L'OSPITE Il film

un’opera prima coraggiosa e tutt’altro che scontata

Mauro Gervasini, FilmTv

Sinossi

Aprile 1944. Firenze è occupata dai tedeschi. In una villa poco distante dalla città, il filosofo Giovanni Gentile attende un misterioso ospite.

Tra i fantasmi del passato e gli incubi del presente, abbandonato da amici e colleghi dell'università, l'uomo deve fare i conti con le proprie scelte, le decisioni di una vita

Trailer

La libertà, l'identità, la dialettica del pensiero sono strette nella morsa dei tempi, che impongono i loro schieramenti

Antonella Mancusi, Cinematografo Rai Uno

Aprile 1944

Cast Artistico

Amerigo Fontani nel ruolo di Giovanni Gentile

Luca Guastini nel ruolo di Cesare

Sonia Coppoli nel ruolo di Teresa

Alessio Sardelli nel ruolo di Delio

Marcellina Ruocco nel ruolo di Erminia

Gianluca Brundo nel ruolo del Prefetto

Paolo Giommarelli nel ruolo di Benedetto

Sebastiano Colla nel ruolo di Pavolini

Michele Pagliai nel ruolo di Walter

Giacomo Dominici nel ruolo dell'attendente

Carlo Ciappi nel ruolo di Dollmann

Annamaria Iacopini nel ruolo di Anna

Federico Loddo nel ruolo di Bruno

Una sospensione angosciante...un'attesa continua...

Piero Meucci, StampToscana

Cast tecnico

Direttore della fotografia Giovanni Battista Marras

Scenografia Elena Medori

Costumi Cinzia Aggio

Montaggio Francesco Mazzei

Fonico Lorenzo Cardelli

Make Up Giulia Maran

Direttore di produzione Monica Sperandio

Aiuto regia Cecilia Muzzi

Rigore espressivo

Giancarlo Zappoli, MyMovies

Regia e sceneggiatura

Ugo Frosi

Nato a Roma, si laurea con lode in Lettere all'università La Sapienza con una tesi sul teatro barocco. Studia regia a New York.

Ha scritto e diretto un cortometraggio, Calos cai Agatos, riconosciuto di interesse culturale nazionale da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, selezionato da diversi festival.

L'Ospite è il suo primo lungometraggio

L'ospite...è la Storia che sta per bussare alla porta per l'ultimo appuntamento con il destino...

Elisabetta Vagaggini, InToscana.it

Produzione

Francesco Paolo Montini

Fonda nel 1996 la Movie Factory S.r.l. società di produzione e distribuzione cinematografica indipendente.

La Movie Factory ha prodotto e distribuito diversi lungometraggi, cortometraggi e documentari

Del 2013 è il lungometraggio Perfidia, prodotto in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna, selezione ufficiale al Festival di Locarno.

L'Ospite è stato prodotto dalla Movie Factory con il sostegno della Regione Toscana e la collaborazione della Toscana Film Commission

Cast

Amerigo Fontani (nel ruolo di Giovanni Gentile)

Nato a Firenze, affermato attore di prosa, si diploma alla bottega teatrale di Vittorio Gassmann nel 1979.

Ha recitato al cinema nel film premio Oscar "La vita è bella" del 1997 (dove interpreta Rodolfo, il rivale in amore di Roberto Benigni), nei film "La terza stella" del 2004, in "Stagione di caccia" nel 2008, e ne "La Suite" del 2010. È inoltre noto protagonista di diverse fiction televisive.

Amerigo Fontani in una scena del film

Luca Guastini (nel ruolo di Cesare)

Nato a Livorno il 9 marzo 1982, esordisce sul grande schermo nel 2010 con "Exit: una storia personale" di Massimiliano Amato, ruolo per il quale riceve il premio come miglior attore protagonista al Festival du cinéma italien d'Annecy. Nel 2011 è in "Acciaio" trasposizione cinematografica dell'omonimo romanzo di Silvia Avallone, per la regia di Stefano Mordini e presentato alle Giornate degli Autori.

Luca Guastini in una scena del film

Note di regia

"...manca l’aria e il respiro. Manca la voglia di guardarsi intorno, di cercare lo sguardo degli altri..." Gentile scrive queste parole nel gennaio del 1944, poco tempo prima di essere ucciso.

Al centro Giovanni Gentile

In quei giorni drammatici di guerra, l'ostilita' dei suoi amici e allievi lo costringe ad un silenzio che diventa ultima occasione di riflessione sulla vita, sul senso dell'esistenza.

Ciò che mi ha interessato in questa vicenda che ha i toni di una tragedia scespiriana, è stata la possibilità di indagare cosa nascondono le nostre scelte, le nostre decisioni quando ogni certezza quotidiana svanisce e improvvisamente dobbiamo fare i conti con noi stessi, in un corpo a corpo furioso con i nostri ricordi, i nostri incubi, la nostra coscienza.

Dramma dell'identità, storia privata, che qui però coincide con la storia rimossa di una nazione.

Interpretato con sorprendente adesione

Pedro Armocida, Il Giornale

Dramma dell'identità, storia privata, che qui però coincide con la storia rimossa di una nazione
Una pagina di "Genesi e struttura della società" di Giovanni Gentile annotata dal regista

Relazione storico-culturale

L’Autore si e' servito con attenzione e scrupolo di articoli, di manifesti, di documenti radiofonici, di brani diaristici, qui riportati con sostanziale fedelta' rispetto all’originale. Sotto questo punto di vista, l’attenzione e la precisione che hanno connotato l’azione di Ugo Frosi fanno di questo testo un utile presupposto a che si addivenga ad una pellicola di interesse culturale nazionale, non solo per il tema che tratta, ma per la metodologia seguita nel suo realizzarsi.

Prof. Giuseppe Parlato.

(Docente di storia moderna e contemporanea. Autore, tra gli altri, di “La sinistra fascista. Storia di un progetto mancato” Il Mulino, 2000.)

Location

Le riprese si sono svolte principalmente nella villa quattrocentesca di Poggio San Felice, dimora storica appartenuta alla famiglia dei Pazzi. Si racconta che vi ha soggiornato Cavour.

La villa sorge sulle colline di Arcetri, a sud di Firenze.

Villa Poggio San Felice

Non siamo distanti dai luoghi dove si sono svolti i reali fatti storici, Fiesole e la villa del Salviatino dove risiedeva Gentile in quegli anni, sono infatti a pochi chilometri di distanza.

Cinema e Pittura
Da sinistra in alto: Michele Pagliai, Sonia Coppoli, Federico Loddo, e Luca Guastini
Amerigo Fontani sul set
Da sinistra: Alessio Sardelli, Luca Guastini, Michele Pagliai, Sonia Coppoli
Gianluca Brundo, il Prefetto, durante le prove
Marcellina Ruocco sul set
La costumista Cinzia Aggio al lavoro
Amerigo Fontani in una scena del film

Artwork

Bozzetti del regista

Da sinistra Walter, Dollmann, il Prefetto
Sonia Coppoli e Luca Guastini in una scena del film
A sinistra un bozzetto del regista a destra una scena del film

Curiosità

Sul set erano presenti gli occhiali e la custodia originali di Giovanni Gentile, ma non sono stati usati in scena.

Gli occhiali e la custodia originali del filosofo

Musiche

Le musiche del film sono di Bela Bartok. Due quartetti per archi, il n.5 e n.1, che l'autore scrisse negli anni trenta.

Bela Bartok

Sono considerati tra i più importanti e rivoluzionari quartetti del novecento musicale.

L'adagio del quartetto n.1 usato nel film, veniva ritenuto dal compositore un vero e proprio requiem.

Se ne L’Ospite di dramma si parla, è un dramma della presenza, del suo affermarsi e negarsi

Federico Maria Monti

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.