Baruch Spinoza ''Dio non era solo spirito eterno ma anche corpo infinito.''

Secondo Spinoza esiste un'unica sostanza dotata di infiniti attributi, dei quali la nostra mente è in grado di coglierne solo due: l'ESTENSIONE e il PENSIERO. Spinoza deduce che l'unico ente che merita il nome di sostanza è DIO, senza il quale nulla può esistere né essere concepito. Spinoza concepisce il pensiero in esatto parallelo con la materia. Sia pensiero che estensione in quanto espressione di una sostanza infinita, sono a loro volta infiniti.

Al contrario, CARTESIO chiama sostanza ciò che per esistere non ha bisogno di nient'altro che se stessa. Cartesio ammette un'unica sostanza materiale ma conserva molteplici sostanze pesanti.

René Descartes

Secondo spinoza l'uomo non si spaventa dinanzi la concezione di morte bensì nel momento stesso di morire. Il filosofo concepisce l'eternità come la conoscenza assoluta e non come l'aldilà.

La conoscenza della morale è per spinosa ciò che consente di perfezionare la propria natura (fine morale). Solo chi conosce la propria posizione all'interno del sistema della natura è veramente virtuoso. Ciò conduce spinosa a pensare che la libertà non consista nel libero arbitrio, bensì nell'adesione immancabile al bene, che si identifica con dio. Ma Dio coincide con l’ordine necessario della natura. Dunque libero è colui che si identifica con la necessità universale, colta in un atto d’amore intellettuale di Dio, che genera la beatitudine.

Per quanto riguarda la politica il filosofo fu molto criticato e persino condannato dopo aver pubblicato il ''trattato teologico-politico''. Come dichiarato da Steven Nadler, uno dei maggiori studiosi-specialisti di Spinoza,«Spinoza smonta profezie e miracoli, denuncia le credenze superstiziose che puntellano le religioni, sostiene che liturgie e cerimonie nulla hanno a che vedere con l’autentica pietà, sostenendo perfino – forse con la più audace delle sue tesi -che la Bibbia, vale a dire lo strumento più potente brandito dalle gerarchie religiose per esercitare il controllo sulle loro greggi, non è altro che un frutto dell’arte letteraria umana, composto nel corso dei secoli da più autori, spesso in contraddizione tra loro».

Secondo lui lo stato pecca quando fa o tollera cose che possono causare la sua rovina. In altri termini lo stato è sottomesso a leggi proprio come l'uomo è obbligato a rispettarle. L'analisi Spinoziana dell'organizzazione politica ha come fine prioritario quello di difendere e garantire all'uomo la libertà della ricerca filosofica.

http://www.filosofia.rai.it/articoli/bodei-spinoza-un-filosofo-maledetto/5293/default.aspx

Con il termine SPINOZISMO si intende il complesso della dottrina e dei concetti filosofici di Baruch Spinoza o, più specificatamente, il pensiero dei suoi seguaci o di quelli che si rifanno alla sua filosofia interpretandola come fonte della propria.

Per cominciare uno spinozista nella meditazione, nella conoscenza e nell'azione ricerca sempre conoscenza, verità e libertà, ossia l'immanente (Dio).

''siamo tutti Spinozisti''

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.