

Fondamentali risultano anche gli incontri con le Associazioni ADO (Donatori di organo) e la sezione di Pagnacco Donatori di sangue. Tali incontri hanno la finalità di sensibilizzare i ragazzi verso l’importanza del dono, della condivisione e dell’aiuto verso chi con gravi patologie può invece guarire e vivere una vita normale grazie alla generosità del prossimo.

Una tradizione è diventata anche l’attività con L’Azienda A&T200 per discutere su problematiche di tipo ambientale come lo Smaltimento delle RAE, l’uso della Plastica, i cambiamenti climatici.

Un altro importante momento è l’incontro con l’Arma dei Carabinieri/ Polizia Postale per discutere su Diritti e Doveri di ogni cittadino. Si discute sulle conseguenze di atteggiamenti di bullismo/esclusione che possono portare anche a conseguenze di tipo penale.

Certamente tali attività legate ad argomenti di Educazione alla Salute e alla Legalità produrranno risultati solo a lungo termine. Anche se solo parte dei ragazzi, grazie a queste esperienze, modificherà in positivo il proprio stile di vita allora noi educatori potremo affermare di aver centrato l’obiettivo desiderato.

Interventi nel contrasto e prevenzione del Bullismo e Cyberbullismo in collaborazione con l’Associazione MEC: sperimentazione del metodo anglosassone di prevenzione e contrasto del cyberbullismo N.B.A. (No Blame Approach) basato sui principi della Giustizia Riparativa.

Potenziamento delle eccellenze

Prof. ssa Giuseppina Canzoniere

Da diversi anni la Secondaria di Pagnacco partecipa ai Giochi Matematici di Autunno, patrocinati dall’Università Bocconi di Milano. I ragazzi più curiosi ed interessati a mettere alla prova le proprie abilità Logico-Matematiche si cimentano durante tutta una mattinata con quesiti e test proposti dall’Università. I test sono calibrati per fasce d’età e comprendono circa dieci quesiti che devono essere svolti nel minor tempo possibile ed in modo esatto. Il lavoro dei ragazzi inviato a Milano viene visionato ed in base ai risultati di tutti i partecipanti viene stilata una graduatoria nazionale. Tale attività a prescindere dai risultati aiuta i ragazzi ad acquisire consapevolezza verso le proprie capacità e ad imparare ad amare la Matematica.

Molto sentita dagli alunni è anche l’esperienza di una mattinata presso il Dipartimento di Matematica dell'Università di Udine. Per qualche ora i ragazzi respirano l'atmosfera del Campus con lezioni sulla Probabilità o la Statistica e altro ancora... Non solo “formule” ma fantastici processi di ragionamento!

Blog di scrittura

Prof. ssa Frieda Farnetti

Tanti adulti hanno ancora i sudori freddi, pensando ai momenti angoscianti davanti ai titoli dei temi o agli attimi che precedevano le interrogazioni. Seguendo, invece, le dovute strategie adatte ad ogni età è possibile migliorare il proprio stile ed anche superare la paura del foglio bianco e del pubblico..

L’insegnamento della Lingua italiana prevede l’acquisizione di un metodo di lavoro efficace che permetta agli studenti di affrontare con serenità la scrittura, nelle sue infinite varietà, l’esposizione orale, la selezione delle informazioni e la capacità di ascolto. La disponibilità di tanti alunni ha permesso di aprire molti anni fa i giornali digitali “Extreme”, “Geornale” e ”SosSquola”, consultabili ai seguenti link:

L’esperienza si è evoluta nella cura di un Blog, strumento agile ed adatto alla comunicazione del mondo d’oggi:

Qui troverete molti lavori che hanno appassionato gli studenti che spontaneamente si sono offerti di pubblicare. I post e i loro contenuti sono testi scritti in classe o a casa. Buona navigazione!

Corso di informatica (ICDL)

Istituto

Questo è un corso pomeridiano, oltre l’orario scolastico, facoltativo e a pagamento da parte delle famiglie, nel caso non siano disponibili fondi per coprirne i costi. Il corso permette di affrontare l’esame per il conseguimento della certificazione ICDL.

Arte e creatività

Prof. ssa Monica Faccio

A scuola si dipinge, si modella, si fa grafica al computer, stampe artistiche, libri e si progettano interventi artistici.

Il tempo dell’arte è sempre aperto alle collaborazioni con il territorio: laboratori di ceramica e scultura, mostre e cataloghi con Arte Pagnacco, ma anche visite per conoscere le nostre città e i nostri musei. Con le colleghe di lingue si è consolidata una collaborazione fruttuosa in progetti di comunicazione su temi di educazione civica (lotta agli stereotipi, ambiente, accoglienza) e per le locandine delle serate di lettura a teatro. Abbiamo un laboratorio dedicato all’arte, materiali e tecnologie, competenza e tanta fantasia!

Continuità e ponte di Tedesco, Spagnolo e Attività Motoria nella Scuola Primaria

Prof. sse Patrizia Baraldi, Monique Bosero e Tiziana De Angelis

Ponte Tedesco /Spagnolo: attività di sensibilizzazione allo studio di una seconda lingua comunitaria, con visite nei vari plessi della scuola primaria o accoglienza nei locali della Secondaria

Ponte di Attività Motoria: lezioni frontali ℅ le scuole primarie dell’IC e conclusione con la visita e una manifestazione sportiva in palestra che vede coinvolti gli alunni delle classi 1^ della scuola secondaria di Pagnacco e gli alunni delle classi 5^ delle scuole primarie con premiazione finale e foto di gruppo.

Orientamento

Prof. ssa Francesca Vetrugno

Nel nostro Istituto da sempre è particolarmente sentita la necessità di accompagnare gli alunni nella scelta più appropriata della scuola superiore.

Le attività di orientamento, dalla prima alla terza media, consentiranno agli allievi di prendere progressivamente consapevolezza della propria crescita e forniranno utili spunti per comprendere meglio i propri interessi e le proprie capacità, per poi consentirne una migliore valorizzazione.

Attività in collaborazione con soggetti esterni:

  • rapporti con gli istituti superiori per organizzare gli stage e le visite degli studenti;
  • partecipazione alle attività proposte dalla rete di scuole secondarie di 1 e 2 grado per l’orientamento;
  • organizzazione di attività per gli studenti interfacciandosi con gli altri attori delle reti di orientamento presenti nel territorio ( COR);
  • corsi gratuiti per gli alunni gestiti dalla Regione;
  • incontri con psicologa COR.

Attività teatrale

Prof. sse Luciana Coletti e Antonella Foti

Il laboratorio teatrale rappresenta, ormai, una consolidata tradizione del nostro Istituto. L’attività, svolta in orario extracurricolare, è rivolta a tutti gli allievi della Scuola Secondaria di Primo Grado.

Generalmente l’organizzazione prevede un incontro settimanale, durante il quale si sceglie il copione, si assegnano le parti, si creano coreografie, si allestisce la scenografia, si scelgono i costumi di scena e ovviamente, tra una risata e l’altra, si prova, si prova e … si prova ancora!

Il laboratorio teatrale offre ai ragazzi la possibilità di migliorare la conoscenza di sé e delle proprie capacità, potenziando in particolare l’autocontrollo e l’autostima e stimolando la creatività. Per loro, infatti, è più facile comunicare ed esprimere le proprie emozioni, attraverso l’interpretazione e la drammatizzazione dei personaggi teatrali, nei panni dei quali si calano. Inoltre, è anche un'occasione per promuovere il rispetto delle regole, di se stessi e degli altri.

I punti cardine del progetto sono, infatti, la coesione del gruppo, lo spirito di collaborazione, l’inclusione, l’ascolto reciproco, la consapevolezza che l’impegno personale è determinante per la buona riuscita del lavoro di gruppo e, ultimo, ma non meno importante, il divertimento.

Il laboratorio prevede, come momento conclusivo, la realizzazione di uno spettacolo teatrale, da presentare sia alle altre classi sia alle famiglie e al territorio.

Inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali

Prof. ri Dania Delle Case e Mauro Rosso

Il CONSIGLIO DI CLASSE e il TEAM DOCENTI si impegnano attivamente a realizzare l'inclusione scolastica attraverso questi obiettivi:

  • accolgono tutti gli alunni ed effettuano le osservazioni iniziali attraverso procedure standardizzate (schede indicatori);
  • individuano le risorse umane strumentali e ambientali per favorire i processi inclusivi;
  • utilizzano strategie e metodologie utili per la realizzazione del percorso formativo degli studenti con BES;
  • condividono con la famiglia e gli operatori socio sanitari PEI e PDP;
  • partecipano agli incontri con gli operatori socio sanitari S.O.C / E.M.T;
  • redigono collegialmente PEI e PDP con il contributo della famiglia;
  • per gli alunni con Disturbo Specifico di Apprendimento vengono applicate misure compensative e dispensative adatta al singolo allievo;
  • effettuano una valutazione formativa e la valutazione finale (in riferimento al PEI e al PDP).

La scuola è dotata di un'aula di sostegno, luogo in cui poter svolgere, se necessario, attività 1:1 e poter fare attività alternative, rivolte al benessere dell’allievo, se necessarie.

Credits:

Creato con immagini di Kurious - "flag union jack hand" • Mediamodifier - "literature book page" • DariuszSankowski - "navigation car drive" • jorono - "international flag austria" • PublicDomainPictures - "music paper background" • papazachariasa - "rubik's cube cube rubik" • pixelcreatures - "wordpress blogging blogger" • JamesDeMers - "bridge park garden" • kvrkchowdari - "choose the right direction career direction direction"