Loading

#IORESTOACASA:cosa vorrei vedere dalla finestra di casa immagini di pensieri e desideri (corso b-d-e)

Non temete i momenti difficili. Il meglio viene da lì (Rita Levi Montalcini )

CLASSE 1D

CLASSE 1D

(Silvana)
(Alice)
(Miriam)
(Sara)
(Sofia R)
(Sofia H.)
(Sonia R.)
(Viola)
(Chiara Y.)
(Chiara L.)
(Eleonora)
(Lorenzo)
(Federico N.)
(Federico T.)
(Filippo)
(Irish)
(Rachel)
(Luca)
CLASSE 2D

CLASSE 2D

Dalla mia finestra vorrei vedere un paese deserto, voi mi chiederete perchè? Perchè per un ragazzino è molto difficile stare in casa vedendo il sole dalla finestra e i prati dove giocare; quindi vorrei vedere un paese deserto così da risolvere la questione il più velocemente possibile e ritornare al più presto alla vita che avevo prima. (Cristiano)

(Darina)
(Nour)

Vorrei vedere più sostegno da parte dei cittadini verso gli infermieri e i medici che lottano tutto il giorno contro il coronavirus. (Riccardo)

Dalla mia finestra immagino la bellezza, il silenzio e la tranquillità dello spazio. Un posto dove non c’è nessuno con un silenzio mai visto prima. In questo periodo vorrei essere lì, libero da ogni preoccupazione e problema. (Larissa)
Vorrei vedere un mondo più pulito. Stare a casa ci sta facendo riflettere sui danni che abbiamo causato al pianeta e alla natura. (Shamira)
Vorrei vedere i sorrisi delle persone che parlano al posto delle mascherine sul volto che rendono tutto più triste e coprono le emozioni. (Davide)
Con questa quarantena ho capito chi sono i veri eroi , ovvio non quelli della tv, ma quelli che cercano una cura e un vaccino , chi sta salvando la vita a molti che sono contagiati e stanno lottando per la vita. (Matilda)
(Alessandro)
L'unico modo per far fermare questa epidemia è stare lontani oggi per poterci abbracciare domani. (Besiana)
(Fiammetta)
Vorrei vedere più sostegno da parte dei cittadini verso gli infermieri e i medici che lottano tutto il giorno contro il coronavirus. (Riccardo)
Cosa vorrei vedere? I bambini che giocano, la scuola piena e le persone che passano per strada in bici senza mascherine.(Tommaso)
CLASSE 3D

La vita ferma, il resto no. Ancora il tempo scorre, passano i giorni, passano stagioni. Arriva primavera: i rami in fiore, vita oltre le finestre. Una farfalla bianca si posa sul vetro, vantandosi della sua libertà. E la primavera passa, i fiori appassiscono. Ma io sempre alla finestra, la vita ferma ma ancora il tempo scorre. (Alice)

(Alice)
(Elena V.)
(Elena R.)
(Dayana)
(Dafne)
(Benedetta)
(Marina)
(Elisa C.)
(Mattia C)
(Emanuele)
(Lucia)
(Alizee)
(Lorenzo)
(Matide)
(Alessia)
(Giacomo)
(Giorgia)
(Bianca)
(Matteo C.)
(Giada)
(Flavio)
(Marina)
(Mattia P.)
1B

CLASSE 1B

Mi piacerebbe vedere il cielo, il sole, i gabbiani, la spiaggia sabbiosa con gli ombrelloni, il mare azzurro e tante persone. Per il futuro, sono fiducioso, scrivo e dico che…” ANDRÀ TUTTO BENE”. (Antonio)
Sto aspettando che arrivi il caldo per andare in piscina e invitare le mie amiche e così possiamo giocare e divertirci tutte insieme. (Cristina)
Mi piacerebbe anche solo stare di fronte alle montagne e pensare che ci sia qualcosa di bello da vedere. Mi piacerebbe che le cose ritornassero alla normalità, con un pizzico di sorriso in più e meno egoismo. (Davide)
Le scuole sono chiuse da settimane, le lezioni si fanno online, dobbiamo restare distanti, per vincere questa guerra. Davanti ai negozi di beni di prima necessità, ci sono file enormi, gli altri negozi sono chiusi, intere città ferme, ad ascoltare il travolgente silenzio. È vietato andar al mare, concerti ed eventi, partite di calcio, tutto annullato, per non parlare dei matrimoni, battesimi, comunioni, cresime, non vengono celebrati. Avrei dovuto fare la cresima il diciassette di Maggio e stare in compagnia di amici e parenti e invece tutto è rimandato, a quando ancora non si sa. Io sono fortunata di avere un giardino dove giocare all’aperto, ma so che altre persone, non ne hanno la possibilità. Un giorno rileggerò questo testo, per ricordarmi di amare ed apprezzare la vita, senza pretendere troppo da essa. (Diana)
Un desiderio che spero arrivi presto Un cielo azzurro bellissimo e ricchissimo. Un sole caldo che riscalda gli animi. Le conchiglie bianche perlate che si distinguono dalla sabbia soffice. Le rondini che cinguettano ed aspettano. Il clima mite, temperato e piacevole. Gli ombrelloni, le sdraio ed i lettini. La sabbia soffice, fine o granulosa. Ed io che lo guardo attendendo il momento di poterci andare. (Federica)
(Serena)
Qui a casa sono imprigionata dentro, Tristezza e solitudine è quello che sento Certe volte paura e una persona sola, La gente in chiamata pertanto si consola. Per divertirsi bisogna aspettare, Ma sono sicura che ce la potremo fare. Felice di sapere che posso tornare a scuola, Di sapere che la prof con noi lavora. Non vedo l'ora di riabbracciare tutti, Ma per ora dobbiamo solo stare muti. Ma questa situazione dopo un po' se ne andrà, Chissà dopo questo che cosa ci sarà. (Valentina)
Sono a casa rinchiusa da giorni, è una guerra ma siamo più forti e proveremo a vincere a tutti i costi, a costo di perdere mille tramonti e mi manca abbracciare i miei nonni, tu nel letto di notte che dormi così tanto vicino al mio petto, che se chiudo gli occhi, ti sento che sogni Italia resti aggrappata ai sogni, torneremo sicuro più forti e saremo persone migliori grazie alle lezioni di questi giorni Ho capito che non puoi apprezzare il mondo se quando vai in giro, poi corri e che le cose, quando non ci sono, diventano enormi. (Sofia)
Lo slogan “iorestoacasa” mi invita appunto a stare a casa in questo momento di emergenza sanitaria, ma non mi toglie la possibilità di sognare. Il sole e il mare rappresentano l’estate, la mia stagione preferita che tra poco verrà. (Filippo)
Vorrei vedere un paesaggio montuoso, con un lago, perché mi sembra magnifico la mattina alzarsi e aprire la finestra sentendo una leggera brezza, vedendo l’alba. (Aurora)
(Jordan)
Vorrei vedere un bellissimo tramonto come non c’è mai stato prima d’ora, con una brezza di venticello davvero piacevole, con gli uccelli che volano alto alto mentre fanno cinguettii e l’aria che profuma di margherite fresche. (Maimouna)
CLASSE 2B

CLASSE 2B

(Anastasia)

(Davide)
Io resto a casa, così la nonna non si ammala, ma non è solo per lei siamo tutti dei trofei….per un virus che si chiama corona ma di reale poco ha e tanto male invece fa! Io resto a casa, faccio torte, pasta in casa, faccio anche la frittata, studio, gioco, leggo un libro e in giardino faccio un giro. Guardo fuori dalla finestra e tante cose mi passano in testa, penso a cosa potrei fare e che cosa vorrei ritrovare: I miei amici in bicicletta e tutti insieme a fare festa. Mare sole e libertà vorrei solo tornare alla normalità. Per adesso resto a casa…..tutto questo passerà e nella storia rimarrà ma il segno in noi lascerà. (Nicolas)
Le scuole sono chiuse ormai da circa un mese. Tutto quello che facciamo avviene via internet: le lezioni, gli allenamenti… Le giornate sono sempre le stesse anche se a dire la verità passano abbastanza in fretta. Mi manca la normalità... mi mancano le partite di campionato del sabato o della domenica, gli allenamenti, andare a mangiare la pizza con i miei amici durante il weekend, andare a fare shopping e anche andare a scuola per rivedere i miei compagni e i professori. Devo ammettere che non è male restare un po’ di giorni a casa, però non quando ci viene imposto per questa spiacevole situazione. Le strade sono quasi deserte, di macchine ne passano pochissime e di pedoni non ne parliamo. Fino a poche settimane fa ogni cinque minuti si sentivano le sirene dell’ambulanza mentre ora ne passano molto di meno. Fuori dalla mia finestra vorrei semplicemente vedere le tantissime auto e persone che passavano davanti al mio palazzo. Non vedo l’ora che tutto torni come prima e che tutto questo finisca presto. (Giulia S.)
(Ahmed)
(Hiba)
(Sofia S.)
(Siria)
(Hendri)
Io resto a casa facile a dirlo meno facile a farlo Mi manca uscire e con le mie amiche gioire Mi manca il parco per giocare e guardando le nuvole sognare Mi manca passeggiare e mi manca anche poter abbracciare Ebbene sì mi manca anche la scuola anche se non mi dispiace restare sotto le lenzuola. Spero che questo momento molto difficile non torni mai più, e tutti torneremo a vedere il cielo sempre più blu. (Elenia)
(Irene)
(Michele)
Dalla mia finestre vorrei vedere bambini in un parco correre e giocare, vorrei sentire le loro voci gridare ridere, scherzare e cantare. Vorrei smettere di sentire i miei nonni in videochiamata ma vedere la loro macchina davanti casa mia parcheggiata, sentire la loro “citofonata” e finalmente da loro essere abbracciata. Vorrei vedere gruppi di ragazzi passeggiare con borsoni sportivi o pattinare, studenti carichi di libri attraversare e dalle loro scuole tornare. Ma adesso che non si può uscire vorrei la mia tristezza far svanire e far tornare nel mio cuore il sereno con i colori dell’arcobaleno.(Giulia R.)
(Alessandro)
(Martina)
(Mattia)
CLASSE 3B
Passano i giorni e mi manca sempre di più la normalità, non si vede più nessuno in giro. Mi manca sentire il rumore delle macchine che passano, alzarmi presto la mattina e fare tutto di corsa per paura di arrivare tardi a scuola, entrare in classe e sentire le voci dei miei compagni discutere appena svegli, stare in giro a parlare con la mia migliore amica e a ridere come pazze con la gente che guarda male, andare a comprare i vestiti uguali insieme a mia cugina,entrare nei negozi e provare di tutto e alla fine per finire di non ricordare i vestiti presi. Vorrei addormentarmi e al mio risveglio vedere fuori dalla finestra il mare con quegli ombrelloni colorati tutti in fila e i miei amici pronti a divertirsi ancora di più dell’anno prima e a godersi tutto il divertimento dell’estate.(Alice)
Quello che ora dalla mia finestra posso vedere di certo non mi fa piacere. Tutti distanti con lea mascherine prigionieri nelle nostre stanzinea, è fuori dalla mia finestra che vorrei vedere tanta gente onesta, tanti sorrisi senza masherina e la nonna che mi abbraccia la mattina. Tutto Questo accadrà il virus non vincerà!!!(Gabriele)
Dalla mia finestre vorrei intravedere, persone che si tengono la mano senza temere. per colpa della quarantena, sono diventata una balena. Stiamo sempre a casa sul cellulare, senza renderci conto delle amicizie da non dimenticare. E io devo ancora mettermi a dieta, ma sono sicura che prima esploderà il pianeta. Ora faccio solo compere online, diventerò povera ormai. Questa estate niente mare, ma io non smetto di sperare. Mi mancano le mie amiche vicine di banco, e farei di tutto per averle al mio fianco. E mentre ascolto la videolezione, Faccio anche colazione. Non sono brava a scrivere le poesie, meglio che vada a studiare nelle librerie.(Cristina)
Apro le finestre di casa mia mi ricordo che il virus non andava via per questo sono chiuso in casa ho una famiglia che mia ama e con questo non vuol dire che mi devo abbattere posso, giocare, ridere e scherzare con la mia famiglia. ogni volta che vi vedo mi ricordate il bagliore del sol ogni giorno che passa c'è una serata romantica e ogni volta sento la mancanza di uscire ma non è quello che mi importa a me importa stare con voi, la mia vita, la mia famiglia. #iorestoacasa e benché meno vicino a mamma. chiudo gli occhi davanti alla finestra e penso: dalla finestra puoi vedere il mare sopra l’asfalto ci puoi pattinare siamo solo in città e balli con le zanzare sospiri immaginando isole lontane dove sta l’Europa che ci voglio parlare alla festa in piazza suonano le fanfare. tutto questo accadrà quando l’epidemia se ne andrà io aspetto con pazienza stare a casa è bello, divertiamoci anche lì. (Alexander)
(ALEXANDRA 3 B) Mi mancano tanto gli i miei amici, stare con loro e sentirsi felici. Con gli amici mi piace parlare e avere esperienze tante cose belle da raccontare. Mi manca tanto andare a scuola, perchè lì sto in compagnia invece che da sola. Vorrei vedere dalla mia finestra, una vita là fuori piena di in festa. Persone, macchine e animali, vivere cose più belle e normali. Mi manca molto la quotidianità che mi permette di fare molte più attività. (Alexandra)
Dalla mia finestra vorrei veder gente che s’incontra Gente che si abbraccia come non mai e che sai non dimenticherai. Vorrei vedere famiglie riunite che durante la quarantena sono bandite. Vorrei vedere le mie amiche con le quali ora posso parlare solo al telefono ma che sono pur sempre fantastiche. Dalla mia finestra vorrei vedere la vita, che in questa quarantena ci sembra sparita. Infine vorrei vedere la speranza che in questo momento mi manca, ma che vorrei avere in abbondanza. (Giulia)
(Niccolò)
(Riccardo)
In questi giorni mi sono accorta di quante cose facevo senza rendermi conto di che valore avessero. Mi manca andare a scuola, incontrare i miei compagni di classe e i professori, mi manca uscire con i miei amici, passare del tempo con loro divertendoci, andando in giro per il centro tra le vie affollate, prendendo un gelato ed entrando nei negozi. Mi manca poter incontrare tutti i miei parenti, e fare un pranzo di Pasqua tutti insieme in un ristorante. Mi manca sentire le voci dei bambini che escono da scuola e che giocano al parcoVorrei poter vedere dalla mia finestra che tutto è tornato normale, con le macchine che passano, i bambini che corrono sul marciapiede e le loro mamme ferme a parlare. Ora che non posso più fare le cose che ritenevo normali mi sono accorta di quanto siano importanti e di quanto mi manchino.(Ludovica)
(Saad)
(Gabriel D.)
(Jennifer)
(Luca)
(Emilia)
CLASSE 1E
(Giorgia)
(Davide V.)
(Manuel)
(Matteo M.)
(Meriam)
(Federico)
(Filippo)
(Matteo B.)
(Lisa)
CLASSE 2E
(Elena)
(Agata)
(Nicola)
(Federica)
(Ornella)
(Matteo)
(Emna)
(Gabriele M.)
(Jessica)
(Gabriele P.)
(Samuele)
CLASSE 3E

CLASSE 3E

(Ahmed)
(Alessandro)
(Alessio)
(Summer)
(Aurora C.)
(Gloria)
(Aurora C.)
(Chiara )
(Matilde)
(Valeria)
(Niccolò)
(Elisa C.)
(Alpha)
(Yann)
(Arianna)
(Youssef)