"Una Milano che non riconoscerei" Lorenzo Franzetti

.

Com'è realmente la città di Milano?

Come può essere descritta?

"Dal proprio punto di vista"

Chi è Lorenzo Franzetti ?

Lorenzo Franzetti è uno scrittore italiano nato ad Angera, una bellissima città che si affaccia al Lago Maggiore.

Ha trascorso per circa 15 anni una vita da pendolare, durante la quale era costretto a viaggiare per molte ore al giorno. Ma è stato proprio grazie a questo che ha potuto sviluppare la sua passione per la scrittura.

Il libro

Il libro scritto da Lorenzo, "Dove finisce Milano" nasce da un semplicissimo blog, creato e aggiornato da lui stesso nei lunghi momenti d'attesa mattinieri ma soprattutto in quelli di arrabbiatura nei quali doveva sfogarsi.

Il ritmo dei racconti è abbastanza rapido, pensato per il blog che ha come vantaggio il fatto di invogliare la lettura di tutti coloro interessati senza annoiare, ma al contrario trasmette un messaggio chiaro e preciso.

I racconti sono basati su fatti reali che accadono nella vita di tutti i giorni, in particolare nella periferia di Milano, dove l'autore ha deciso di ambientarli perché ricca di particolari e differenze.

Queste differenze sono legate perlopiù alle disuguaglianze della popolazione che portano anche a conflitti e idee completamente differenti nelle quali non ci si riconosce.

Hanno spesso come personaggio principale una componente anziana che esprime la sua opinione e il suo punto di vista di un luogo che ormai non riconosce più e di cui non si sente parte.

Lo scopo del libro

"L'idea della creazione di questo libro deriva dalla voglia di comunicare e mandare un messaggio al pubblico con anche un pizzico di ironia del luogo e della vita dei quali siamo protagonisti".

"Io penso che oggi ci troviamo in un mondo in via di costante sviluppo, dove conta più apparire che essere talentuoso, in un mondo nel quale è difficile avere un proprio stile a causa di compromessi che ci portano a rinunciare alla nostra personalità".

"Ho deciso proprio di ambientare questi racconti nella zona della periferia perché a differenza del centro è un luogo ricco di disuguaglianza, dove è facile paragonare i modi di pensare, la popolazione, i contrasti religiosi...che sono argomenti molto importanti per la crescita e lo sviluppo".

Un importante consiglio d'autore !

"Bisogna essere capaci nella vita di non essere sempre protagonisti, ma anche imparare ad osservare la situazione che ci sta attorno ed entrare per alcuni istanti nella mente delle altre persone solo per capire ciò che accade nella vita reale di tutti i giorni"

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.