Loading

Una serata insieme ...al femminile! | 2 maggio 2020 - INIZIO DEL MESE MARIANO

IMMAGINI - TESTI - PAROLE

IL CARISMA FEMMINILE NELLA FRATERNITA': Una presenza che è come un profumo

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI

Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Làzzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Làzzaro era uno dei commensali.

Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo.

Allora Giuda Iscariòta, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: «Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.

Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché ella lo conservi per il giorno della mia sepoltura. I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me».

Intanto una grande folla di Giudei venne a sapere che egli si trovava là e accorse, non solo per Gesù, ma anche per vedere Làzzaro che egli aveva risuscitato dai morti. I capi dei sacerdoti allora decisero di uccidere anche Làzzaro, perché molti Giudei se ne andavano a causa di lui e credevano in Gesù.

_________________

Testi di Madeleine Delbrel

La parola di Dio non la si porta in capo al mondo in una valigia: la si ha in sé, la si porta in sé.Non la si ripone in un angolo di noi stessi, nella memoria, come sul ripiano di un armadio. La si lascia arrivare fino al fondo di sé, fino a questo cardine su cui ruota tutto ciò che siamo. (da La santità della gente comune)

Facci vivere la vita non come una partita a scacchi dove tutto è calcolo non come una gara dove tutto è arduo non come un problema da romperci la testa non come un debito da pagare ma come una festa, come un ballo, come una danza fra le braccia della tua grazia. (da Humour nell’amore)

Il genio femminile nella Chiesa - Chiediamo a Maria di penetrare nel Mistero della Chiesa attraverso la porta che ci è propria, di camminarvi attraverso dei sentieri che sono nostri. Chiediamo a Maria di non essere nella Chiesa delle specie di suffragette eccitate, e nemmeno le ombre tremanti dei nostri fratelli uomini. Chiediamole di immettere nella famiglia dei figli di Dio ciò che ci è proprio, rafforzato, dilatato, "smisurato" dalla grazia. (...) Che noi siamo vere, conformi a ciò che Dio inventò quando volle creare la donna. (...) La Nave della Chiesa non ha finito il suo viaggio. Agli uomini il ponte, lo scafo, gli alberi..., ma per le vele, non c'è modo di fare a meno di noi. Senza contare che essi hanno sempre voglia di motori e che il vento dello Spirito Santo non ha mai saputo che farsene. (Da La donna e la Chiesa, testo scritto nella solennità dell'Immacolata dell'anno mariano 1953)

Il filo del vestito - Nella mia comunità Signore aiutami ad amare, ad essere come il filo di un vestito. Esso tiene insieme i vari pezzi e nessuno lo vede se non il sarto che ce l'ha messo. Tu Signore mio sarto, sarto della comunità, rendimi capace di essere nel mondo servendo con umiltà, perché se il filo si vede tutto è riuscito male. Rendimi amore in questa tua Chiesa, perché è l'amore che tiene insieme i vari pezzi.

La parrocchia missionaria - La parrocchia missionaria, cellula della Chiesa, deve vivere la doppia vocazione di essere sempre più «stabilita» e sempre più «inviata».

  • Stabilita. Il popolo di Dio che essa raduna deve sviluppare vigorosamente la vita che le è propria e farla crescere assieme alla vita umana, nei figli che diventano figli di Dio. La sua vita propria è soprannaturale; la sua autorità, il suo insegnamento, la sua missione, i suoi mezzi hanno una dimensione divina: vengono da Dio e sono per Dio. È una vita perché Dio è vivente […] E’ una vita indissolubilmente filiale e fraterna, perché il Dio vivente è nostro Padre, perché essere suoi figli ci rende fratelli tra di noi. L’ambizione di questa vita è “impossibile agli uomini”.
  • Inviata. Quel che la parrocchia missionaria deve proporre agli indifferenti e ai non credenti è ciò che la rende la più estranea al mondo che essi costituiscono: la sua fede. Ma perché la fede sia intesa, il suo messaggio capito, è necessario che coloro i quali l’annunciano accettino di essere separati dal mondo solo per la fede; che vogliano essere uniti agli uomini di questo mondo come fratelli di uno stesso sangue e di uno stesso destino; che siano estranei a causa della loro fede, ma per nulla a causa di se stessi. […] La lucidità delle parrocchie missionarie è stata e deve essere grande per impedire che noi facciamo di essa non una straniera ma la partigiana di un clan sociale, non la maestra di eternità ma la specialista del passato, non la fornitrice di vita eterna ma di uno stile di vita terreno, non la traduttrice del mistero per tutti ma una scienziata senza linguaggio popolare” (da “Caratteristiche di una parrocchia missionaria”, in: Noi delle strade, Gribaudi, Milano 1969, rist. 2002, p. 197-198).

_________________

MUSICA E PAROLE

"Grace finds goodness in everything" / La Grazia trova il buono in ogni cosa

"Nella musica degli U2 ci sono cattedrali e strade. Le strade conducono alle cattedrali e mentre ci cammini ti senti nervoso, come se qualcuno ti seguisse. Se ti volti non c’è nessuno. Poi finalmente entri nelle cattedrali e solo allora capisci che c’era davvero qualcuno che ti seguiva: Dio" Bono vox

Avvenire.it "Quanta Bibbia negli U2">>

I DISEGNI DI CHIARA BASSIS

Chiara è in via di trasferimento in una canonica di Bra (CN) con il marito Luca e i loro bimbi per un esperienza di missione a Km0.

CON ENTUSIASMO "Liberare le sorgenti/celebrare i silenzi/e spiegar loro le ali, / gridare la vita muta, timida, disarmata, / suscitare i sogni, / camminare sul filo del giorno,/ mantenere il cuore sul quadrante solare,/ diffondere l'amicizia, / creare con la contrazione dell'essere, / carpire il segreto vitale." (Colette Nys-Mazure)

UNA CASA CHE ACCOGLIE, UNA CASA CHE GENERA VITA
ASCOLTO E GENRATIVITA' - "Raccogliere la Parola perchè fiorisca".
RELAZIONI MATERNE LIBERE E "SANE" - Occhi attenti: un occhio di cura per i propri figli biologici e "nella fede", un occhio verso il mondo. Non vivere ripiegati su di sè e sulla propria famiglia.

.

_________________

Grazie della condivisione...

Tanti aspetti così diversi, ma nel quotidiano servono proprio tutti!! - spunti preziosi - A volte ci sentiamo come degli acrobati, con tanti ruoli diversi insieme.

Sorriso e profumo - Il profumo si è respirato anche davanti allo schermo. Grazie a tutte! - Grazie perchè ci voleva proprio un po' di profumo in questo periodo! - L'umorismo (ed il sorriso) fanno parte della capacità di cura.

In questo tempo di attese e distanze...vi ho sentite vicine! - E' stato bello "incontrarvi" tutte! - Attesa è anche attendere i tempi degli altri (del marito, dei figli, dei preti, della comunità,...) - Siamo allenate ad attendere, si attende 9 mesi...

...un silenzio carico di attesa ed ...attenzione. Mi richiama alcuni tratti del volto di Dio. - Calore e accudimento - Capire il tempo dell'altro e lasciare spazio.

affidamento: sentirmi limitata mi fa bene, mi aiuta a percepire lo spazio reale della Grazia di Dio nella vita e nella morte delle persone - Affidarsi dipende da quanto permetto all'altro di entrare nella mia vita e nel suo ritmo. - Maschi e femmine si completano.

Le donne aprono cammini - Hanno la capacità di "cogliere i segni" - Osare un passo in più : sperimentiamo la ricerca continua di equilibrio tra attendere e "osare".

_________________

UN CONTRIBUTO ARRIVATO IN RITARDO ....UMORISMO E RELAZIONI

Elena con il marito Marcello vive alla Querce della Porrettaccia, una casa aperta all'accoglienza a Predappio Alta. La casa ospita anche Esercizi di spiritualità ignaziana per coppie e famiglie e collabora attivamente con la diocesi.

_________________

SUI PASSI DI MARIA

Donna dell'attesa e madre di speranza

Donna del sorriso e madre del silenzio

Donna di frontiera e madre dell'ardore

Donna del riposo e madre del sentiero

Donna del deserto e madre del respiro

Donna della sera e madre del ricordo

Donna del presente e madre del ritorno

Donna della terra e madre dell'amore

Ora pro nobis.

... con l'impegno a scoprire ogni giorno la bellezza del dono di essere donne.

Credits:

Famiglie missionarie a km0 (e pixabay)