Loading

EMOZIONI DI CLASSE Intorno a noi, in noi, con noi

PRIMA A 2017-2018

BEN ARRIVATI IN PRIMA!

Sono emozionata nel vedervi per la prima volta.

Sono emozionata nel vedere i vostri volti.

Sono emozionata nel vedere i vostri sorrisi timorosi.

Sono emozionata nel vedere i vostri occhi indagatori.

Sono emozionata nel sentire i vostri respiri.

Sono ... felice di conoscervi!

Che la nostra magnifica avventura abbia inizio!

CHI SONO

Sono Maria Cristina Bertarelli, la vostra professoressa "a righe". Trascorreremo tante ore insieme, pensando, scrivendo, leggendo, parlando, ascoltando e ... ogni tanto chiacchierando e ridendo.

Sono una prof. digitale con gli occhi verdi.

Esco dalla scuola al suono del campanello e mi muovo perlopiù con i piedi, le ruote, gli sci e con la macchina a volte. Ogni tanto volo.

Mi potete incontrare mentre faccio la fila, guardo nella borsa alla disperata ricerca delle chiavi, sono al cinema o parlo parlo parlo con qualcuno.

E VOI CHI SIETE? Forza ditemi i vostri nomi.

COMINCIAMO A COSTRUIRE LA NOSTRA COMUNITÀ

  • GIOIOSA
  • RISPETTOSA
  • COLLABORATIVA
  • CURIOSA

Guardiamo insieme questo spezzone dal film d'animazione INSIDE OUT.

IMPRESSIONI

  1. Cosa hai pensato mentre guardavi il video?
  2. Quali emozioni hai provato?

CONNESSIONI CON LA TUA VITA

  1. Quali emozioni hai provato alla fine della V elementare ?
  2. E durante l'estate?
  3. In che modo ti sei preparato per vivere al meglio il tuo primo giorno di scuola?
  4. Quale l'emozione predominante - ieri - questa mattina - adesso.
  5. Qual è la tua emozione-guida?

CONNESSIONI CON IL FILM

  1. Qual è il significato delle due parole inglesi che formano il titolo?
  2. Cos'è che è dentro e viene fuori?
  3. Dentro dove? E fuori dove?
  4. Chi è il personaggio del film sul piano OUT?
  5. Chi sono i cinque personaggi del film sul piano INSIDE?
  6. Perché Tristezza è messa nel cerchio? È giusto?
  7. Quali sono per voi, se ci sono, le emozioni che mancano?

CONNESSIONI CON ALTRE OPERE

  1. Questo film d'animazione ti ricorda qualcosa?

DOMANDE

  1. C'è qualcosa che non ti è chiaro?
  2. Cosa vorresti chiedere al regista?

MIXED EMOTION...

Ora costruiamo la nostra

catena delle emozioni:

  • ognuno di voi pensi al sentimento che vorrà lo accompagni durante l'anno;
  • rifletta sul perchè;
  • prenda una fascetta di carta colorata e lo scriva.

Poi le uniremo in una catena che appenderemo in aula.

In qualunque giorno dell'anno, partendo dal tuo anello, potrai aggiungere altre emozioni che vorrai condividere con la classe o di cui parleremo per riflettere sui nostri comportamenti.

Alla fine dell'anno avremo memoria delle nostre emozioni più importanti dell'anno e la NOSTRA PAPER CHAIN ci servirà come "attivatore" (presto capirai cosa significa) di scrittura. Confronteremo le emozioni di oggi con quelle provate durante l'anno fino ad arrivare all'ultimo giorno di scuola!

SCENDIAMO IN CORTILE A GIOCARE A PALLA ...

ATTENZIONE ALLE REGOLE, SONO UN ARBITRO SEVERO:

  • disponiamoci in cerchio, seduti a terra e passiamoci la palla;
  • rispondiamo alla domanda più vicina al nostro pollice destro;
  • lanciamo la palla a tutti, soprattutto a chi non conosciamo;
  • il cartellino rosso ... per spinte, gomitate, urla, schiamazzi in genere, risatine alle risposte dei compagni e lanci fuori dal cerchio.

LET'S GOOOOO!

CI SIAMO DETTI CHE È IMPORTANTE ESSERE UNA CLASSE AFFIATATA. PER DIVENTARLO ABBIAMO INIZIATO A CONOSCERE LE NOSTRE EMOZIONI E I NOSTRI GUSTI RISPETTO AL CIBO, AL TEMPO LIBERO, ALLE PASSIONI ...

ORA È IMPORTANTE FARE UNA PASSO AVANTI PER RAFFORZARE LE RELAZIONI TRA NOI. LEGGIAMO INSIEME UNA STORIA.

Beatrice Alemagna, I cinque malfatti

Ascolta la storia con attenzione, non farti ingannare dall'apparente semplicità.

LAVORIAMO A COPPIE E POI IN GRUPPO:

  1. Qual è la storia raccontata da questo albo illustrato?
  2. Trovate dei collegamenti tra la storia appena ascoltata e la vostra vita?
  3. Qual è il messaggio della storia?
  4. Conoscete altri libri, anche non illustrati, film o canzoni che si connettono a questa storia?
  5. Perché ve l'ho letta?

TORNIAMO A NOI COME CLASSE, COSA ABBIAMO CAPITO...

Aiutatevi anche con questo dipinto, esposto quest'anno alla Biennale di Venezia

Che cosa ti suggerisce?

pERCHÈ LA NOSTRA CLASSE SIA UNITA E AFFIATATA, TUTTI SERVIAMO E TUTTI, PROPRIO TUTTI, PORTIAMO QUALCOSA IN DONO... UN TALENTO!

FORZA RACCOGLIAMOLI NELLA NOSTRA

SCATOLA DEI TALENTI
  • Pensa ad una cosa che sai fare bene e che può essere importante per la classe e per i tuoi compagni.
  • Prendi un foglio e descrivila, raccontando l'emozione che l'accompagna. Rendi artistico il tuo lavoro.
  • Leggi alla classe il tuo talento.
  • Metti il foglio piegato nella SCATOLA DEI TALENTI.
  • Ogni volta che acquisiamo un talento, lo metteremo nella scatola.
  • Ogni volta che ne avremo bisogno, andremo a cercare nella scatola, perché i talenti non devono rimanere lì chiusi, ma devono essere condivisi e messi a disposizione di tutti, soprattutto di chi ha bisogno.

E ALLA FINE DELL'ANNO RIAPRIREMO LA SCATOLA ... COSA AVREMO IMPARATO? CHISSÀ?

ALLORA

TESSIAMO INSIEME le nostre emozioni e i nostri talenti, perché la nostra classe sia il regno della fantasia, dell'immaginazione e dei sentimenti, dove tutti, ma proprio tutti, possano entrare.

bUON ANNO SCOLASTICO

CHE CI PORTI NELL'IMMENSITÀ DI NOI STESSI...

Grazie per gli stimoli alle colleghe Loretta De Martin, Agnese Pianigiani, Sabina Minuto e Anna Bandini.

Created By
Maria Cristina Bertarelli
Appreciate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.