Mirtillo Rosso Architecture il design del christmas hotel

Benvenuti al Mirtillo Rosso Family Hotel, il primo Christmas hotel d'Italia!

Siamo abituati a vedere sui social dell'albergo foto molto coinvolgenti, con persone che ridono, lo staff al lavoro. Oggi però vi voglio mostrare Mirtillo Rosso da un punto di vista differente: quello del design e dell'architettura.

E' necessario per prima cosa fare un salto indietro nel tempo!

Siamo in estate, immaginate di essere in ufficio e di ricevere una mail da Rita Cattaneo, l'architetto che ha creato il Mirtillo Rosso Family Hotel. Aprite il messaggio e scoprite che vi sta chiedendo se, tra le varie fotografie scattate dall'apertura ad oggi (ne abbiamo già migliaia!) ce ne sono alcune che ritraggono gli ambienti vuoti, da inviare ad un concorso di architettura.

La prima cosa che ho fatto con la collega Elisa è stata quella di prendere il telefono e chiamare l'architetto per capire meglio la richiesta. Vi sembrerà magari esagerato, ma vi posso garantire che ogni fotografia per funzionare al meglio necessita sia di richieste specifiche, sia di sapere l'uso e il target a cui saranno destinati gli scatti.

In questo caso il concorso a cui voleva partecipare Rita era l'"American Architecture Prize", uno dei premi più importanti di architettura a livello mondiale!

Ho subito capito che bisognava realizzare degli scatti apposta perché per raccontare la struttura utilizziamo di solito un tipo di fotografia naturale, un reportage che ritrae il personale e gli ospiti. Uno stile fotografico ottimo per i social network, ma che è sicuramente fuori target per un premio di architettura!

In questi scatti, come potete notare, non sto raccontando la storia di Mirtillo Rosso, la magia del Natale o le emozioni che si possono vivere qui ogni giorno.

Il focus è puntato sulla struttura architettonica, sul design, sui giochi di linee e sulla simmetria.

Le persone sono assenti: resta il legno, la pietra e la natura della Valsesia che lo circonda. E anche i mirtilli, ovviamente.

Lo stile esterno degli chalet che ospitano le camere richiama le costruzioni Walser, una antica popolazione presente in valle dal secolo XII. Le balconate e soppalchi delle baite storiche sono infatti caratterizzate da queste pertiche. Sapete perché?

Come sa chi mi conosce, solitamente non mi piace usare cavalletti e flash perché prediligo la luce naturale e, lavorando in reportage, avere un'attrezzatura leggera facilita gli spostamenti! In questo caso, tenetevi forte, ho usato anche il cavalletto, ma ho comunque scelto di non intervenire artificialmente sulla luce... è pur sempre uno degli elementi che rendono unici i luoghi!

Questa parte del terrazzo mi ha ricordato le foto che ho scattato ad alcuni templi giapponesi, con la loro sfilata di Torii, tutti in fila a creare visivamente un unico portale.

Passano i mesi e a inizio ottobre arriva una comunicazione che ci ha reso davvero felici: l'architetto Rita Cattaneo ha vinto la medaglia di bronzo dell'American Architecture Prize nella categoria "Hospitality" grazie al progetto Mirtillo Rosso Family Hotel!

Un riconoscimento prestigioso per i dettagli, gli ambienti e le simmetrie che rendono così bello il Mirtillo Rosso. Brava Rita!

Siamo sicuri che questo sarebbe successo ugualmente inviando un tipo di fotografia non in target, per far valutare la struttura? Vi lascio col dubbio... proseguendo però il nostro giro fotografico negli ambienti dell'hotel. Andiamo?

Cortili interni

I cortili interni ospitano anche alcune sfere e allestimenti di Zenone, lo specialista del Natale che seguiamo e raccontiamo da tempo e che ha caratterizzato gli allestimenti del Mirtillo.

Scale e corridoi

Queste simmetrie e le strisce di luce LED nelle scale che collegano i diversi chalet scatenano la mia passione per le fotografie geometriche.

Pietra e legno, una caratteristica delle baite Walser. Ecco anche un particolare delle balconate, con le pertiche. Nelle baite originali venivano appesi i fasci di fieno e orzo ad essiccare, ecco perché questa particolarità. E' una valle umida, dove piove spesso e serve un posto coperto per il fieno.

Avete notato che Mirtillo, la renna dal naso rosso, passeggiando nei corridoi, ha lasciato le sue impronte rosse sulla moquette?

Camere

Dai corridoi passiamo a fotografare le camere! Hanno delle grandi fotografie alle pareti, betulle innevate oppure una vista della Punta Dufour, che con i suoi 4.634 metri è la più alta del Monte Rosa. Mirtillo Rosso è proprio ai suoi piedi, e dalla terrazza si può vedere!

La fotografia stampata è della fotografa inglese Fiona Bunn.

Una curiosità: nelle stanze da bagno delle camere è presente un’icona del design contemporaneo. Sono I Balocchi, i rubinetti colorati dalle forme pop disegnati negli anni ’70 da Pedrizetti e Mercatali per Fantini.

Non è una scelta casuale. Da alcuni anni le vendite della collezione sostengono un’operazione solidale, il progetto “100 fontane”. Con questa iniziativa l’azienda novarese (ha sede a Pella, sul lago d’Orta) ha già finanziato la costruzione di 27 chilometri di acquedotto e 130 fontane che rendono facilmente accessibile l’acqua alle venticinquemila persone della comunità di Masango, in Burundi.

Insomma, un’altra bella storia nella storia del design di Mirtillo Rosso!

In alcune camere, il letto a castello dedicato ai bambini crea una vera e propria struttura, su cui salire, giocare, oppure rintanarsi a leggere!

Ristorante Biancospino

Circondato dalle vetrate, è un po' il centro del Mirtillo Rosso. Avete notato le luci, anche nelle foto delle camere poco sopra? Sono a forma di pallina di Natale e sono state disegnate e realizzate appositamente!

Non vi sembra un quadro, questa vista dalle finestre?

Un passaggio di pietra ci porta verso il giardino e le piscine... Scendiamo allora nella SPA? Vedrete, anche qui la mano di Rita ha creato degli ambienti fantastici.

Bolle Blu, SPA

In SPA troviamo anche le docce Milano di Fantini, del designer Franco Sargiani. Sapete che è un personaggio davvero simpatico, con cui chiacchieriamo di fotografia ogni volta?

Non si vede nelle fotografie, ma l'acqua non contiene cloro: è salata!

Se conoscete Mirtillo Rosso, sapete già che ci sono due SPA separate: una è riservata agli adulti, l'altra è dedicata alle famiglie e ai bambini. Eccole entrambe!

Ed ecco infine come si presenta Mirtillo di sera, con i suoi giochi di luci e di riflessi. Queste sono le immagini che lo raccontano ogni giorno, quando viene vissuto dagli ospiti, coinvolti in questa strana magia del Natale tutto l'anno, fatto soprattutto di emozioni, luci e bellezza.

Ciao! Sono Lorenzo Lucca, co-fondatore di Plume. Fotografo e realizzo web e social media. Creo storytelling visivi per raccontare eventi e portare persone e aziende sul web, integrando social media e fotografia in modo nuovo. Mi occupo di presenza online, fotografia e formazione per le aziende e per il settore alberghiero e sono fotografo professionista, membro Associazione Nazionale Fotografi Professionisti TAU VISUAL.

Vuoi scoprire qualcosa di più sul Mirtillo Rosso? Ecco il sito: www.mirtillo-rosso.com

Come si crea un hotel dove è sempre Natale? Eccolo spiegato nel blog di Plume

Questa storia è un racconto di Plume, scritto insieme ad Elisa Piemontesi, specialista dello storytelling e "voce" autrice della comunicazione social-media di Mirtillo. Grazie Eli! Il progetto social di Mirtillo Rosso che abbiamo creato ha anche vinto il terzo premio agli Hospitality Social Awards 2016, premio per le eccellenze nella comunicazione dell'ospitalità.

da dx: Elisa Piemontesi con l'architetto Rita Cattaneo e Tullio Zenone, lo specialista del Natale, poco prima dell'apertura.

Siamo quelli di Plume, professionisti del comunicare via internet. Sviluppiamo strategie, fissiamo gli obiettivi, individuiamo i canali e progettiamo i mezzi per dare voce alle storie delle imprese che scelgono di lavorare con noi. Aiutiamo i nostri clienti ad essere visibili, a valorizzare le loro buone qualità, a offrire un servizio migliore e a vendere di più.

Created By
Lorenzo Lucca
Appreciate

Credits:

Lorenzo Lucca - Plume raccontare le imprese

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.