Albana di Romagna Secco

Introduzione

L’Albana è il vino bianco, è molto apprezzata nella versione Albana passito, ma sta emergendo anche l'Albana secca. È un vino unico e interessante per le sue particolari caratteristiche, che lo rendono piacevole e adatto ad un’infinità di abbinamenti con il cibo.

All'Epoca in Romagna l’Albana era il classico vino del contadino, torbido, iper-profumato, ossidato e dolce fino allo svenimento. Al giorno d' oggi, fortunatamente, i tempi sono cambiati e l’Albana sta vivendo una seconda giovinezza.

CURIOSITÀ

L’Albana di Romagna è stato il primo vino bianco in Italia a ricevere il riconoscimento DOCG nel 1987, è un vino storico.

Essa esiste dal 1967 (DOC)

Un po' di storia

Si narra che attorno al 400 d. C. Galla Placidia, figlia dell’imperatore romano Teodosio il Grande, sostasse sul colle di Bertinoro, in Romagna. Il popolo le offrí una ciotola di terracotta con dentro il vino del posto, l’Albana. Galla Placidia fu deliziata da quel vino ed alzando la ciotola esclamò “Non così umilmente ti si dovrebbe bere, bensì berti in oro”, da quel giorno si continuò con la produzione e il miglioramento di questo vino.

VITIGNO: Albana

ZONA DI PRODUZIONE: romagna (ProvinCia di bologna, forli, cesena, ravenna)

Colore: giallo paglierino con RIFLESSI d'orati con l'invecchiamento

Profumo: marcati sentori di frutta gialla, pesca, albicocche, susine, buccia di agrumi, fichi, a cui fanno da profumata cornice le delicate e sontuose fragranze di fiori di ginestra, miele e pesco.

Sapore: fresco, fruttato, aromatico con una struttura robusta ed un ottima sapidità.

Molto rari in un vino bianco: il risultato è un vino elegante, avvolgente, dotato di intrigante morbidezza.

Vinificazione: in acciaio con controllo della temperatura fino al decimo di grado

Affinamento in legno: Avviene in barrique per circa un mese per esaltare la complessitÀ del vitigno Albana.

Etichette della cantina "Fattoria del Paradiso"

Abbinamenti: antipasti, coniglio alle cipolle rosse, l’oca al forno, l’anatra all’arancia, porchetta e lasagne al forno. per il pesce in generale, in particolare per i crostacei, per le zuppe e i brodetti. Si può servire anche con il fegato d'oca e con le carni bianche, specialmente col pollo in gelatina, le cervella, le animelle; può andare bene anche con minestre in brodo e creme. Molto consigliato anche come aperitivo.

Servire a temperatura di 10-12 gradi per i vini più complessi, corposi e maturi. Se il vino è giovane a 8-10 gradi.

Defilippi Barbara

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.