The power of inthroverts e le qualità da leader

In una cultura dove l'essere socievoli ed estroversi sono qualità altamente apprezzate, può essere difficile, persino vergognoso, essere introversi. Ma, come sostiene Susan Cain in questo discorso appassionato, gli introversi possiedono talento e capacità straordinarie per il mondo: Albert Einstein, Isaac Newton, Fredric Chopin, Marcel Proust solo per citarne alcuni.

Questo il messaggio principale di un ciclo di lezioni di Silvia Schiavo che ha preso innanzitutto in considerazione Susan Cain come esempio. Come trovano spazio gli introversi in una società che sembra premiare solo le personalità estroverse, competitive ed egocentriche?

La qualità principale dell’introverso, che non va confuso con il timido, è che sceglie di fare o non fare certe cose non perché sia bloccato ma perché non gli interessa: è più affidabile come leader. All’introverso infatti piace ascoltare gli altri, non ostentare ciò che è o che fa ma agire per il bene comune.

Viene più voglia di seguire un leader che agisce non per acquisire potere personale e autocelebrarsi ma per qualcuno che ama davvero e crede davvero in ciò che dice e fa e coinvolge gli altri mettendosi a capo di un’idea collettiva e lasciando spazio a tutti

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.