CLIL

Apprendimento Integrato di Lingua e Contenuto

Il CLIL ha lo scopo di insegnare nuove parole, incrementare la lingua ma anche di insegnare in maniera diversa contenuti di varie discipline, non soffermandosi eccesssivamente sulla correzione di pronuncia e grammatica, ma incoraggiando gli studenti a sperimentare lingua e contenuti.

“CLIL focuses on learning content in a foreign language, rather than learning the language itself”.

Integrare lingua e contenuti è importante e per riuscirci è fondamentale che le indicazioni di ogni attività siano chiare e comprensibili, che gli studenti lavorino in gruppo in modo cooperativo e che l’insegnante sia facilitatore dell’apprendimento: “Teachers don’t teach! They facilitate learning“

Lezione in inglese a studenti spagnoli (Faversham-Inghilterra 31/03/17): il ruolo di facilitatore dell'insegnante

Nel CLIL il coinvolgimento degli alunni è essenziale, tra TTT e STT ossia “teacher taking time” e “students taking time“, ciò a cui un insegnante deve mirare è rendere il più possibile gli alunni protagonisti, se l'insegnante assume il ruolo dominante nel discorso in classe le opportunità di sviluppare l'abilità di parlare sono gravemente limitate, pertanto il docente deve dare informazioni chiare e concise e gli alunni devono agire, devono sperimentare con lingua e contenuto ... "lanciarsi" anche facendo errori.

La gestione della classe CLIL: problemi e soluzioni.

I maggiori problemi che si possono presentare in una classe CLIL:

  • controllo di un grande gruppo;
  • tendenza a dominare di qualche alunno;
  • bassa motivazione;
  • preferenza dell’ascolto e resistenza nel parlare;
  • difficoltà nell’apprendimento del lessico specifico.

Possibili soluzioni:

  • far creare agli alunni le regole per la conduzione della lezione;
Regole scritte da alunni in aule di scuole inglesi
  • utilizzare attività accattivanti, come giochi che fanno leva sulla competizione o che permettono il movimento;
"Running dictation", gioco/attività a coppie: le sequenze a sinistra vengono ritagliate e incollate in diverse zone dell'aula, uno studente completa "fill in" (listening and writing) il testo che il compagno detta dopo aver cercato e letto l'informazione (reading and speaking), vince la coppia che completa per prima.
  • utilizzare immagini ed oggetti reali;
"Match pictures and words", etichettare le immagini: gli studenti stranieri dovevano prepararsi a visitare nel pomeriggio Canterbury, quindi dovevano conoscere la città.
  • mimare le situazioni;
Tagliare le sequenze e poi ricostruire la storia, mimando le scene: gli studenti stranieri "ascoltando, leggendo, scrivendo e parlando" in inglese hanno imparato la storia di Canterbury.
  • variare le attività che devono essere brevi, chiare e fattibili

come: completare il testo, storie “tagliate” in paragrafi da riordinare, immagini da associare a definizioni.

Per riuscire a gestire la classe occorre pianificare la lezione considerando le quattro “skills” su cui fa leva il CLIL: listening, reading, speaking and writing. Lo scopo della lezione è l'acquisizione di contenuti unitamente allo sviluppo delle quattro abilità.

E' fondamentale iniziare la lezione con un esercizio/gioco, la fase iniziale della lezione è un momento significativo, in quanto deve attivare un processo che porti all'apprendimento, occorre predisporre strategie che possano favorire l'apprendimento.

Esistono diverse tipologie di esercizi e di attività, tratte da testi specifici come

Testi di riferimento
Cruciverba con termini di aritmetica e geometria; gioco a due squadre, le definizioni sono inventate dalle squadre per descrivere al meglio le parole.
Esercizio di scrittura

Usare organizzatori grafici: i diagrammi

Flowchart/Timeline/Tree map/Fishbone map
Venn diagram/Chart/Spider map

Esempi di organizzatori grafici applicati alle diverse materie.

Tecnologia/Arte
Storia/Biologia/Fisica

“Con il CLIL possiamo insegnare una materia attraverso (in questo caso) l’inglese, ma possiamo anche insegnare inglese attraverso una materia: questa è l’essenza del CLIL”.

Proposte di attività didattiche per migliorare la lingua:

Imparare a fare le pause nel posto giusto durante la lettura/Tavola fonetica

Un'esperienza Clil: "Applications of GMOs"

Attività introduttiva tramite "Answer garden"

per ogni attività viene scandito il tempo....per questo compito i ragazzi avevano 2 minuti...

al termine di ogni azione si cerca di fissare le idee affinché avvenga il processo di apprendimento di nuovi contenuti e nuove parole...

...breve discussione e spiegazione delle parole apparse...

"future" fa nascere spontanea una disputa tra chi è pro OGM e chi no...

1° attività: "running dictation"

...e come sempre al termine fissiamo le idee....quali i concetti fondamentali? Le parole chiave?...

2° attività: "Match pictures - test"

..10 minuti...

..poi ogni gruppo sceglie un'immagine e riferisce alla classe il testo, spiegandolo con parole sue....

il tempo scade ma l'attività riprende la lezione seguente proprio da qui....

...e i ragazzi sono invitati a presentare alla classe una delle "Applications of GMOs" scoperte:

Schematizziamo le idee alla lavagna e introduciamo una nuova attività:

3° attività: "jigsaw reading"

tempo 10-15 minuti e il lavoro è fatto...

ogni gruppo viene nuovamente invitato a spiegare alla classe i disegni fatti e quindi si apre un dibattito sui contenuti:

La lezione termina con la schematizzazione delle tecniche di produzione di OGM e sul loro impiego in diversi campi...

Infine viene nuovamente chiesto agli alunni come , conoscendo meglio l'argomento, voterebbero ora nel dibattito insorto il primo giorno: OGM "crazy future" o "good future"?...

Come valutare queste attività?
  • utilizzando griglie che assegnino un punteggio ad ogni singola attività
  • questionari di autovalutazione agli alunni

"Prof....è una bella attività ma da fare ogni tanto su qualche argomento, se no è troppo peso tutto il programma"

"L'attività più bella è stata l'ultima perché disegnando sei costretta per forza a capire quello che c'è scritto...e te lo ricordi meglio!"

"Prof....io non ci capisco niente...ma perché non capisco proprio l'Inglese!"

Created By
Filomena Gibboni
Appreciate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.