GENESI SEBASTIANO SALGADO, MOSTRA FORLì.

Sentirsi in pace con il mondo e con se stessi. Riscoprire l'identità degli esseri umani, immergendosi nella natura. Sebastião Salgado, il più importante fotografo documentarista del nostro tempo, nei suoi viaggi ha conosciuto la verità, l'imponenza, la bellezza della Terra. Questo ci vuole far capire il grande fotografo, queste dune possono essere paragonate al mare, le punte che sembrano così taglienti e una vastità di sabbia che suscita alla vista turbolenza ma anche un gioco di luci ed ombre.

Questa immagine trasmette il silenzio tipico del suo stile in vita, non allevia solamente il suo obbiettivo, ma anche la sua anima artistica. Salgado presenta un'utopia regressiva che poggia su una fantasia necessaria, chi osserva attentamente questa immagine potrà fare parte di un'altro mondo, potrà notare come le rammificazioni dell'acqua sembrino dar vita ad un albero, questa immagine potrà quasi ''giocare'' con la nostra immaginazione se osservata.

Questa immagine scattata in Argentina nel 2004, ci trasmette la maestosità di questa coda della balena, un'essere così grande ma così piccola a confronto con l'oceano. Salgado cattura l'attimo in cui la balena si immerge in acqua dopo aver ripreso aria, anche quì c'è la presenza del gioco di luce ed ombre. La balena con quella linea così sinuosa, delle pinne, può essere paragonata ad un uccello che spicca in volo.

Rogojan Florin Dorin 3blm

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.