Loading

I gemellaggi per accompagnare la didattica della scuola della vicinanza

Step 1 - 09 marzo 2020 - Costituzione Hub Interregionale tra Istituto Comprensivo I.C. Govone (Cuneo) - Istituto Comprensivo Viale Lombardia Cologno Monzese e Istituto Comprensivo "M.K. Gandhi" Rottofreno -Piacenza

Denominatore comune l'appartenenza al Movimento di Avanguardie Educative

e alla Rete Bibloh (20 Istituzioni scolastiche distribuite sul territorio nazionale per le biblioteche innovative) ---> Rete genera Rete

  • Mission: promozione di gemellaggi sul territorio di riferimento, perchè la Didattica a Distanza possa diventare Didattica della Scuola della Vicinanza
  • Confronto che proseguirà con cadenza settimanale, per condividere buone pratiche e rispondere insieme alle necessità che dovessero emergere lungo il percorso
L'esperienza delle scuole del Primo Ciclo della provincia di Piacenza
Step 2 - 17 marzo 2020 - Costituzione di un Hub territoriale “Insieme per Con-dividere…” con 12 Istituzioni scolastiche del primo ciclo
Step 3 - 27 marzo 2020 - Adesione di tutte le Istituzioni Scolastiche del primo ciclo della provincia all'Hub costituito

Quali motivazioni hanno indotto le Istituzioni Scolastiche ad aderire alla iniziativa? Essenzialmente, il desiderio di condivisione per "accorciare" le distanze e favorire la diffusione di buone pratiche, riducendo il peso e la fatica di un lavoro di riprogettazione e ricalibrazione delle azioni didattiche da mettere in campo. Con quali strumenti?

  • Webinar settimanali, per mantenere attivo e continuo il confronto
  • “Tavoli tecnici” per le azioni di sistema (dirigenti scolastici, animatori digitali ed altre figure di sistema) sulle tematiche individuate per la rilevanza e la complessità - attualmente, "valutazione", "inclusione" e "relazione scuola-famiglia"
  • Supporto operativo per tutti i docenti del primo ciclo, garantito da attività di consulenza da parte di Animatori Digitali senjor
  • Formazione coordinata tra le scuole (sulla base di una puntuale analisi dei bisogni e dell'offerta), ricorrendo a competenze interne/esperti esterni
  • Creazione di un repository sul sito della Istituzione Scolastica proponente, per la raccolta di una sitografia selezionata e di materiali utili alla “Didattica a Distanza” da condividere in rete
Su quali tematiche si sono confrontate le scuole?
  1. Organizzazione in funzione della didattica a distanza (funzionamento degli organi collegiali, riorganizzazione del tempo scuola...)
  2. linee guida per la didattica a distanza
  3. regolamento di utilizzo degli strumenti utilizzati per la didattica a distanza
  4. necessità di mantenere il contatto con tutti gli alunni, dai più piccoli della scuola dell’infanzia agli adolescenti della scuola secondaria di primo grado
  5. necessità di calibrare il carico di lavoro e di coordinare il lavoro dei docenti dei team e dei consigli di classe per le scuole primaria e secondaria di primo grado, per una “didattica a distanza” che possa diventare routine quotidiana, a cadenza regolare, intervallando attività sincrone ed interattive con attività registrate fruibili in modalità asincrona
  6. strumenti e metodologie utilizzati nelle scuole partecipanti
  7. adattamenti adottati nella didattica a distanza rispetto alla “didattica a scuola”: riprogettazione di tempi, contenuti, obiettivi, materiali didattici…
  8. sviluppo professionale dei docenti auspicabile in riferimento agli strumenti ed alle metodologie necessari per una didattica a distanza di qualità: azioni di formazione possibili (accompagnamento, supporto ...)
  9. difficoltà di raggiungere il 100% degli allievi, anche per problemi relativi alla indisponibilità di devices/connessione
  10. importanza e peso da attribuire alla valutazione delle attività di didattica a distanza
#laScuolaNonSiFerma#BiblohPerCondividereNonSoloLibri#CoinvolgimentoTerritoriale #InsiemePerCon-dividere#GemellaggiTraScuole#PerchèInsiemeSiFaMenoFatica