Anonymous hacker e hacktivismo

Cos'è un hacker?

L' hacker è un esperto di sistemi informatici e di sicurezza informatica in grado di introdursi in reti informatiche protette. Esistono due tipi di hacker: white hat e black hat.

L'hacktivismo

Dopo gli anni '60 si sviluppa una sintonia sempre più marcata tra attivisti e hacker che porta alla nascita della corrente dell'hacktivismo. Anonymous è un vasto gruppo di hacktivisti.

Hacker attivisti e furto di identità

La maggior parte degli hacktivisti effettuano attacchi DDoS indirizzati a banche e autorità governative, ma le loro azioni sono dannose per migliaia o milioni di utenti i cui dati personali sono memorizzati negli enormi database di queste istituzioni.

Ma chi c'è dietro Anonymous?

Anonymous è un vasto ed eterogeneo gruppo di attivisti informatici aggregatosi inizialmente intorno al forum americano 4chan. Interviene sempre quando c’è da difendere la diffusione dal basso di informazioni, o per punire coloro che la ostacolano. Gli strumenti che usano sono molti e vari: chat private,whiteboard, blog. Il loro simbolo è la maschera di Guy Fawkes.

Anonymous, uno pseudonimo collettivo

Anonymous è un movimento, non un’organizzazione e non si sa chi ci sia dietro. Nessuno sa per certo quali soggetti e gruppi attivi sul web abbiano deciso azioni e logiche di sviluppo del movimento. Si pensa che sia per vincoli di fiducia e appartenenza. Alcuni dei risultati più importanti sono stati ottenuti attraverso attacchi DDoS.

DDoS e Anonymous

I DDoS non correttamente configurati e usati con precauzione possono e sono diventati un cavallo di troia per gli apparati di sorveglianza e repressione. Nonostante alcuni elementi siano stati costretti a collaborare con l’FBI dopo essere stati scoperti Anonymous ha continuato a condurre attacchi informatici contro siti istituzionali o di grandi aziende.

Anonymous fino ad oggi

Operazioni principali: l’operazione contro i cappucci bianchi del Ku Klu Klan, l'#OpIsrael in cui hanno svelato i nomi degli impiegati statali fino ad arrivare alla violazione delle infrastrutture informatiche dell’ISIS. Successivamente c’è stata l’operazione Parigi (#OpParis), all’indomani degli attentati che il 13 novembre. E poi le azioni contro l’EXPO2015.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE!

Sara Picciarella.

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.