Loading

1. RENDICONTO DI MANDATO Comune di Chianciano Terme (Siena) - 2014 - 2019 PARTE PRIMA

RENDICONTO DI MANDATO 2014-2019

PARTE PRIMA

Le istituzioni amministrative

Organi e atti di governo

Candidati delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014

Andrea Marchetti - Lista Civica Puntoeacapo

Massimo Rondoni - Lista Civica Chianciano Riparte

Fabiano De Angelis - Movimento 5 Stelle

Il candidato Andrea Marchetti con 1.801 voti (46,65%) con la Lista Civica Puntoeacapo ottiene il maggior numero di voti

Andrea Marchetti - Sindaco di Chianciano Terme (2014-2019) - nominato il 26 maggio 2014

Andrea Marchetti: "Ti propongo questo video che rende bene l'idea del nostro programma di gestione, incentrato sul 'cambiamento' che ha intrapreso per la nostra città: la città del benessere, la città dello sport, la città della cultura, la città dell'ospitalità e dell'enogastronomia, la città dello star bene. Grazie a tutti per aver collaborato fattivamente al "nostro progetto".

Incontrarsi a Chianciano

"Incontrarsi a Chianciano" tra terme, sport, benessere, enogastronomia e ospitalità. Il video è stato realizzato dal Comune di Chianciano Terme, Chianciasì, Terme di Chianciano. Intervento realizzato con il cofinanziamento FEASR del Programma di Sviluppo Rurare 2014-2020

Di seguito proponiamo, suddivisi in aree, alcuni punti che hanno caratterizzato la nostra amministrazione comunale
salvaguardare il nostro ambiente e tutelare le acque termali (piscine termali theia)

Ambiente

Una città nel verde (viale delle terme)

Aree verdi, ambiente urbano e manutenzioni

Tante attività culturali per 365 giorni all'anno fanno la differenza come il nostro patrimonio unico del museo civico archeologico delle acque

Attività culturali

Il successo arriva quando l’opportunità incontra la preparazione (Zig Ziglar) è una costante da perseguire sempre

Attività produttive

riqualificazione del centro storico di chianciano terme (foto di daniele ciolfi)

Centro storico

ricordiamo i Circa 70 ragazzi di Chianciano Terme che erano partiti per un campo estivo vicino a Santa Giusta, una frazione di Amatrice. I ragazzi tra gli 11 ed 14 anni di età, accompagnati dal parroco don Carlo, sono tutti tornati a casa il 24 agosto 2016 all'indomani del terremoto. tutti abbiamo vissuto questo.

Protezione civile e comunicazione

inclusione: una definizione da non dimenticare mai quando fai progetti per una comunità

Rete volontariato, diversamente abili e città solidale

per noi: "L'eduzaione è l'arma più potente che puoi usare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela)

Scuola

Il potere ha solo un dovere: assicurare la sicurezza sociale alla gente. (Benjamin Disraeli)

Sicurezza

“Lo sport dà il meglio di sé quando ci unisce” (FRANK DEFORD)

Sport

Se vi è una magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua (Loren Eiseley)

Terme

Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone (John Steinbeck)

Turismo

Alta Velocità: fermata Chiusi-Chianciano da giugno 2019... realtà... non una citazione

Urbanistica e mobilità

"Insieme si può"

è sempre stata la nostra visione

Il Sindaco Andrea Marchetti, l'Assessore e Vicesindaco Rossana Giulianelli, gli Assessori Danila Piccinelli, Damiano Rocchi, Andrea Morganti, i Consiglieri delegati Laura Ballati, Fabio Nardi, Davide Meniconi

AMBIENTE

Tutela acque termali e risorse idriche
Tutela dall'inquinamento acustico
Revisione del Sistema di gestione dei Rifiuti
Un ambiente sostenibile
Tutela acque termali e risorse idriche

Tutela acque termali: stabilito il transito con i mezzi che trasportano materiali che richiedono il falso sotterraneo in tutto il comprensorio

Chianciano Terme, e il comprensorio, ha un patrimonio inestimabile patrimonio da salvaguardare e tutelare: le risorse idriche termali. L’Amministrazione comunale ha posto particolare attenzione alla necessità di tutelare questo patrimonio approfondendo innanzitutto - con il Dr. Giuseppe Pagano, geologo e direttore di miniera dal 1990 di Terme di Chianciano - le dinamiche del bacino termale del 'sistema chiancianese' attraverso la redazione di un pertinente studio sul bilancio idrologico. Studio dal quale è emerso che il bacino termale locale ha una propria dinamica locale, non strettamente dipendente dal sistema territoriale ed il cui bilancio è annualmente tenuto 'stabilmente' in equilibrio con gli emungimenti che vengono eseguiti da pozzo, al fine di garantire l'attività termale.

Questo anche grazie al fatto che a Chianciano Terme, unica realtà termale toscana, che con l'installazione di misuratori di portata, ha di fatto attuato le misure di controllo previste dalla normativa, gli emungimenti sono dinamicamente tarati in virtù dell'alimentazione delle falde, dei tempi di ricarica, e del consumo di risorsa sia per cure termali che per attività riconducibili alle Piscine Theia. In relazione alle precipitazioni meteoriche annue, sul bacino afferente al comprensorio di riferimento - precipitazioni che alimentano le falde del 'sistema Chianciano' - si ha, di fatto, sempre un consumo monitorato ed inferiore agli apporti positivi, scongiurando il rischio impoverimento. Ciononostante, l’amministrazione si è interfacciata con Regione e Provincia, ciascuna per le proprie competenze, affinché possano essere individuate le risorse necessarie per commissionare un pertinente ed approfondito studio, esteso a tutto il bacino della falda termale che si estende dal Monte Cetona sino a Rapolano Terme, finalizzato alla determinazione delle future potenzialità del bacino idrico e alla definizione di un quadro normativo e regolamentare unico.

Lo studio sul bilancio idrico

Una sintesi dello studio sul bilancio idrologico termale redatto dal Dr. Giuseppe Pagano, geologo e direttore di miniera dal 1990 di Terme di Chianciano.

Il bacino termale del 'sistema chiancianese' ha una propria dinamica locale, non strettamente dipendente dal sistema territoriale ed il cui bilancio è annualmente tenuto 'stabilmente' in equilibrio con gli emungimenti che vengono eseguiti da pozzo, al fine di garantire l'attività termale. Questo anche grazie al fatto che a Chianciano Terme, unica realtà termale toscana, che con l'installazione di misuratori di portata, ha di fatto attuato le misure di controllo previste dalla normativa, gli emungimenti sono dinamicamente tarati in virtù dell'alimentazione delle falde, dei tempi di ricarica, e del consumo di risorsa sia per cure termali che per attività riconducibili alle Piscine Theia. Questo fa si che, in relazione alle precipitazioni meteoriche annue, sul bacino afferente al comprensorio di riferimento - precipitazioni che alimentano le falde del 'sistema Chianciano' - si ha, di fatto, sempre un consumo monitorato ed inferiore agli apporti positivi, scongiurando il rischio impoverimento.

Rimane fermo l'impegno su questo fronte da parte dell’Amministrazione comunale, ovvero, tutelare la risorsa idrica termale.

Fornitura acqua fredda

2014 - Attivazione nuova rete idrica

Subito dopo l'insediamento della Giunta comunale, nel 2014, sono partiti i lavori di sostituzione, rinnovamento ed implementazione di alcuni aspetti di condotta della rete idrica della città. I lavori hanno permesso il collegamento in alcuni tratti della rete idrica di Chianciano Terme con la condotta della sorgente "del Vivo"; sono situati su Viale della Libertà, Strada delle Sitglianesi e Via Ugo Foscolo. Grazie per l'attivazione della nuova rete idrica, le amministrazioni pubbliche hanno sottoscritto un contratto tra il gestore e il servizio.

Durante i lavori della rete idrica
Tutela dall'inquinamento acustico

Redatto il piano per l'attuazione del regolamento acustico e disciplina delle attività rumorose

Redatto un "Vademecum sulle modalità di svolgimento di serate musicali"

Esteso l'orario per attività musicali e danzanti all'aperto sino alle 24.00

Nel 2015 l'Amministrazione comunale ha modificato il Regolamento di polizia locale (Art. 38) endendo così l'orario di scadenza dal 1 ° maggio fino al 15 ottobre, posticipato di un'ora, dalle 23.00 alle 24.00, l'orario per lo svolgimento di attività musicali e danzanti all'aperto. Le aree adibite ad uno spettacolo temporale nel Comune di Chianciano Terme sono il Parco Termale Fucoli, l'Area polifunzionale Campo Sportivo Località "Il Castagnolo", il Parco Acqua Santa, il Parco Sant'Elena ma l'estensione dell'orario riguarda tutto il territorio comunale. Una modifica necessaria in un comune è il nostro il prolungamento delle attività musicali e danzanti all'aria aperta. Le abitudini e gli stili di vita sono condizionati dagli sforzi delle imprese. E 'stata mantenuta la fascia oraria di inibizione di tutte le attività rumorose, che va dalle ore 14.00 alle ore 16.30, nel rispetto del riposo degli ospiti della stazione termale.

Revisione del sistema di gestione dei rifiuti

Revisione del Sistema di raccolta dei Rifiuti e Raccolta differenziata

2015 - Distribuzione composizionale ai cittadini - Il 18 novembre 2015 è partita la distribuzione dei composter domestici ai cittadini. Grazie, infatti, alla campagna avviata ad agosto 2015 a Chianciano Terme si è puntato alla ricerca della pratica del compostaggio domestico, assegnando delle composterie in comodato d'uso gratuito, per sensibilizzare ed agevolare i cittadini a differenziare i rifiuti. Questa pratica punta a favorire la qualità e la raccolta differenziata e favorire la pratica dell'auto-compostaggio.

Attivato il punto di raccolta dell'olio domestico usato

Il servizio gratuito è entrato in funzione ad agosto 2016. L'olio raccolto è pronto per la produzione di energia pulita. La Toscana è un software per i rifiuti Sei Toscana, sta progressivamente prendendo un tutto il bacino di riferimento. I cittadini possono conferire in tema il proprio olio domestico risultante dalla preparazione dei pasti, servendosi anche della "Scatola di raccolta Olly". Il punto di raccolta gratuito, l'azienda a cui è affidato il servizio per la provincia di Siena, è installato in Via Umberto Landi, nei pressi del supermercato Coop.

Card Olly

Raccolta "porta a porta"

Il servizio è stato lanciato il 22 maggio 2017 e passato a regime il 19 giugno 2017. Con l'attivazione di questo servizio sono stati eliminati tutti i cassonetti dalle strade. Il tempo era di passare dal 50% in una raccolta differenziata al 70% nel 2020 ma l'introduzione del sistema di raccolta domiciliare "porta a porta" ha già concesso in breve tempo il raggiungimento di una percentuale di raccolta differenziata superiore al 72% . Inoltre, nel Centro storico di Chianciano Terme la raccolta della frazione organica ora si può fare con bidoncini stradali chiusi con chiave; questo servizio è stato attivato dall'8 ottobre 2018.

Riapertura ed informatizzazione del “Centro di Raccolta Comunale” in Località Cavernano

L’isola ecologica di Chianciano Terme, che era stata chiusa nel 2010, è stata riaperta - dopo quattro anni di intenso lavoro durante i quali la struttura è stata messa a norma (ai sensi del Decreto Ministeriale dell’8 aprile 2008 e successive modifiche ed integrazioni) - l’11 gennaio 2018. Ora il “Centro di Raccolta Comunale” è a disposizione dei cittadini residenti nel comune. La struttura è un’area appositamente attrezzata e custodita, dove i cittadini possono effettuare la raccolta differenziata di materiali recuperabili come grandi e piccoli elettrodomestici, mobilio, olio alimentare esausto, pneumatici fuori uso, toner, vernici, legno e metallo. Una soluzione pratica e veloce che permette a tutte le utenze domestiche residenti nel Comune di Chianciano Terme di provvedere personalmente al conferimento dei rifiuti, con particolare riferimento a quelli voluminosi e ingombranti, contribuendo, così, a una gestione virtuosa.

Centro raccolta rifiuti in Località Cavernano
Centro raccolta rifiuti in Località Cavernano

Il centro di raccolta comunale è aperto con i seguenti orari: lunedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30; martedì e venerdì dalle ore 14.00 alle ore 17.30; sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Chiuso il mercoledì e la domenica.

Dai rifiuti a un prodotto con il compost “Terra di Siena”

2019 - Il Comune di Chianciano Terme ha fornito gratuitamente ai cittadini il compost derivante dalla raccolta differenziata proveniente dai rifiuti organici. Questo compost, prodotto negli impianti di Pian delle Cortine (Asciano) e Poggio alla Billa (Abbadia San Salvatore), deriva dalla lavorazione di scarti provenienti principalmente dalla raccolta differenziata dei rifiuti organici e di materiale vegetale. Un dato che riguarda i rifiuti organici raccolti nel Comune di ChiancianoTerme, che vengono trasferiti all’impianto di Pian delle Cortine: le circa 1.100 tonnellate all’anno di rifiuto organico raccolto nella stazione termale viene trasformato in circa 275 tonnellate annue di compost. Per incentivarne l’utilizzo, l’Amministrazione comunale di Chianciano Terme ha deciso di fornirlo gratuitamente ai cittadini che ne fanno richiesta. iscritti a ruolo TARI, che sono in regola con i pagamenti, ma che non sono dotati di una compostiera.

Rifiuti urbani: si punta alla meritocrazia passando dalla TARI alla TARIP

La gestione dei rifiuti punta alla meritocrazia. Molti comuni virtuosi in tema di raccolta differenziata hanno applicato e stanno applicando la TARIP, ovvero la tariffa puntuale che consente di pagare il servizio di raccolta rifiuti in base al volume della spazzatura indifferenziata prodotta.

Il Comune di Chianciano Terme lavora per la pianificazione, a livello di area, del sistema di raccolta omogeneo finalizzato all’inserimento di strumenti necessari all’attuazione della TARIP. Grazie alla tariffa puntuale, dunque, non si pagherà più in base alla metratura dell'immobile, bensì in base al volume della spazzatura indifferenziata prodotta, secondo un sistema a tutti gli effetti “meritocratico”, che una volta per tutte premierà i cittadini più diligenti.

Con l'obbiettivo del passaggio dalla TARI ad una tariffa puntuale TARIP, ovvero a tariffa commisurata sulla reale produzione di rifiuti, è stato necessario variare il servizio da stradale (cassonetto) a domiciliare ("Porta a porta" con bidoncino condominiale o sacchetto); servizio questo che, oltre a garantire il raggiungimento delle percentuali di Raccolta Differenziata fissate dalla normativa, ha rappresentato una importante base “strutturale” sulla quale hanno avuto inizio le misurazioni utili per individuare la migliore forma di implementazione, finalizzata al tracciamento del rifiuto su ogni singola utenza (singola, condominiale, produttiva). Solo al termine di tale periodo di sperimentazione (servono almeno due annualità) necessario per raccogliere un significativo numero di dati, potrà essere definitivamente formalizzato il cambio tariffario.

L’Italia è l’unico paese europeo a pagare ancora il servizio di raccolta dei propri rifiuti in base ai metri quadri della proprietà di un immobile. Nel resto d’Europa, la tariffa viene modulata in base al servizio, in base cioè a quanti mezzi, attrezzature, e raccolte di rifiuti vengono impiegate nel corso di un periodo di tempo dal servizio comunale di nettezza urbana; ciò fa sì che il cittadino, invece di produrre più rifiuti possibile proprio per ottimizzare la propria tassa, sia incentivato a produrre meno rifiuti possibile, poiché paga in base al servizio ricevuto.

A Chianciano Terme cresce l’impegno per l’ambiente e per l’economia circolare: è in arrivo l’ECOSCAMBIO

Ogni cittadino potrà scambiare gratuitamente diversi oggetti nella struttura realizzata a Cavernano, vicino al centro di raccolta Dopo gli importanti risultati conseguiti grazie al percorso intrapreso con Sei Toscana, con l’aumento delle quantità e qualità delle raccolte differenziate registrate con l’introduzione del "Porta a porta", e dopo le successive iniziative a supporto di una corretta gestione dei rifiuti, tra cui la "Ristrutturazione del centro di raccolta di Cavernano" e l’istallazione degli "Eco-compattatori" per la raccolta di plastica e lattine, il comune di Chianciano Terme prosegue il suo cammino verso l’economia circolare con una nuova iniziativa: l’Ecoscambio. Nell’area adiacente al centro di raccolta è stata adibita una struttura in grado di intercettare grandi volumi di oggetti riutilizzabili che potranno essere scambiati gratuitamente fra i cittadini. Nell’Ecoscambio infatti sarà possibile scambiare beni usati di diverso tipo (come mobilia, attrezzature sportive, videogames, giocattoli, arredi) a titolo gratuito con un duplice obiettivo: sottrarre dal ciclo dei rifiuti qualcosa che può ancora essere utile e, allo stesso tempo, rendere disponibile un bene per chi ne ha bisogno o magari non può permetterselo.

Nel programma di mandato la nostra amministrazione aveva previsto la realizzazione di un “Centro di Riparazione e Riuso” e oggi siamo felici di aver mantenuto la promessa data – dice Damiano Rocchi, assessore all’Ambiente di Chianciano Terme –. Grazie allo stretto e quotidiano rapporto di collaborazione con Sei Toscana, dopo i lavori nell’area di Carvenano e dopo un costruttivo confronto con l’Autorità di Ambito, sono state create le condizioni tecnico-giuridiche affinché si potesse attivare questo nuovo servizio. Il nostro Comune sarà il terzo, sui 104 della Toscana meridionale, ad attivare l’Ecoscambio che rappresenterà un vanto per tutta la nostra comunità. Si tratta di un’iniziativa sulla quale ci sentiamo impegnati in prima persona e che porterà, non solo ad indiscutibili vantaggi ambientali per il nostro territorio, ma anche ad una crescita culturale importante, di sensibilità e di nuova consapevolezza per tutti”.

In Toscana esistono, infatti, al momento, solo due esperienze simili una a Follonica e l’altra a Sovicille. Chianciano Terme si pone così al terzo posto (in un ambito di 107 comuni) ad attivare tale servizio che, in una prima fase, sarà attivato in forma sperimentale esclusivamente per l’intercettazione e la selezione dei materiali quali ad esempio tessili, giochi ed accessori per l'infanzia, attrezzature sportive; mobili ed elementi di arredo, pubblicazioni. I materiali, una volta selezionati, saranno posizionati su apposite piattaforme al fine di reimmetterli in circolazione.

Informatizzazione dell'EcoScambio

EcoScambio

Allo step successivo, già ipotizzato ma non ancora attuato, insieme al Centro di Raccolta sarà informatizzato il limitrofo EcoScambio così da poter individuare anche forme di premialità per i conferitori che, togliendo dal ciclo dei rifiuti alcuni prodotti, potranno vedersi riconosciuto (in TARI per il momento e TARIP poi) uno sconto premiante.

EcoScambio
Ambiente sostenibile

Bando GAL - Riqualificazione energetica del Podere/Rifugio di Pietraporciana

Ammissibile a finanziamento il primo stralcio funzionale pari ad 80.000 € per opere di riqualificazione energetica (infissi, termocamino, impianto termico e solare fotovoltaico) del Rifugio di Pietraporciana. In fase di redazione il progetto esecutivo a seguito del quale - rendendo cantierabile l’intervento - saranno ufficialmente assegnate le risorse.

Dopo l’affidamento in concessione pluriennale della gestione al Circolo di Legambiente e la sottoscrizione della convenzione con Regione Toscana per la valorizzaIone della omonima riserva naturale ed il centro visite grazie a somme regionali annualmente investite, adesso sarà possibile realizzare il primo stralcio di interventi sullo storico Podere/Rifugio.

Per il secondo stralcio funzionale (200.000 €) partecipazione ad analogo bando, il progetto è stato ammesso ma per adesso non finanziato per esaurimento fondi stanziati.

Riqualificazione energetico con termocamino
Riqualificazione energetico con solare fotovoltaico
Lampioni in Viale delle Terme

Project financing per l'efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione in tutta la città

L’Amministrazione comunale, a seguito della dichiarazione di pubblica utilità pervenuta da un soggetto privato, ha indetto una gara ad evidenza pubblica tramite la Centrale Unica di Committenza presso l'Unione dei Comuni Valdichiana Senese per l'affidamento del servizio di efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione e contestuale la fornitura di energia elettrica e manutenzione per anni 18. Le offerte pervenute alla CUC sono state due, è stato individuato il soggetto aggiudicatario ed in questo momento sono in corso gli accertamenti previsti dalla legge. L'efficientamento energetico della pubblica illuminazione è un insieme di operazioni che permette di contenere i consumi elettrici al contempo migliorando il livello di illuminamento. La pratica è tra le più comuni per ottimizzare il rapporto esistente tra fabbisogno energetico e livello di emissioni. L’illuminazione pubblica di strade, piazzole, marciapiedi, giardini pubblici e parcheggi, richiede notevoli quantità di energia. Intervenendo sugli impianti di illuminazione esistenti, oppure realizzandone di più efficienti, permette una notevole riduzione dei consumi, diminuire le emissioni di gas effetto serra e ridurre le emissioni luminose, contribuendo così alla riduzione dell’inquinamento anche luminoso, come richiesto dalle norme vigenti nella nostra Regione.

Attivato il riciclo incentivante che premia i cittadini più “green” con le casette dell’acqua con ecocompattatore

Sono state inaugurale il 23 luglio 2016 due casette BeGeo Box, casette dell’acqua con eco compattatore, che premia i cittadini con Geomundis, il primo sistema italiano per raccogliere punti con il riciclo e fare il “Green-commerce”. Le casette sono state collocate una in Via Umberto Landi (zona parcheggio Coop), adiacente al centro storico e l’altra in Viale della Libertà (zona FIAT - passeggiata Parco a Valle). Le casette BeGeo Box sono strutture altamente tecnologica, contenente un distributore dell'acqua, un ecocompattotore, un monitor comunicativo ed un hot spot Wi-fi, in grado di fornire diversi dati e servizi utili all’Amministrazione comunale di Chianciano Terme, agli operatori commerciali, ai cittadini e rilevante per l’ambiente.

Casette dell'acqua con ecocompattatore (sopra quella in Via Umberto Lando - a sx quella di Viale della Libertà zona FIAT

Bici elettriche con pedalata assistita

2015 - I primi ad utilizzare le bici elettriche, all’indomani delle elezioni amministrative, sono stati il Sindaco, Andrea Marchetti, ed alcuni assessori, che sin dal loro insediamento hanno adottato un sistema di mobilità sostenibile per i loro spostamenti. Poi, l'Amministrazione Comunale, nel perseguimento dell'obiettivo di una mobilità sostenibile per la cittadina termale, ha acquistato due biciclette elettriche a pedalata assistita che sono state messe a disposizione del personale dipendente dell’Ente, che per esigenze di servizio hanno necessità di compiere brevi spostamenti sul territorio. Una bicicletta è stata data in dotazione al Servizio di Polizia Municipale e un’altra è stata messa a disposizione del resto del personale interno del Comune.

Auto elettrica per la Polizia Municipale

Vari i progetti attivati per avere a Chianciano Terme una “Città sempre più Smart”. Tra questi vi è rientrato l’acquisto di una nuova auto elettrica, una Volkswagen E-Up!, che è in dotazione alla Polizia municipale dal 3 aprile 2018 e contemporaneamente è stato siglato un protocollo con Enel, Progetto Eva plus, per la realizzazione della rete di ricarica urbana. Con questa nuova auto è stata dismessa quella ad alimentazione a gasolio ed il risparmio si aggira intorno a 3.000 euro all’anno.

Consegna della chiave dell'auto elettrica ai Vigili Urbani
Il giorno della consegna dell'auto elettrica

Chianciano Terme: inaugurate colonnine ricarica per veicoli elettrici. Due le nuove postazioni: in Piazza Gramsci e nel parcheggio di Viale Baccelli

Una nuova spinta verso la mobilità sostenibile arriva da Chianciano Terme: grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale ed Enel X, la nuova divisione del gruppo elettrico dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali che sono state inaugurate il 21 marzo 2019. Due le nuove postazione attivate per la ricarica di auto elettrice, dislocate in punti diversi della cittadina: una in Piazza Gramsci, in prossimità dell’ingresso al centro storico; una seconda nel parcheggio limitrofo al Parco Fucoli a cui si accede da Viale Baccelli. Una postazione pubblica, collocata in area privata dietro alle Poste Italiane, era già presente in Piazza Italia; a questo punto sono 6 i veicoli che possono essere ricaricati in contemporanea a Chianciano Terme. Le infrastrutture di ricarica di Piazza Gramsci sono di tipo quick da 44 kW (due prese da 22 kW per quattro postazioni totali) e consentono ai veicoli elettrici, che potranno usufruire di posti auto dedicati in prossimità di ogni colonnina, di effettuare una ricarica in modo “intelligente” e “interoperabile”. L’interoperabilità è particolarmente importante perché il possessore del mezzo elettrico può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui ha stipulato il contratto. Enel X, che si occuperà anche della manutenzione delle infrastrutture, mette peraltro a disposizione dei cittadini Enel X Recharge, l’innovativo servizio che permette di ricaricare il veicolo utilizzando semplicemente l’App Enel X Recharge o la card associata.

Realizzazione di area sgambettamento cani all’interno del Parco a Valle

Un'area di circa 1.000 mq, con zone di ombra e spazi assolati, completamente recintata e attrezzata con panchine, cestini e fontanella di acqua, per permettere ai cani di correre e giocare liberamente senza guinzaglio e museruola. Gli animali resteranno sotto la responsabilità dei proprietari o degli accompagnatori che dovranno garantire il rispetto del patrimonio pubblico, dell’igiene, della pulizia, nonché dell’incolumità e della sicurezza di chi frequenterà tale spazio. L'area dispone anche di un sistema di dog toilet composto da un distributore di sacchetti per le deiezioni dei cani con annesso cestino porta rifiuti.

La campagna di sensibilizzazione di igiene ambientale

Campagna di civiltà: obbligo raccolta feci canine

1. Tieniti sempre pronto. Qualsiasi metodo tu scelga, procurati tutto l'occorrente prima di uscire.

Sacchetti per raccolta feci canine

2. Proteggi te stesso. Oltre a portarti dietro la busta di plastica e la paletta, non dimenticare un paio di guanti di lattice, che butterai dopo l'operazione, e delle salviettine o un gel antibatterico. Se non ti senti bene, sei incinta o prendi immunosoppressori, seguire queste misure extra è la cosa più sensata da fare.

3. Se ti capitasse di incontrare qualcuno che non si preoccupa di raccoglierla, spiegagli quando sia poco igienico e quanto costituisca una mancanza di rispetto nei confronti di tutta la città. Offrigli una delle tue buste: non potrà dirti di no perché il tuo è un gesto educato nonché inatteso.

A Chianciano Terme è obbligatorio rispettare questa norma e se vai in altro paese o città fallo per la tua salute e per l'ambiente.

Progetto educativo “Can you rePET” - Un milione e mezzo di tappi raccolti e sul podio gli studenti di Chianciano Terme

Aiutare l'ambiente e generare cultura: gli obiettivi raggiunti da Can You RePET, il progetto educativo ideato da Straligut Teatro per promuovere riciclo e sostenibilità ambientale. Un successo reso possibile dall'impegno delle migliaia di alunni delle scuole coinvolte nel progetto, premiati in una cerimonia pubblica il 24 febbraio 2017 al Teatro del Costone di Siena. Can You RePET è stata un'azione della residenza artistica “Up”, sostenuta dal Comune di Siena e dal Comune di Monteroni d'Arbia e riconosciuta dalla Regione Toscana per il triennio 2016-2018. Un rifiuto può generare valore: questo il messaggio chiave dell'iniziativa. E così un assegno da 86.338 tappi da spendere in attività teatrali è stato staccato per la classe prima classificata nell'edizione 2016-17 della gara di raccolta e avvio al riciclo di tappi in plastica e acciaio. Una competizione che ha coinvolto 127 classi di una ventina di istituti scolastici di tutta la provincia di Siena: per loro in palio visite guidate, laboratori tematici, letture e animazioni teatrali, repliche di spettacoli al Teatro dei Rozzi di Siena. I numeri. 1.514.634: una montagna di tappi del peso di 3 tonnellate e mezzo è stata “scalata” dai 2.800 alunni delle 19 scuole partecipanti tra cui quelle di Chianciano Terme. Sui primi due gradini del podio classi della Scuola Secondaria di I grado “Federigo Tozzi” di Chianciano Terme, la II e la I B, che hanno raccolto rispettivamente 86.338 e 65.213 tappi, aggiudicandosi una visita guidata all'impianto di compostaggio di Poggio alla Billa (Abbadia San Salvadore), dove gli studenti hanno potuto conoscere l'importante lavoro svolto dopo la raccolta differenziata.

Il primo alla classe IIB della scuola secondaria "Federigo Tozzi" di Chianciano Terme
La premiazione dei ragazzi

Campagna “Ricicla il tuo vero albero di natale”

Con questo slogan l’Amministrazione comunale ha lanciato un invito a fine 2018 invitando tutti i cittadini a riciclare gli abeti utilizzati come alberi di Natale per dare alle piante una ‘seconda vita’ con una nuova piantumazionei. Un bel gesto nei confronti della natura da parte di quanti hanno donato l’abete al Comune per poterlo mettere a dimora nei giardini pubblici.

Risparmio energetico - Adesione a M’illumino di meno

2015 - Molti i piccoli gesti finalizzati al risparmio energetico come l’adesione all’iniziativa “M’illumino di meno”, la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sulla razionalizzazione dei consumi energetici, ideata da Caterpillar, storico programma in onda da diciotto anni su Radio 2 RAI. A Chianciano Terme l’Amministrazione comunale, che ha aderito all’iniziativa della festa del risparmio energetico non illuminando, nel centro storico, il simbolo del paese ovvero la “Torre dell’Orologio” e nel 2015 sono state spente anche le luci el luogo centrale della stazione termale, ovvero “Piazza Italia”. Intervento di risparmio energetico al Museo civico archeologico “Delle Acque” dove, grazie all’impegno della Fondazione del Museo, sono stati sostituiti i corpi illuminanti, prima alogeni, con apparecchi a basso impatto energetico.

Campagna M'illumino di meno

“Puliamo il Mondo”: tutti insieme per un paese più pulito e accogliente

Comune di Chianciano Terme, Circolo locale Legambiente “Terra e Pace” e Istituto Comprensivo “Federigo Tozzi” uniti per migliorare l’ambiente. Puntualmente ogni anno ricorre questa giornata dove migliaia di cittadini scenderanno in campo per portare un aiuto concreto al nostro stupendo territorio, troppo spesso vittima dell’incuria e dell’indifferenza generale. Chianciano Terme è sempre stato un comune molto sensibile alle tematiche dell’ambiente e questa amministrazione comunale, avendo già attivato diversi progetti finalizzati al risparmio ecologico, alla salvaguardia dell’ambiente, alla diffusione della sensibilizzazione in queste tematiche, ha accolto con entusiasmo la proposta di Legambiente di aderito puntualmente.

Puliamo il mondo, iniziativa a Chianciano Terme con gli studenti delle scuole
Studenti impegnati in "Puliamo il mondo"
Studenti impegnati in "Puliamo il mondo"

Gestione del Centro Visite Pietraporciana

2014 - Nel 1996 la Provincia di Siena ha istituito sul suo territorio un Sistema di 14 Riserve Naturali allo scopo di salvaguardare e tutelare ambienti di elevato valore naturalistico, storico e culturale in cui sono presenti habitat e specie animali e vegetali di notevole interesse scientifico e conservazionistico la cui tutela riveste un’importanza a livello nazionale ed europeo. Tra queste riserve vi è la Riserva Naturale Pietraporciana che ricade nel territorio di competenza dell’Unione dei Comuni Valdichiana Senese e al suo interno si trova l’immobile denominato “Centro visite Pietraporciana” di proprietà del Comune di Chianciano Terme, adibito a centro visite. L’amministrazione comunale ha confermato la conduzione al “Circolo Legambiente Chianciano Terme” (a cui era stata già assegnata temporaneamente nel 2013) e successivamente, nel 2018, ha indetto un bando per l’affidamento in gestione dell’immobile per la durata di dieci anni, prevedendo nel bando, anche il rinnovo della convenzione per un periodo non superiore alla durata originaria della convenzione.

Podere Pietraporciana
Sentiero della Faggeta di Petraporciana
Podere di Pietraporciana
Rosalia Alpina

Fianziamenti dalla Regione Toscana per l'efficientamento energetico del Palazzetto dello Sport

Quando abbiamo deciso di investire risorse in progettazione lo abbiamo fatto anche con la lungimiranza di lasciare in eredità alla prossima amministrazione progetti finanziabili o meglio ancora già finanziati e quindi immediatamente attuabili. La Regione Toscana (con Delibera 385 del 25/03/19) ha stanziato nuove risorse per rafforzare gli interventi sul patrimonio pubblico in tutta la Toscana finanziando la graduatoria del bando dedicato a progetti di efficientamento energetico di edifici pubblici nell’ambito delle azioni previste dalla programmazione dei fondi comunitari Por Fesr 2014-2020. Con il primo stanziamento di 8 milioni di euro erano finanziati 17 progetti di Comuni e Aziende sanitarie; in una seconda fase, lo stanziamento ammonta a 32 milioni di euro e i progetti finanziati saranno ulteriori 110 tra i quali anche i 230.000 € a cofinanziamento del “nostro” progetto di efficientamento energetico del Palazzetto dello Sport. Un progetto con cui si andranno a migliorare le prestazioni del sistema edificio-impianti ed a ridurre i consumi energetici e con il quale – dopo l’intervento di riqualificazione funzionale di cui è attualmente oggetto la struttura – permetterà di riconsegnare alla cittadina ed al sistema turistico sportivo, un impianto rinnovato e all’avanguardia, che dalla sua edificazione a fine anni ‘70 in poi non era stato oggetto di alcun intervento. Al momento (marzo 2019) sta per terminare il primo stralcio funzionale dei lavori, affinché la stagione sportiva ed eventistica estiva ed autunnale, calendarizzata nell’ambito della “Chianciano Terme Città Europea dello Sport 2019” possa essere svolta nel modo ottimale. La prossima amministrazione potrà contare su somme già stanziate per dare seguito al secondo stralcio di lavori mirato all’efficientamento energetico.

Aree verdi, ambiente urbano e manutenzioni

Parchi giochi per bambini
Parco avventura
Skate park
Decoro urbano -Street Art
Nuove fontane
Palestra outdoor
Insegne di esercizio
Parcheggi intelligenti
Smart City
Protezione civile e comunicazione
Valorizzazione, potenziamento e tutela delle aree verdi

Realizzati parchi gioco per bambini nelle zone: Largo Siena, Via Macerina e zona Le Piane

2017 - Parco giochi Louis Braille – E’ stato intitolato all’inventore della scrittura tattile per non vedenti, il francese Louis Braille, il parco giochi voluto dall’Amministrazione comunale all’inizio dell’area pedonale denominata “Macerina”. L’area di questo parco, di proprietà della società Terme di Chianciano Immobiliare, è stata concessa in comodato d’uso all’Amministrazione Comunale alla fine del 2015 e si estende su di una superficie di circa 2.000 mq. L’area, situata nella zona sud-ovest del centro urbano di Chianciano Terme e precisamente tra Via G. Baccelli e Via Roncacci (Zona Largo Siena) in prossimità della passeggiata pedonale “Macerina”, un percorso a margine di un bosco naturale, è stata trasformata in un parco giochi per bambini dove sono stati installati un piccolo castello, dei giochi a molla, una altalena con un sedile piatto e uno a gabbia per i bambini più piccoli, una altalena a cestone, un girello e ben cinque panchine in plastica riciclata.

Parco giochi Luis Breille
Parco "Madre Terra"
Parco "Madre Terra"
Parco giochi in Località Le Piane
Parco giochi in Località Le Piane

Realizzato il Parco Avventura "Indiana Park"

E’ stato inaugurato il 2 maggio 2015 il Parco Avventura “IndianaPark” che si estende in una pineta di 3 ettari, in un ambiente naturale immediatamente sul retro di Piazza Italia, in zona La Pineta. Con la risistemazione di tutta questa area è stata creata un’oasi di relax e divertimento rivolta ai giovani, a partire dai 5 anni, fino agli adulti. L’ingresso al parco è gratuito, si pagano solo le attività che vengono svolte dai gestori del Parco Avventura. Notevoli gli investimenti fatti all’IndianaPark per rendere il divertimento “sicuro”. Attrezzature innovative di ultima generazione, tecniche costruttive rispettose degli alberi e dell’ambiente, una sorveglianza e manutenzione continua di tutte le strutture, sono queste le caratteristiche di questo parco, dove, è stata inserita anche una carrucola che arriva a ben 18 metri di altezza.

Percorso del Parco Avventura

http://chiancianoterme.indianapark.it

Il giorno dell'naugurazione dell'Indiana Park
Gli amministratori si preparano ad effettuare il percorso dell'Indiana Park

Realizzazione Skate Park all’interno del Parco a Valle

E’ stato inaugurato il 27 maggio 2016 lo “Skate Park”, l’area dedicata ai giovani all’interno del “Parco a Valle”, uno splendido parco che unisce, con percorsi a piedi nel verde, gli impianti sportivi alla zona termale della città. Il progetto è stato realizzato nell’area che va dagli impianti sportivi sino al Parco Fucoli, area destinata all “Cittadella dello Sport”. La realizzazione dello “Skate Park”, è stata possibile grazie al 'recupero' di risorse in bilancio degli anni precedenti destinate esclusivamente a progetti per giovani.

Area dello Skate Park
Interventi vari di manutenzione

Abbattute dagli operai comunali diverse piante pericolose all’interno dell’area urbana (nei parchi e in prossimità di alcuni tratti di marciapiedi e tratti viabili)

Ottobre 2018 - A causa di avverse condizioni meteo con presenza di raffiche di vento sino ai 35 km/h sono caduti diversi alberi

Installata una pensilina per attesa degli Autobus in Piazza Gramsci

Pensilina per attesa autobus in Piazza Gramsci

Ripristinata la pavimentazione su alcuni tratti pedonabili interni al Parco a Valle

Durante i lavori di sistemazione della pavimentazione dei tratti pedonabili
Viale pedonabile del Parco a Valle

Sistemazione di Piazza Italia con aiuole fiorite

Piazza Italia con aiuole fiorite
Decoro urbano - Street Art
IL progetto d’arte sociale TUCC (Tuscany's urban colors correction) all'ingresso di chianciano terme
Progetto di arte sociale nella parete sottostante le scuole di chianciano terme in via umberto landi
Murales realizzato all'interno delle piscine comunali esterne

2017 - Chianciano Terme ha partecipato al progetto, finanziato dalla Regione Toscana, “Toscanaincontemporanea2017”, progetto d’arte sociale TUCC (Tuscany's urban colors correction). Oltre a Chianciano Terme hanno aderito al progetto sulla arti visive contemporanee città come Pontedera, Volterra e Firenze. Il bando è stato indetto per promuovere artisti under 35 e studenti delle scuole, nell’ambito di “GiovaniSi”, e alcuni Comuni toscani hanno avuto la possibilità di riqualificare urbanisticamente alcuni spazi pubblici con vere e proprie opere d’arte. A Chianciano Terme il primo intervento è stato realizzato dal gruppo Elektro Domestik Force, che ha cambiato l’immagine del muro perimetrale del plesso scolastico comunale di Viale Dante, realizzando un murales di ben 500 mq. Nel 2017 l’amministrazione comunale ha messo a disposizione il muro in cemento, di 80 mq di superficie, collocato all’ingresso della città. Qui sono state riprodotte le varie mascotte del Clan di Giano. Altro intervento è stato realizzato nella facciata del Museo civico archeologico Delle Acque, in prossimità del centro storico e all'interno delle piscine comunali.

Murales nella facciata di ingresso del Museo civico archeologico Delle Acque di Chianciano Terme

Gli artisti, Lopez, Staila, Sera, Moz, Cionsi e Rame 13, hanno riprodotto le varie mascotte che l’Amministrazione comune ha ideato per dare valore alle molteplici attività che offre al pubblico nei soggiorni all’interno della città termale e sono stati riprodotti i personaggi del Clan di Giano.

www.edfcrew.com

Dipingi il Natale
Le Balle di Natale in Piazza Italia
Le Balle di Natale in Piazza Matteotti

Dipingi il Natale con Balle di Natale...

Rotoballa dipinta collocata all'ingresso di Chianciano Terme
Immagini degli artisti
Immagini degli artisti
Patti di collaborazione per decoro urbano
Realizzazione di fioriere la cui cura è stata svolta da cittadini che hanno aderito ai Patti di collaborazione
Realizzazione di fioriere la cui cura è stata svolta da cittadini che hanno aderito ai Patti di collaborazione

Prendersi cura della nostra Città, del proprio quartiere, di uno spazio verde, di un edificio, di un progetto culturale e sociale

L'Amministrazione comunale ha attivato, con regolamento, i Patti di collaborazione. E’ una scommessa sul presente e per il futuro. Prenderci cura dei luoghi in cui viviamo, lavoriamo, in cui crescono i nostri figli è un atto di responsabilità e di amore verso la nostra Città. La qualità dei beni comuni che attraversiamo, frequentiamo, promuoviamo, sperimentiamo dipende da noi. Un cittadino attivo è un cittadino responsabile che, con le sue azioni, sente propria la Città e si rende partecipe dello stato di benessere dell’intera comunità. Una Città più bella e curata rende i cittadini più felici. Sono certo che Chianciano Terme vincerà questa scommessa. La cittadinanza attiva è questo: singoli cittadini, associazioni e imprese che collaborano con il Comune per rendere migliore Chianciano Terme, per lo sviluppo culturale, la tutela ambientale e la crescita sociale della comunità.

Come si diventa cittadino attivo?

Il cittadino attivo si impegna a realizzare interventi di cura e valorizzazione dei beni comuni, mediante l’attività volontaria e gratuita a servizio del bene comune, stipulando un Patto di Collaborazione con il Comune di Chianciano Terme, attraverso: presentazione di una proposta di collaborazione formulata in risposta ad un avviso pubblico; adesione ai moduli predefiniti; presentazione al Comune di Chianciano Terme di una proposta di collaborazione spontanea negli ambiti previsti dal Regolamento.

Partecipa anche tu. Tutte le indicazioni le trovi nel sito del Comune: diventa cittadino attivo

Diversi i progetti presentati nel corso di questi anni dai cittadini di cui, una delle ultime proposte accolte dall'Amminstrazione comunale, con sottoscrizione contratto di sponsorizzazione, è stata fatta con un soggetto imprenditoriale privato per il consolidamento e restauro di Porta del Sole.

Il soggetto imprenditoriale che si occuperà del restauro è l'azienda Rabarbaro Santoni
Nell'immagine i lavori che saranno eseguiti presso la Porta del Sole
Realizzazione di nuove fontane: all'ingresso di Chianciano Terme e in Piazza Gramsci

Fontana all'ingresso di Chianciano Terme: una rotonda con i personaggi di fantasia “Clan di Giano”

E’ stata inaugurato il 26 agosto 2017 il progetto che ha ridefinito la rotonda collocata all’ingresso di Chianciano Terme, venendo da Chiusi, davanti all’autostazione dei pullman, dove hanno trovato posto una fontana ed i personaggi di fantasia del “Clan di Giano” che guidano alla scoperta della città termale. I dodici personaggi di fantasia (Giano, Fufluns, Tagete, Uni, Aplu, Pulum, Mania, Hercle, Taitle, Turms, Usil e Selvans) i cui nomi, che oggi ci possono suonare un po’ strani, tornano in vita con le sembianze di animaletti, ma che in realtà si rifanno alla mitologia e alle divinità etrusche e romane, accompagnano piccoli e grandi alla scoperta della città, dalle terme, ai parchi, dagli alberghi alle aree sportive, dal centro storico ai musei, senza tralasciare le specialità culinarie tipiche chiancianesi e toscane. Il personaggi del “Clan di Giano” sono stati collocati attorno ad una nuova fontana, che ricorda una sorgente boschiva e pannelli esplicativi, in italiano ed inglese, ora si trovano in giro per la cittadina ad indicare e narrare percorsi culturali, enogastromomici, sportivi, ludici, termali e del benessere.

Inaugurazione della fontana presso la rotonda SP 146, 26 agosto 2017
Rendering della fontana presso la Rotatoria all'ingresso di Chianciano Terme, antistante alla fermata degli autobus

Nuova fontana con il “Pavone” di Terme di Chianciano SpA

2018 - L’acqua ed il “pavone” sono indubbiamente i principali elementi distintivi connotanti l’identità e la vocazione termale di Chianciano Terme. Proprio per questo l’Amministrazione comunale ha voluto recuperare la splendida scultura in bronzo raffigurante un pavone che “pavoneggiava” a ruota aperta sulla ‘meridiana’ interna del vecchio stabilimento del Parco Acqua Santa. Ora è posizionato in quella che era l’aiuola/rotatoria spartitraffico in Piazza Gramsci ed è stato posizionato all’interno di una fontana caratterizzata da semplici giochi d’acqua colorati. Il pavone è stato dato al Comune in comodato d’uso gratuito dalle Terme di Chianciano SpA. Un modesto intervento di arredo urbano che ha tuttavia consentito di caratterizzare e migliorare esteticamente l’area adiacente l’ingresso principale al centro storico.

Pavone in bronzo collocato nella fontana di Piazza Gramsci
Chianciano Terme ha un campo STORICO per il gioco del Pallone col bracciale che andrebbe rivalutato (in questa immagine lo sferisterio di macerata)
l Gioco del Pallone col Bracciale: Quattro secoli di storia Prima ancora che il football, nato nell'Inghilterra vittoriana attorno alla metà del XIX secolo, imponesse un modello ludico universale, l'Europa giocava a palla con le mani e in Italia, in particolare, faceva da padrone il gioco del pallone col bracciale. L'auspicio e' che, avendo la struttura, possa esserci la volonta' di qualche associazione sportiva di riprendere questo antico gioco.
Riqualificazione area Sferisterio

Sistemazione area giardini pubblici Bonaventura Somma

Con un investimento di circa 65.000 € e mediante un intervento di manutenzione straordinaria è stata riqualificata l’area del parcheggio pubblico e l’area dello “sferisterio”, ubicati all’interno della cittadina termale in prossimità dei giardini pubblici di Via Dante. Principale obbiettivo è stato quello di valorizzazione dello “sferisterio” il quale a distanza di molti anni ed attraverso l’organizzazione di eventi dedicati, potrebbe essere nuovamente utilizzato per il gioco della “palla al bracciale”. Valorizzare questa storica struttura ha significato averla adeguata ai minimi requisiti richiesti per impianti sportivi “naturali” di tale tipologia, ovvero andare a definire uno spazio piano giocabile privo di asperità, esteso su tutta la lunghezza dello sferisterio e con presenza di segnaletica a terra a definizione dell’area di gioco. Tale obbiettivo è stato raggiunto con il rifacimento della pavimentazione in asfalto dell’intera area parcheggio nonché con la ridefinizione (riducendo sensibilmente lo spazio attuale) dell’area adibita ad allestimenti per manifestazioni.

Per quanto riguarda le strade in questi anni diversi i lavori specialmente di manutenzione ai tappetini stradali in asfalto (Via Foscolo, Via Risorgimento, Piazza Martiri Perugini, Viale della Libertà, Via Risorgimento, Via del Prato, Parcheggio Viale Dante).

Smart City

Chianciano Terme più “smart” con la fibra di TIM

2018 - La banda ultralarga fino a 200 Megabit raggiunge più di 3.000 unità immobiliari. L’investimento di TIM è di oltre 300mila euro. Chianciano Terme è entrata nella lista delle città italiane scelte da TIM per il lancio dei servizi a banda ultralarga sulla nuova rete in fibra ottica, che grazie alla tecnologia FTTC (Fiber to the cabinet) permette di utilizzare la connessione superveloce fino a 200 Megabit al secondo in download a beneficio di cittadini e imprese. L’iniziativa ha l’obiettivo di dare impulso allo sviluppo digitale del territorio e proiettare il noto centro termale verso il modello di Smart City, grazie ad una infrastruttura di nuova generazione che già oggi consente di abilitare servizi e soluzioni innovative: dalla mobilità urbana alla sicurezza, dal monitoraggio ambientale ai trasporti, fino all’offerta turistica e all’entertainment. Il programma di cablaggio ha collegato progressivamente la quasi totalità del territorio, per una copertura pari a più di 3.000 unità immobiliari, realizzata grazie alla posa di oltre 12 chilometri di cavi in fibra ottica, che collegano 22 armadi stradali alle centrali telefoniche di Chianciano Stadio e Chianciano Emilia. Il lancio a Chianciano Terme dei servizi in fibra ottica è il risultato dell’investimento di TIM, pari ad oltre 300mila euro. Questo impegno ha consentito di realizzare infrastrutture sempre più moderne e in grado di offrire servizi tecnologicamente evoluti, in linea con la strategia aziendale che ha l’obiettivo di dare impulso alla trasformazione digitale del Paese. Grazie alla nuova rete in fibra ottica sono ora disponibili i servizi digitali che caratterizzano la “città intelligente”, come quelli per ottimizzare i trasporti, la mobilità urbana e la sicurezza; prevedere i volumi di persone durante gli eventi e gli itinerari seguiti dai turisti, modulandone l’offerta, e monitorare l’ambiente con soluzioni per il controllo della qualità dell’aria e delle aree verdi.

Il giorno della presentazione del progetto Chianciano Terme sempre più smart con la fibra TIM (30.01.2019)
Ernesto Bianchi, Responsable Wholesale Operations Toscana
open fiber

Fibra ottica a banda ultra larga per coprire tutto il territorio

Aperto ufficialmente a luglio 2018, in località Poggio Bacherina, il cantiere per la realizzazione del cablaggio - di zone non coperte da servizio - con in fibra ottica a banda ultra larga che garantirà connettività a circa di 560 utenze nel comune.

L’investimento complessivo dell’operazione, finanziato con fondi regionali e ministeriali, ammonta ad oltre 120.000 euro e saranno posati circa 18.500 metri di nuova infrastruttura per la fibra ottica. Lavori che porteranno alle utenze ancora non servite, internet ad alta velocità.

Open Fiber utilizzerà ove possibile cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare il più possibile l’impatto degli scavi sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità; gli scavi comunque necessari saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili ed a basso impatto ambientale.

Il cablaggio avverrà con tecnologia FTTH e tecnologia di tipo fixed wireless su banda licenziata. Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Una volta conclusi i lavori l’utente non dovrà far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa fino ad oggi molto complessa se non impossibile in alcuni luoghi del territorio comunale.

Realizzazione Palestra Outdoor

Nell’area del Parco a Valle è stata realizzata una palestra outdoor mediante la creazione di aree fitness. E’ stato installato un percorso “Vita/Cross Fitt”, progetto realizzato, grazie alla sottoscrizione di un patto d’intesa, in collaborazione con le palestre della cittadina termale, percorso a disposizione degli utenti delle palestre stesse ma anche di tutti i cittadini che lo vorranno utilizzare.

Inaugurata il 14 marzo 2019 la nuova palestra “a cielo aperto”. La palestra, a tutti gli effetti, è un percorso pubblico gratuito creato all’interno del Parco a Valle. Un impianto costituito da ben 10 attrezzature professionali, una “area fitness outdoor”, dislocata principalmente in due zone del Parco a Valle. Queste le attrezzature della palestra pubblico e composta da: Rower machine, Twister station, Circuito parallele, Leg press, Horizontal traction, Cyclette, Panca addominali, Lat machine, Chest press, Shoulder press. Tutti gli attrezzi sono gratuitamente a disposizione della comunità, dei turisti, delle società sportive e delle palestre locali, grazie alle quali con la loro partecipazione attiva si potrà contare in alcuni momenti anche sulla presenza di personale qualificato che potrà aiutare i liberi fruitori ad utilizzare nel modo più pertinente ed adeguato gli attrezzi.

Attrezzo ginnico della palestra aall'aria aperta
Attrezzo ginnico della palestra aall'aria aperta
Il Sindaco e l'Assessore Rocchi il giorno dell'inaugurazione della palestra all'aria aperta nel Parco a Valle (14 marzo 2019)
Insegne di esercizio

Decoro urbano: installate nuove insegne di esercizio e segnaletiche stradali

2016 - Il decoro urbano è la qualificazione estetica e funzionale dell’habitat cittadino quale bene primario della comunità locale ed è importante mantenere il suo livello qualitativo elevato in quanto l’aspetto urbanistico ed architettonico di un luogo esprime i valori di civiltà di una comunità. Molte sono le azioni che ogni cittadino può mettere in pratica per raggiungere elevati standard di decoro urbano ma è compito di una amministrazione comunale attivare costantemente azioni qualificanti della propria comunità. L’amministrazione comunale, ritenendo fondamentale rendere la cittadina termale più accogliente sotto vari profili ha stanziato circa 40.000 Euro per ripensare la cartellonistica stradale dell’area urbana e mettere a punto un progetto complessivo di segnaletica alberghiera e di regolarizzazione delle preinsegne ed insegne di esercizio, le cui linee guida sono state definite in accordo con l’Amministrazione Provinciale di Siena e l’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese. Con questo progetto, che è stato seguito dal Comando di Polizia Municipale di Chianciano Terme, sono state sostituite le insegne indicanti le strutture alberghiere e rimossi i pali cadenti e fatiscenti con l’installazione di nuove. Il progetto ha inoltre previsto, attraverso un accordo sistematico, il rilascio gratuito per le imprese, delle nuove autorizzazioni per le attività inserite nel progetto stesso, sia alberghiere che commerciali in genere.

Come si presentavano prima dell'intervento le insegne stradali
Le nuove insegne stradali

Parcheggi intelligenti con App

A Chianciano Terme sono state istituite aree di sosta il cui pagamento è possibile anche attraverso due applicazioni per smartphone e tablet: Phonzie e myCicero, entrambi in multilingue. In questo modo nella stazione termale, come in molti altri comuni italiani, cittadini e turisti possono risparmiare denaro, carta e soprattutto il loro tempo. Due i sistemi scelti dall’Amministrazione comunale, tra i quattro che hanno partecipato alla selezione, che sono stati attivati a partire dal 1° dicembre 2016; il primo dalla ditta Lenis s.r.l. di Firenze con il prodotto denominato “Phonzie” ed il secondo dalla ditta Pluservice srl di Senigallia con il prodotto denominato “myCicero”, App diffusa su tutto il territorio nazionale, entrambe ritenuti rispondenti alle caratteristiche richieste dall’Amministrazione comunale di Chianciano Terme.

App mycicero

www.mycicero.it

https://secure.phonzie.eu

Il giorno della presentazione delle App
Il giorno della presentazione delle App
Protezione civile e comunicazione

Redatto il Piano comunale per l'emergenza neve

Chianciano Terme durante la nevicata di dicembre 2018

Chianciano Terme “Città Cardioprotetta”

2015 - Il progetto della Pubblica Assistenza Croce Verde di Chianciano Terme di realizzare una “Città Cardioprotetta” è stato approvato, condiviso e sostenuto dal Comune di Chianciano Terme e da Banca Cras. La sinergia di questi tre attori ha reso possibile l’installazione di defibrillatori nei luoghi pubblici e maggiormente frequentati della città. Nel contempo sono stati formati diversi cittadini. Sei i defibrillatori semiautomatici acquistati

Nuovi defibrillatori nelle scuole e nella cittadina

Ai defibrillatori già collocati, grazie ai doni delle Associazioni di volontariato e di una coppia di concittadini, un altri DAE sono stati collocati presso i poli scolastici e all'interno della palestra del polo scolastico di Via Dante, nella quale dopo l'attività scolastica, nelle ore pomeridiane e serali, vengono svolte varie attività sportive quali scuola calcio, volley, taekwondo e tennis-tavolo.

Corso dell'Associazione Croce Verde all'interno della palestra delle scuole di Chianciano Terme
Una delle postazioni del defibrillatore

Istituito il servizio “Chianciano Terme WhatsApp news”

+39 3400915839

A partire dal mese di marzo 2017 è stato attivato il servizio di informazione attraverso la diffusa applicazione per smartphone “WhatsApp”. Il servizio è utilizzato dal Comune di Chianciano Terme per trasmettere informazioni di pubblica utilità, scadenze, modifiche alla viabilità, eventuali stati d’emergenza e promuovere iniziative ed eventi in programma a Chianciano Terme. Il numero di cellulare del servizio è +39 3400915839. Il servizio non risponde a messaggi o telefonate e la comunicazione è in broadcast unidirezionale, ovvero dal Comune al cittadino.

“Cittadino informato” - Il Comune di Chianciano Terme ha aderito al progetto della Regione Toscana "Cittadino informato". Anci Toscana, dopo un periodo di test durato un paio di anni su una ventina di Comuni della Regione Toscana, ha messo a disposizione di tutti gli enti locali, in collaborazione con Regione Toscana, una piattaforma webgis per comunicare alla popolazione, non soltanto gli stati di allerta in corso, ma anche i principali contenuti del Piano di Protezione Civile Comunale. La piattaforma è fornita sotto forma di app e di sito internet. La app a disposizione di ogni cittadino, da scaricare gratuitamente dai market Apple e Android per tenersi aggiornati sugli stati di allerta in Toscana.

https://cittadinoinformato.it

Attivazione Comune Web

2015 – Il servizio consente la consultazione online della banca dati anagrafica di tutti i cittadini, attiva anche per gli Enti abilitati, e la reperibilità di tutta la modulistica per l’autocertificazione. L’Amministrazione comunale di Chianciano Terme ha attivato un importante processo di "sburocratizzazione" e semplificazione amministrativa per rendere più efficace e trasparente la propria attività e tra le novità introdotte è stato creato un apposito sito, da cui si accede direttamente dal sito attuale dell’ente, che si chiama ComuneWeb, un servizio per consultare online la banca dati anagrafica di tutti i cittadini, attiva anche per gli Enti abilitati, e dove reperire tutta la modulistica per l’autocertificazione.

Comune Web

Nuovo sito internet e social

Il sito istituzionale è uno dei principali strumenti con cui possiamo comunicare ai nostri cittadini offrire nuovi servizi, far partecipare le imprese, i cittadini, i professionisti, le associazioni e gli altri Enti. Oggi più che mai è necessario per comunicare utilizzare i tanti strumenti tecnologici e canali a nostra disposizione e l’attivazione di questo nuovo servizio intende ulteriormente facilitare “la vita” del cittadino.

@VisitChiancianoTerme

2014/2019 - Facebook - Comune di Chianciano Terme - Oggi sono sempre di più i cittadini che accedono alla rete e che desiderano essere informati, il sito del Comune è uno strumento, ma anche la pagina Facebook del Comune di Chianciano Terme, attiva tata 25 ottobre 2012, a cui erano iscritti al 25 maggio 2014 – giorno delle elezioni amministrative - 568 fan; oggi (5 febbraio 2019) la pagina è seguita da 2821 fan.

@chianciano_news

2014/2019 - Twitter - @chianciano_news – Il social network è stato attivato il 12 febbraio 2012. Questi i dati aggiornati ad oggi (5 febbraio 2019): Twitter scritti dal Comune: 3710 - Following: 280 - Follower: 1413 tra cittadini, imprese ed istituzioni -

Linkedin Comune di Chianciano Terme

Istagram - Attivato il 12 luglio 2018 - Follower: 251 - Post: 21

ATTIVITA' PRODUTTIVE

Attività produttive

Imposta di soggiorno
Patto di amicizia con Gubbio
Creato Marchio "Chianciano for Family"
Costituita la Proloco
Attivato lo sportello del Microcredito
Treno ad alta velocità
Riorganizzato il mercato settimanale
Attivate nuove fiere
Agevolazioni fiscali

Imposta di soggiorno

Nel 2015 recuperati circa 100.000 euro dell’imposta di soggiorno non versata al Comune di Chianciano Terme. Con l’obiettivo della sconfitta totale dell’evasione fiscale, l’amministrazione Comunale di Chianciano Terme ha voluto attivare il monitoraggio ed il controllo sui versamenti dell’imposta di soggiorno incaricando il Comando di Polizia Municipale. Da questa attività, eseguita dagli operatori addetti al controllo sulle attività ricettive, attraverso il confronto e l’elaborazione dei dati già in possesso del Comando, nel 2015 sono stati recuperati circa 100.000 Euro, dell’imposta di soggiorno non versata al Comune di Chianciano Terme, una cifra consistente anche per il Bilancio dell’Ente. L’imposta di soggiorno nel Comune di Chianciano Terme è stata introdotta il 16 maggio 2012 e sono i turisti a versarla direttamente agli operatori delle strutture ricettive, in base al numero dei pernottamenti che effettuano, fino ad un massimo di sette pernottamenti consecutivi.

Chianciano Terme e Gubbio hanno siglato un “Patto di amicizia e gemellaggio”

2016 - E’ stato siglato (27 luglio) nella Sala Consigliare del Comune di Gubbio, in piazza Grande, il ‘Patto di amicizia e gemellaggio per l’avvio di scambi volti alla valorizzazione dei rispettivi territori comunali” tra il Comune di Chianciano Terme (Siena) ed il Comune di Gubbio (Perugia), per la realizzazione di scambi culturali ed enogastronomici, sociali, turistici ed economici. Ad apporre la firma all’accordo, sono stati i rispettivi sindaci Andrea Marchetti e Filippo Mario Stirati, accompagnati da amministratori e collaboratori di entrambi gli enti che hanno lavorato al Patto. Il 6 agosto con ‘Clancianum Fest’, botteghe e serata in musica. Ha aperto il programma la sfilata storica di dame e cavalieri a cura dell’associazione Balestrieri di Gubbio con una esibizione in Piazza Matteotti; a seguite degustazione di piatti tipici e altri intrattenimenti.

Andrea Marchetti e Filippo Mario Stirati
La firma del patto di Amicizia

Nuove aperture di attività commerciali

Da giugno 2014 ad agosto 2015 a Chianciano Terme si è evidenziata una ripresa economica con l’apertura di 41 nuove attività commerciali, in particolare bar e ristoranti. In quel periodo le nuove aperture di attività economiche hanno superato le cessazioni di attività. Nello stesso periodo hanno chiuso le saracinesche 22 negozi. Nello specifico sono stati 3 i nuovi ristoranti aperti, 2 quelli che hanno chiuso, 5 i nuovi bar e 3 quelli con cessazione di attività. Riguardo agli alberghi si è verificata la riattivazione di 1 attività e l’apertura ex novo di un’altra, infine 28 le attività commerciali aperte e 16 quelle chiuse. Un esile significativo segnale di ripresa, che si traduce anche in un rinnovato ottimismo da parte degli imprenditori, già presenti su Chianciano Terme o che hanno deciso qui di investire, agevolati anche dagli sgravi fiscali sulla tassazione IMU previsti dall’Amministrazione Comunale per i proprietari che concedono i loro negozi in locazione a "canone concordato".

Enoteca Diamante Cru

Concorso Natale in vetrina

Durante le Festività natalizie 2015, con l'obiettivo di stimolare gli imprenditori economici della cittadina termale ad abbellire le vetrine dei propri locali con allestimenti aventi per tema la festività del Natale è stato promosso il Concorso "Natale in Vetrina.

All'iniziativa rivolta ai cittadini ed ai turisti di Chianciano Terme, che ha riscosso un notevole successo, hanno aderito oltre trenta operatori economici locali che hanno “vestito a festa” la propria vetrina secondo la loro libera interpretazione e fantasia, cercando di valorizzare e promuovere con il tema del Natale i prodotti commercializzati. La commissione giudicatrice ha votato le vetrine partecipanti assegnando i premi previsti dal bando: premio per la creatività e qualità artistica, premio per l'originalità, premio per l'eleganza. Il pubblico ha decretato la vetrina assegnataria del “premio del pubblico”. In occasione della premiazione si procederà all’estrazione dei premi del pubblico.

Premio del pubblico a "Dolce Amaro Caffè"
Premio creatività e qualità artistica a Luci del mondo
Premio per l'eleganza a Oreficeria Re Artù
Le vetrine premiate: Bar Dolce Amaro, Luci del mondo, Oreficeria Re Artù, Fiorista Giuliana

Creato il marchio “Chianciano Terme for Family”

2018 - Il marchio, realizzato da Andrea Pisano, registrato e di proprietà del Comune di Chianciano Terme, è nato dalla consapevolezza che i bambini sono gli ospiti più importanti ed intorno a loro tutto ruota. Un punto di arrivo fondamentale per la stazione termale di Chianciano Terme, voluto da questa Amministrazione Comunale che ha coinvolto tutti gli stakeolders della città (Associazioni di Categoria, Centro Commerciale Naturale, Pro-Loco) per lavorare a progetti rivolti ai bambini e alle loro famiglie. Il marchio “Chianciano Terme for Family”, progettato da Qualità e Sviluppo Rurale srl, ha per obbiettivo di realizzare un percorso di certificazione territoriale familiare, al fine di accrescere, tramite il rafforzamento del sistema dei servizi e delle iniziative per la famiglia, l’attrattività territoriale, nonché sostenere lo sviluppo locale attraverso il coinvolgimento di tutte le organizzazioni interessate. Il marchio riguarda le strutture ricettive, gli esercizi commerciali e i ristoranti; a partire dal 22 febbraio 2018, tutti coloro che rientrano nelle categoria indicate e che hanno i requisiti previsti dal regolamento, possono fare la domanda per la richiesta di licenza d’uso, scrivendo a:

ctforfamily@comune.chianciano-terme.si.it

Le magliette con il marchio "Chianciano for Family"

Costituzione della Proloco

2014 - “Pro Loco”, ossia al servizio del luogo e, per estensione, della comunità locale. La Pro loco rappresenta il concetto di comunità, significa rafforzare e stimolare, in collaborazione con le Amministrazioni territoriali la naturale vocazione turistica del nostro Comune proponendo iniziative volte alla valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti, fornendo collaborazione nella gestione dell’attività di accoglienza turistica, concetti e valori che sono alla base delle norme statutarie che regolano la vita dell’Associazione stessa. Soprattutto si vorrebbe valorizzare il ruolo associativo, volontaristico e sociale della Pro Loco facendo in modo che la stessa possa rimanere punto di riferimento per l’intera comunità Chiancianese.

www.prolocochiancianoterme.it

Frecciassa di Trenitalia

Treni ad Alta velocità alla stazione ferroviaria di Chiusi-Chianciano Terme dal 2019

Dalla tarda primavera del 2019 i treni dell’Alta velocità fermeranno anche a Chiusi-Chianciano Terme. In particolare la coppia di treni, probabilmente la mattina e nel tardo pomeriggio, trasporteranno i passeggeri a partire dal 9 giugno. Molti in soggetti istituzionali coinvolti al fine di migliorare il servizio dei treni alla stazione di Chiusi, dalla Regione Toscana, ai Comuni dell’area che hanno sottoscritto nell’aprile 2018 un accordo con l’amministratore delegato e direttore generale di Fs, Gianfranco Battisti. I treni ad Alta velocità dalla stazione ferroviaria di Chiusi-Chianciano Terme raggiungeranno Roma Roma in 38 minuti e a Firenze in 40 e intorno a questa area della stazione gravitano 1,2 milioni di persone oltre a 2 milioni di turisti.

La campagna promozionale dei territori senesi e dei collegamenti è partita a marzo ed è a carico della Toscana. Chiusi diventerà un hub strategico per connettere Val di Chiana, Val d’Orcia, Siena, le terre degli Etruschi e l’Umbria. Un ruolo cruciale, in questo contesto, viene inoltre affidato ai treni storici in dotazione a Fs: sono già operativi i convogli a vapore e le Littorine. L’elettrotreno Arlecchino, un simbolo degli anni ’60, e’ in corso di restauro. Verrà rimesso in moto. Soddisfazione per gli indirizzi che arrivano da Ferrovie è stata espressa dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli: “Consentirà di sviluppare nel medio termine politiche di mobilità collettiva”. Soddisfazione per i sindaci di Chiusi, Juri Bettollini, e di Chianciano Terme, Andrea Marchetti. Mentre l’ad di Fs Battisti conferma l’impegno “a sviluppare un sistema integrato di offerta che crei le condizioni di accessibilità allo sviluppo turistico del Paese, contribuendo alla redistribuzione dei flussi turistici”.

Elettrotreno ETR 300 Breda "Settebello"

L’elettrotreno Arlecchino, nato negli anni sessanta da una “costola” del Settebello (il mitico rapido della Roma-Milano antesignano del Pendolino) tornerà a viaggiare su itinerari d’importanza storica e paesaggistica individuati dalla Fondazione FS per il piacere degli appassionati di turismo ferroviario.

Attivato lo sportello informativo su Microcredito e autoimpiego

2017 –Il Comune di Chianciano Terme ha aprto lo “Sportello informativo sul microcredito e l’autoimpiego” grazie alla sottoscrizione di un atto di impegno tra l’Ente Nazionale per il Microcredito (ENM) ed il Comune stesso. La finalità è quella di attuare una rete di servizi informativi di orientamento e accompagnamento alla conoscenza e alla fruizione dello strumento “microcredito”, per promuovere ed avviare strumenti operativi innovativi finalizzati a sostenere l’autoimpiego e la microimprenditorialità quali politiche attive del lavoro per l’inclusione sociale e finanziaria di soggetti vulnerabili e disoccupati. L’apertura dello Sportello ha l’obiettivo di realizzare un contesto economico aperto e inclusivo, che permetta di creare una società più solidale ed equa, che riconosca e sostenga lo spirito imprenditoriale anche dei soggetti più deboli. Lo sportello è stato istituito presso il servizio Attività Produttive del Comune di Chianciano Terme, in Via Solferino n. 3 (Palazzo Comunale).

Presentazione apertura sportello microcredito

Attivate nuove Fiere

L’Amministrazione comunale ha incentivato l’organizzazione di fiere promozionali, come prevede lo specifico Regolamento comunale, introducendo la disciplina delle Fiere Commerciali, anche a carattere promozionale (Delibera del Consiglio Comunale n. 41 del 21/06/2016), con parere favorevole di tutte le Associazioni di categoria, dando cosi inizio allo sviluppo di un settore che prima era inesistente. Con pubblico concorso si è provveduto all’assegnazione dei posteggi nell’ambito della fiera promozionale denominata Fiera Commerciale a carattere Promozionale, la “Fiera dell’Equinozio”, con la partecipazione di banchi di filiera corta. La fiera viene fatta nella zona termale e si estende sul marciapiede di Via delle Terme fino a Via G. Baccelli, dal tratto pedonale della Macerina fino a Largo Siena, da Viale Roma a Via delle Terme e all’interno del Parco Fucoli. In occasione della fiera i commercianti in sede fissa di tutto il territorio possono esporre in modo decoroso la merce fuori dal proprio negozio. Inoltre, posso partecipare anche i consorzi di ambulanti legalmente costituiti.

Cartellone della Fiera dell'Equinozio del 9 aprile 2017

Con Deliberazione della Giunta Comunale n.38 del 08/03/2018 l’ Amministrazione Comunale istituisce, in continuità con le precedenti edizioni, una Fiera Promozionale a carattere commerciale denominata Fiera dell’Equinozio oltre che altre fiere riservate allo Street Food.

Fiera dell'Equinozio del 9 aprile 2017
Fiera del Pane in collaborazione con articolo93 e Istituto Professionale Alberghiero
Fiera del Pane nel centro storico

Riorganizzazione del mercato settimanale

Il mercato settimanale che si svolge a Chianciano Terme tutti i mercoledì mattina è stato riorganizzato sulla base delle nuove esigenze della comunità e reali frequentazioni delle aziende ambulanti al mercato stesso. Con questa riorganizzazione si è reso possibile liberate alcune aree che oggi possono essere utilizzate per la sosta delle automobili a beneficio anche dei frequentatori di tutte quelle attività commerciali che si trovano adiacenti all’area dove si svolge il mercato settimanale.

Imposta di soggiorno estesa a tutte le strutture ricettive dal 1° gennaio 2018

Col nuovo Regolamento a Chianciano Terme immutate le tariffe, che sono tra le più basse in Valdichiana. Tra le novità: esenzione per chi pernotta per assistere persone ricoverate in strutture pubbliche sanitarie. La modifica al Regolamento sull’Imposta di Soggiorno è stata introdotta, dopo le novità inserite nella normativa in materia, in seguito all’esito di una concertazione con gli altri Enti dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese e le Associazioni di categoria, sia a livello territoriale che comunale, con la finalità di uniformare il pagamento dell’imposta di soggiorno anche agli ospiti delle ogni genere di struttura ricettiva del territorio comunale, contrariamente a quanto accadeva fino ad oggi, che veniva applicata solo agli ospiti di esercizi alberghieri e agriturismi.

Tributi: introdotte novità sulla tassa sui rifiuti (TARI)

2018 - Tra le novità: la sospensione del pagamento per anziani ricoverati in case di riposo o istituti sanitari; scadenze di pagamento; esenzione locali vuoti; agevolazioni per attività non stabilmente attive.

Il Consiglio Comunale ha approvato, alla fine del 2017, alcune modifiche al Regolamento TARI, la tassa sui rifiuti, il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre i rifiuti medesimi. Il nuovo Regolamento TARI prevede una serie di provvedimenti inseriti nell’ottica di rispondere sempre più alle esigenze manifestate dagli utenti. Tra le novità più sostanziali, relativamente alle utenze domestiche, quella riguardante gli anziani ricoverati nelle case di riposo. Uno degli obiettivi della gestione diretta del tributo era proprio questo: rispondere in maniera concreta e puntuale alle esigenze dei cittadini. Ed una delle prime criticità emerse in questo primo anno di gestione diretta è stata proprio quella rappresentata dagli anziani ricoverati in casa di riposo.

Dal 2018 per le abitazioni dei soggetti che abbiano trasferito la residenza o il domicilio stabile in istituti sanitari o di ricovero, non locate e che risultino non occupate e non utilizzate, il pagamento della TARI risulta sospesa dietro presentazione da parte dell’interessato di apposita domanda, allegando idonea documentazione.

Un’altra novità poi riguarda le scadenze di pagamento che sono state distribuite nel corso dell’anno, per evitare coincidenze con altri adempimenti fiscali sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche. Per le utenze non domestiche è stata introdotta una esenzione per i locali classificati in categoria catastale C1, vuoti da mobili e/o suppellettili, che aderiscano formalmente o meno ad iniziative volte al miglioramento del decoro urbano, il cui solo spazio immediatamente prospiciente la vetrina che affaccia sulla via pubblica sia allestito. Sempre per le utenze non domestiche alcune modifiche sono state apportate alcune integrazioni e precisazioni per le agevolazioni previste per le attività non stabilmente attive al di sotto dei 183 giorni. Ferma l’agevolazione del 40%.

Grande partecipazione alle celebrazioni per i 90 anni di attività dell’associazione e al meeting dei direttori di Federalberghi. In primo piano il Presidente Daniele Barbetti in occasione della ricorrenza (24 febbraio 2018)

L’Associazione Albergatori ha compiuto 90 anni

Il Sindaco e l’Assessore alle attività produttive: “Una ricorrenza importante”. Gli albergatori di Chianciano hanno dato vita all’associazione nel 1928 grazie all’interessamento dell’allora podestà Lorenzo Cesaroni “[…] per tentare accordi circa i prezzi delle pensioni, nell’interesse degli stessi esercenti e della stessa stazione di cura[…]” e “[…] per trovarsi d’accordo principalmente nell’organizzazione degl albergatori in associazione, sulla classificazione degli alberghi, sulla fissazione di rette per ogni categoria di alberghi […]”. Sono trascorsi 90 anni in cui gli albergatori chiancianesi, con grande determinazione e tenacia, hanno portato avanti questa esperienza, mantenendo vivo e trasmettendo da una generazione all'altra lo spirito associativo e di amicizia che li ha resi protagonisti della vita economica e sociale. Per l’Amministrazione comunale l'Associazione ha saputo nel corso del tempo ammodernarsi e rafforzarsi grazie alla partecipazione, alla volontà, alla fedeltà e al sostegno di tutti gli aderenti, superando anche momenti difficili come quelli attuali. Impegno e fiducia sono sempre stati e continuano del resto ad essere le parole d'ordine che qualificano il percorso intrapreso dall’Associazione. L'attività svolta da Federalberghi ha saputo di fatto affiancare al ruolo istituzionale di sostegno della categoria e degli associati, un importante contribuito alla valorizzazione del turismo come fattore determinante per il rilancio e lo sviluppo dell'economia locale.

Centro Commerciale Naturale di Chianciano Terme - Articolo 93: sostegno del Comune per l'organizzazione degli eventi

www.echianciano.it

Un video per la promozione del prodotto di destinazione: Chianciano Terme

Un video spot promozionale della durata di 150 secondi con i commercianti di Chianciano Terme che, per la prima volta, hanno vestito i panni di attori per promuovere le proprie attività e il tessuto imprenditoriale chiancianese. E’ quanto realizzato da Articolo 93 Centro Commerciale Naturale di Chianciano Terme. «Un nuovo strumento di promozione delle nostre attività - spiega Elena Intonti presidente di Articolo 93 - che si aggiunge a quelli già a disposizione della nostra associazione. Con la realizzazione del video abbiamo voluto intraprendere un nuovo percorso di valorizzazione del nostro lavoro: un modo ‘contemporaneo’, ‘fresco’ e ‘moderno’ di porci all’attenzione di chi ci guarda e ci osserva. Siamo consapevoli che si tratta di una goccia nel mare ma per la prima volta i commercianti di Chianciano che hanno preso parte alle riprese hanno deciso di mettersi in gioco e di metterci la faccia e questo, consentitemi di sottolinearlo, è un forte cambio di marcia per la nostra realtà imprenditoriale». Il video, per la regia di Alex Marchi, è stato girato nell’arco di 5 giorni e racconta, in modo emozionale, le peculiarità e le specificità di una selezione rappresentativa di realtà imprenditoriali (oltre 70) di Chianciano Terme. Il video è lo strumento di promozione del Centro commerciale naturale e dei suoi soci sia all’interno del territorio senese che al di fuori in occasione dei principali appuntamenti a cui il prodotto di destinazione Chianciano Terme è presente.

Centro Storico

Il centro storico ha cambiato 'volto'
Aperto un punto di informazioni turistiche nel centro storico
Tanti gli appuntamenti per animare il paese

Il centro storico ha cambiato ‘volto’ 2014-2019

Nel centro storico di Chianciano Terme, grazie alle politiche ed alle scelte fatte da questa amministrazione comunale, sia per la sinergia che si è creata tra pubblico e privato, sia per i progetti dei singoli privati, sono state attivate iniziative e messo a punto progetti per farne un “centro” a tutti gli effetti; da un lato, grazie al “patto d’amicizia” siglato tra il Comune di Chianciano Terme ed il Comune di Gubbio sono iniziate sinergie che hanno portato all’apertura di punti vendita enogastronomici e non solo per lo scambio delle tipicità locali; dall’altro lato, il centro storico si è caratterizzato per le sue capacità espositive dell’arte contemporanea con l’apertura di gallerie d’arte, in Via Casini e Piazza Matteotti, l’insediamento di artigiani con una liuteria altamente specializzata e una legatoria . Nel 2016 è stata inaugurata anche “Chianciano EXPO - Le dieci Meraviglie del Borgo Medievale”, dopo che un privato ha acquistato diversi negozi e fondi.

Il giorno dell'inaugurazione di "Chianciano EXPO - Le dieci Meraviglie del Borgo Medievale" a cura di Gagliardi Art London, 2016

Liuteria di Tony De Stefano www.tonidestefano.it

Legatoria Koinè - www.legatoriakoine.it

Expo Chianciano Terme - progetto ideato da Roberto Gagliardi

Viabilità e sosta nel centro storico

2014 - Dal 1° settembre 2014 è stata modificata la zona ZTL nel centro storico con maggiori restrizioni per le auto e parcheggi gratuiti per i commercianti del centro storico. La zona a traffico limitato del centro storico che inizia da via Dante (angolo via XXV Aprile) per proseguire in via Casini, via delle Mura, via Borgo Nuovo, via Garibaldi, piazza Matteotti, via Solferino, via dello Spedale, via della Croce e finire alla Porta del Sole. Oltre all’istituzione della nuova zona ZTL è stata modificata anche la disciplina dei parcheggi a pagamento limitatamente alle aree immediatamente limitrofe alla zona interessata. E’ possibile la sosta gratuita in piazza Gramsci e nel parcheggio dei giardini pubblici di viale Dante per coloro che svolgono attività commerciali nel centro storico e per gli avventori degli esercizi di somministrazione assistita e non del centro storico. Due le zone ZTL istituite: Zona 1 e Zona 2.

La prima la Zona 1 (Viale Dante a partire dall’intersezione con via XXV Aprile; Via Casini/ Angolo Via Garibaldi; Via delle Mura; Via Borgo Nuovo e Via Garibaldi) attiva dalle ore 10.30 fino alle ore 06.30

La seconda la Zona 2 (Via Casini / Angolo Via Garibaldi; Piazza Matteotti; Via Manenti; Via Mazzini; Via Solferino; Via Solferino, Piazzolina dei Soldati; Via dello Spedale; Via della Croce; Via dei Forni; Borgo Casalino; Borgo Minutelli; Borgo Marrone; Borgo Vetuli; Borgo Beni; Borgo Avveduti; Borgo Cascio; Borgo Colonna; Borgo Corradini; Borgo Fiorenzuola; Borgo Tantucci) attiva 24 ore

Altre modifiche alla viabilità nel centro storico

Completati i lavori del Nuovo Parcheggio di Via Borgo Nuovo, un area di sosta regolamentata a disco orario 2 ore dalle 08 alle 20, festivi compresi.

Prima di moficiare la viabilità nel centro storico si è tenuta una Assemblea pubblica con tutta la cittadinanza e si sono tenute in conto le necessità espresse e alcuni suggerimenti per migliorare la circolazione stradale nel suo complesso. Con Deliberazione della Giunta Comunale n.31 del 14/02/2017 è stata introdotta la zona ZTL (da Viale Dante angolo Piazza Gramsci).

In Via XXV Aprile, è stata inserita in ZTL limitatamente alla possibilità di sosta lasciando libera la circolazione stradale Via Casini, Via Borgo Nuovo, parcheggio sosta regolamentata a disco orario 2 ore, dalle ore 08 alle 20, dal parcheggio denominato “Cantinone” alla "Chiesa dell’Immacolata", area di sosta regolamentata a disco orario 2 ore dalle 08 alle 20, festivi compresi, riservata ai residenti. Sono stati anche completasti i lavori di via della Pace ed è stata modificata la viabilità tenendo conto delle varie esigenze.

Presto cambierà tutta l'illuminazione della città anche nel centro storico con il Project financing sull'efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione messo a punto dall'Amministrazione comunale
Centro storico con l'attuale illuminazione

Apertura punto intormazioni turistiche nel centro storico

A partire dall'estate 2017 l'Amministrazione comunale ha chiesto l'utilizzo di un fondo chiuso in Via Casini per risistemarlo e poter aprire un punto informativo turistico. Il punto informativo è aperto con orario settimanale durante i periodi estivi e con aperture nei fine settimana (venerdì, sabato e domenica) durante il resto dell'anno. L'apertura è garantita congiuntamente dal personale della Proloco di Chianciano Terme e dal personale del Comune di Chianciano Terme, per il periodo estivo. Molta l'affluenza dalla sua apertura, in particolare di pubblico proveniente dai vari paesi del mondo: tedeschi, finlandesi, norvegesi, francesi, australiani, spagnoli, svizzeri, ecc.

L'ufficio si trova in Via Casini, 27

Punto informativo turistico di Via Casini nel centro storico di Chianciano Terme

Attivato servizio di contenimento del colombo di città

Quello del controllo del colombo, o piccione, di città accumuna tutti i centri abitati, piccoli o grandi che siano. L’Amministrazione comunale ha approvato il Piano per il contenimento numerico del colombo di città (Columbia Livia forma domestica), e il servizio di cattura dei volatili, attraverso delle gabbie, affidando un incarico ad una ditta specializzata e munita di tutte le autorizzazioni. I risultati sono già visibili con una sensibile riduzione del colombo e un miglioramento generalizzato della situazione igienico-sanitaria.

Particolare attenzione alla qualità urbana nel centro storico: ecco i progetti finanziati

L’innalzamento della qualità urbana del nostro centro storico era un punto del programma di mandato di questa amministrazione comunale, che ha concluso i lavori in Via Borgonuovo ed ha proseguito nella ricerca di risorse per la sostituzione della pavimentazione nel parcheggio di Via Manenti e realizzato la fontana in Piazza Gramsci. Sempre nel centro storico ora rimane da rivedere ed integrare il sistema di spazzamento e proseguire nell'opera del contenimento dei colombi, ma ancora altri progetti sono stati finanziati e vedranno presto la luce. Di seguito li elenchiamo.

Approvato progetto per riportare alla luce una antica cisterna piovana di grandi dimensioni sotto Piazza Matteotti

Tra i progetti di miglioramento urbano del centro storico, già approvato, sarà valorizzata e resa visibilità al pubblico una antica cisterna di raccolta delle acque piovane che si trova immediatamente sotto la pavimentazione di Piazza Matteotti. La cisterna di grandi dimensioni, opportunamente illuminata, si potrà vedere direttamente dal manto della superficie della piazza stessa, attraverso una pavimentazione in vetro.

Altri progetti approvati per il centro storico dove sarà tutto rinnovato

In Piazza Matteotti verrà collocata una nuova illuminazione, in particolare oggetto di attenzione sarà la Fontana della piazza. Saranno installati, inoltre, illuminazioni artistiche - I LAMPIONI INNAMORATI - in vari punti del centro storico come Piazza Matteotti, in prossimità della Porta Rivellini e in Piazzolina dei Soldati. Inoltre saranno collocati anche due cannocchiali panoramici, ed infine saranno sostituite le fioriere e tutte le panchine presenti nel centro storico.

Questi i cannocchiali panoramici che saranno installati

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO CULTURALE

I progetti del MAC - Museo civico archeologico

Inserimento del museo etrusco negli Itinerari culturali europei

Il Comune di Chianciano Terme ha firmato il 31 marzo 2015, a Castiglion Fiorentino, alla presenza del Vice Presidente del Parlamento Europeo On. Antonio Tajani, "La carta degli etruschi" aderendo così all'Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa “La rotta di Fenici”, confederazione Internazionale, diretta dal Prof. Antonio Barone, che vede la partecipazione di reti nazionali e trasversali di 18 paesi del Mediterraneo e 3 Continenti. Il progetto, riconosciuto come Itinerario culturale nel 2007 ed abilitato come Rete di itinerari nel 2009, ha ottenuto la certificazione nel 2013 suscitando l'interesse della rete UNESCO/UNITWIN "Cultura, Turismo e Sviluppo" il cui obiettivo è lo sviluppo sostenibile del turismo attraverso l'elaborazione di prodotti turistici comuni e di itinerari culturali. La Rete ha come scopo di creare collegamenti reali tra i vari musei e vetrina pubblicitaria all’interno del portale del Consiglio d’Europa, e del portale della “Rotta dei Fenici” che lavora alla creazione della rete museale del Mediterraneo (Me.Mu.Net. – Mediterranean Museum Network). La “Rete degli Etruschi” è un progetto della “Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa” che unisce musei e siti archeologici legati al mondo etrusco, un popolo misterioso e affascinante che molto di sé deve ancora svelare. La Rete degli Etruschi è un progetto della Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa che unisce musei e siti archeologici legati al mondo etrusco, un popolo misterioso e affascinante che molto di sé deve ancora svelare. Fanno già parte del Network i siti ed musei di Cortona, Castiglion Fiorentino, Chianciano Terme, Volterra, Blera, Proceno, Vetralla, Verucchio, Orvieto, Barbarano Romano, Formello. Altri sono in fase di adesione.

https://fenici.net

Castiglion Fiorentino, Firma della Carta degli Etruschi (31 marzo 2015)

La Rete degli Etruschi

Nuovo allestimento al Museo civico archeologico MAC
Planimetria piano interrato
Reperti esposti al piano interrato
Planimetria piano terra
Reperti esposti al piano terra
Planimetria piano primo
Reperti esposti al piano primo
Planimetria piano secondo
Reperti esposti al piano secondo

www.museoetrusco.it

La gestione del Museo civico archeologico MAC di Chianciano Terme

2017 – Questa Amministrazione comunale, per scadenza dei termini, ha provveduto ad indire, con bando di gara, l’affidamento della gestione del Museo Civico Archeologico MAC di proprietà comunale. La Società aggiudicataria è risultata la Archeo Service snc che gestirà il bene e i servizi museali fino al 2020. Nell’ottica di garantire al museo l’implementazione dei servizi quali l’assistenza agli utenti dei siti culturali o museali, i servizi editoriali, la vendita di riproduzioni di beni culturali, la realizzazione di materiale informativo e beni librari, le attività di valorizzazione e promozione, visite guidate e attività didattiche, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno indire una gara di appalto finalizzata all’affidamento in concessione della gestione dei servizi museali integrati del museo cittadino dove, il concessionario, integrando ed ampliando gli standard gestionali, promuoverà un percorso che possa interagire ed integrarsi con gli altri prodotti turistici del territorio al fine di garantire una più ampia ed efficiente offerta culturale tale da coinvolgere ad attrarre un target più vasto di visitatori. La Fondazione Museo avrà sempre funzione di assistenza e supporto ma potrà seguire a tutto tondo la propria mission di promozione e diffusione delle espressioni della cultura e dell’arte. Il programma presentato dalla Archeo Service snc è stato perfettamente in linea con l’indirizzo dato.

Musei ed ecomusei di rilevanza regionale: contributi anche al Museo civico archeologico "MAC" di Chianciano Terme

La Regione Toscana ha approvato graduatoria nel giugno 2018 la graduatoria dei musei ed ecomusei riconosciuti di rilevanza regionale con i punteggi ottenuti e le relative quote di contributo 2018. A tutti i musei ed ecomusei di rilevanza regionale che hanno presentato la domanda entro e termini e secondo le modalità indicate nel decreto (n. 2574 del 26.02.2018), compreso il Museo civico MAC Chianciano Terme, è stato erogato il contributo indicato nella graduatoria, che è stato calcolato mediante una procedura di tipo valutativo sulla base di specifici criteri.

Mostre e attività al Museo civico archeologico "MAC"

Dal 4 luglio 2014 al 28 settembre 2014 al Museo Civico Archeologico MAC di Chianciano Terme è stata allestita la Mostra Petala Aurea: ori bizantini e longobardi di una collezione privata. I trattati altomedievali le denominano Petala aurea, petali d’oro. Si tratta infatti di sottili brattee auree decorate, crocette in lamina d’ambito longobardo, monili aurei e argentei, cui si aggiungono placche ornamentali in lega d’argento e rame datati prevalentemente tra il VI e VII secolo, e lamine variamente sagomate, di incerta datazione in quanto non facilmente riscontrate fra le produzioni di oreficeria altomedievale a noi giunte. Questo il corpus di 47 reperti che compone la mostra di opere d’arte bizantina e longobarda Petala Aurea. Si tratta di lamine realizzate per decorare manufatti in legno, osso o avorio, cuoio, ma anche per essere cucite su tessuti, in particolare abiti cerimoniali e d’uso liturgico. Una sezione è dedicata alle crocette, rinvenute all’interno di sepolture e dunque probabilmente cucite al sudario dei defunti attraverso i forellini presenti. Dal punto di vista iconografico, i pezzi in collezione presentano motivi geometrici e fitomorfi, in alcuni casi monogrammi, figure umane e animali, figure femminili e maschili viste di fronte. La mostra è promossa dal Museo Civico Archeologico MAC di Chianciano Terme con la Fondazione Musei Senesi e Rottapharm | Madaus, in collaborazione con MiBAC, Regione Toscana, Provincia di Siena, Comune di Chianciano Terme, e con la partnership di Banca MPS. I manufatti provengono dalla collezione privata di Luigi Rovati, Presidente della multinazionale Rottapharm|Madaus di Monza e stimato mecenate che ha voluto condividere con il pubblico questa importante testimonianza del gusto altomedievale per l’oreficeria. Dopo una prima esposizione presso la Cappella della Villa Reale di Monza, la mostra è stata portata a Chianciano; l’idea nasce dall’ideale collegamento fra il contenuto della collezione privata e la presenza, all’interno del Museo Civico Archeologico della città, di un piccolo gruppo di oggetti di epoca alto-medievale, dunque dell’epoca di datazione delle lamine. Accompagna la mostra un catalogo edito da Johan & Levi con testi di Luigi Rovati, Caterina Giostra, Marco Sannazaro, Marco Meneguzzo, Letizia Bonizzoni e Mario Milazzo.

Lamina discoidale aurea con effigie dell’imperatore Eraclio (610-641)
Anello aureo con inserti in ambra
Lamina polilobata aurea con croce e testa diademata

Direzione scientifica della mostra di Marco Sannazaro e Caterina Giostra

"Con questa esposizione il prof Luigi Rovati ha scelto di mettere a disposizione degli studiosi e di tutta la collettività un insieme di manufatti aurei estremamente interessanti che offrono uno spaccato dell’immaginario figurativo altomedievale e delle credenze a esso sottese, in una prospettiva del tutto particolare come quella dell’oreficeria minore. Capita di rado, almeno in Italia, che un collezionista renda fruibile il proprio “tesoro”; in genere questo viene custodito gelosamente e l’essere nascosto ai più e riservato all’esclusivo godimento personale o a quello di pochi familiari e amici ne accresce, agli occhi del proprietario, il pregio. Il professor Rovati e i suoi familiari hanno invece dimostrato la più ampia disponibilità ad accettare e sostenere una libera e attenta analisi dei reperti, che si è potuta avvalere anche di indagini di tipo archeometrico. La mostra e il volume edito da Johan & Levi presentano i risultati di tali ricerche." (Marco Sannazzaro)

Mostra personale del Maestro Giacomo Maria Cavina

In occasione della Settimana della Cultura (11-18 ottobre 2014), a Chianciano Terme è stata allestita presso il Museo Civico Archeologico MAC (Viale Dante, 80) la mostra personale del Maestro Giacomo Maria Cavina, artista di respiro internazionale che è tornato nuovamente ad esporre nella cornice del museo etrusco di Chianciano Terme. Questa volta le sue opere sono posizionate, oltre negli spazi espositivi interni del museo, anche sul grande terrazzo all’aperto dell’edificio. La mostra “En Plen Air: danzando con la scultura” riproposta da Cavina a Chianciano Terme è stata una suggestiva esposizione che unito le forme alla leggerezza dell’essere, figure senza peso sospese nell’aria che delineano in modo evidente il percoso artistico dell’artista.

Giacomo Maria Cavina. En Plein Air: Danzando con la scultura
Coolt - Settimana della Cultura della Regione Toscana

Notti dell’archeologia

Il Museo Civico archeologico MAC di Chianciano Terme ha sempre aderito, inserendo nel programma della Regione Toscana, vari appuntamenti. Le Notti dell'Archeologia è un appuntamento annuale che si svolge nei musei di tutta la Toscana dal 1 al 31 luglio. Il programma è sempre ricchissimo con aperture straordinarie serali e numerosi eventi in musei, aree e parchi archeologici, tante occasioni per accogliere il pubblico degli appassionati e dei curiosi.

Le notti dell'archeolgia 2018
Le notti dell'archeolgia 2017
Le notti dell'archeolgia 2016
Le notti dell'archeolgia 2015

La sfida è sicuramente quella di allargare l'interesse su questi temi, infatti il ricco programma è rivolto ad un pubblico di tutte le età, e gli orari di svolgimento saranno diversificati per andare incontro alle varie esigenze, comprendendo anche occasioni dedicate al pubblico dei diversamente abili.

Iniziativa nel centro storico in occasione delle Notti dell'Archeologia (luglio 2017)
[PassKey] Art Festival 2014 ha coinvolto i comuni di Cetona, Chianciano Terme, Montepulciano, San Casciano dei Bagni e Sarteano
PassKey Festival: Chianciano Terme 2014 - 29 settembre / 5 ottobre

[PassKey] Art Festival: un grande successo a Chianciano Terme

Il [PassKey] Art Festival si è svolto dal 29 settembre 2014 al 5 ottobre 2014, giornata nella quale sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai 40 artisti presenti con le proprie opere dislocate in tutto il territorio di Chianciano Terme e che ha coinvolto anche il Museo civico archeologico. La stazione termale tutta è diventata uno spazio espositivo e creativo grazie ai numerosi artisti che hanno aderito all’iniziativa. Una organizzazione perfetta quella curata dalle numerose istituzioni ed associazioni coinvolte che hanno permesso per una settimana di respirare a Chianciano Terme la creatività, in ogni sua forma grazie ai numerosi eventi che si sono succeduti, che hanno vivacizzato l’intera cittadina della stazione termale. Gli allestimenti, a cura delle varie Associazioni locali che si sono adoperate con impegno e professionalità, hanno colorato l’intero paese che ha fatto da cornice alle opere d’arte contemporanee in mostra nelle piazze, nei palazzi storici e nelle vetrine degli esercizi commerciali dal Centro Storico alla Rinascente e presso il Museo civico archeologico delle Acque.

Alcune opere esposte in occasione di [Passkey] che si è svolta nel centro storico, Sala de' Vegni, Villa Simoneschi e Museo civico archeologico MAC e in spazi espositivi della città
[Passkey] è stata anche una grande partecipazione delle associazioni di volontariato di Chianciano Terme ed una splendida mostra di abiti da sposa

La mostra ‘Bianco e Dintorni’, curata dalla Linda Coppi, si è tenuta presso la Galleria dell’Hotel Cristallo dove sono stati esposti, corredati di foto per ricordare il “giorno più bello”, circa cinquanta abiti da sposa delle signore di Chianciano Terme convolate a nozze nel periodo che và dai primi del Novecento sino al 1985, ed in cui, al fine di creare un dualismo tra la tradizione e le nuove forme di arte dedicate all’abito da sposa, è stata posta un’installazione in carta dell’artista Cinzia Verni.

La locandina della mostra "Bianco e Dintorni" che è stata allestita presso la Galleria dell'Hotel Cristallo in Viale della Libertà
La Galleria dell'Hotel Cristallo dove si è tenuta l'esposizione
Abiti delle spose chiancianesi esposti alla mostra "Bianco e dintorni"
Le meravigliose spose chiancianesi che hanno messo a disposizione le fotografie e concesso i propri abiti da sposa per l'allestimento dell'esposizione
Il matrimonio di Nadia Marabissi e Giancarlo Marchi celebrato il 14 marzo 1976 presso la Chiesa Collegiata di Chianciano Terme e l'abito che indossava la sposa esposto alla mostra - Nella didascalia della foto: "Il matrimonio non è perdere la libertà e non avere più lo spazio per muoversi altrimenti non è vero amore"
Alcune opere esposte in occasione di [Passkey]

2016 – maggio - Grand Tour e le Guide Turistiche mostra documentaria

Mostra Musei di Carta: l’immagine dell’antico in Valdichiana tra il XV e XIX secolo

2017 - Il Comune di Chianciano Terme, insieme ai Comuni di Cetona, Chiusi, Cortona, Montepulciano, Sarteano, Sinalunga e Torrita di Siena, è stato tra i promotori dell’iniziativa “Musei di Carta”. L’immagine dell’antico in Val di Chiana tra il XV e il XX secolo” volta a valorizzare il patrimonio documentario posseduto dagli Enti aderenti ed incentrato sulle ricerche di carattere archeologico riguardanti i singoli territorio tra il 15° e il 19° secolo.

Lo sguardo di una Donna Etrusca: vite intrecciate femminili del VI sec. a.C.

Al Museo civico Archeologico MAC di Chianciano Terme (13 gennaio 2018) è stata presentata la pubblicazione didattica "Lo sguardo di una Donna Etrusca: Vite intrecciate femminili del VI sec. a.C." scritto da Flavia Valletta, archeologa, che ha svolto il Servizio Civile presso l'Ufficio Cultura del Comune di Chianciano Terme

Locandina dell'evento - a destra statua di giovane donna (fine del IV - inizio del III secolo a.C.; terracotta, altezza 74,8 cm; New York, Metropolitan Museum)
Mi Rasna - scarica il gioco di strategia sull'antica civiltà etrusca negli App Store
Mi Rasna - Io sono etrusco

Mi Rasna, il primo videogame storico sugli Etruschi disponibile dal 17 maggio 2018

ll Progetto Mi Rasna – Io sono etrusco vuole valorizzare la ricchissima storia di questo antico popolo italico, accompagnando l’utente verso la conoscenza dell’antica Civiltà Etrusca. Il progetto ha coinvolto i principali Enti che gestiscono il lascito di questo antico popolo, compreso il Museo civico archeologico di Chianciano Terme.

L’esperienza ludica di Mi Rasma proietta il giocatore all’interno dei fatti di questo popolo, passando per la scelta di una delle dodici Città Stato realmente esistite all’interno delle quali ne rivivrà la storia. L’utente vestirà i panni di un magistrato locale in prima persona, immedesimazione che porterà alla conoscenza dell’economia, dell’agricoltura, dell’allevamento, dell’edilizia, dell’estrazione delle risorse e dei manufatti prodotti dal popolo etrusco.

L’ambientazione storica in cui è calato il gioco rappresenta una possibilità unica di unire in un solo progetto la valorizzazione di un’area geografica ampia: Toscana, Umbria e Lazio. Regioni nelle quali la civiltà etrusca ha trovato la sua più alta espressione, un dato che rende necessaria la partecipazione e il coinvolgimento diretto al progetto gli Enti presenti in questi territori.

Il gioco è scaricabile gratuitamente sugli store - scarica da Google Play

Mi Rasna è un gioco di strategia sugli Etruschi: il compito del giocatore è quello di far prosperare le città della Dodecapoli, in modo da attraversare tutte le epoche del mondo etrusco. L’unico modo per acquisire esperienza nel gioco è, infatti, quello di far progredire le città : questo processo che sarà possibile solo se il giocatore riuscirà a soddisfare i requisiti di ogni singola città. Per questo, ogni città inserita sulla mappa avrà una propria peculiarità in termini di produzione, di risorse e di tipologia di risorsa che produce. Il compito delle città più piccole sarà quello di fornire risorse alle città più grandi attraverso un sistema di trasporti commerciali che verrà gestito dal giocatore. Per realizzare risorse sarà necessario sbloccare “abilità” in ogni città e, successivamente, costruire nella stessa città la struttura che creerà quella risorsa: “Agricoltura” sbloccherà la creazione di “Fattorie” e di “Allevamenti” di animali che produrranno latte, carne, grano.

Gli Etruschi 4.0: ecco il videogioco Mi Rasna
Entertainment Game Apps, Ltd.
Le iniziate al Museo civico archeologico MAC di Chianciano Terme con gli appuntamenti di Un tè con gli Etruschi, giunto al sedicesimo ciclo, e tante altre opportunità di conoscenza e di incontri.
Gli appuntamenti sono organizzati dall'Associazione Geoarcheologica di Chianciano Terme con il patrocinio di Fondazione Musei Senesi, Comune di Chianciano Terme, Terme di Chianciano e altri soggetti del territorio
Volontario della Geoarcheologica durante i lavori di ripristino della fattoria etrusca di poggio bacherina

Grazie ad un contributo della Regione Toscana, il Museo civico archeologico Delle Acque e la collaborazione della Associazione Geoarcheologica di Chianciano Terme, è stata risistemata l'area archeologica della fattoria etrusca di Poggio Bacherina con una grande ripulitura dell'area, sistemazione della recinzione protettiva, posizionamento di una bacheca informativa e un allestimento dell'area che illustri le funzioni che venivano svolte nella fattoria, con ricostruzione schematica del telaio per tessere, dei contenitori (ziri) per contenere cereali e vino ecc. Il 24 maggio 2018 c'è stata l'naugurazione dell’area archeologica attrezzata della fattoria etrusca di Poggio Bacherina. Inoltre è stata sistemata anche la tomba con soffitto dipinto in zona Pedata.

Area di Poggio Bacherina risistemata a cura dei volontari dell'Associazione Geoarcheologica di Chianciano Terme

Apertura della mostra permanente "Fossili: storia della vita" ad ingresso libero

Il 22 dicembre 2018, presso i locali sottostanti il Museo civico Archeologico Delle Acque di Chianciano Terme, è stata inaugurata la mostra permanente "Fossili: storia della vita". La mostra illustra, attraverso i reperti fossili delle collezioni di Marcello Palazzi, del Maestro Vannucci e di Lanfranco Calabresi, donate negli anni scorsi all'Associazione Geoarcheologica di Chianciano Terme, l'evoluzione della storia della vita sulla terra. La mostra, allestita dalla soc. Archeservice coadiuvata dai volontari dell'Associazione Geoarcheologica, è ad ingresso libero e per accedervi occorre rivolgersi all'ingresso del museo stesso.

Al museo civico archeologico nuova sezione dedicata a "Il Mito"

Il 1 luglio 2018, al Museo civico Archeologico MAC di Chianciano Terme è stato inaugurato il nuovo allestimento della sezione permanente su "Il Mito" dove, attraverso le immagini dei vasi della collezione museale e della ricostruzione delle "mitiche" armi di Achille realizzate da Giordano Masci, si raccontano le vicende omeriche della guerra di Troia grande poema "didattico" del mondo antico.

Nell'immagine opera in bronzo policromo ispirata al celebre mito dell’Iliade, “Lo Scudo d’Achille” acquisito dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma per il palazzo del Quirinale.

Nuova sezione permanente dedicata a "il mito"
Nuova sezione permanente dedicata a "il mito"
Nuova sezione permanente dedicata a "il mito"
Nuova sezione permanente dedicata a "il mito"
Donata preziosa collezione di monete e reperti archeologici al museo civico

Il 30 aprile 2016 al Museo Civico Archeologico delle Acque di Chianciano Terme è stata ufficializzazione della donazione di una preziosa collezione di monete e reperti archeologici donata al nostro museo dalla signora Luciana Coppi, moglie dello scomparso Riccardo D’Angelo, che ha scelto il museo della stazione termale per “far tornare a casa qualcosa di Riccardo”. Riccardo D’Angelo, nato a Chianciano Terme nel 1956 e scomparso poco tempo fa, è la storia di un collezionista ma anche e soprattutto di un uomo che ha sempre amato il borgo dove era nato, sebbene la vita lo avesse portato a vivere in altri luoghi. Questo amore per Chianciano Terme ha portato Luciana Coppi, moglie di Riccardo D’Angelo, a voler donare una notevole collezione di monete e altri reperti al museo etrusco chiancianese, frutto di acquisizioni di anni e acquisti oculati derivati da una passione mai fine a se stessa.

Un momento durante la presentazione della collezione
Il Sindaco e l'Assessore alla cultura in occasione della donazione
Riccardo D’Angelo

IL RENDICONTO DI MANDATO 2014-2019 prosegue con la PARTE SECONDA

Created By
Comune di Chianciano Terme
Appreciate

Credits:

Patrizia Mari Daniele Ciolfi Associazioni del territorio

Report Abuse

If you feel that this video content violates the Adobe Terms of Use, you may report this content by filling out this quick form.

To report a copyright violation, please follow the DMCA section in the Terms of Use.