Le Placche Convergenti Crosta continenaLe contro crosta continentale

La natura dei margini convergenti dipende dal tipo di crosta delle placche collidenti.

Quando una placca oceanica molto densa, si scontra con una continentale meno densa, quella oceanica solitamente scende in profondità, al di sotto di quella continentale.

La conseguenza di questa collisione è una fossa oceanica (le marianne) dalla parte dell'oceano ed una catena montuosa vulcanica sul versante continentale. Questo è ciò che avviene nell'area lungo la costa ovest del sud America, dove la placca pacifica viene subdotta dalla placca del sud America. Il materiale subdotto viene scaldato e divenendo fluido tende a risalire in superficie formando dei vulcani o catene montuose vulcaniche. Durante la discesa nel mantello, la temperatura della crosta sale progressivamente fino alla sua fusione e con separazione e migrazione delle sue componenti più volatili ,queste lcomponenti abbassano la temperatura di fusione delle rocce circostanti nelle immediate vicinanze generando un magma ricco di gas che sale rapidamente fino alla superficie, dando luogo ad un vulcanismo di tipo "esplosivo", a causa dell'elevato contenuto di gas (come avvenne per esempio nell'eruzione del Monte St. Helens). Il magma che risale in superficie genera spesso lunghe catene vulcaniche all'interno diel continente, ma anche in prossimità all'oceano. La cordigliera delle Ande in Sudamerica è ricca di questo tipo di vulcani esplosivi. Diversi vulcani alternano periodi di quiete ad eruzioni che iniziano con espulsione massiva di gas. L'intero Oceano Pacifico è attraversato da lunghe file di vulcani ed isole vulcaniche note con l'appellativo di "Cintura di fuoco".

Quando due zolle continentali entrano in collisione, le stesse si comprimono fra loro oppure una delle due viene subdotta come nel caso precedente; in casi molto rari, una zolla sale sopra l'altra .Durante questa collisione si formano delle catene montuose (ad es. la catena montuosa dell'Himalaya e le Alpi).

Quando due croste oceaniche convergono, in genere formano un arco insulare mentre una delle due viene subdotta sotto l'altra. L'arcipelago formatosi è costituito da isole vulcaniche che eruttano il magma proveniente dalla distruzione della crosta oceanica subdotta che, dopo la fusione nel mantello, risale attraverso la crosta oceanica sovrastante. Un esempio di questo genere di collisioni fra croste oceaniche può essere riscontrato osservando la conformazione del lunghissimo arco insulare compreso fra la Kamchacta e l'Alaska.

Questa è la storia di quello che succede quando i continenti decidono di incontrarsi, o meglio di scontrarsi. Quando due placche tettoniche si avvicinano, e un continente entra in collisione con una placca, nascono le montagne: avviene ciò che i geologi chiamano orogenesi.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.