Loading

LO SPAZIO VUOTO SUDDIVIDERE LA POESIA IN VERSI E STROFE

Non esistono regole fisse per andare a capo o suddividere in strofe una poesia, poiché le scelte sono molto soggettive. Qualche suggerimento o spunto però può essere utile per il nostro lavoro.
PRIMA MINILEZIONE

Ispirata fortemente da Chandra Livia Candiani

IL SILENZIO NELLA POESIA

Un verso anonimo di un poeta del Nicaragua dice: "Un poeta siente", cioè SENTE, ASCOLTA, PERCEPISCE, OSSERVA, AVVERTE, HA PRESENTIMENTO.

Per sentire c'è bisogno di SILENZIO

Non il silenzio che incute paura, che si ottiene con "Silenzio!" gridato, ma quel silenzio che è piacere (come nel vostro momento di lettura personale), che permette l'ascolto di sé, dell'altro, del mondo che ci circonda.

IL SILENZIO NELLA POESIA VIENE TRASMESSO DALLO SPAZIO VUOTO, BIANCO, ANDANDO A CAPO E SUDDIVIDENDO IN STROFE

Osserviamo la poesia che abbiamo già conosciuto di Giuseppe Ungaretti.

Scritta in questo modo vi trasmette le stesse sensazioni? SENTITE delle differenze?

TOCCA A NOI!

PER PASSARE AL VERSO SUCCESSIVO BISOGNA FARE... DEI BALZI DA GATTO! PROVIAMO A INVENTARE UNA POSSIBILE VERSIFICAZIONE DELLA POESIA CHE E' SCRITTA SUI FOGLIETTI. LEGGIAMO E RILEGGIAMO AD ALTA VOCE PER STABILIRE DOVE INSERIRE LE PAUSE, DOVE FARE SILENZIO. ALLA FINE POI CONFRONTEREMO CON LA VERSIONE ORIGINALE.

Ed ecco l'originale!

IL SILENZIO E' IMPORTANTISSIMO PER UN POETA. LO SPAZIO VUOTO, BIANCO PERMETTE DI FERMARSI, DI RESPIRARE, DI ASCOLTARE, DI ASSAPORARE LE PAROLE.

Il silenzio, però, nella nostra vita non è l'assenza di rumori, ma il loro sfondo, il loro riposo.

Nel silenzio

di Roberto Piumini

Nel silenzio, signori e signore,

ci sono molti suoni,

molto rumore.

C'è il ssss del vento,

c'è l'iiii del violino,

c'è illlli del rubinetto,

c'è l'eeee della sega,

c'è il nnnnn della nave,

il zzzzz della zanzara,

l'iiiii dei fischi

e l'ooo dello stupore.

Nel silenzio, come vedete,

c'è molto suono, signori e signore,

c'è molto rumore.

Leggiamo e ascoltiamo alcune poesie di bambini più o meno della vostra età sul silenzio (proprio così come le hanno scritte):

Melany, 11 anni, peruviana

Il silenzio

Il silenzio non è solo stare zitti

ma è la tua pace interiore

e sta nelle cose di tutti i giorni:

nella corsa di un bambino,

nel volo degli uccelli,

nella pioggia e nella neve

che cade libera e si posa delicatamente

come una ballerina nel suo spettacolo.

Questo è il silenzio, che vedere non si può,

ma tenerlo sì.

E devi solo trovarlo

perché il silenzio

sei tu.

Matteo, 8 anni, italiano

Il silenzio

Il silenzio che sta nella mia casa

a volte

viene combattuto da un grillo

o una moto

ma quando i rumori passano

il silenzio ritorna a trionfare

e quando mi sveglio nella notte

sento che il silenzio è qui

con me

sia vicino che lontano.

Cheng, 11 anni, cinese

Il silenzio

Il mio silenzio è il suono paura

suono terrore suono sentimento suono

terribile suono felice e suono forte.

Giulia, 8 anni, italiana

Il silenzio

Un giorno di pioggia

suona il campanello

vado ad aprire

non c’è nessuno

poi mi accorgo

era la grandine

spinta dal vento.

Chiudo la porta

chiudo gli occhi

e silenzio.

(Poesie raccolte da Chandra Livia Candiani)

TOCCA A NOI!

ORA ASCOLTIAMO PER CINQUE MINUTI IL SILENZIO E SCRIVIAMO SUL NOSTRO TACCUINO CHE COSA CI DICE E CHE COSA CI TRASMETTE.

METTIAMOCI IN POSIZIONE D'ASCOLTO; POSSIAMO ANCHE CHIUDERE GLI OCCHI. SENTIAMO QUELLO CHE CI ARRIVA, SENZA PREOCCUPARCI DI SCRIVERE PER FARE COLPO.

E LASCIAMO SPAZIO LA' DOVE CI SEMBRA NECESSARIO, DOVE BISOGNA FERMARSI, RALLENTARE, FARE UNA PAUSA.

Provate anche a casa, ogni giorno, a dedicare qualche minuto al silenzio e annotate sul vostro taccuino quali sono le parole che vi comunica, che fa rimanere aggrappate al vostro cuore.

Buon silenzio a tutti!

SECONDA MINILEZIONE

Da Chiara Carminati "Perlaparola"

IL RESPIRO NELLA POESIA

Andare a capo, versi, strofe, spazio, silenzi, pause ci permettono, dunque, di capire meglio la poesia, il suo significato, di far risuonare le parole, di fermarsi e di respirare.

Andare a capo

di Valerio Magrelli

Adesso andiamo nella neve

fresca

adesso scivoliamo ma

curvare

in questa nuvola di luce e d'aria

fresca

ma curvare è difficile

curvare

TOCCA A NOI!

ASCOLTIAMO LA POESIA "CI SONO GATTI E GATTI" DI MOLESINI. VERRÀ LETTA SENZA PAUSE. CONCENTRIAMOCI E PRESTIAMO ATTENZIONE.

QUANTI GATTI CI SONO RIMASTI IMPRESSI NELLA MENTE?

PRENDIAMO NOTA SUL NOSTRO QUADERNO DI ITALIANO.

ORA ASCOLTIAMO LA LETTURA DELLA MEDESIMA POESIA CON PAUSE E SILENZI, RESPIRANDO...

E ORA? SICURAMENTE LE PAUSE CI HANNO DATO IL TEMPO DI "VEDERNE" DI PIÙ. VERO?

Andare a capo, isolare le parole, usare le strofe e i versi è utile per segnalare dove RESPIRARE e fermarsi.
TOCCA A NOI!

PROVIAMO A LEGGERE TUTTO D'UN FIATO LA POESIA "BOA CONSTRICTOR" DI SHEL SILVERSTEIN E "NAPOLI SENZA SOLE" DI GIANNI RODARI

Boa constrictor

Sto per essere inghiottito

da un boa, boa, boa

sto per essere inghiottito

da un boa constrictor.

E questo non mi piace,

vi assicuro, neanche un po’.

Mi attorciglia

la caviglia,

mi attanaglia

le ginocchia,

mi si abbocca

tutto al finaco;

il costato

m’ha già tutto

stritolato!...

Cos’è questa?

O spavento,

è la sua testa

che s’inghiotte

la mia testa,

che s’inghiotte

la mia tesmmmmmmmmmmmmmffffffffffff….

Napoli senza sole

di Gianni Rodari

Filastrocca del Pallonetto,

vicolo storto, vicolo stretto,

senza cielo e senza mare,

senza canzoni da cantare...

Chi farà musica e parole per te,

Napoli senza sole?

CHE SENSAZIONE AVETE PROVATO LEGGENDO SENZA RESPIRARE? É PIACEVOLE LEGGERE IN QUESTO MODO? LEGGERE SENZA RESPIRARE, SENZA PAUSE, PERMETTE A CHI LEGGE E A CHI ASCOLTA DI GUSTARE LE PAROLE, DI GODERE DEL SIGNIFICATO?

Per concludere: è fondamentale, nella scrittura di una poesia, scegliere con cura e attenzione dove andare a capo, utilizzare le pause per respirare, i versi e le strofe per comprendere e far comprendere al meglio ciò che si sta leggendo e per rendere intense le parole che scegliamo.

Godiamo del respiro in ogni cosa che facciamo e così produciamo l'energia della consapevolezza che ci aiuta a entrare in contatto profondo con la vita.

Thich Nhat Hanh, monaco buddista e poeta vietnamita

Buon lavoro!

Created By
elena garroni
Appreciate

Credits:

pixabay.com

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.