Loading

PROGETTO EDUCATIVO PER SPIEGARE IL TUMORE AI BAMBINI

PREMESSA

Il tema della comunicazione in oncologia pediatrica riveste un ruolo fondamentale. Molti studi hanno chiaramente messo in evidenza come una buona comunicazione equipe-bambino-genitori, e la condivisione delle scelte terapeutiche, favoriscano un migliore adattamento psicologico alla malattia e contribuiscano a creare una sana alleanza terapeutica

Al contempo, il tema delle modalità con cui effettuare una giusta comunicazione risulta ancora di difficile interpretazione e applicazione.Quando viene fatta la diagnosi di tumore ad un bambino spiegargli quale sarà l’iter terapeutico e gli effetti che questo comporterà è particolarmente complesso. Diventa anche difficile per i genitori capire: “cosa comunicare? Fino a che punto informarli? Cosa rispondere loro se chiederanno maggiori informazioni?”. Un idea sbagliata potrebbe essere quella di evitare il coinvolgimento del bambino “… non c’è bisogno che i bambini sappiano cosa sta capitando”, basterà confortarli e escluderli dal sopportare il peso dell’informazione.

Al contrario è ormai noto che i bambini manifestano meno disagio e meno ansia quando sono chiaramente informati di ciò che stanno vivendo anche se non sono in grado di comprenderlo pienamente. Quindi, anche se questo è un compito difficilissimo, è importante tenere presente che spiegare ai bambini la malattia e l’ospedalizzazione può essere d’aiuto per entrambi.

Esistono diversi tipi di tumore, diversi tipi di trattamenti e decorsi di malattia. In oncoematologia pediatrica negli ultimi anni sono aumentati anche i bambini inseriti in percorsi di sperimentazione, che prevedono la somministrazione di farmaci innovativi che prevedono controlli diversi rispetto alla cura standard.

L’obiettivo di questo progetto informativo/educativo, sostenuto dall’Associazione Italiana di Oncoematologia pediatrica e realizzato dal Gruppo di Lavoro Infermieristico, è quello di rendere disponibili materiali in formato digitale al fine di sostenere il personale sanitario e i genitori nel difficile compito della comunicazione per aiutare i bambini ad affrontare un momento di vita così difficile come quello che si caratterizza in seguito alla scoperta di una patologia oncoematologica.

Scopri direttamente i contenuti video o leggi sotto la nostra storia di Alex ed i suoi amici...

La storia di un Super Eroe

Ciao, io mi chiamo Alex...
...nessuno sapeva dirmi cosa sono i tumori, cosa sarebbe successo al mio corpo e cosa avrei dovuto affrontare...
Ad aiutare me e la mia famiglia in ospedale ci hanno pensato loro: DOTTORI, INFERMIERI, PSICOLOGI che mi hanno spiegato moltissime cose...
Avevo molta paura... ma grazie a loro ho capito cosa fossero i tumori.
E questo vorrei raccontarlo anche a te. Guarda qui:

ma come si curano i tumori?

Alex si domandava...
Ci sono molte terapie che servono per guarire dal tumore. Mi hanno parlato di Chemioterapia ed Immunoterapia...

Vuoi sapere anche tu qualcosa in più su di loro?

Tramite un simpatico robot le medicine entravano nel mio corpo e mi aiutavano a guarire!
Alcuni farmaci ancora non si conosco bene. Per questo in oncologia si parla spesso di Sperimentazione Clinica. Questo è capitato anche ad Alex... ma può capitare a tutti...

Non devi preoccuparti!

Ricevere un farmaco sperimentale... è come salire su un palco scenico e tutti vogliono sapere come stai!
Perché spesso i farmaci sperimentali si conoscono poco e vengono studiati da molti scienziati per renderli sicuri per tutti i bambini.
Il nostro viaggio per ora è finito...

puoi rivedere le avventure del piccolo eroe Alex e dei suoi amici in qualsiasi momento.

Ma ora corri ad avvisare i tuoi amichetti che sono con te in ospedale e parlagli di noi!!

PROGETTO REALIZZATO GRAZIE A:

Grazie al sostegno non condizionante di:

Credits:

Valentina Calvani & Fabiana Iacolucci