l'atmosfera II parte

L'aria è un miscuglio di diversi gas e qui sotto vediamo un grafico relativo alla composizione dell'aria secca, cioè senza vapor acqueo.

La quantità di vapor acqueo si chiama umidità atmosferica e può essere molto variabile a seconda della temperatura dell'aria.

L'igrometro è lo strumento per misurare l'umidità dell'aria.

A parità di volume (1 metro cubo), l'aria calda può contenere più vapor acqueo rispetto all'aria fredda. Di notte quando la temperatura si abbassa, parte di questo vapore condensa sotto forma di rugiada o solidifica in brina, se siamo sotto a 0°C. Allo stesso modo, in montagna può accadere che una massa d'aria umida, che risale un versante, si raffreddi provocando rannuvolamenti e piogge, come nell'immagine qui sotto.

Sulle Alpi si verifica spesso questo fenomeno: su un versante il tempo è brutto e piovoso e sull'altro tira vento forte e relativamente caldo che arriva fino alla pianura.

L'aria calda e umida è quindi più leggera e si sposta verso l'alto, per poi espandersi e raffreddarsi, formando ammassi di nubi o nuvole. La formazioni delle nubi è facilitata dalla presenza nell'aria di polveri che costituiscono i nuclei solidi intorno ai quali avviene la condensazione del vapor acqueo. Si distinguono diversi tipi di nuvole secondo le condizioni di umidità, temperatura e quota della massa d'aria, ma osservarle in cielo è sempre una grande emozione... ascoltate questa poesia!

Quando le microscopiche goccioline d'acqua che formano le nubi diventano troppo grosse e pesanti precipitano al suolo come pioggia...

Mentre ascolti la canzone qui sotto trascrivi sul quaderno i nomi dei diversi tipi di nubi che trovi a pag. 25 del tuo libro!

Quando la temperatura dell'aria è intorno a 0°C, le precipitazioni diventano solide e si formano piccoli cristalli di ghiaccio con straordinarie forme, detti fiocchi di neve.

L'aria che forma l'atmosfera è un tipo di materia un po' particolare e anche se non riusciamo a vederla, sappiamo che esiste, perchè ad esempio gonfia le vele di una barca, sostiene un paracadute in discesa, muove le pale di un mulino a vento ecc.. Oltre ad occupare uno spazio e a possedere una massa come ogni tipo di materia, l'aria con il suo peso esercita una forza, una spinta sulla superficie terrestre, detta pressione atmosferica:

La pressione atmosferica varia con l'altitudine:

La P è massima al livello del mare e diminuisce salendo in quota.

Il valore della pressione atmosferica fu misurato per la prima volta dal fisico italiano Evangelista Torricelli, allievo di Galileo Galilei, grazie ad un esperimento famosissimo. Guarda il video qui sotto per capire meglio di che si tratta. Fai attenzione a questi termini: argento vivo è come veniva chiamato una volta il mercurio, l'unico metallo liquido a temperatura ambiente e "La Natura non aborra il vuoto" significa che non è vero che la natura odia il vuoto... quindi il vuoto può esistere!

Oggi la pressione atmosferica si misura con uno strumento più comodo di quello usato da Torricelli: è il barometro come quello in foto qui sotto:

La pressione atmosferica dipende anche da quanto pesa la massa d'aria. Se l'aria è umida e calda si crea una zona di bassa pressione B, mentre se l'aria è secca e fredda si forma una zona di alta pressione A, come possiamo vedere su questa cartina meteorologica.

Le linee che vediamo si chiamano ISOBARE e uniscono le località in cui si registra la stessa pressione

L'aria tende a muoversi da una zona ad alta pressione, dette anche anticiclonica, verso una a bassa pressione, o ciclonica, dando origine ai venti.

Cosa ti ricorda questo movimento di risalita e discesa?

I venti possono soffiare sempre nella stessa direzione, e sono perciò detti costanti come gli alisei che permisero a Colombo di arrivare in America, o spirare periodicamente in direzioni opposte periodici come i monsoni indiani e le brezze.

brezza di mare che rinfresca la calura del giorno
Brezza di terra piacevolmente tiepida per passeggiate notturne lungomare

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.