Loading

Biodiversità con unipà Scienza con e per i cittadini

Partecipanti al progetto

Gli attori del progetto

Scuola " F. Montanari" Mirandola - Modena

PRogettazione e sviluppo di tematiche multidisciplinari: le opportunità della scuola

Abbiamo accolto con gradimento la proposta in quanto avevamo già avuto occasione di sviluppare un percorso formativo con la dott.ssa Franca Da Re, DIRIGENTE TECNICO MIUR – USR VENETO PSICOLOGA

La nostra prima esperienza in tal senso è stata relativa al progetto “Con affetto” proposto nelle classi terze, dove tutte le discipline sono state coinvolte per la realizzazione di elaborati relativi all’affettività. Essendo stato proposto nelle classi terze è emerso da parte dei ragazzi lo spirito critico delle scelte effettuate.

Sentivamo quindi la necessità di “proporre strategie, metodi e percorsi innovativi per affrontare la complessità del sapere e permettere agli alunni di conseguire gli strumenti per vivere e agire nel mondo”

Il rapido sviluppo della scienza e della tecnologia ha fatto sì che i giovani abbiano bisogno fin dai primi anni di scuola di strumenti adeguati per affrontare la realtà che li circonda, pertanto è importante che, oltre alle conoscenze, acquisiscano anche delle competenze.
Riteniamo fondamentale far sì che gli alunni, nel loro percorso di studi, possano appropriarsi di strumenti per ricercare, valutare, confrontare e mettere in relazione i contenuti appresi.

Con il progetto “Biodiversità: una ricerca sul campo”

rivolto alle classi prime e quest'anno alle classi seconde

Anno scolastico 2017/18
Classe IIA
IIF Prof. Mauro Calzolari e prof.ssa Simona Meschiari
II E
II G
II C

Abbiamo cercato di spronare i ragazzi ad acquisire metodi e strategie per leggere, interpretare la realtà ed essere consapevoli delle proprie scelte.

Dopo la presentazione del progetto alle classi da parte del Signor Giannella e della Dottoressa Rebecchi ad ogni classe è stata affidata una specie diversa da studiare e approfondire.

Il signor Giannella ha curato ed approfondito in ogni classe le tematiche proposte

In seguito le docenti di Scienze si sono incontrate per la programmazione del lavoro.

Far decollare questo lavoro con ragazzi ancora poco abituati a queste metodiche ha richiesto tempo e un impegno notevole, ma i risultati raggiunti sono stati superiori alle aspettative.

Gli alunni sono stati guidati ad affrontare la stessa tematica con ottiche diverse: scientifica,letteraria, linguistica, tecnologica, musicale...Gli alunni domani illustreranno i prodotti finali del loro lavoro

Tutti gli alunni hanno avuto l’opportunità di far fruttare i propri talenti per poi creare un elaborato collettivo che ha messo in luce tutte queste capacità.

Immagine realizzata dalle docenti con Quozio

Grandi opportunità sono state il confronto e la collaborazione con i colleghi del Consiglio di Classe.

Altra grande opportunità è stata quella di favorire l’inclusione dei ragazzi diversamente abili presenti nelle classi. Guidati dagli insegnanti di sostegno e supportati dai compagni, questi alunni hanno realizzato con entusiasmo elaborati diversi, il che ha favorito la comprensione di contenuti apparentemente lontani dal loro vissuto.

Insegnante prof.ssa Laura Vallo

Prof.ssa Serena Neri e prof.ssa Filomena Ilardo

Prof.ssa Anna Perretta

Presentazione risultati intermedi e preparazione delle attività di campo

Prima dell' incontro con la Professoressa Campobello, gli alunni hanno sottoposto, agli esperti, la bozza dei loro lavori per una correzione e validazione.

Impegnativo compito di realtà è stato poi l’esposizione dei singoli approfondimenti svolti dalle classi alla Dott.ssa Campobello, alla Preside, al Presidente del Consiglio d’Istituto, alla Dott.ssa Rebecchi, all'esperto Sig. Giannella e ai compagni.

Presentazione risultati a classi congiunte

In questa occasione sono stati chiariti i dubbi degli alunni e la Dott.ssa Campobello ha ulteriormente approfondito alcuni aspetti della ricerca. I Coordinatori del progetto hanno anticipato inoltre le attività previste sul "campo"

Attività sul campo

Attività sul campo anno 2

Il CEAS " La Raganella" e il Comune di Mirandola organizzano una manifestazione "Verde VIVO" dedicata al buon vivere e al rispetto per sé, per gli altri e per la natura. Scuole, associazioni, Enti e Aziende si incontrano per esporre sani stili di vita...

In questa occasione la nostra ricerca è stata presentata ai genitori e alla cittadinanza, alla presenza anche dell' Assessore alla Pubblica Istruzione prof.ssa Alessandra Mantovani.

I ragazzi sono stati bravissimi!

BIODIVERSITÀ ANCHE NELLA VALUTAZIONE!

Valutare è una complessa operazione che è stata facilitata proprio perchè le varie discipline hanno contribuito, ciascuna per le proprie competenze, a completare in modo sinergico la visione parziale che facilmente si può avere se si valuta solo il contributo dell'allievo nella propria materia. Per tale motivo la scelta valutativa si è sviluppata su più binari e ci ha aiutato a formulare un giudizio più completo e conforme alle loro attitudini e all'ingegno e originalità che ognuno possiede e fa emergere nelle situazioni più inattese. Il lavoro collaborativo e i traguardi raggiunti hanno avuto l'intento di far comprendere quanto sia prezioso il lavoro di tutti e come l'apporto di ciascuno sia determinante per l'esito finale.

I confini tra le discipline sono sempre più labili e non sempre si è adottata la valutazione tradizionale.

Quando possibile sono state valutate:

Capacità organizzative sia di gruppo che relazionali personali

Capacità di saper scegliere informazioni, utilizzando materiali sia cartacei che digitali, sapendo discernere fonti autorevoli

Biblioteca Mirandola
Libri messi a disposizione dai coordinatori del progetto

Capacità di esposizione e di realizzazione di elaborati digitali e non

Presentazione Google
Rubric di valutazione

Anche le altre discipline hanno valutato quanto prodotto dagli alunni

Questionario di gradimento

Come hanno valutato il progetto gli alunni

Questa attività è stata per me...90% facile e divertente 9% p0c0 interessante, 1% difficile e noisa
Durante il lavoro ero...58 % tranquillo, 40% un po' agitato, 2% molto agitato
Se sono intervenuti esperti la spiegazione è stata...85% semplice e chiara, 15% difficile e noiosa
Il mio lavoro è stato...70% ottimo, 29% adeguato,1% non adeguato

Punti di forza

Questa attività ha rappresentato per i docenti un’opportunità di crescita personale, in quanto si sono continuamente confrontati con i colleghi della stessa disciplina e di altre, stringendo proficui rapporti di collaborazione. Anche le relazioni tra docenti e alunni e tra alunni di classi diverse ne hanno tratto beneficio.

Ancora punti di forza

Dialogo tra Università e altri ordini di scuola

La Scuola Media può fungere da interlocutore ponte tra la ricerca universitaria e la cittadinanza. Per i nostri ragazzi è stato utile ed importante uscire dagli schemi usuali, attingere dall'autorevole fonte universitaria, cercando di appropriarsi di concetti talvolta astratti, viverli nella completezza mediante le proposte interdisciplinari e, dopo un'appropriata "digestione" riproporli con un linguaggio semplice a coloro con i quali si confrontano abitualmente.

Ricerca significa cercare con cura, retrocedere per perfezionare, ma nei ricercatori significa anche lavorare febbrilmente, con entusiasmo per raggiungere un traguardo. La Ricerca è la potente arma che fa progredire l'umanità, è dunque importante non perpetrare tagli, bensì cucire gli strappi precedentemente operati.

Conoscenza del territorio

Foto scattate dal Signor Massimo Secchi

La ricerca ha permesso inoltre di conoscere aspetti naturali, del territorio, a molti sconosciuti.

Metti un "caffè scientifico junior" per parlare di...

Vari momenti in serra

I positivi risultati della ricerca fatta con UniPa rappresentano una solida base per sperimentali divulgazioni a diversi gruppi di uditori, quali per esempio gli alunni dell' Università della libera età o gli alunni delle classi delle scuole elementari, anche oltre il territorio comunale.

Contagioso coinvolgimento

Attivita quali il Citizen Science mobilitano vaste competenze difficilmente attivabili con l'attività frontale in quanto ogni alunno è chiamato a contribuire esclusivamente in base alle proprie capacità: "la cosiddetta cultura del fare" viene valorizzata.

Queste attività contrastano la dispersione scolastica

Per esempio il lavoro eseguito in serra permette anche agli allievi di proporre i prodotti realizzati allo scopo di incassare somme per progetti ed obiettivi di solidarietà condivisi da tutta la scuola. Questi improvvisati commercianti, hanno dimostrato notevoli capacità di marketing: hanno realizzato, tra le altre cose l’ mportanza della matematica.

Una stanza per un sorriso onlus Altamura

Non solo Palermo

Gli alunni qui presenti, sono stati selezionati attraverso criteri individuati dal Consiglio di Istituto. Gli esclusi hanno inizialmente accusato il colpo, ma ben presto il lavoro del progetto anno 2, li ha assorbiti ed ha permesso, il superamento della comprensibile delusione. Hanno capito che, benché non presenti fisicamente, è stato realizzato un lavoro che non ha escluso nessuno e che domani i ragazzi vi illustreranno a nome di tutti. Anche saper gestire e superare qualche delusione fa parte del percorso

Fragilità:

il progetto è stato molto impegnativo sia dal punto di vista delle energie spese per la gestione organizzativa dei ragazzi, sia per le ore di lavoro dedicate alla sua attuazione. Il suo svolgimento ha richiesto cambiamenti e riduzioni del programma curriculare: fragilità o punto di forza?

E ora la parola ai ragazzi

Buon giorno,

siamo particolarmente felici di partecipare a questo convegno e contemporaneamente di apprezzare la vostra bellissima città.

L’entusiasmo, nato spontaneamente durante la preparazione del video, che vedrete quando tutti noi ragazzi avremo finito di parlare, ci ha trascinato addirittura nella composizione di un testo musicale sulla base di un ritmo molto noto. È stato un lavoro molto impegnativo di cui andiamo orgogliosi, Dottoressa Campobello, la preghiamo innanzitutto di tollerare alcune inesattezze scientifiche che però ci hanno permesso di rispettare la metrica della canzone. Il rigore della ricerca scientifica che abbiamo svolto insieme, ci ha comunque permesso qualche volo di fantasia assieme al Cuculo.

Vi presentiamo quindi la seconda puntata, anno 2018, di Radio Cucù.

Sì, un vecchio amico è venuto a dirci ciao,

sì, è proprio lui, il cuculo

e, dal nido che ha rubato ci fa cucù

sì, è proprio lui il cuculo

Lui, è pigro e il nido non lo fa

ne cerca uno pronto ed ecco qua

i suoi pulcini ce li lascia dentro

lui, i suoi pulcini non li tira su,

non gli da cibo e non li cura più

li lascia mantenere agli altri uccelli

Parassito (TUTTI)

sono il cuculo canoro e parassito

mangio tutto il cibo e rubo pure il nido

prendo tutto io e con te non divido

tu mio chico

cibo ti daranno ottimo e squisito

ma non ti scordar quando sarà finito

che tu sei mio figlio e lascerai quel nido

Il lavoro che al pulcino devi tramandare

è difficile da fare

imparare a volare

anche se dal tuo vicino ti farai aiutare

il tuo pulcino a mantenere

perfino con amore

ma il nido giusto sceglilo

perchè tu sei il cuculo

e se l’ambiente è sordido

o l’uomo sta inquinandolo

sta alla larga, pretendi la biodiversità-tà

sei il principe della biodiversità-tà

Per il mio pulcino voglio un ambiente sano

se c’è inquinamento meglio andarsene lontano

non vorrei partire io preferirei restare

ma non son disposto a contrattare

Pulito, pulito

voglio questo nido

io te lo domando pulito pulito

che la mia presenza è segno di efficienza

che la pulizia non è solo apparenza

La nostra Scuola utilizza le applicazioni Google, in particolare la Google Suite for Education. L' Ufficio Scolastico Regionale ha intermediato tra Google e le scuole, fornendo così alle istituzioni scolastiche che ne facevano richiesta, un dominio personalizzato. Nel dominio "montanarif "ogni alunno può utilizzare GMail, Drive, Classroom, Hangouts ( per videochiamare e restare in collegamento con la classe, in caso di prolungata assenza per malattia).

È bene precisare che possiamo interagire solamente con persone all'interno di questo dominio, compagni e insegnanti, senza alcun contatto esterno

Per i manufatti abbiamo utilizzato per lo più materiali poveri, che i nostri compagni vi illustreranno nel dettaglio, ecco qualche immagine

Ed ora andiamo a vedere il nostro sito

Credits:

Created with images by StartupStockPhotos - "startup start-up notebooks creative computer company laptops" • HoliHo - "literature book school" • Pezibear - "book open pitched book pages pages font" • jackmac34 - "magazines reading journals newspapers stack magazines magazines" • ponce_photography - "camera canon photography office space desk lens" • Concord90 - "girl computer notebook white background emotions people" • ptra - "workplace imac desktop" • justynaandryszek - "book magazines newspapers" • geralt - "training businessman suit" • Gellinger - "education book stack" • TeroVesalainen - "thought idea innovation imagination inspiration light bulb" • designedbyjess - "paper document composition" • Monoar - "laptop tab headphone workstation browsing tablet pad" • PhotoMIX-Company - "homework the student tablet" • designedbyjess - "pencil composition writing" • moritz320 - "ball allotment writing implement leave" • rawpixel.com - "untitled image"

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.