Una Milano sconosciuta

Il 3 aprile 2017 la classe 1Bi dell' ITE Tosi ha partecipato a un incontro con il giornalista e scrittore Lorenzo Franzetti che si è offerto di parlare della sua esperienza nel campo della scrittura.

Lorenzo Franzetti è un giornalista di Varese che si è trovato a lavorare nella Milano periferica. Scrivere è sempre stata la sua passione tanto che già da tempo annotava i suoi pensieri in un blog, in modo che la gente potesse fare osservazioni e riflessioni insieme a lui. L'ispirazione per i suoi racconti è venuta proprio dall'aria un po' malinconica della periferia di Milano.

Ora Lorenzo si dedica meno alla scrittura perché deve gestire la nuova attività di famiglia sul Lago Maggiore ma ogni occasione per divertirsi con qualche giochino per imparare a scrivere è buona.

Lorenzo narra fatti tipici della vita quotidiana molto spesso usando termini in dialetto oppure collegati alla vita del pendolare, persona che lui era diventata da quando è stato trasferito a Milano.
L'opinione di Lorenzo

Lorenzo quando è arrivato nella periferia di Milano è rimasto sorpreso. Noi tutti pensando a Milano pensiamo alla splendida città della moda e al Duomo ma la verità è che c'è una Milano completamente diversa fuori dal centro.

Per Lorenzo la periferia è un luogo dove ormai le attività scarseggiano, dove per le persone è difficile rimanere al passo con i progressi delle tecnologie. Ci ha detto inoltre che è sbagliato pensare a Milano solo per il centro perché quella è la parte bella che ci vogliono far vedere mentre cercano di tenere in disparte le zone più povere, quella periferiche.

Ha scelto di scrivere proprio per riflettere insieme alle persone sulle sensazioni che si provano e sui loro pensieri riguardanti una realtà che molti vivono senza accorgersene.

Cosa ne pensa la gente

"Vorresti vivere in centro Milano o in periferia?" Basta porre questa domanda per capire che gran parte delle persone preferirebbe il centro, ma perché?

Forse non solo perché vogliono essere coinvolti nella caotica vita del centro ma perché pensando alla periferia molta gente pensa a una zona povera, dove girano brutti soggetti da cui è meglio stare lontani.

Lorenzo ha detto " L'osservazione serve per capire e riflettere". Questa frase mi ha colpito perché di solito per capire si cerca di avere informazioni mentre a volte basta semplicemente osservare. Per me i suoi racconti sono simpatici e anche se non conosco a fondo la vita del pendolare capisco cosa vuol dire alzarsi presto e salire sui treni all'ora di punta!

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.