Rivoluzione industriale ASPETTO LETTERARIO

La rivoluzione industriale fece da sfondo a molte opere letterarie. Analizzando le opere di charles dicKens ed emile zola si puó constatare che Vi sono presente caratteristiche e Valori Che descrivono il periodo della rivoluzione industrialE.

CHARLES DICKENS

  • Charles Dickens nacque a Portsea nel 1812.
  • Nel periodo della sua infanzia, la famiglia fu costretta a trasferirsi a Londra, dove per Charles iniziò un periodo infelice, infatti all'età di dodici anni venne mandato ad incollare etichette in una fabbrica di lucido da scarpe (la situazione economica dei Dickens era disastrosa a causa dell'incapacità del padre che fu in incarcerato per debiti),
  • Molti critici pensano che proprio questa breve esperienza abbia ispirato le idee di Dickens e le sue opere.
  • Fu forse il maggior romanziere inglese dell'Ottocento e uno dei più popolari della letteratura europea; egli riprodusse perfettamente i gusti della società vittoriana.
  • Morí nel 1870

Oliver twist

Caratteri generali

  • Oliver Twist, romanzo dello scrittore inglese Charles Dickens, viene pubblicato a puntate (tra il febbraio 1837 e l’aprile 1839).
  • L’opera, che inaugura il filone del “romanzo sociale” nella letteratura inglese, racconta l’avventurosa storia di un orfanello, Oliver Twist, che, fuggito dall’orfanotrofio, vive per le strade di Londra cavandosela con piccoli furti e ruberie.
  • Oliver Twist è un’opera dal carattere drammatico, dato che affronta alcuni scottanti problemi dell’Inghilterra vittoriana al tempo della Rivoluzione industriale, come ad esempio lo sfruttamento del lavoro minorile nelle fabbriche, il degrado dei quartieri operai (gli slums), la questione dell’ingiustizia sociale.

Oliver twist

  • L'opera di Dickens è animata dalla grande varietà e sfaccettatura sociale, che dipinge e descrive gli strati popolari della Londra dell’Ottocento. Importanti sono le istituzioni inglesi(l’orfanotrofio, il tribunale, il carcere), di cui si evidenzia la natura autoritaria, il ricorso insensato alla violenza e alla crudeltà (anche nei confronti dei più piccoli), la grettezza ipocrita che condiziona i rapporti umani tra le persone.
  • Per tradurre tutto questo in una trama avvincente dallo stile semplice ma efficace, Dickens fa spesso ricorso agli strumenti del patetico e del melodramma, inserendo nei propri intrecci “scene madri”, colpi di scena inattesi, suspense, che conquistano il pubblico dell’epoca.
  • Dickens invoca una riforma sociale di stampo moderato, che non intacchi in profondità il capitalismo industriale della società inglese ma migliori le condizioni di vita delle fasce più svantaggiate della popolazione attraverso le iniziative benefiche e filantropiche della borghesia “buona” e illuminata.

Emile zola

  • Nacque a Parigi nel 1840, rimase presto orfano, trascorse infanzia e giovinezza in gravi ristrettezze economiche.
  • Visse lavorando presso la casa editrice Hachette e facendo il giornalista, attività che non abbandonò mai del tutto.
  • Diventato famoso con i suoi romanzi, caposcuola del naturalismo, fu al centro di numerose polemiche artistiche. Si impegnò tra l'altro nella difesa di Manet e degli impressionisti .
  • L'avvenimento politicamente più clamoroso della sua vita è legato al caso Dreyfus. Zola si schierò con gli innocentisti, denunciò il complotto militarista e reazionario con la famosa lettera aperta pubblicata su «L'Aurore» (J'accuse, 1898). Condannato a un anno di carcere, per evitare la prigione si riparò in Inghilterra. Tornò nel 1899, essendo stato annullato nel frattempo il giudizio contro Dreyfus.
  • Morì a Parigi il 29 settembre 1902, nel sonno, per le esalazioni delle sostanze di una stufa.

Germinal

Caratteri generali

  • Germinale è un romanzo dello scrittore francese Émile Zola.
  • La vicenda è ambientata in Francia all'epoca della seconda rivoluzione industriale.
  • Il libro è il tredicesimo del Ciclo de "I Rougon-Macquart" (1871-1893) ed è uno dei più celebri.
  • Fu pubblicato come "feuilleton" nella rivista Gil Blas tra il novembre 1884 e il febbraio 1885, e poi come romanzo nel marzo dello stesso anno.
  • La trama si svolge nella zona mineraria del nord della Francia e descrive la dura vita dei minatori della seconda rivoluzione industriale, oltre che l'organizzazione politica e sindacale della classe operaia.
  • Nel 1884, per scrivere il romanzo, Zola ha visitato la miniera della compagnia mineraria di Anzin, la più importante dell'epoca.

Germinal

Stefano Lantier organizza uno sciopero, dovuto alle condizioni di vita dei minatori di Montsou. Stefano è un operaio che lavora in miniera, dove ha passato gran parte della sua vita. Gli operai resistono per mesi, finchè logorati dalla fatica, marciano sulle miniere implorando cibo. A questo punto interviene l' esercito e lo sciopero si trasforma in una carneficina. I minatori, ormai sottomessi, si adeguano alle condizioni imposte loro, fino a quando un macchinista russo inonda la miniera. Molti di questi operai muoiono annegati, ma Stefano si salva con difficoltà. Il racconto si conclude quando Stefano ritorna a Parigi, dove spera di trovare un mondo più giusto.

Made with Adobe Slate

Make your words and images move.

Get Slate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a Copyright Violation, please follow Section 17 in the Terms of Use.