BIOLUMINESCENZA È veramente Possibile che il mare diventi fluorescente?

Ebbene puó sembrare impossibile ma la risposta a questa domanda è sì. In alcuni mari infatti, grazie alla presenza di organismi come il plankton dinoflagellate, in grado di produrre un brillante bagliore notturno, le onde assumono una colorazione fluorescente che varia tra il verde e l'azzurro.

La foto scattata raffigura il mare delle Maldive soggetto a questo tipo di fenomeno.

La bioluminescenza è visibile soprattutto in mari ad alte temperature, e molto calmi. Può essere possibile quindi osservare questo fenomeno nel mar Mediterraneo? Sebbene sia molto raro e le condizioni meteo-marine non siano le più favorevoli è comunque possibile assistere alla fluorescenza marina grazie ad un certo tipo di meduse capaci di emanare luce coi loro organi. Infatti il plankton non è l'unico organismo bioluminescente, esso è affiancato da batteri, molluschi, pesci e insetti (come le lucciole) con la sua stessa caratteristica.

Perchè questi organismi fanno uso di questa proprietà?

  • Per sembrare velenose ai possibili predatori(aposematismo);
  • Per difendersi spaventando i predatori emettendo bagliori intermittenti;
  • Per comunicare dopo l'accoppiamento;
  • Per attirare le prede;
  • Per mimetizzarsi con l'ambiente circostante.

I COLORI LUMINESCENTI

Ciascuna specie dotata della proprietà di emanare bagliori, a seconda del proprio ambiente di evoluzione, emette un colore differente. I colori solitamente sono il blu, comune nell'oceano profondo, il verde, nella costa, e il giallo, nell'ambiente terrestre o in acque dolci.

Chimicamente avvengono delle reazioni di ossidazione, nelle quali l'ossigeno reagisce con delle sostanze definite luciferine, producendo energia sotto forma di luce. Le reazioni sono catalizzate da enzimi detti luciferasi. In questo processo, le luciferine vengono ossidate.

Perciò l'energia proveniente da una reazione chimica determina l'eccitazione di una molecola, nella quale un elettrone ossa ad un livello di energia superiore. Quando l'elettrone eccitato ritorna al suo livello normale, si ha un emissione di luce.

Esistono addirittura degli organismi in grado di modificare la stessa luce che emanano. In questa capacità entrano in gioco i fluofori, molecole aggiuntive in grado di cambiare tonalitá di emanazione luminosa.

È Possibile riprodurre questo fenomeno in laboratorio?

Grazie al luminol,un chemioluminescente sintetico, è possibile ottenere lo stesso risultato: la luminescenza. La differenza tra il luminol e la luciferina é che le loro reazioni sono distinte(la reazione di ossidazione del luminol non è catalizzata da un enzima ma da ferricianuro).

Procedimento:

Serena Cappi 4D

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.