Loading

CULTURE4KIDS BEYOND THE TEXTBOOK

Fairy tale - The Stories from around the Europe

LTTA ERASMUS KA229 IN FRANCE

Report finale divulgazione visita Ouisthream 3/8 Febbraio 2019

di Anna Maria Di Girolamo

Dopo la visita in Normadia tenutasi agli inizi di febbraio 2019 ho iniziato subito la socializzazione dell’esperienza vissuta nelle classi della scuola, puntando in particolare l’attenzione sulla narrazione delle leggende tipiche di ogni Paese partner.

I bambini si sono mostrati subito curiosi e interessati non solo verso l’intreccio favolistico, ma anche riguardo l’origine geografica delle leggende e ciò ha comportato una piacevole divagazione geografica che ci ha condotti virtualmente “ a spasso per l’Europa” .

Molto gradita è stata la leggenda cipriota “Spanos e i 40 dragoni” , così come la scoperta che ai bambini francesi viene raccontata una versione di Cappuccetto Rosso che si differenzia da quella originaria di Perrault in quanto i personaggi principali di quella francese svolgono azioni meno cruente e il finale vede una “Cappellino rosso” che studia in Europa per diventare veterinaria.

Ai bambini della scuola dell’Infanzia è piaciuta molto la favola bulgara “The Magic Glove” che, nonostante sia una storia breve e semplice ,rappresenta l’esempio di racconto cui può succedere veramente di tutto….persino che un guanto ospiti un orso!

Ho cominciato con le prime classi della sede centrale per poi continuare con le classi seconde, terze e quarte; passando poi al plesso ho incontrato i ragazzi di quinta, quarta, terza, seconda e prima. Successivamente ho incontrato i bambini della scuola dell’Infanzia prima della centrale e poi del plesso.

Alle classi a tempo pieno ho dedicato uno spazio pomeridiano, poiché l’attività proposta mi sembrava particolarmente adatta a svolgere un’attività interdisciplinare in forma non strutturata.

Anche alla scuola dell’Infanzia mi sono recata di pomeriggio per lo stesso motivo, proponendo ai bambini solo la fiaba bulgara su citata e quella francese “Cappellino Rosso”, poiché le altre poco si adattavano al loro target di età. Alcune insegnanti mi hanno chiesto materiali per poter continuare l’opera di divulgazione e magari socializzarla anche ai genitori.

Mi sono servita dei book donati da ogni partner, di un supporto cartellonistico sul quale ogni Paese europeo si poteva individuare attraverso la corrispondente bandiera e, laddove è stato possibile, dai materiali caricati sulla piattaforma eTwinning.

Dovendo svolgere questo compito da sola si può immaginare che l’arco temporale impiegato sia stato più lungo del previsto, gli interventi in totale sono stati 14 della durata di circa 50 minuti ciascuno, svolti in orario extra curricolare per me e hanno rappresentato un momento in cui parlare di Europa con i nostri alunni mi ha permesso di allungare lo sguardo oltre il nostro territorio e di gettare il seme della curiosità nell’ immaginario dei bambini.

docente Anna Maria Di Girolamo

di Anna Maria Gargiulo

I miei alunni di 3 anni, con la semeiotica dell'immagine suggerita dalla favola "The magic Glove" del progetto Erasmus, hanno espresso una comunicazione implicita di azione e conoscenza della figura di un piccolo animaletto, nel nostro caso un topo. Il progetto CULTURE4KIDS amplia così un percorso mirato ad includere dal primo segmento scuola infanzia una didattica inclusiva e codificata per forma colori identità anche di conoscenza comune da poter condividere con realtà umane diverse narrati dalla favola.

Created By
Tizy Riccio
Appreciate

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.