LA SECONDA GUERRA MONDIALE

La Seconda Guerra Mondiale fu un conflitto armato iniziato nel 1939 e concluso nel 1945, le due fazioni che si scontrarono, furono le forze dell' Asse contro quelle degli Alleati.

La nuova Germania nazionalsocialista aveva avviato un'incredibile espansione: aveva occupato la città di Praga e tutta la Cecoslovacchia, si era annessa all' Austria e ai territori dei sudeti.

Inoltre la Germania aveva effettuato, il 22 Maggio 1939 il Patto d'Acciaio con l' Italia di Mussolini, questo patto serviva a sancire la totale alleanza militare tra le due nazioni.

Hitler attuò anche un patto con l' URSS il 22 Agosto 1939, il patto Molotov-Ribbentrop che prevedeva una sorta di pace e non aggressione tra i due stati.

Dopo questa serie di occupazioni, patti e preparativi militari, la Germania era pronta per l' attacco a lungo programmato: l' attacco alla Polonia.

La notte del 1 Settembre 1939 la Germania rompe gli indugi e oltrepassa il confine polacco, con l'accusa contro la Polonia di aver ucciso una guardia frontaliera tedesca lungo il confine, in realtà furono le SS di Himmler ad aver ucciso la guardia.

Dopo due giorni Francia e Inghilterra dichiarano guerra alla Germania. L'esercito polacco viene annientato dall'esercito tedesco in poche settimane, con l'aggiunta dell'attacco sovietico a est completamente inaspettato; la resistenza polacca fu valorosa e imperterrita ma non servi a niente contro le divisioni corazzate tedesche.

La Russia successivamente, decide di attaccare la Finlandia il 30 Novembre 1939. Anche qui i finlandesi, in minor numero, dimostrano una resistenza tenace e decisa contro l'Armata rossa.

La Germania, che comprende l'importanza strategica della Norvegia sul Mare del Nord e delle miniere d'acciaio della Svezia decide di attaccare la Danimarca il 9 Aprile 1940 che viene occupata in un giorno, perché totalmente impreparata alla guerra. La Germania continua la sua scalata verso nord invadendo la Norvegia che, supportata dagli inglesi riesce a opporre una strenua resistenza, che prolunga l'invasione fino a Maggio.

invasione di un porto

La Svezia rimane neutrale in questo conflitto e fornisce ai tedeschi acciaio e altri minerali di grande importanza alla Germania che ottiene anche posizioni strategiche sull'Atlantico da cui partiranno i famigerati e temuti sommergibili u-boote, che attaccheranno le linee di rifornimento navali degli inglesi.

Queste sconfitte sono solo il preludio per gli anglo-francesi di una tempesta in arrivo,il 10 Maggio 1940 Hitler ordina l'inizio dell'operazione 'Colpo di Falce', il giorno dell'attacco lo stesso primo ministro inglese Chamberlein viene sfiduciato dalla camera dei comuni, lasciando il posto a Winston Churcill. L'11 Maggio paracadutisti tedeschi conquistano il forte di Eben-Emael, scardinando la difesa belga e forzano il passaggio nella foresta delle Ardenne a sud.

Anche l'Olanda non regge allo schianto, la famiglia reale e il governo olandese fuggono in Inghilterra. Il 14 Maggio, dopo un pesante bombardamento, cade Rotterdam. Il 20 maggio 1940 il comando francese passa a Maxime Weygand, che organizza l'ultimo bastione sulla Somme. Il 10 Giugno i passano la Senna e il 12 Giugno Parigi è 'città aperta', per evitarne il bombardamento. Dopo la presa di Parigi del 14 Giugno, il primo ministro francese è sostituito da Philippe Petain.

Dopo l'altrettanta fulminea liquidazione della Francia,l'Italia, che fino ad ora aveva deciso la neutralità, decide di dichiarare guerra alla Francia e Inghilterra il 10 Giugno 1940, sperando in un a guerra di poca durata.

Con la disfatta della Francia, l'Inghilterra si prepara alla cruenta 'battaglia d'Inghilterra'.

La battaglia inizia il 13 Agosto che si protrarrà per altre quattro settimane. Il 15 Settembre la sconfitta dell'enorme formazione di bombardieri tedeschi su Londra costringe a rinviare l'operazione di sbarco.

Londra

Il 27 Settembre del 1940 succede un'altro fatto importante, Italia,Giappone e Germania firmano il 'Patto Tripartito'.

Mentre la Germania continua la guerra anche l'Italia cerca qualche vittoria di 'prestigio' attaccando l'unico alleato britannico in Europa: la Grecia. L'aggressione italiana intenta a 'spezzare le reni' alla Grecia è totalmente improvvisata. Il 28 Ottobre 1940 le truppe italiana stanziate in Albania varcano il confine e ingaggiano le truppe greche;

Come secondo teatro di guerra Mussolini opta per la Libia, conquista in era giolittiana, Mussolini l'aveva trasformata in una vera e propria colonia. Gli scontri iniziarono nel Settembre 1940, le truppe italiane erano comandate dal generale Rodolfo Graziani, egli riuscì a penetrare in Egitto. L'avanzata italiana si arrestò su Sidi el-Barrani.

Nel dicembre 1940 scatta la controffensiva inglese, guidata dal comandante della Western Desert Force, Richard O' Connor. La ritirata italiana continua fino in Cirenaica nel Febbraio 1941, vicino Tripoli.

Intanto in Africa orientale le operazioni militari inglesi hanno la meglio sugli italiani che, comandati dal Duca d'Aosta sono isolati.Nel Gennaio del 1941 l'offensiva inglese penetra nell'Etiopia meridionale e in Somalia, dopo la cruenta battaglia di Harrar, l'Eritrea e l'Etiopia sono conquistati.

Tornando alla guerra combattuta in Libia, stava per accadere, nel Febbraio del 1941 qualcosa di inaspettato che avrebbe creato agli inglesi molteplici problemi. Questo fatto fu l'arrivo dell'Afrikakorps.

Tornando all'Afrikakorps, sbarcò nel Febbraio del 1941 a Tripoli con grossi contingenti corazzati, Erwin Rommel, una volta arrivato si mise subito all'opera; già il 12 Aprile aveva ripreso tutta la Cirenaica, lasciando un piccolo contingente inglese intrappolato nella piazzaforte di Tobruk, arrivando fino all'Egitto ma purtroppo, come per gli inglesi,la mancanza di rifornimenti è cruciale e Rommel quindi non può continuare l'avanzata.

Il tentativo di rompere lo schieramento tedesco con l'operazione 'Battleaxe' è vanificato dall'impiego di cannoni da 88 da parte dei tedeschi.

Soltanto nel Novembre del 1941 gli inglesi rompono l'accerchiamento di Tobruk e i tedeschi ripiegano fino a El-Gheila.

Agli inizi del 1942, inglesi e tedeschi sono in una situazione di stallo; entrambi bloccati in Cirenaica. Rommel però riesce a anticipare gli inglesi attaccando a sorpresa il loro schieramento.

Rommel lancia un'altro attacco sulla linea meridionale della difesa inglese ma un'incredibile potenza di fuoco costringe alla ritirata la Panzerarmee di Rommel.

Inaspettatamente però, la notte del 23 ottobre del 1942 l'ottava armata sferra l'offensiva che punta a distruggere il potenziale offensivo nemico. I battaglioni rimanenti non possono altro che ripiegare in Tunisia.

Dopo questo primo ed incredibile successo inglese contro l'Afrikakorps, gli americani si uniscono alla lotta sbarcando in Marocco e Algeria con l'operazione Torch.

Nella Primavera del 1943 però, l'Afrikakorps è in condizioni critiche, il 13 Maggio cade Tunisi, fu la prima capitolazione imposta dal Terzo Reich.

Ma ora approfondiamo meglio questo attacco alla Russia avvenuto il 22 Giugno 1941.

L'attacco è sferrato da tre gruppi d'armata diversi, diretti verso Leningrado, Mosca e Caucaso. L'attacco e la strategia iniziale porta i tedeschi a successi sbalorditivi, tra il 9 e il 19 Luglio cade la sacca di Smolensk; il 10 Luglio il gruppo d'armata nord è sul fiume Luga a soli 100 km da Leningrado. Il 26 Settembre si chiude la sacca su Kiev dove vengono annientati 5 eserciti russi.

Contemporaneamente a questo colpo di mano tedesco anche i giapponesi si smuovono contro un possente avversario, l'America, che aveva imposto un'embargo al Giappone che con il fallimento delle trattative attaccò la base america di Pearl Harbor il 7 Dicembre 1941.

Tornando sul fronte Orientale, come detto prima i tedeschi sono bloccati davanti alle principali città, e i russi sono accaniti e decisi a difendersi fino all'ultimo respiro, queste battaglie segneranno le sorti della guerra.

La prima vera vittoria sovietica della guerra fu l'attacco a sorpresa del 5 Dicembre 1941 rompendo l'accerchiamento sulla capitale. A Gennaio la situazione si stabilizza.

Intanto sul fronte di Stalingrado, dove fino ad allora la 6 armata tedesca stava combattendo, alla fine del Novembre del 1942, approfittando dell condizioni climatiche invernali, scatta l'offensiva russa ai fianchi dell'armata di Von Pauls, chiudendo la sua armata in trappola e isolandola dalle altre armate.

Durante lo stesso anno, il 10 Luglio del 1943, gli angloamericani sbarcano in Sicilia. Il 25 Luglio del 1943 Mussolini viene sfiduciato dal Gran Consiglio del Fascismo e il re diventa capo supremo delle forze armate, e al posto di Mussolini viene inserito Pietro Badoglio che dichiara il proseguimento della guerra con i tedeschi.

Mentre dopo l'effettiva caduta di Mussolini che viene imprigionato sul Gran Sasso, gli altri partiti si riorganizzano, ma il governo avvia trattative segrete con gli Alleati.

Infatti il 5 settembre a Cassibile in Sicilia, viene firmato l'armistizio, reso noto solo l'8 Settembre.

Il 9 settembre le truppe tedesche varcano il Brennero e invadono l'Italia, l'esercito è lasciato senza ordini e molti ritornano a casa, ma per altri la situazione è complicata, l'esempio più noto è il contingente italiano a Cefalonia che eroicamente ha combattuto contro i tedeschi finendo però massacrati; l'8 Settembre 1943 viene anche fondato il Comitato di Liberazione Nazionale.

Con ormai più della metà della penisola occupata, i tedecshi comandati da Kesserling, costruiscono la prima linea di difesa sfruttando la conformazione geografica, la Linea Gustav.

la resistenza tedesca è tenace e ostinata, intanto i reparti britannici e americani da Salerno arrivano a Napoli il 1 Ottobre.

All'inizio del 1944 si combatte ancora in Italia. La situazione ottiene una svolta decisa il 22 Gennaio con lo sbarco ad Anzio vicino Roma. L'operazione poi però, diventa un disastro, la testa di ponte non è sufficiente e gli angloamericani sono bloccati dalla potenza di fuoco tedesca. Ma gli Alleati persistono; il 17 Maggio viene aperta una breccia a monte Cassino e raggiungono Roma il 5 Giugno.

I tedeschi intanto creano un'altra linea chiamata Linea Gotica che resisterà per tutto l'Inverno.

Alla fine del 1943 si tiene inoltre, la Conferenza di Theran, dove la prima volta i tre leaders principali, si incontrano per confrontarsi.

Infatti iniziarono i preparativi già nel 1942 e l'operazione venne chiamata 'Operazione Overlord'. L'attacco avvenne la notte tra il 5 e il 6 Giugno 1944, quando una flotta di dimensioni epocali,salpa dall'Inghilterra per la Francia.

I tedeschi intanto si attestano sulla loro linea di difesa chiamata 'Il Vallo Atlantico', dove la maggior parte delle forze tedesche è schierata sullo stretto di Calais, dove si pensa che avverrà l'attacco. In realtà la zona programmata sono le coste della Normandia; la mattina del 6 Giugno gli angloamericani sbarcano sulle spiagge dove i tedeschi li stavano aspettando.

Solo nel Luglio del 1944 gli americani, avendo conquistato una linea da Cherbourg a Caen, sfondano il fronte ad Avranches e dilagano nella campagna francese. Il 21 Agosto si chiude quella che verrà ricordata come 'La sacca di Falaise'

Con la strada per Parigi aperta, gli Alleati vi fanno ingresso il 24 Agosto, la guarnigione tedesca della città invece di raderla al suolo come ordinato da Hitler, si arrende il giorno della liberazione quando De Guelle fa il suo ritorno trionfante in patria.

Durante questa campagna in Normandia, in Germania è successo un fatto altrettanto importante che avrebbe cambiato le sorti della guerra. Ovvero il 20 Luglio 1944 alcuni alti generali del Reich tra cui il più conosciuto Von Stauffenberg, organizzarono attentato a Hitler. Esso prevedeva la sua uccisione, lo scioglimento delle SS e del nazismo e la resa con gli Alleati.

Gli Alleati proseguono, approfittando del mancato sabotaggio di un unico ponte per oltrepassare il Reno. Nonostante la Germania fosse in difficoltà la Wehrmacht contava ancora su un alto numero di effettivi.

Intanto Hitler prepara un contrattacco contro gli Alleati da effettuare nel settore delle Ardenne. L'offensiva viene lanciata a metà Dicembre, sfruttando la nebbia che impedisce l'uso degli aerei, i tedeschi sfondano le linee americane con grande sorpresa per essi, ma non arriva al suo obiettivo perchè Bastogne, città occupata dalle 101 compagnia di paracadutisti americana tiene la città che ha un ruolo molto importante per il suo snodo stradale.

Dopo questa bruciante sconfitta per il Reich è quasi la fine. Mentre i russi dopo la loro fulminea avanzata dal 22 Giugno del 1944, arrivano sull'Oder pronti per invadere Berlino, ma prima i tre grandi leaders si incontrano a Yalta nel Febbraio del 1945.

Qui discutono dei nuovi assetti della Germania che la vedranno divisa in diverse zone di occupazione. Si discute anche delle diverse zone di influenza europee che secondo Roosvelt si baserebbero sull'autodeterminazione dei popoli, mentre per Stalin è diverso dato che chiuderà tutti gli stati orientali in quella che sarà la cortina di ferro.

Intanto il Reich è ormai allo stremo; con gli Alleati arrivati fino all'Elba, i russi fanno scattare l'offensiva dall'Oder, che circonda la capitale tedesca senza lasciar scampo ad Hitler. Il 30 aprile dopo aspri combattimenti casa per casa i russi arrivano alla Cancelleria del Reich e issano la bandiera sovietica.

Dopo la sconfitta del Reich avviene un altro fatto molto importante per la storia, ovvero l'importante processo di Norimberga, avvenuto nel 1947 vedeva riuniti diversi giudici russi, americani e inglesi che processarono gli alti capi della Germania di Hitler con un nuovo capo di imputazione mai sentito prima, ovvero crimini contro l'umanità, reato che non può cadere in prescrizione e punibile con la morte.

Mentre ormai l'ultimo nemico europeo viene sconfitto e smembrato nelle diverse zone di occupazione, Il Giappone combatte ancora imperterrito contro gli americani.

Il 5 Aprile 1945 Mosca denuncia il patto sottoscritto con Tokio nel 1941, i russi cominciano ad invadere la Manciuria e la Corea.

Il presidente Truman degli Stati Uniti comprese che il Giappone doveva essere totalmente piegato per ricorrere alla sua resa, quindi autorizzo l'uso della prima bomba atomica. Il primo ordigno della storia viene sganciato il 6 Agosto del 1945 sulla città di Hiroshima. Tre giorni dopo una seconda bomba viene sganciata su Nagasaki.

Il 14 Agosto l'imperatore annuncia per radio la resa, fatto stravolgente perché fu la prima volta che i giapponesi sentivano la voce del proprio imperatore.

Il 2 Settembre gli ambasciatori nipponici firmarono la resa incondizionata sulla corazzata Missouri, con questa firma la guerra mondiale che ha visto più di 60 milioni di morti si conclude, ma altri conflitti che faranno da scosse di assestamento si susseguiranno nella così detta 'Guerra Fredda' fino alla caduta del muro di Berlino nel 1989.

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.