Come iniziare a meditare Per la 'mia' Francesca

Ovviamente tutte più o meno ci avviciniamo alla meditazione nel momento in cui ci sentiamo esauste e soprattutto sopraffatte dallo stress. Io per prima mi sono avvicinata a questa pratica esattamente per questo motivo. Solamente quando la meditazione diviene una abitudine quotidiana, come il lavarsi i denti, bere o mangiare, possiamo comprenderne appieno il valore, e questo è solo una questione di pratica.

Il bello della meditazione è proprio questo, lei farà quello che deve indipendentemente dal fatto che tu ci creda oppure no. Come bere un bicchiere di acqua: potrai rifiutarti di credere di aver bevuto ma... l'acqua sarà finita nel tuo stomaco, indipendentemente dalla tua credenza. Ci sono centinaia di studi ( una piccola ricerca in rete ti basterà per trovarli ) sui benefici a livello neurologico che la pratica meditativa costante attua all'organismo.

Puoi avere ciò che vuoi se semplicemente sei disposto a liberarti della convinzione che tu non puoi averlo

All'inizio può essere frustrante, ci vuole un po' di pazienza, ma i benefici arriveranno velocemente, quindi, NON DEMORDERE.

La cosa più frequente che succede è che tu ti metti lì, seduta tranquilla, decisa come non mai, e la tua mente tutto fa meno che svuotarsi.

Arriveranno pensieri che porteranno ad altri pensieri e ti ritroverai con in testa la lista della spesa o il collega d'ufficio.

L'inizio è la metà del tutto

È normale. Succede ancora a me che oratico da tempo e penso che succeda anche ai monaci Zen!

Con il tempo imparerai a riconoscere un pensiero che arriva e imparerai a lasciarlo andare subito, entrerà e uscirà dalla tua testa, senza sostare.

Per prima cosa devi cercare una posizione comoda. Quella del Loto, con le gambe incrociate è la classica ma non è obbligatoria, io ad esempio medito distesa sul letto, riesco così a rilassare tutta la muscolatura. Ci faccio proprio la meditazione:, mi dico: adesso rilasso la testa, gli occhi, il mento, la fronte, il collo, le spalle, lo sterno etc.

Inizia con periodi brevi, cinque minuti al giorno finché non ti senti di aumentare per arrivare poi al tuo tempo ideale

Le azioni sono molto più potenti delle parole

Io dedico a questa pratica venti minuti al giorno, se sono particolarmente oberata trenta.

Meno tempo ho è più cose ho da fare più medito, perché la qualità del tempo che poi ho è migliore e più produttiva

Inizia focalizzandoti sul tuo respiro. Fai respiri profondi. Inspira molto profondamente, trattieni per due secondi e espira lentamente, fino in fondo. Concentrati completamente sul tuo respiro. Senti l'aria che passa dal naso, la pancia che si gonfia. I pensieri arriveranno, appena te ne accorgi torna a pensare al respiro. Scegli un posto tranquillo dove nessuno può disturbarti.

È un momento solo tuo

Non pensare al tempo, metti una sveglia, così non dovrai preoccuparti del tempo.

Ricordati che non esiste meditazione giusta o errata, esiste solo la meditazione

Ti lascio due link per le tracce da sentire rigorosamente con gli auricolari, soprattutto la seconda traccia che sfrutta i suoni bineuronali

https://youtu.be/XAWoE-JCwvc

https://youtu.be/pKMEHgSJKkM

Io uso i suoni bineuronali perché sono molto efficaci e riescono a portare allo, stadio meditativo con facilità ma possono essere più 'pesanti ' all'inizio, quindi ti ho messo prima una semplice musica rilassante

Dimentica gli errori. Dimentica il fallimento. Dimentica tutto trova quello che che hai intenzione di fare e fallo adesso! Oggi è il tuo giorno

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.