Loading

Didattica Digitale Integrata Licei Le Filandiere

Premessa

Il decreto del Ministro dell’istruzione 26 giugno 2020, n. 39 ha fornito un quadro di riferimento entro cui progettare la ripresa delle attività scolastiche, con particolare riferimento alla necessità di redigere un “Piano scolastico per la Didattica Digitale Integrata”.

Il Piano esposto nelle pagine seguenti definisce i criteri e le modalità di attuazione di una “metodologia innovativa di insegnamento-apprendimento” da adottare in modalità complementare alle tradizionali lezioni in presenza, per consentire il regolare svolgimento delle attività didattiche a prescindere dai diversi scenari epidemiologici che si potrebbero presentare nei prossimi mesi.

Occorre non solo fare tesoro di quanto attuato con tempestività lo scorso anno scolastico con la didattica a distanza, ma anche potenziarlo e personalizzarlo individuando le opportune indicazioni metodologiche, avendo a riferimento le dotazioni tecnologiche, le condizioni di connettività dell’utenza e del territorio, i livelli di competenza degli alunni e del personale, orientando l’accrescimento delle competenze tecniche anche attraverso specifiche azioni formative.

L’alternanza delle modalità di insegnamento in presenza e a distanza dovrà insomma rappresentare un valore aggiunto all’offerta formativa del nostro Liceo: questo obiettivo sarà conseguito evitando che nella Didattica Digitale Integrata i contenuti e le metodologie siano la mera trasposizione di quanto solitamente viene svolto in presenza e tenendo in considerazione le esigenze di tutti gli studenti, in particolar modo di quelli più fragili.

Definizione (DDI) e scenari

La Didattica Digitale Integrata (DDI) è intesa come metodologia di insegnamento e apprendimento rivolta agli studenti della scuola secondaria di secondo grado come modalità didattica complementare alla didattica in presenza o, in caso di sospensione delle lezioni in presenza, come modalità sostitutiva in via temporanea della didattica in presenza. La DDI si avvale di un ambiente digitale di apprendimento e di apposite metodologie sulle quali è in corso un’attività di ricerca e di apprendimento dall’esperienza in relazione all’emergenza epidemiologica da Covid19.

Gli scenari che saranno considerati possono essere così descritti:

A) Lezioni in presenza con supporto della DDI (scenario di partenza)

B) Lezioni miste in presenza e DDI (gruppi separati di studenti e/o docente da remoto e classe in aula)

C) Sospensione delle lezioni in presenza e uso esclusivo della DDI

Analisi del fabbisogno

Il Liceo Le Filandiere si impegna a tenere costantemente monitorato il fabbisogno di dotazioni strumentali informatiche e gli eventuali problemi di connettività delle famiglie con particolare riguardo agli studenti delle classi prime e neotrasferiti. Il personale docente farà riferimento al Team per la Didattica Digitale per le esigenze di formazione, indicazioni tecniche e supporto nell’utilizzo dei programmi e delle applicazioni indicati dalla scuola. Per i docenti a tempo determinato è previsto particolare supporto da parte dei docenti esperti e la possibilità di usufruire dei dispositivi della scuola in via residuale rispetto alle famiglie.

Obiettivi

Gli obiettivi generali della DDI fissati dal Collegio dei docenti sono i seguenti:

  1. Promuovere l’interazione tra studenti e docenti attraverso una piattaforma digitale funzionale, omogenea tra le diverse classi e utilizzabile tramite i profili personali studente e docente attivati dalla scuola per le specifiche finalità di apprendimento e insegnamento;
  2. Curare un adeguato equilibrio fra attività sincrone e asincrone, promuovendo autonomia organizzativa negli studenti;
  3. Porre attenzione ai diversi stili di apprendimento con particolare riguardo agli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali;
  4. Incrementare la motivazione allo studio degli studenti attraverso la variazione degli approcci didattici e dei prodotti e compiti richiesti;
  5. Promuovere la creazione di repository di materiali didattici, fonti informative e archivi di buone pratiche sul sito istituzionale della scuola, sul registro elettronico e sulla piattaforma G-Suite, avendo cura di distinguere i livelli comunicativi più appropriati: istituzionale (sito di istituto e registro elettronico), comunicazione con le famiglie (registro elettronico), comunicazione diretta e operativa con gli studenti (G-Suite);
  6. Educare gli studenti a un uso corretto degli ambienti digitali e promuovere nella comunità scolastica forme di comunicazione ispirate al rispetto reciproco e alla collaborazione;
  7. Favorire attraverso opportuni strumenti l’inclusione delle persone con disabilità o con altre forme di fragilità psico-fisica.

Ulteriori obiettivi specifici che tengano conto di situazioni particolari sono affidati ai Consigli di Classe e ai docenti di sostegno per i Piani Didattici Personalizzati.

Strumenti

Il Liceo Le Filandiere utilizza la piattaforma G-Suite, come già sperimentato con successo nel periodo di sospensione delle attività didattiche a causa dell’emergenza epidemiologica. La DDI si espleterà in via ordinaria tramite le funzionalità della suddetta piattaforma: formazione dei gruppi classe per materia, videolezioni tramite l’applicazione Meet fruibile da diversi dispositivi, assegnazione di materiali di lavoro e compiti/verifiche, uso dello Stream (chat) per le comunicazioni ordinarie. Il Registro Elettronico Classeviva farà comunque fede come ambiente giuridico di riferimento per le firme dei docenti e la rilevazione delle presenze degli studenti, nonché per la trasmissione delle comunicazioni ufficiali della scuola (circolari). Le presenze degli studenti durante le attività di DDI nel caso dello scenario B (Lezioni miste per un gruppo in presenza e un gruppo a distanza) da remoto saranno segnate sul registro elettronico sotto la voce “presente fuori aula”.

Altri canali di comunicazione con gli studenti potranno essere utilizzati dai docenti a seconda delle maggiori opportunità ed efficacia nel rispetto delle normative sulla privacy in riferimento ai dati degli studenti, anche se è opportuno che non assumano una dimensione prevalente per favorire una certa omogeneità dell’ambiente di apprendimento degli studenti.

Tali strumenti saranno utilizzati, con intensità e frequenza diversi, in tutti e tre gli scenari descritti precedentemente. L’Animatore e il Team digitale garantiscono il necessario supporto alla realizzazione delle attività digitali della scuola. Il sito web di Istituto e la piattaforma in uso per il Registro Elettronico costituiscono un ambiente di archiviazione e classificazione (repository) dei materiali didattici per classe e docente. L’attività didattica ordinaria si avvale inoltre di contenuti didattici integrativi che saranno indicati dai docenti tramite le specifiche Classroom di G-Suite, a partire da documentazione originale o frutto della ricerca didattica, fonti web affidabili, dall’utilizzo dei contenuti digitali dei libri di testo in adozione e da siti e media istituzionali appositamente costituiti o integrati a tale scopo (Ministero, Reti di scuole, RAI).

Orario delle lezioni

Il Liceo Le Filandiere adotta la seguente scansione delle lezioni in Didattica Digitale Integrata a seconda degli scenari:

Scenario A (Lezioni in presenza): La DDI viene usata in modo integrativo alle lezioni in presenza per la trasmissione di materiali, la consegna di lavori, le comunicazioni del docente con la classe nel caso di urgenza e/o opportunità. L’intensità della DDI in questo scenario è dunque bassa e ha una funzione di pura integrazione all’attività didattica in presenza.

Scenario B (Lezioni miste): nel caso di didattica mista con studenti o gruppi di studenti a distanza e altri in presenza o nel caso di docente a distanza e classe in presenza in aula, la DDI seguirà nei limiti del possibile il normale orario delle lezioni in presenza, trattandosi di una modalità temporanea e volta a integrare la prevalente didattica in presenza. L’Istituto metterà a disposizione della classe interessata, nei limiti degli strumenti in dotazione e acquistabili allo scopo, una videocamera collegabile al computer di classe perché la lezione possa essere seguita da studenti, in condizioni di salute adeguate, che si trovano a distanza. Nel caso che la lezione sia svolta da un docente che si trova fuori aula, questa potrà realizzarsi solo nel caso che la classe sia sorvegliata e agevolata da un altro docente in presenza. Il consiglio di classe valuterà l’attivazione della DDI secondo questa modalità in presenza di almeno una delle seguenti condizioni: un tasso di assenza di almeno il 40% degli studenti di una classe e/o la previsione di un’assenza prolungata per situazioni di quarantena stabilite dall’autorità sanitaria (2 settimane). L’intensità della DDI in questo pur variegato e complesso scenario è medio-alta.

Scenario C (sospensione delle attività didattiche in presenza): la DDI seguirà un orario delle lezioni di almeno 20 ore settimanali in modalità sincrona, attuando la riduzione di un terzo delle ore disciplinari. Tale riduzione riguarderà la durata della lezione (40 minuti invece che 60) e non la distribuzione oraria settimanale, in modo da mantenere la scansione oraria settimanale dal lunedì al sabato e nello stesso tempo ridurre la permanenza davanti allo schermo di studenti e docenti garantendo adeguate pause (20 minuti indicativamente) tra una lezione e l’altra o diversi gruppi di lezioni. Resta valido il principio della flessibilità delle strategie didattiche da parte di ciascun docente, che può scegliere di rimodulare la durata delle lezioni secondo il proprio orario settimanale, senza derogare al minimo previsto (principio dei 2/3). Nel primo biennio, dove il monte ore settimanale è di 27 ore, resta valido il principio dei 2/3 dell’orario. L’intensità della DDI in questo scenario è elevata e, nel caso di una prolungata sospensione delle attività didattiche in presenza, diventa esclusiva.

Regolamento per la Didattica Digitale Integrata

Il Liceo Le Filandiere ha integrato il Regolamento d’Istituto con specifiche disposizioni in merito alle norme di comportamento da mantenere durante i collegamenti da parte di tutte le componenti della comunità scolastica relativamente al rispetto dell’altro, alla condivisione di documenti e alla tutela dei dati personali. Nel regolamento disciplinare sono previste infrazioni disciplinari legate a comportamenti scorretti assunti durante la DDI e le relative sanzioni. Il Liceo Le Filandiere pone attenzione, in particolare nel primo biennio, ad attività di formazione e sensibilizzazione sui rischi derivanti dall’utilizzo della rete e sul reato di cyberbullismo. Il Patto di corresponsabilità scuola-famiglia è già stato integrato della parte corrispondente agli impegni e ai comportamenti da assumere da parte di studenti, docenti e famiglie nel caso della didattica digitale a distanza. Il presente documento costituisce dunque una specificazione di quanto previsto nel suddetto Patto siglato dalle famiglie e dagli studenti.

Metodologie e strumenti per la verifica

Il Liceo Le Filandiere favorisce e promuove anche attraverso mirate azioni formative l’incremento dell’utilizzo da parte dei docenti di metodologie attive e laboratoriali nel corso della DDI come ad esempio didattica breve, apprendimento cooperativo, insegnamento rovesciato, debate, studi di caso. Le modalità di verifica sono demandate ai singoli docenti e ai Consigli di Classe che potranno tenere conto delle specificità del contesto. La produzione cartacea di documenti da sottoporre a valutazione del docente sarà ridotta al minimo e utilizzata solo in casi di necessità (Tavole di disegno, esercitazioni particolari di discipline matematico-scientifiche, elaborati scritti nel caso il docente non possa fruirne in modalità digitale). Nel caso delle Scenario C il numero congruo di verifiche scritte per le discipline che lo prevedono potrà anche essere ridotto a due per quadrimestre.

Valutazione

Nella DDI si valuta tanto più il processo formativo complessivo e non il singolo materiale o performance. A seconda dell’intensità di utilizzo della DDI è cura del singolo docente, in coerenza con la programmazione condivisa con il Consiglio di Classe e con il Dipartimento disciplinare, stabilire i livelli di valutazione corrispondenti alle competenze e capacità descritte nell’Allegato B del Piano Triennale dell’Offerta Formativa. Per quanto riguarda il voto di comportamento, la griglia corrispondente è integrata dalla considerazione delle misure previste nel Regolamento di Istituto per le attività didattiche digitali.

Anche nell’ambito delle attività di Didattica Digitale Integrata gli studenti sono tenuti a rispettare le norme previste in tema di privacy e le norme di comportamento previste nell’integrazione del Patto di corresponsabilità scuola-famiglia. Si richiamano in particolare le seguenti disposizioni:

Gli studenti sono tenuti:

a conservare in sicurezza e mantenere segreta la password personale di accesso alle piattaforme utilizzate dall’Istituto, e a non consentirne l’uso ad altre persone;

a comunicare immediatamente attraverso e-mail all’Istituto l’impossibilità ad accedere al proprio account, il sospetto che altri possano accedervi, ed episodi come lo smarrimento o il furto della password;

a non consentire ad altri, a nessun titolo, l’utilizzo delle piattaforme per la Didattica Digitale Integrata adottate dall’Istituto;

a non diffondere eventuali informazioni riservate di cui venisse a conoscenza, relative all’attività delle altre persone che utilizzano il servizio;

a non condividere il link delle videolezioni con estranei;

a non adottare atteggiamenti o attivare funzioni che possano ostacolare la partecipazione alle attività didattiche degli altri studenti;

a utilizzare i servizi offerti solo ad uso esclusivo per le attività didattiche dell’Istituto;

a entrare con puntualità nell’aula virtuale delle videolezioni;

a rispettare le consegne del docente;

a mantenere la videocamera accesa durante la videolezione, salvo diversa disposizione del docente;

a presentarsi ed esprimersi in maniera consona e adeguata all’ambiente di apprendimento;

a rispettare il turno di parola che è concesso dai docenti;

a non diffondere in rete le attività realizzate dal docente, con il docente e i compagni;

a non diffondere in rete screenshot o fotografie o altro materiale audio o video relativo alle attività di Didattica Digitale Integrata;

a produrre secondo le richieste dei docenti documenti originali e a rispettare il diritto d’autore, dichiarando le fonti ed esplicitando eventuali citazioni;

a osservare le presenti norme di comportamento, pena la sospensione temporanea dalle piattaforme utilizzate dall’Istituto ed eventuali provvedimenti disciplinari come da regolamento d’Istituto.

Alunni con PdP e PEI

Si riporta quanto previsto dalle Linee Guida del Ministero dell’Istruzione per la DDI. “Il Piano scuola 2020, allegato al citato DM 39/2020 prevede che l’Amministrazione centrale, le Regioni, gli Enti locali e le scuole, ciascuno secondo il proprio livello di competenza, operino per garantire la frequenza scolastica in presenza degli alunni con disabilità con il coinvolgimento delle figure di supporto (Operatori educativi per l’autonomia e la comunicazione e gli Assistenti alla comunicazione per gli alunni con disabilità sensoriale). Per tali alunni il punto di riferimento rimane il Piano Educativo Individualizzato, unitamente all’impegno dell’Amministrazione centrale e delle singole amministrazioni scolastiche di garantire la frequenza in presenza. Particolare attenzione va dedicata alla presenza di alunni in possesso di diagnosi rilasciata ai sensi della Legge 170/2010 e di alunni non certificati, ma riconosciuti con Bisogni educativi speciali dal team docenti e dal consiglio di classe, per i quali si fa riferimento ai rispettivi Piani Didattici Personalizzati. Per questi alunni è quanto mai necessario che il team docenti o il consiglio di classe concordino il carico di lavoro giornaliero da assegnare e garantiscano la possibilità di registrare e riascoltare le lezioni, essendo note le difficoltà nella gestione dei materiali didattici ordinari nel rispetto della richiamata disciplina di settore e delle indicazioni fornite dal Garante (cfr. Vademecum scuola). L’eventuale coinvolgimento degli alunni in parola in attività di DDI complementare dovrà essere attentamente valutato, assieme alle famiglie, verificando che l’utilizzo degli strumenti tecnologici costituisca per essi un reale e concreto beneficio in termini di efficacia della didattica. Le decisioni assunte dovranno essere riportate nel PDP. Per gli alunni ricoverati presso le strutture ospedaliere o in cura presso la propria abitazione e frequentanti le scuole carcerarie l’attivazione della didattica digitale integrata, oltre a garantire il diritto all’istruzione, concorre a mitigare lo stato di isolamento sociale e diventa, pertanto, uno degli strumenti più efficaci per rinforzare la relazione. Il Dirigente scolastico attiva ogni necessaria interlocuzione con i diversi attori competenti per individuare gli interventi necessari ad attivare proficuamente la didattica digitale integrata.”

Privacy

La DDI, posto che rientra tra le finalità proprie dell’istituzione scolastica per le quali è necessario avere a disposizione dati personali degli studenti (indirizzi mail, numeri di telefono delle famiglie, immagini autorizzate dalle famiglie per la didattica, produzioni testuali) è regolamentata da disposizioni ministeriali. Aspetti specifici relativi al trattamento dei dati personali saranno forniti dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali. Si ritiene che l’utilizzo della piattaforma digitale G-Suite, con accesso riservato e identificazione dell’utente, unitamente al comportamento responsabile degli utenti garantisca un sufficiente livello di protezione dei dati personali. Google For Education, proprietario di G-Suite, si impegna a creare prodotti che proteggano la privacy degli studenti e degli insegnanti e forniscano alla scuola la migliore sicurezza possibile (https://edu.google.com/intl/it_it/why-google/privacy-security).

Sicurezza

Il Dirigente Scolastico cura la formazione sui temi della sicurezza nei luoghi di lavoro anche nel caso in cui la prestazione si svolga al di fuori dei locali scolastici. Nel caso in cui la DDI si svolga a domicilio del docente, questi sarà opportunamente formato sulla prevenzione dei rischi fisici e psico-fisici connessi alla prestazione lavorativa. Gli studenti ricevono la formazione di base sulla sicurezza utile anche nella fase di utilizzo della DDI, in particolare le indicazioni sul corretto uso degli strumenti informatici e sui comportamenti da mantenere, e dell’eventuale possibilità di svolgere i percorsi di PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento).

Rapporti scuola-famiglia

I colloqui avverranno solo per via telematica previo appuntamento, da concordare sulla piattaforma ufficiale del Registro Elettronico, tramite l’applicazione Meet e utilizzando l’account G-Suite dello studente di norma negli orari stabiliti a inizio anno dal docente. Informazioni tempestive, come di consueto, potranno usare il canale telefonico, di posta elettronica o cartacea.

Formazione dei docenti e degli ATA

Il Team digitale del Liceo ha costituito un gruppo sulla medesima piattaforma di apprendimento G-Suite dedicato alla formazione dei docenti sulla DDI e organizza incontri di formazione in presenza e a distanza per i docenti. Per approfondimenti e integrazioni è attivo in ogni caso il canale dell’autoformazione e/o della formazione obbligatoria anche tramite l’iscrizione ai corsi proposti dalla piattaforma SOFIA.

Approvato dal Collegio dei Docenti in data 24 settembre 2020

Credits:

Creato con immagini di Windows - "untitled image" • Alexis Brown - "Students learning together" • Edvin Johansson - "untitled image"